Seattle

A cura di

Prenota il tuo viaggio

AssicurazioneHotelVoliNoleggio AutoSpace NeedlePartite NFL

Leggi la nostra guida e tabella di comparazione fra le migliori assicurazioni sanitarie USA:

Assicurazione Sanitaria per Viaggio negli USA

Booking.com

Leggi anche i nostri consigli su dove dormire a Seattle

Leggi anche i nostri consigli su come prenotare un volo

Leggi anche i nostri consigli su come noleggiare un'auto

Lo Space Needle non è solo l'osservatorio di riferimento della città ma anche il simbolo più riconoscibile di Emerald City.

Space Needle: biglietti e consigli per la visita

I Seattle Seahawks sono l'unica franchigia della NFL nella zona nord ovest degli Stati Uniti e per questo vantano molti tifosi anche dagli stati confinanti. Non perdete l'occasione di vederli giocare dal vivo al Lumen Field.

Biglietti dei Seattle Seahawks

Inserisci il codice VIAGGIUSA per ottenere 10 euro di sconto su un acquisto minimo di 150 euro

Seattle Guida di Viaggio

Seattle, Washington State: informazioni generali


Conosciuta come Emerald City, Seattle ha davvero molti motivi per essere visitata, dalle tante attrazioni cittadine alle affascinanti bellezze naturali che la circondano. In questa sezione potrete trovare numerosi spunti per organizzare una visita in questa perla dello Stato di Washington.

Dove si trova Seattle?

Seattle è una città che sorge sulla costa ovest degli Stati Uniti, nella contea di King, Washington State. È anche la città più grande dello stato, oltre che di tutta l’area del Pacifico nord-occidentale (Pacific North West). La sua posizione è su un istmo, tra lo stretto di Puget Sound e il Lago Washington.

Breve storia di Seattle

La storia dell’area in cui sorge l’attuale città di Seattle è tanto antica quanto affascinante. Era qui che abitavano, prima dell’arrivo dei colonizzatori europei, antiche tribù di nativi americani che vivevano nell’area nei 4 millenni precedenti la conquista europea, che avvenne nel 1851. In quell’anno, Arthur Denny insieme ai suoi compagni di esplorazione arrivò nella zona di Puget Sound dall’Illinois, a bordo della goletta Exact.

L’anno successivo si spostarono nella Baia di Elliott e qui venne fondata la città di Seattle. L’insediamento divenne ben presto famoso tanto per il suo fiorente commercio di legname, quanto per la famosa Corsa all’oro del Klondike, siccome si trovava in posizione strategica per raggiungere l’Alaska e, quindi, il Klondike. Seattle è anche la culla di aziende tecnologiche di importanza mondiale come Microsoft e Amazon. Oggi è conosciuta con il soprannome di Emerald City (Città Smeraldo), per via delle innumerevoli aree verdi che la caratterizzano e per la folta vegetazione che la circonda.

Origine del nome

Il nome Seattle venne dato all’insediamento urbano nel 1852 in onore di Chief Seattle, capo delle tribù indigene dei Suquamish e dei Duwamish, che collaborò con i colonizzatori bianchi per favorirne l’insediamento nel modo più tranquillo possibile, intrattenendo relazioni privilegiate con uno dei fondatori della città, il Dott. Maynard, che auspicava la pacifica e proficua convivenza di entrambe le etnie.

Quanto è grande la città di Seattle?

La città di Seattle si estende su una superficie di 367 chilometri quadrati, di cui 217 si trovano sul continente e 150 chilometri quadrati comprendono la superficie acquatica.

Principali zone e quartieri di Seattle

Seattle è composta da ben 19 quartieri e tutti hanno qualcosa di interessante da esplorare e visitare. Tuttavia, in base anche al tempo che avete a disposizione, vi presento qui i principali, quelli che proprio non potete perdere. Dal più distante, ma elegantissimo Queen Anne, al vibrante Capitol Hill, dal creativo e artistico Freemont al super-cool Ballard. Senza dimenticare il più antico Pioneer Square e il più “giovane” South Lake Union. Se avete tempo di spingervi oltre città, non dimenticate di segnarvi West Seattle. Vediamo insieme nel dettaglio cosa aspettarci.

  • Ballard, per esempio, nata come una piccola comunità marittima, è una location vivace e ricca di ristoranti, che propone anche ottime soluzioni per shopping, vita notturna e locali di cucina etnica. È in questo quartiere che si trovano alcuni degli edifici storici più belli di tutta la città.
  • Per contro, Capitol Hill è un indirizzo vibrante e imprevedibile, dove convivono strutture residenziali di pregio e negozi, bar LGBTQ+ e pub, club di musica dal vivo e negozi di dischi.
  • Per chi desidera immergersi nella cultura locale e confondersi con la popolazione di Seattle, il quartiere migliore è Fremont, che d’estate si anima di concerti, eventi outdoor, mostre e manifestazioni artistiche. È anche la zona in cui si concentrano i migliori hotel, i ristoranti gourmand e le boutique, anche di lusso.
  • Altrettanto significativo per la città è il quartiere di Belltown & Seattle Center dove si concentrano numerosi musei, oltre 100 ristoranti (!), sculture e opere d’arte a cielo aperto, teatri e bar.
  • Pioneer Square, poi, è il cuore pulsante della città, dove tutto è nato: qui si ammirano gli antichi edifici in mattoni rossi e si respira un’aria da set cinematografico, tra locali storici e deliziosi bar.
  • Fuori dalle rotte classiche, invece, si trovano il Queen Anne e il Lake Union, estremamente eleganti e ricchi di aree verdi, pittoreschi negozietti, ristoranti chic e alla moda, che sorgono su una collina che ospita alcuni degli edifici residenziali più belli della città.
  • Infine, vi segnalo l’U-District: un po’ fuori mano rispetto alle classiche rotte turistiche, ma che non dovete perdere. Sebbene sia un quartiere universitario, è qui che potrete trovare ristoranti a prezzi abbordabili, ma che servono ottimo cibo, negozi di dischi e libri, boutique indipendenti di designer locali, bar e coffee shop, teatri, musei e persino edifici storici.
Quanti abitanti ha Seattle?

Con una popolazione di oltre 737.000 abitanti, secondo il censimento ufficiale fatto nel 2020, la città di Seattle è la più grande di tutto lo stato di Washington, oltre che della regione a nord-ovest del Pacifico. Senza contare che tutta l’area metropolitana raggiunge una popolazione totale di oltre 4 milioni di residenti, rendendola così la quindicesima più grande di tutti gli Stati Uniti. 

Clima di Seattle

Il clima della città è temperato e, dunque, gli inverni sono freddi, piovosi e miti, mentre le estati sono normalmente secche. Per quanto riguarda le temperature, invece, in inverno difficilmente scendono sotto lo zero, attestandosi piuttosto intorno ai 5-6° C. Rarissime le nevicate. In estate, invece, le temperature si attestano intorno ai 21° C (avvicinandosi ai 25 in agosto) grazie alla sua posizione strategica, protetta dallo stretto di Puget da un lato e dal Lago Washington dall’altro. Sappiate, infine, che il cielo di Seattle è spesso e volentieri nuvoloso: ciò non significa che piova spesso, ma che il sole si palesa nel suo splendore quasi solo in estate. Per maggiori informazioni leggete la nostra guida su quando andare a Seattle

Fuso Orario: Quante ore indietro sono a Seattle?

Seattle si posiziona nella fascia Pacific Standard Time (UTC -8), 9 ore indietro rispetto all’Italia. Quando scatta l’ora legale si attiva il Pacific Daylight Time (PDT), UTC -7. Per ulteriori informazioni leggete la nostra guida sulle fasce di fuso orario negli Stati Uniti.

Quali sono le Università di Seattle?

Diversamente rispetto ad altre città americane, Seattle ha un maggior numero di università pubbliche rispetto a quelle private, di cui cinque sono cattoliche, una è luterana e sei sono laiche. Vediamo insieme le principali.

  • L’Università di Washington è stata fondata nel 1861 ed è una delle più antiche della costa ovest. Situato nel distretto universitario, questo ateneo è uno dei migliori al mondo nelle discipline mediche, ingegneristiche e nella ricerca scientifica. Tra le collaborazioni attive in ambito di ricerca, l’Università lavora a stretto contatto con aziende come Amazon, Microsoft, Boeing e Nintendo. La sede dell’ateneo è stata anche set cinematografico per diverse pellicole come, per esempio, La vita corre sul filo (Sydney Pollack), Singles – L’amore è un gioco (Cameron Crowe), 10 cose che odio di te (con Julia Stiles).
  • La Seattle University, invece, è una scuola privata gestita da gesuiti. Fondata 30 anni dopo l’Università di Washington, propone corsi di laurea e dottorato, tra cui spiccano le specializzazioni in Business & Economica, Arti e Scienze, Giurisprudenza, Infermieristica e Ingegneria. Per laurearsi in questa università è necessario stimare un costo di circa 150.000 $, che però vengono in parte sovvenzionati dallo stato tramite aiuti finanziari.
  • La Seattle Pacific University, privata e cattolica, venne fondata lo stesso anno della Seattle University (1891) ed era inizialmente pensata per formare i missionari in partenza per le missioni oltre oceano. I corsi proposti dall’ateneo, oggi, sono Gestione di Imprese ed Economia, Scienze della Salute, Teologia, Psicologia, Arti e Scienze.
  • Infine, vi segnalo la Antioch University istituita nel 1852 e che offre campus in diverse altre città americane, oltre a specializzazioni ottenibili completamente online. Corsi di eccellenza di questo ateneo sono, tra gli altri, Leadership e Cambiamento e il Master in Gestione della Leadership, Consulenza clinica sulla salute mentale e Terapia matrimoniale e familiare, Psicologia e Scrittura Creativa.
Quali sono i migliori musei di Seattle?

L’offerta museale di Seattle non ha nulla da invidiare ad altre destinazioni americane, anzi. Tra i molti indirizzi interessanti, vi consiglio di non perdere questi.

  • L’Henry Art Gallery è parte integrante dell’Università di Washington e si trova nel campus universitario, all’interno del distretto scolastico. Primo museo pubblico dello stato, contiene opere d’arte contemporanea e mostre di fotografia, ma anche stampe, abiti d’epoca, tessuti, accessori e manufatti per un totale di 25.000 meraviglie da ammirare. Questo museo rispetta orari di apertura piuttosto variabili, per cui vi consiglio di consultare la pagina ufficiale per avere informazioni aggiornate. L’ingresso non si paga, ma è buona prassi lasciare una donazione di almeno 10 $.
  • C’è poi il Seattle Art Museum (SAM), diviso in tre location distinte: quello principale che si trova downtown Seattle, il Seattle Asian Art Museum sito in Volunteer Park, Capitol Hill, e l’Olympic Sculpture Park sito sul lungomare della città. Vi si ammirano opere d’arte africana e americana, arte mediterranea antica e asiatica, opere d’arte islamica, ma anche moderne e contemporanee. L’Olympic Sculpture Park, poi, è un museo a cielo aperto con installazioni scultoree che impreziosiscono il lungomare centrale della città.
  • Altro indirizzo dedicato all’arte è il Frye Art Museum. Sito nel quartiere di First Hill, il museo propone un’interessante collezione di dipinti e sculture del XIX secolo, sino ad oggi. Le esposizioni cambiano continuamente, pur disponendo di mostre permanenti che includono anche stampe d’epoca, disegni e libri (oltre 2000) specializzati in arte americana e tedesca del XIX e XX secolo. L’ingresso al museo, aperto dal mercoledì alla domenica, dalle 11 alle 17, è sempre gratuito.
  • Nel quartiere di South Lake Union si trova, poi, il Museum of History & Industry (MOHAI), che ha una collezione di circa 4 milioni di oggetti tra manufatti, fotografie e materiali vari legati alla città e alla zona di Puget Sound. Ma non solo. Vi potrete ammirare il primo aereo usato per il volo civile della Boeing, una bandiera degli Stati Uniti cucita nel 1856 durante la Battaglia di Seattle, libri antichi, veicoli, giocattoli e abiti, oltre a curiosità sulla fondazione della città.
  • Non posso non menzionarvi anche un indirizzo che non è un museo, ma un parco. Sto parlando del Klondike Gold Rush National Historical Park. Come già anticipato, Seattle era la porta di ingresso che ogni cercatore d’oro doveva varcare prima di dirigersi verso il Klondike. L’unità che concerne la città di Seattle si trova nel Pioneer Square Historic District, area in cui si concentrano la maggior parte degli edifici costruiti negli anni dal 1880 al 1890. Come per esempio il Cadillac Hotel (319 Second Avenue South) che era uno dei punti nevralgici della corsa all’oro, visto che qui sostavano, e da qui ripartivano, i cercatori. Ed è proprio dentro questo edificio che trova sede l’unità di Seattle e il Visitor Center. Altre strutture dell’epoca sono il Pioneer Building,  lo Schwabacher Building, il Grand Central Hotel e il Metropole Building. Aperto venerdì, sabato e domenica, dalle 10 alle 17, l’esperienza è sempre gratuita.
  • Tornando ai musei più “classici”, vi ricordo anche il Burke Museum of Natural History and Culture. Fondato nel 1899, è un museo di storia naturale che espone più di 16 milioni di reperti ed è il più antico di tutto lo stato di Washington. Anche questo si trova all’interno del campus della University of Washington. Diviso in sezioni (antropologia, geologia di ricerca e biologia), va sottolineato che la sezione dedicata all’ornitologia dispone della collezione più grande al mondo di ali, mentre la parte di crio-conservazione degli uccelli è la seconda più importante del pianeta. Ci sono poi aree destinate ai mammiferi, a manufatti e arte di nativi americani, sculture e fotografie.
  • Altrettanto interessante è il Museum of Flight, sito nei pressi del King County International Airport. Dedicato ai velivoli, ospita aerei della I e II Guerra Mondiale, provenienti da Germania, Giappone e Russia, tra le altre nazioni. C’è una sezione appositamente dedicata alla Boeing, la Red Barn, sito storico usato agli inizi del ‘900 dalla compagnia omonima che qui costruiva i suoi aerei. Attraverso filmati, fotografie e testimonianze la mostra spiega come venivano costruiti i velivoli nei primi anni del XX secolo.
  • Non posso concludere senza menzionare anche il Center for Wooden Boats, polo museale che si propone di mantenere vive la tradizione e la storia marittima della città. Anche questo centro comprende tre siti diversi: uno in Lake Union Park, il Northlake Workshop & Warehouse a nord di Lake Union e il Centro per le Imbarcazioni di legno presso Cama Beach State Park sull’isola di Camano. La collezione comprende barche a vela, a remi e persino dei pedalò. 
Quali sono le squadre di Seattle?

Sono quattro le principali squadre di Seattle che militano nei campionati di football, baseball, calcio e hockey.

  • I Seattle Seahawks militano nel campionato professionale di football e i tifosi hanno fatto accedere la squadra nel Guinness Mondiale dei Primati per il tifo più forte in termini di decibel mai registrato durante un evento sportivo. Giocano in casa nello stadio Lumen Field.
  • Il team dei Seattle Mariners, invece, gioca nel campionato professionale di baseball, nello stadio T-Mobile Park e la loro mascotte è, incredibilmente, un’alce marinara.
  • La squadra di hockey su ghiaccio dei Seattle Kraken è un altro orgoglio cittadino, molto seguito dagli appassionati di questo sport. Il Climate Pledge Arena è lo stadio in cui giocano in casa.
  • Infine, per quanto riguarda il calcio, la città è rappresentata dai Seattle Sounders FC, squadra piuttosto giovane, essendo stata fondata nel 2007. Anche i Seattle Sounders FC giocano in casa nel Lumen Field.
  • Sul versante femminile, infine, meritano una menzione la squadra professionista di basket delle Seattle Storm che ha vinto il campionato di appartenenza quattro volte, e le Seattle Seawolves che militano nel campionato nazionale di rugby.
Perché visitare Seattle? Per cosa è famosa?

Si scrive Seattle, ma si legge: patria del grunge (è qui che sono nati gruppi come Nirvana, Alice in Chains, Pearl Jam, Soundgarden), città natale di Jimi Hendrix, capitale della tecnologia (Boeing, Amazon e Microsoft sono state fondate qui). La città è famosa anche per altri motivi, a partire dallo Space Needle, torre a forma di ago alta più di 180 metri, costruita nel 1962 e dal design futuristico.

O ancora le innumerevoli manifestazioni che vi vengono organizzate come il Seattle International Film Festival, alcuni pow-wow organizzati da nativi americani, e il Seattle Hempfest. Sul lungomare della città si trova, anche, la ruota panoramica Seattle Great Wheel, una delle più grandi degli Stati Uniti. La qualità della vita e il tasso di scolarità della città la rendono una delle metropoli più ambite di tutta America. Siccome, però, c’è molto altro da vedere e scoprire, leggete il nostro approfondimento su cosa vedere nella Emerald City.

Trasporti, voli e noleggio auto a Seattle

Seattle si presta bene ad essere esplorata sia con i mezzi pubblici che con un’auto a noleggio. La rete di trasporti di superficie della città è tra le migliori degli Stati Uniti. Il Link light rail service è in continua espansione e permette di raggiungere velocemente anche aree metropolitane prima difficili da approcciare, come Capitol Hill e il Distretto Universitario. In alternativa si possono prendere i pullman della King County Metro o il sistema di bus Sound Transit che collegano la città anche ai dintorni. Ovviamente, è anche possibile spostarsi a piedi. Per approfondire il discorso, qui l’articolo dedicato a come muoversi a Seattle.

Come vi dicevo può essere un’opzione valida quella di affittare un veicolo, tenendo presente però che la città è parecchio trafficata e dunque bisogna armarsi di pazienza. Ci sono diverse compagnie di car rental, la maggior parte delle quali si concentra nell’aeroporto cittadino o nelle sue immediate vicinanze. È sempre consigliato prenotare online e in anticipo, così da spuntare più facilmente tariffe migliori e ridurre i tempi di attesa al momento del ritiro della macchina. Vi suggerisco di dare un’occhiata alla nostra guida su come noleggiare una macchina in USA.

Per quanto riguarda i voli, per raggiungere la città si atterra nel Seatac International Airport (Seattle-Tacoma) che si trova ad appena 17 minuti di auto da downtown Seattle. Per raggiungere la città potete scegliere di usufruire del Light Rail (soluzione più economica, ma anche meno comoda): la light station rail si trova a circa 10-15 minuti a piedi dal terminal dell’aeroporto e l’ultima fermata che compie è a Westlake Center, downtown Seattle. Il viaggio dura all’incirca 35-40 minuti e costa appena 3 $ a persona.

Altra soluzione è quella di prendere un Airporter, van condiviso perfetto se si viaggia con molti bagagli visto che vi porterà direttamente al vostro hotel. Altrimenti, sempre se si vuole utilizzare un mezzo pubblico, l’aeroporto è servito da numerose linee operate da Sound Transit e King County Metro. Il primo effettua corse con alcune fermate intermedie e parte dall’uscita sud-est del terminal, mentre il King County Metro opera con bus che partono dalla light rail station menzionata in precedenza. Vi segnalo, infine, l’opzione taxi. Fuori dall’aeroporto potrete scegliere tra i taxi a tariffa fissa e quelli a tachimetro. I taxi a tariffa fissa sono caratterizzati da due colori, mentre gli altri sono monocromatici. Le tariffe del viaggio di sola andata si aggirano intorno ai 45 $.

Hotel Seattle: dove conviene dormire?

Scegliere una zona al posto di un’altra, in cui dormire a Seattle, può impattare notevolmente sul vostro viaggio. Se non avete mai visitato la città, i migliori quartieri da tenere in considerazione sono Downtown Seattle, Belltown e Capitol Hill. In queste zone, nel cuore pulsante del centro cittadino, si trovano numerose attrazioni, ottimi locali in cui mangiare e sono posizionate strategicamente nei pressi di must-have come lo Space Needle e il Pike Place Market.

Laddove, invece, abbiate poco tempo a disposizione perché Seattle sarà, per voi, poco più di uno stop-over, allora oltre a Belltown vi suggerisco di prendere in considerazione anche South Lake Union. Ultimo scenario: avete già visitato Seattle, ve ne siete innamorati, ma volete cambiare punto di appoggio. In questo caso, allora, tenete a mente che ci sono due quartieri a nord della città, Fremont e Ballard, che sono eclettici e stupendi.

Nella nostra guida approfondita dedicata a dove dormire a Seattle troverete indicazioni utili per fare al meglio la vostra scelta.

Cosa mangiare a Seattle?

Per la sua posizione, tra mare e zone agricole, e per l’incremento esponenziale di popolazione multietnica che la città ha registrato nel corso dei decenni, la proposta gastronomica di Seattle è eccellente e variegata. Niente da invidiare alle altre metropoli americane. Tra le prelibatezze di Seattle che non potete non assaggiare vi ricordo le ostriche, freschissime e pregiate, che si possono ordinare nei ristoranti, ma anche negli oyster bar. Anche pesce e frutti di mare, proposti in ricette classiche, ma anche innovative, sono tipici della città.

Un consiglio? Chiedete le geoduck, le vongole dalla proboscide. Sono paradisiache e tipiche di questa zona. Per quanto riguarda lo street food, imperdibile è il Seattle Dog: un hot dog farcito con formaggio e cipolle grigliate. Tralasciando le proposte più “classiche”, come cibo italiano, sushi e proposte cinesi o di altra provenienza etnica, vi suggerisco di provare il caffè prodotto dalle torrefazioni locali, le quali trattano diverse tipologie di chicchi, arrivando a proporre aromi tra i più disparati. Perché il caffè, a Seattle, è un’istituzione oltre che un’arte. Infine, per gli appassionati di cioccolato, sappiate che in town si trovano 4 indirizzi di proprietà di un unico, immenso mastro cioccolatiere: si tratta dei Fran’s Chocolates. Le creazioni a base di cioccolato che si assaggiano in questi locali sono tra i peccati di gola cui nemmeno Obama può fare a meno.

Dove fare shopping a Seattle?

Il panorama dello shopping a Seattle è davvero variopinto e diversificato. Si trovano sia boutique indipendenti che marchi locali emergenti, negozietti di souvenir e gallerie d’arte, bancarelle di gastronomia e grandi store, compresi interessanti vintage mall. Per i fashionisti incalliti, l’area più indicata è quella di Downtown, dove trovare il flagship store del brand locale Nordstrom, ma anche Macy’s, con i suoi marchi di alta moda, o anche lo store di Tiffany & Co. Ci sono inoltre due grandi centri commerciali in grado di soddisfare le esigenze di tutti: il Pacific Place e il Westlake Center.

Per gli amanti del vintage e dei look hippie, invece, la zona da prendere d’assalto è Ballard. Lungo la Ballard Avenue NW si snodano location che propongono accessori all’ultima moda, ma anche abiti e borse vintage, negozi dedicati all’interior design e all’home décor, oltre a boutique indipendenti di stilisti locali.

Chi cerca un souvenir o un ricordo da portare a casa, invece, deve recarsi nelle zone di Pike Place Market o sul lungomare. Le bancarelle e i negozi propongono un vasto e interessante assortimento di gioielli fatti a mano, candele profumate, ceramiche, t-shirt e abbigliamento informale, golosità al cioccolato e marmellate fatte in casa.

Nel Chinatown-International District, infine, si ha un assaggio della cultura gastronomica cittadina. È la zona più indicata per godersi dell’ottimo street food, apprezzare cucina multietnica, acquistare oggetti di artigianato dal sapore orientale e non, sorseggiare caffè delizioso accompagnato da cheescake dai sapori più strani. In questo distretto si trova il negozio di alimentari Uwajimaya, uno dei più antichi della città, che vende sia cibi cotti che crudi, tipici della tradizione asiatica. Sappiate però che, quasi quotidianamente, c’è la fila per entrarci.

Qual è la zona migliore di Seattle per la vita notturna?

Dai locali modaioli, ai piccoli bar poliedrici, Seattle propone una vivace e divertente vita notturna. Vi segnalo qui i cinque quartieri da non perdere se desiderate tirare tardi la notte.

Capitol Hill

È il quartiere che, forse meglio di tutti, impersona la deliziosa stravaganza della città. Non solo boutique e shopping, dunque, ma anche spot per la movida. Tra i locali più famosi e frequentati c’è Canon, ristorante e cocktail bar, dove potrete scegliere tra ben 3.500 diversi tipi di whiskey, oltre ad altri nettari. Un altro che voglio suggerirvi è Knee High Stocking Co. Per accedervi è necessario suonare un campanello, un po’ come accedeva nell’era del Proibizionismo. Si tratta di un locale che ricalca le orme delle antiche rivendite clandestine di alcolici, serve cocktail strepitosi, piatti filippini e non, e l’ambiente è davvero unico. Siccome, però, non è molto grande, vi consiglio di prenotare il vostro tavolo.

Belltown

A circa 10 minuti a piedi da Downtown, Belltown è una “destinazione” emergente per quanto riguarda la vita notturna di Seattle. Uno dei locali che si sta imponendo sempre di più nella scena di questo quartiere di Seattle è il Bathtub Gin and Co. Situato all’interno di un edificio storico in mattoni e ricavato nello spazio che un tempo fungeva da locale per l’hotel che aveva sede qui, la location serve cocktail, birre, ma soprattutto gin provenienti da tutto il mondo. Anche questo indirizzo è stato progettato per somigliare ad un bar ai tempi del Proibizionismo, con mura in mattoni a vista e arredi in legno. Meritano di essere segnalati anche il Tula’s Jazz Club, per gli appassionati del genere, e il The Crocodile. In quest’ultimo locale hanno suonato, tra gli altri, i R.E.M., i Nirvana e i Pearl Jam.

Downtown

Fulcro attivo della movida di Seattle, Downtown propone diversissime opzioni per vivere la notte cittadina, tra grattacieli illuminati, edifici storici e ristoranti alla moda. Uno degli indirizzi più gettonati, aperto da oltre 40 anni, è il Dimitriou’s Jazz Alley che, oltre a proporre un vasto menù di cocktail e alcolici, ospita concerti dal vivo di star del jazz. Da non perdere anche il Von’s 1000Spirits, ristorante americano continuamente votato tra i migliori cocktail bar di Seattle, che piacerà agli amanti dei superalcolici (oltre 1500 tipi diversi proposti) e del buon cibo.

Georgetown

Altro quartiere che sta crescendo esponenzialmente in popolarità per la vita notturna, Georgetown si trova a sud di Downtown ed è ricco di ristoranti etnici. Il più amato dalla popolazione è il Fonda La Catrina, ristorante messicano dove ordinare margarita, enchilada, carne asada e la succulenta salsa mole, fatta in casa. Per mescolarvi con i locali, infine, scegliete il 9lb Hammer, indirizzo vecchio stile, con sala biliardo, flipper e lunghi tavoli di legno da condividere con gli altri clienti, magari cimentandovi in giochi di società. Il menù propone hamburger, patatine fritte, insalate, e tanti tipi di cocktail.

Ballard

Tra i quartieri più “lontani” dal centro città, Ballard merita di essere incluso nel tour alla scoperta della movida di Seattle. Nonostante sia prettamente residenziale, infatti, ha molti locali da esplorare. I più belli sono: il Walrus and the Carpenter, decorato da illustrazioni di un artista locale, che è un piccolo ristorante con un menù eccezionale e una lista di cocktail invidiabile, e il Staple & Fancy Mercantile, di ispirazione italiana, famoso per i suoi cocktail e per la ricchissima lista di vini, americani e non.

Sicurezza a Seattle e quartieri da evitare

Seattle è una delle città più sicure di tutti gli Stati Uniti, con una percentuale di crimini, più o meno gravi, bassissima. Tuttavia, come per ogni altro centro urbano del mondo, è sempre bene tenere a mente semplici accorgimenti come evitare di portare con sé troppo contante, lasciare in hotel passaporto e altri documenti, non inoltrarsi in strade buie, di notte, da soli.

Ovviamente ci sono delle zone più sicure di altre, come per esempio il Waterfront, Capitol Hill e Queen Anne. Quelle da evitare nelle ore notturne sono la zona intorno a Pike e Pine Street, la parte a sud di Dearborn Street fino a Yesler Way che viene definita localmente “la giungla” per l’alto numero di senzatetto che vi abitano, l’area tra Blanchard e Bell a Belltown che è frequentata da spacciatori e ladri. E ancora le strade che comprendono Lake Washington e Puget Sound, in cui si sono verificati spesso episodi di violenza e furti, oltre alla zona di M L King Jr. Way fino a South Boeing Access Road in cui si sono verificati crimini violenti.

I nostri articoli su Seattle

Seattle Cosa Vedere

Seattle cosa vedere: luoghi di interesse e attrazioni da visitare nella Emerald City

Sarà pure un po’ fuori dai circuiti turistici classici della West Coast, ma Seattle, col suo fascino di fresca città contemporanea circondata da una splendida natura, riuscirebbe a convincere chiunque decida di raggiungerla, anche se le condizioni climatiche non sempre sono favorevoli ai fini di una visita confortevole: siamo nel remoto e freddo Northwest americano, nello stato di Washington, a poco meno di 150 miglia dal…

Dove Dormire a Seattle

Dove dormire a Seattle? Consigli sui quartieri per hotel e b&b

Che Seattle sia ricca di fascino è fuori discussione: la città più importante e moderna dello Stato di Washington è capace di far innamorare chiunque ci passi anche solo per qualche giorno. I quartieri in cui Seattle è divisa hanno tutti una propria forte e personale identità, che rende ognuna di queste zone un piccolo mondo a sé, che chiede di essere…

Pass Seattle

Seattle Pass: quando e perché conviene farlo?

Negli ultimi tempi vi abbiamo parlato in lungo e in largo della verdissima e ultramoderna Seattle, la cosiddetta Emerald City, famosa in tutto il mondo per il suo skyline dominato da una foresta di grattacieli sopra i quali campeggia l’avveniristico Space Needle, posto lì a ricordare ai posteri la celebre World’s Fair dell’Expo tenutasi nella città principale dello Stato di Washington nel 1962. Vi abbiamo già…

Quando andare a Seattle Clima e Temperature

Quando andare a Seattle? Consigli su clima e periodo migliore

A poco più di due ore di auto dalla canadese Vancouver, Seattle è la grande città più settentrionale degli Stati Uniti occidentali. Questo può già farci intuire che le condizioni meteo non siano tropicali, ma la vicinanza alla costa del Pacifico rende il clima mite e temperato, con estati fresche ed inverni non troppo gelidi. Rispetto ad altre città statunitensi,…

Come Muoversi a Seattle

Come muoversi a Seattle: guida ai mezzi pubblici della città

Seattle è una della poche grandi città americane, come San Diego ad esempio, che non hanno un servizio di metropolitana. Spostarsi con i mezzi pubblici, e raggiungere le principali cose da vedere in città, sarà comunque semplice grazie soprattutto ai servizi tranviari che vi permetteranno, fra le altre cose, di evitare il problema del traffico. Ecco dunque le cose più…

Space Needle Seattle cosa vedere

Space Needle: come visitare la torre rotante di Seattle

Lo Space Needle, oltre ad essere diventato nel tempo il simbolo per eccellenza di Seattle, è un vero e proprio osservatorio panoramico sulla città. È quindi quasi impossibile escluderlo dalle cose da vedere in città, sia perché permette di toccare con mano un vero e proprio pezzo di storia degli Stati Uniti sia per l’opportunità di scattare delle belle foto…

Annalisa
Annalisa Costantino

Annalisa, giornalista e blogger, è mamma di due gemelle, lettrice appassionata e fervente sostenitrice del forest bathing. Dopo aver visitato tutti i continenti, si dice pronta a ricominciare daccapo.

AMERICAN DREAM ROUTES