Utah

A cura di

Lo Utah, il Beehive State, è la terra dei Mighty Five, gli spettacolari 5 parchi nazionali della terra dei Mormoni. Qui, come in Arizona, potrete ammirare alcune fra le più spettacolari meraviglie naturali di roccia rossa e attraversare strade panoramiche mozzafiato che hanno contribuito a coniare il motto dello Stato: “Life Elevated”! Pronti a elevare il vostro spirito?

Indice

Lo Utah in breve

Ecco una serie di informazioni sintetiche sullo stato dello Utah

Lo Utah in breve...
  • Coordinate: 39°N 111°W
  • Estensione: 219887 km2
  • Popolazione: 3271600
  • Densità: 14.12/km2
  • Nome degli abitanti: Utahn o Utahan
  • Lingua ufficiale e lingue parlate: La lingua ufficiale è l’inglese e solo una minima percentuale parla lingue diverse come prima lingua. Le maggiori fra queste sono: il 7,4% spagnolo, lo 0,6% tedesco e lo 0,5% la lingua Navajo
  • Fuso orario: Il fuso orario dello Utah è UTC-7, che diventa UTC-6 in estate per via dell’ora legale
  • Data di annessione agli Stati Uniti: 4 gennaio 1896
  • Soprannome: Beehive State (Stato alveare). Viene anche soprannominato “The Mormon State” e “Deseret”
  • Origine del Nome: Tribù indigena chiamata Ute
  • Motto: Industry
  • Inno: Utah… This is the Place
  • Capitale: Salt Lake City
  • Città più grande: Salt Lake City
  • Altre città importanti: West Valley City, West Jordan, Provo, St. George
  • Numero delle Contee: 29
  • Numero Comuni: 253
  • Stati confinanti: Lo Utah confina ad ovest con il Nevada, a sud con l’Arizona, ad ovest con il Colorado e a nord con l’Idaho ed il Wyoming. Inoltre, nell’angolo di sud-est tocca anche il confine del New Mexico, nel famoso Four Corners Monument.
  • Monte più alto: Kings Peak (4125m)
  • Isole più importanti: Lo Utah non ha isole
  • Parchi Nazionali: Lo Utah ha 5 parchi nazionali: Zion, Bryce Canyon, Canyonlands, Capitol Reef, Arches.

Cosa vedere in Utah

Strade Panoramiche

 

Parchi più famosi

Utah Mighty Five

Utah Mighty Five: i cinque meravigliosi parchi dello Utah

Bryce Canyon, Zion, Arches, Capitol Reef e Canyonlands: questi sono i cinque parchi nazionali dello Utah, vanto naturalistico e paesaggistico che conta ogni anno milioni di visitatori e che rientra nel Grand Circle, l’itinerario che include alcune delle meraviglie naturali più affascinanti del SouthWest, chiamato così proprio perché forma un immaginario cerchio sul territorio. Potrete attraversare gli Utah Mighty Five in…

canyonlands national park

Visitare Canyonlands: tour, sentieri e informazioni

Canyonlands National Park, uno dei Utah Mighty Five e fiore all’occhiello della regione di Moab, è una sterminata zona desertica dove le rocce sono state plasmate dall’azione instancabile di due…

Parchi meno conosciuti

goblin valley state park

Visitare Goblin Valley: a spasso tra gli hoodoos nel deserto dell’Utah

Se l’inedito e surreale paesaggio del Bryce Canyon vi è rimasto nel cuore con i suoi hoodos – i pinnacoli rossi che sembrano imponenti torrioni naturali – perché non prendere in considerazione l’idea di visitare Goblin Valley, uno dei parchi naturali più segreti dello Utah, a due passi da Canyonlands e Capitol Reef? Si tratta, per l’appunto, di una sorta di “fratello…

valley of the gods

Valley of the Gods, la sorella minore della Monument Valley

Lo sapevate che esiste una sorella minore della Monument Valley che si chiama Valley of the Gods? Voi direte: “va bene, ammesso che esista, chissà in che angolo sperduto d’America si troverà questa fantomatica Valle degli Dei”! E se vi dicessi che si trova a non più di mezz’ora di macchina dalla Monument Valley?  Oltre a ciò, se aggiungessi che visitarla è…

red canyon utah

Red Canyon in Utah: la magnifica anticamera del Bryce Canyon

Per parlare del Red Canyon in Utah mi piace raccontare la mia esperienza, perché questo breve tratto di strada è una delle cose che mi sono rimaste più impresse nella memoria. Durante il mio primo viaggio nella West Coast stavo andando da Las Vegas al Bryce: ho fatto una sosta a St. George – dove già si cominciava a vedere…

Kodachrome Basin State Park

Kodachrome Basin State Park: piccolo capolavoro naturale targato Utah

In molti sono pronti a giurare che un tour dello Utah senza un pit-stop nel piccolo e sconosciuto Kodachrome Basin State Park sia un’occasione persa. E noi – che amiamo scovare piccoli paradisi naturali nascosti tra le pieghe delle cartine geografiche degli Stati Uniti, specialmente nella West Coast – non potevamo lasciarci sfuggire l’occasione di parlarvene nei dettagli, perché speriamo sempre che anche…

Flaming Gorge Cosa Vedere

Flaming Gorge, panorami indimenticabili tra Utah e Wyoming

Quando si ha voglia di emozioni a cielo aperto il West non sbaglia mai. Oggi vi parliamo della Flaming Gorge National Recreation Area, situata in una zona tra la parte nord-orientale dell’Utah e quella sud-occidentale del Wyoming, “abbracciata” dalla Ashley National Forest in una superficie di quasi 170 chilometri quadrati, ad un altitudine media di 1.850 metri. Il nome completo è un po’…

Buckskin Gulch

Buckskin Gulch: come visitare uno dei Canyon più grandi d’America

Nonostante non sia una meta turistica fra le più frequentate il Buckskin Gulch è il più lungo e profondo slot canyon (l’altezza delle pareti arrivano in alcuni punti anche a 500 metri) nel sudovest degli Stati Uniti e secondo alcuni del mondo. Si può raggiungere percorrendo la Highway 89, ed è situato più o meno a metà fra le città…

antelope-canyon-cosa-vedere

Antelope Island: bisonti e praterie dorate a 2 passi da Salt Lake City

L’incredibile quantità di attrazioni della regione centro-meridionale dello Utah (quella dei parchi di roccia rossa per intendersi) porta spesso a sottovalutare l’area nord di questo splendido Stato che però, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, non ha ancora finito di stupirci. La parte settentrionale, quella più vicina al confine col Wyoming e Montana, viene spesso superficialmente considerata come un mero passaggio dovuto…

Slot canyon in Utah: ecco quelli da non perdere

La parte meridionale dello Utah ha la più grande densità di slot canyon del mondo (se ne possono trovare più di mille a sud dell’Interstate 70). Alcuni di essi sono concentrati all’interno di due parchi nazionali molto noti ed estesi. Non potendo segnalarli tutti andiamo a scoprire i più importanti e particolari. Nel fare questa lista sono stati selezionati solo…

Coral pink sand dunes

Coral Pink Sand Dunes: il parco delle dune rosa in Utah

Quando vediamo le foto di alte dune di sabbia pensiamo subito al deserto del Sahara, dimenticando spesso che esistono tanti altri deserti sabbiosi sparsi per il mondo. Molti di questi, ciascuno con le proprie caratteristiche, si trovano nel territorio americano: dalle bollenti Kelso Dunes del Mojave al candore del White Sands National Monument in New Mexico, fino alle remote dune…

Toadstool Utah

Visita ai Toadstools: curiose rocce a forma di fungo in Utah

L’enorme area del Grand Staircase Escalante National Monument racchiude tante attrazioni, più o meno nascoste, visitabili gratuitamente. I Toadstool Hoodoos sono una di queste e rappresentano un’ottima possibilità di tappa intermedia tra alcune delle principali mete di interesse naturalistico dell’area. Se state programmando un on the road a cavallo tra Utah e Arizona, potreste essere alla ricerca di qualche curiosità…

Upper e Lower Calf Creek Falls

Upper e Lower Calf Creek Falls: guida ai sentieri per le suggestive cascate lungo la UT-12

Quando l’acqua precipita in una piscina naturale, nel bel mezzo di un canyon circondato da un’ambientazione desertica, genera sicuramente un grande fascino. E se questa vista incantevole si presenta ai vostri occhi dopo alcune ore di cammino sotto il sole torrido, difficilmente resisterete alla voglia di tuffarvi nella polla d’acqua limpida. Se state programmando di inserire la UT-12 nell’itinerario del…

fantasy canyon utah vernal

Fantasy Canyon in Utah: un museo naturale surrealista… a cielo aperto!

Noi di Viaggi-USA lo sappiamo bene: non basterebbe un mese per esplorare tutte le bellezze dello Utah! Oggi voglio raccontarvi un’escursione speciale, che difficilmente appare sugli itinerari preconfezionati del Southwest: il Fantasy Canyon. Forse vi sarete già innamorati di questo luogo vedendo l’immagine di copertina, e vi starete già domandando perché mai non ne avete mai sentito parlare. Proprio come…

Snow Canyon State Park Utah

Snow Canyon State Park: panorami incredibili alle porte di Saint George

Data la sua vicinanza ad un grande e popolare parco come lo Zion National Park, lo Snow Canyon dello Utah non sempre viene inserito negli itinerari della West Coast dai molti visitatori che si recano in questa zona. Se da un certo punto di vista si può capire l’esigenza di ottimizzare gli spostamenti, dall’altro vi consiglio di prendere quantomeno in…

dinosaur national monument utah

Dinosaur National Monument: fossili di dinosauri e sterminati canyon

Il Dinosaur National Monument è un parco molto particolare e relativamente poco conosciuto dai viaggiatori on the road, a causa della sua posizione un po’ decentrata rispetto agli itinerari classici della West Coast. Il parco si trova infatti esattamente al confine tra Colorado e Utah, quindi se state prendendo in considerazione una visita da queste parti forse state pianificando un…

natural-bridges-national-monument

Natural Bridges National Monument: alla scoperta dei maestosi ponti naturali

Le formazioni rocciose del west americano sono la vostra passione? Vi siete innamorati degli archi di pietra all’Arches National Park e cercate altre bellezze come queste? Allora il Natural Bridges National Monument è un parco che dovete assolutamente inserire nel vostro itinerario, soprattutto se viaggerete nel sud-est dello Utah. Qui la forza delle intemperie nel corso dei secoli ha modellato…

Punti panoramici

Città principali

Attrazioni particolari

Four Corners Monument

Four Corners: siete mai stati contemporaneamente in 4 Stati?

Trovarsi contemporaneamente con i piedi in 4 Stati diversi non è certo esperienza di tutti i giorni, eppure è possibile. A Sud Ovest degli Stati Uniti d’America si trova infatti Four Corners Monument (monumento dei quattro angoli), il punto d’intersezione fra Colorado, Utah, New Mexico e Arizona. La zona è totalmente desertica e in sé non avrebbe niente di speciale…

hole n the rock

Hole N” The Rock a Moab, una bizzarra casa nella roccia dello Utah

Nella città dello Utah famosa per Arches, Canyonlands e Castle Valley le sorprese non finiscono mai, ma stavolta voglio raccontarvi di un posto davvero strambo, che sicuramente noterete quando vi troverete a Moab. Forse non sarà paragonabile a tutte le incredibili bellezze dei dintorni di questa città, ma Hole N” The Rock può rivelarsi una simpatica tappa di passaggio prima…

Old Paria

Old Paria: la ghost town dello Utah diventata un set cinematografico

La vecchia città di Paria è stata un piccolo avamposto del west abitato fino alla fine degli anni ’20 del 900. In seguito all’abbandono è diventata una ghost town e, grazie ai panorami incredibili che si possono ammirare nella zona, è stata utilizzata come set cinematografico per molti film western di successo, fra cui Il texano dagli occhi di ghiaccio…

amangiri resort

Amangiri Resort in Utah: un’avventura di lusso nella terra dei canyon

Non si vive di soli motel! Sfido chiunque abbia in mente di fare un on the road nel West a dirmi che non vorrebbe dormire almeno una notte nelle lussuose suite dell’Amangiri Resort. In questo articolo voglio farvi un po’ sognare ad occhi aperti, dandovi un’ampia panoramica di ciò che ha da offrire questa eccezionale struttura alberghiera di lusso, situata nel…

Fuso Orario

fuso-orario-arizona-utah

Fuso orario Arizona-Utah: come orientarsi tra Monument Valley e Page?

Durante gli intensi e indimenticabili giorni del mio itinerario da Las Vegas alla Monument Valley, la mia capacità di gestione delle normali coordinate spazio-temporali fu messa alla dura prova: il jet lag, i ranghi serrati negli spostamenti da una tappa all’altra, la bellezza e l’abbagliante varietà dei luoghi per me completamente nuovi e il continuo sfasamento dei paesaggi contribuivano a creare una sorta di…

Mappa dello Utah

Utah (USA): informazioni generali

Etimologia del nome, motto, soprannome

La parola Utah deriva dalla tribù indigena Ute, che significa “popolo delle montagne”. Si tratta però del nome dato loro dai vicini indiani Pueblo, mentre gli Ute chiamavano se stessi Noochee.

Il motto dello Utah è Industry e lo si deve all’industria che fin dalla sua fondazione ha caratterizzato questo stato. Proprio per la perseveranza e parsimonia che caratterizzavano i suoi abitanti nel campo del lavoro, si è meritato il soprannome di The Beehive State (lo stato alveare). Da molti lo Utah è conosciuto anche come lo Stato dei Mormoni, che qui hanno la loro più grande comunità a livello mondiale, e l’altro famoso soprannome, Deseret, unisce i due precedenti. Si tratta infatti di una parola presente nel Libro di Mormon che significa “ape”.

Geografia

Lo Utah presenta una buona varietà dal punto di vista geografico e, di conseguenza, paesaggistico. Trovandosi alla convergenza fra tre aree geologiche di rilievo – Il Great Basin, le Montagne Rocciose e l’Altopiano del Colorado – è uno stato dove le montagne non mancano. Ecco quindi che vi si trovano alcune delle stazioni sciistiche più importanti degli Stati Uniti e soprattutto alcuni dei parchi naturali più gettonati d’America.

Estensione e regioni che caratterizzano lo Utah

Con i suoi quasi 220.000 km2 lo Utah è da considerarsi uno stato relativamente grande (il tredicesimo dei 50 stati americani per superficie). Può essere suddiviso in 6 macro regioni. Partendo da sud-est al confine con Arizona e Colorado, troviamo quello che viene denominato Canyon Country. Si tratta della vasta area attorno al Glen Canyon e ai numerosi canyon circostanti, dove troviamo 4 dei 5 parchi nazionali presenti nello stato (Arches, Canyonlands, Capitol Reef e Bryce Canyon) e per questo è anche la zona più visitata dai turisti.

L’angolo a sud-ovest, attorno alle città di St. George e Cedar City, è la regione chiamata Dixie, dove si trova anche lo Zion National Park. Salendo sulla cartina rispetto a quest’ultima, troviamo lungo il confine con il Nevada e fino all’Idaho, la regione del Western Utah, che comprende anche quasi tutta l’area attorno al Great Salt Lake. La sponda orientale del lago salato, con la capitale Salt Lake City e tutta l’area attorno a Provo, sono invece parte della regione di Wasatch Front. Rimangono poi la parte centrale dello stato e l’area di nord-est, chiamate appunto Central Utah e Northeastern Utah.

Come per ogni stato, ci sono anche altre suddivisioni più specifiche, ma per un visitatore le aree di maggiore interesse sono tutta la fascia meridionale, Dixie e Canyon Country e la capitale con il suo grande lago salato.

Caratteristiche del territorio

Il territorio dello Utah è prevalentemente montuoso e presenta aree molto impervie o desertiche. Per questo motivo buona parte della popolazione si concentra in determinate località, più ospitali, come il Wasatch Front: una serie di valli e pianure situate nel nord-ovest dello stato.

Una caratteristica che contraddistingue lo Utah è la presenza di grandi saline, come le affascinanti Bonneville Salt Flats. Oltre al celebre Great Salt Lake, il sale sta infatti alla base dell’aridità che caratterizza tutta l’area nord-occidentale. A rendere famosa la parte meridionale dello stato sono invece gli innumerevoli canyon: prodotto di millenni di sgretolamento della pietra arenaria sotto la forza dei fiumi (il Colorado e i suoi affluenti) e delle intemperie.

Monti, laghi e fiumi più importanti

Fra le montagne più importanti, nella zona settentrionale troviamo il Wasatch Range, una catena montuosa che corre al confine con l’Idaho e raggiunge quasi i 3.700 metri con le sue cime più alte. A nord-est abbiamo cime ancora più alte sui Monti Uinta, dove si trova anche la cima più alta dello stato: il Kings Peak (4123 m).

Il Great Salt Lake, sulle cui sponde sorge la capitale, è ovviamente il più importante, ma non l’unico, fra i bacini che si possono trovare da queste parti. Ci sono due rilevanti laghi d’acqua dolce: lo Utah Lake ed il Sevier Lake. Quest’ultimo ha la caratteristica di essere intermittente, ovvero può accadere che scompaia per la poca presenza d’acqua e poi si riempia nuovamente in seguito a precipitazioni più abbondanti. Sia questi due laghi che il Great Salt Lake, così come altri bacini minori e grandi saline, sono ciò che resta del preistorico lago Bonneville. Nel sud dello stato, condiviso in parte con l’Arizona, c’è poi uno dei laghi artificiali più importanti d’America: il Lake Powell, creato sul corso del fiume Colorado.

Proprio il Colorado River è il fiume principale dello Utah (nonostante nasca in Colorado e attraversi anche l’Arizona per poi sfociare sulle coste messicane dopo aver segnato il confine tra Arizona da un lato e Nevada e California dall’altro. Affluente di quest’ultimo, il Green River è il secondo fiume più importante dello stato. Al terzo posto fra i fiumi dello Utah troviamo il Bear River, che ha il primato di fiume più lungo degli USA fra quelli che non raggiungono il mare: finisce infatti nel Great Salt Lake, dopo essere nato sempre in Utah, ma avendo attraversato parte di Wyoming e Idaho con il suo singolare corso a ferro di cavallo. Infine, tra gli altri innumerevoli fiumi che nascono da queste montagne, citiamo anche il San Juan, un altro notevole affluente del Colorado, che è il più pescoso dello stato e pertanto ha sempre avuto una grande importanza per la sussistenza e l’economia locale.

Capitale e città principali

Lo Utah non presenta enormi metropoli come altri stati americani. La capitale Salt Lake City è anche la città più popolosa e conta circa 200.000 abitanti. Ci sono poi altre tre città sopra i 100 mila: West Valley City (140.200), West Jordan (117.000) e Provo (115.200). Sono comunque importanti anche Orem, Sandy e St. George.

Clima

Il clima dello Utah è prevalentemente secco e in alcune aree desertico, quindi le precipitazioni sono molto rare durante tutto l’arco dell’anno. Nelle zone pianeggianti cadono in media meno di 300 mm di pioggia all’anno. Più diversificata è la situazione nelle aree montuose, dove a seconda dell’altitudine il meteo può cambiare più o meno repentinamente e dove le precipitazioni sono soprattutto nevose.

Dal punto di vista delle temperature, vista la posizione geografica molto lontana dal mare e le condizioni di aridità che caratterizzano buona parte del territorio, si ha una forte escursione termica sia fra giorno e notte sia fra estate e inverno. Tuttavia, anche in estate piena non si trova mai un caldo estremo come in altri stati americani, mentre è più facile trovare temperature molto basse in inverno. Nel mese più freddo, gennaio, si è solitamente vicini allo zero o sotto zero, mentre nel mese più caldo, luglio, si ha in media una massima di 28° e una minima di 18°.

Fauna

La fauna dello Utah è abbastanza variegata, in particolare nelle zone montuose. Fra i grandi mammiferi è facile incontrare il cervo mulo, il bighorn e la capra di montagna, ma vivono qui anche alci e bisonti. Il mammifero simbolo dello stato è proprio l’alce delle montagne rocciose. Non mancano predatori come puma, lince e coyote, oltre a tanti altri piccoli animali.

Fra i volatili, di cui si contano moltissime specie differenti, è curioso il fatto che l’uccello dello Utah sia il gabbiano della California. Il motivo non è solo che vivono in abbondanza attorno al Grande Lago Salato, ma si deve ad un evento del 1848, quando questa razza di gabbiani salvò miracolosamente il raccolto dei pionieri mormoni, mangiando le migliaia di insetti che stavano distruggendo i campi.

Come muoversi in Utah

L’automobile è il mezzo più indicato per muoversi in Utah, considerate le lunghe distanze, il clima e l’assenza di mezzi pubblici capillari. La principale direttrice a cui fare riferimento è la I-15, l’autostrada che attraversa tutto lo stato da nord a sud. Entra dall’Idaho, supera Salt Lake City e dopo Provo si dirige a sud-ovest verso St. George, nell’angolo al confine con Arizona (dove passa per pochi chilometri) e Nevada, dove prosegue.

Fra le sue diramazioni, a nord è importante la I-80 che collega Salt Lake City con il Nevada, ma dal punto di vista turistico è molto più rilevante la I-70 che si dirama dalla I-15 più o meno al centro dello stato e si dirige verso est. Da questa strada si diramano verso sud le US-89 e US-191, che conducono nei pressi dei parchi nazionali e delle principali attrazioni naturalistiche.

Storia

La storia dello Utah cominciò migliaia di anni prima dell’arrivo degli esploratori europei, con la presenza in questa terra di popoli Anasazi e Fremont. Ancora oggi se ne trovano importanti testimonianze, soprattutto in alcuni parchi e riserve. Dal XVIII secolo, dopo tre secoli durante i quali non c’era una grande presenza umana, arrivarono altre popolazioni di nativi americani: i Goshute, i Paiute, gli Shoshone e soprattutto i Navajo.

Nel frattempo, erano iniziate le esplorazioni da parte degli spagnoli, che arrivarono nell’area meridionale nel 1540, ma non colonizzarono l’area ritenendola di poco valore perché in prevalenza desertica. Con l’indipendenza del Messico, anche l’attuale Utah entrò a far parte dell’Alta California insieme alla California, al Nevada e a parti di Arizona, Colorado e Wyoming.

Dal 1847 iniziarono ad arrivare e stabilirsi qui i pionieri mormoni, la cui presenza fu rilevante per lo sviluppo dello Utah come è oggi. Ancora oggi, si tratta del luogo con la maggiore concentrazione di questo credo religioso. Il 4 gennaio 1896 lo Utah entrò negli Stati Uniti d’America.

Economia

L’economia dello Utah si concentra soprattutto su quattro settori, che portano la percentuale più alta del reddito: l’estrazione mineraria, la produzione di sale, l’allevamento di bestiame e i servizi governativi. Nonostante altri stati americani abbiano una situazione economica più variegata, lo Utah è considerato fra i migliori su questo fronte. Nel 2007 è stato classificato dallo State New Economy Index come il primo stato USA per dinamismo economico e nel 2014 Forbes lo ha messo al primo posto fra i Best States for Business.

In particolare l’area di Salt Lake City è all’avanguardia per le piccole imprese e per il settore tecnologico, mentre un certo rilievo lo ha la raffinazione del petrolio nello Utah orientale. Il sud vede il turismo centrale grazie alla presenza di cinque parchi nazionali ed alcuni parchi statali.

Turismo

Il turismo nello Utah è legato in modo particolare alle sue bellezze naturalistiche. In primo luogo i 5 National Parks qui situati – Arches, Bryce Canyon, Canyonlands, Capitol Reef e Zion – attraggono già da soli un numero importante di turisti sia statunitensi che stranieri. A questi punti di interesse si aggiungono ben 8 National MonumentsCedar BreaksDinosaur, Grand Staircase-Escalante, Hovenweep, Natural Bridges, Bears Ears, Rainbow Bridge e Timpanogos Cave – e addirittura 43 State Parks. Fra questi si citano ad esempio Goblin Valley, Coral Pink Sand Dunes, Goosenecks, Escalante Petrified Forest o Antelope Island.

Se il turismo internazionale è legato soprattutto ai grandi parchi naturali, quello interno è integrato anche dal turismo montano invernale, grazie alla ricca offerta di piste da sci e sport invernali in genere.

Sport

Come sopra accennato, la conformazione montuosa del territorio rende lo Utah uno stato molto attrattivo per gli sport invernali. Non a caso, nel 2002 Salt Lake City ha ospitato le Olimpiadi invernali, che dal punto di vista finanziario e di marketing – con oltre due miliardi di spettatori – sono considerate le Olimpiadi invernali di maggior successo.

Sebbene non sia uno stato molto popoloso, ha due squadre di rilievo. Per il basket troviamo gli Utah Jazz in NBA e per il calcio la squadra Real Salt Lake è nella Major League Soccer.

andrea cuminatto
Andrea Cuminatto

Giornalista e viaggiatore. Parlo spagnolo, inglese e sto imparando il russo. Più che vedere i luoghi, amo conoscere chi li abita.

AMERICAN DREAM ROUTES