Viaggi-USA.itItinerari USAStati del SudOuter Banks: scopriamo le affascinanti barrier island della North Carolina
Itinerari USA Stati del Sud

Outer Banks: scopriamo le affascinanti barrier island della North Carolina

Outer Banks North Carolina

Le Outer Banks sono una lunga serie di strette isole che, a distanze variabili dalla terraferma, si sviluppano per circa 160 chilometri fiancheggiando la costa settentrionale atlantica della North Carolina, un tempo avamposto ideale per le scorribande dei pirati. La loro morfologia di “barrier islands” le rende particolarmente interessanti a livello di territorio e di ambiente naturale. Infatti, queste isole “barriera” hanno la caratteristica di avere due facce distinte: quella nel versante ovest, più selvaggia e solitaria con acque salmastre e quella sul versante est rivolta all’oceano Atlantico con acque incontaminate e litorali di sabbia bianca.

La maggior parte dei turisti arriva qui in estate, indubbiamente il periodo classico per godere la spiaggia, poi nei restanti mesi il clima si rinfresca sempre più lasciando spazio a chi ama natura, mare e costa da un altro punto di vista: per molti un’esperienza bellissima. Una particolarità di questa zona è il fenomeno meteorologico definito “cannoni di Seneca”, fortissimi suoni simili allo scoppio di un cannone che si sviluppano al largo delle coste, provocati da forti correnti anche se in parte ancora inspiegabili. Chi li ha sentiti riferisce che sono spaventosi e allo stesso tempo suggestivi ma durante il nostro soggiorno non si sono manifestati; in un certo qual modo forse avremmo voluto sentirli.

Come Raggiungere le Outer Banks

Outer Banks North Carolina Cosa VedereLe Outer Banks sono collegate alla parte continentale da due ponti, uno all’altezza di Kitty Hawk e l’altro di Nags Head, e proprio questi collegamenti realizzati all’inizio del 20° secolo, hanno aperto le porte ai visitatori, in modo particolare nella zona fra Corolla, Nags Head e Manteo dove sono sorte strutture ricettive, di intrattenimento, ristorazione, commerciali e di accoglienza.

Da tenere presente che in parecchi tratti di strada della lunga striscia è obbligatorio circolare con un veicolo a quattro ruote motrici quindi è bene munirsi in fase di noleggio auto, di quella tipologia di automezzo per non complicarsi la vacanza e non perdere luoghi spettacolari. Segnaliamo spiagge bellissime nelle località di Duck (anche cani senza guinzaglio), Southern Shores, Kitty Hawk, Kill Devil Hills e Nags Head.

Per raggiungere le Outer Banks con dei voli interni facciamo riferimento all’aeroporto nazionale Ronald Reagan di Washington D.C. (1 Aviation Circle). Aeroporti minori si trovano inoltre in North Carolina a Morrisville fra Raleigh e Durham (2400 John Brantley Blvd.) e a Charlotte (5501 Josh Birmingham Pkwy).

magliette usa e new york

Viaggi-USA SHOP: Magliette, felpe e gadget per gli amanti degli States!

Cerchi magliette, felpe e altri gadget a tema Stati Uniti, New York o viaggi on the road? Abbiamo creato Viaggi-USA Shop, il negozio per gli amanti delle bellezze degli States!

Cosa vedere nelle Outer Banks


La definizione geografica di quest’area dà spesso adito a confusione a proposito della fascia costiera al largo della Southern Virginia; per questo motivo, una volta arrivati sul posto, ci siamo informati e abbiamo avuto conferma che le Outer Banks sono quelle della North Carolina. Comunque, indipendentemente da questa precisazione, se qualcuno volesse spostarsi da uno stato all’altro lungo la fascia costiera esterna su quattro ruote, non potrebbe farlo senza bypassare la legge in quanto un cancello rende inaccessibile il passaggio agli automezzi, questo per impedire che i cavalli selvaggi che vivono nella zona escano dai loro confini.

 

Avendo come riferimento l’estremità nord della fascia costiera, le isole si susseguono in raggruppamenti in questo ordine, ognuno con le relative cittadine:

  • Currituck Banks (Carova, Corolla),
  • Bodie Island (Duck, Southern Shores, Kitty Hawk, Kill Devil Hills, Nags Head)
  • Roanoke Island (Manteo, Wanchese),
  • Hatteras Island (Rodanthe, Waves, Salvo, Avon, Buxton, Frisco, Hatteras),
  • Ocracoke Island (Ocracoke).

Andiamo a scoprire nel dettaglio cosa ci riserva ognuna di queste barrier island.

Currituck Banks

Currituck Banks North CarolinaSappiamo che l’area di Corolla ci riserverà piacevoli sorprese; è una località con buoni ristoranti, negozi, centri benessere, gallerie d’arte, case vacanze ma quello che cerchiamo è il fascino più selvaggio delle northern Outer Banks e cominciamo subito. A chi non piacciono i cavalli? Il Wild Horse Museum (520 B Old Stoney Rd.) è dedicato ai cavalli selvaggi, in particolare ai mustang che corrono liberi nell’area denominata Currituck, esemplari di vera bellezza, grazia, velocità ma anche resistenza e dai manti di vari colori.

Al di là di quanto possano essere interessanti le sezioni espositive del museo, quello che attira maggiormente i visitatori è l’incontro con i cavalli tramite tour spettacolari su un mezzo 4×4 lungo la spiaggia e con uno splendido scenario intorno. Il periodo estivo o comunque della bella stagione è quello più denso di attività e di eventi. In estate il museo è aperto dalle 10 alle 17 dal lunedì al venerdì e nel week-end dalle 10 alle 16, nei restanti mesi dal lunedì al sabato dalle 10 alle 16 e la domenica fino alle 14.

Ora la route 12 termina, lascia spazio ad un breve tratto di Ocean Trail e diventa la Sandpiper Road. Il grande museo di storia naturale Outer Banks Center for Wildlife Education (1160 Village Ln.) è immerso in un bosco di querce al cui interno si ripercorre la storia e si conosce la biodiversità della fauna selvatica dello stato attraverso una serie di display, un grande acquario, un programma sulla nidificazione delle tartarughe, altri progetti e attività. Il centro è gratuito e l’orario di visita, dalle 9 alle 17 dal lunedì al venerdì, viene modificato in base alla stagione inserendo a volte anche la giornata del sabato.

Currituck Banks

Poi ci aspetta un sito tipico delle fasce costiere, sempre suggestivo e scenografico, un faro dalla facciata in mattoni, il Currituck Beach Lighthouse (1101 Corolla Village Rd.) alto 49 metri e con 220 gradini, un luogo che non dovrebbe mancare fra i must see della zona. C’è anche una grande spiaggia ideale per una passeggiata o per momenti con la famiglia.

Il Currituck Banks National Estuarine Reserve (Hwy 12) è un angolo di natura protetto, accessibile tutto l’anno, una bellissima camminata attraverso la foresta marittima con l’unica avvertenza di non disturbare i serpenti che ogni tanto si vedono in giro. È un luogo speciale per chi ama camminare in mezzo alla natura attraverso sentieri paludosi, splendide querce, osservando tanti tipi di flora ma anche facendo un ottimo birdwatching. Qui abitano molte specie animali: gufi, falchi, aironi, aquile calve, procioni, opossum, cervi, scoiattoli e volpi grigie, ma non è facile vederli durante il giorno, a parte gli scoiattoli. Il sentiero che si sviluppa dal piccolo parcheggio porta ad un notevole overlook rivolto al canale e alle paludi.

Currituck Banks North Carolina

La nostra prossima destinazione è il Currituck National Wildlife Refuge, un parco con aree paludose, dune, cespugli, foreste di mangrovie e marittime. Al suo interno si possono avvistare cervi, passeri, cigni, aquile calve, rettili ma soprattutto cavalli selvaggi; questo è un vero paradiso per i naturalisti. Con veicoli a quattro ruote motrici è accessibile dall’alba al tramonto, due momenti spettacolari per fotografare la fauna.

Bodie Island

Bodie Island Outer banks North CarolinaEccoci infatti a Duck, una località dove ci si sente subito a proprio agio fra angoli naturali e location dove rivolgere lo sguardo verso l’oceano ma qui possiamo dedicare anche un po’ del nostro tempo testando la cucina locale e curiosando fra le attività commerciali. E se avessimo più tempo potremmo anche passare qualche ora in un centro benessere, ma non è così perché la nostra meta è il Duck Town Park (1200 Duck Rd.), un parco accessibile 24 ore, con anfiteatro, gazebo, area giochi, capannone per pic-nic e attracco per kayak. La sua posizione è strategica perché da qui si possono ammirare splendidi tramonti e si ha l’accesso al boardwalk, un piacevole complesso in legno su palafitte per passeggiare sul mare e fermarsi nei negozi e ristoranti; davvero un ottimo insieme, cosa chiedere di più?

Provenienti dalla I-158, attraversiamo il ponte e imbocchiamo la route 12 in direzione sud che ci porta al Buxton Woods Reserve (983 W. Kitty Hawk Rd.), una riserva aperta tutto l’anno, tra zone boschive, paludi, sentieri dove andare in bicicletta e a cavallo, con la possibilità di avvistare uccelli, anatre, martin pescatore e falchi pescatore, volpi grigie e cervi.

Da qui arrivare nella cittadina di Kitty Hawk è un attimo ed una delle cose che vogliamo fare qui è una passeggiata lungo il molo (5353 N. Virginia Dare Trail) dove, circondati dall’immensità del mare, ci si sente minuscoli, quasi in soggezione. E per chi ama il surf la bella spiaggia cittadina è lo spot ideale. Kitty Hawk è una realtà ospitale in cui è piacevole fare anche un po’ di shopping scambiando due parole con i gestori dei negozi.

Continuiamo la nostra discesa verso Kill Devil Hills. Siamo nella cittadina più popolata delle Outer Banks (poco più di 7.000 abitanti) nota per il Wright Brothers National Memorial (1000 N. Croatan Hwy.), una torre di 18 metri in granito che ricorda l’impresa di Wilbur e Orville Wright compiuta nel dicembre del 1903: il primo volo su un mezzo a motore. Il memoriale si trova proprio sulla collina nel punto di lancio del Flyer. I due fratelli, forti della loro passione per il volo, associata alla conoscenza dei venti, continuarono a volare e a creare nuove versioni del velivolo. In questo sito è sorto anche il Visitor Center che ospita un museo dedicato ai due pionieri del volo e non solo; troviamo modelli, attrezzi e macchinari usati dai fratelli ma qui si celebrano soprattutto l’inventiva e il desiderio d’avventura. Aperto tutti i giorni dalle 9 alle 17 al costo di 10$ dai 16 anni in su.

Outer Banks North Carolina

 

Nelle immediate vicinanze, First Flight Airport è un aeroporto pubblico famoso per essere stato la sede dei tanti esperimenti dei fratelli Wright. Anche le targhe e alcune monete locali ci ricordano la storia attraverso lo slogan “First in Flight”. Dall’aria all’acqua il passo è breve; a chi ama la pesca segnaliamo il molo Avalon Fishing Pier (2111 N. Virginia Trail) dotato anche di uno snack bar e di un negozio con articoli dedicati a questo hobby. È richiesta una piccola quota per pescare sul molo. La bella spiaggia cittadina è gettonata anche per praticare il surf.

Vegetazione, paludi attraversate da kayak e imponenti querce sono lo splendido scenario della Nags Head Wood Preserve, una delle più grandi foreste marittime ancora intatta sulla costa orientale. Raggiungiamo l’omonima cittadina e da lì il nostro percorso continua al Jockey’s Ridge State Park (300 W. Carolista Dr.) dove ci attende la più alta duna di sabbia della East Coast, ci dicono principalmente composta di quarzo. I sandboarder non sembrano affatto temere i 34 metri del muro di sabbia e si buttano giù a capofitto, noi ci limitiamo ad aspettare il tramonto da questo punto privilegiato. In quest’area verde di quasi due chilometri quadrati crescono pini, querce e cedri rossi ed è sorto pure un museo dedicato alla storia del parco. (da lun. a ven. 6$, week-end 7$).

Il nostro itinerario prosegue al Bodie Lighthouse (8210 Bodie Island Lighthouse), un altro spettacolare faro, questa volta a larghe strisce orizzontali bianche e nere, alto 48 metri con 214 scalini. La nostra visita a Nags Head si conclude nell’ampia spiaggia; ci sono alcune persone ma non sono chiassose e questo ci regala momenti di totale relax e contemplazione dell’oceano.

Roanoke Island

Roanoke Island North CarolinaNella piacevole cittadina di Manteo iniziamo la visita del centro nei pressi del waterfront dove notiamo case graziose con giardini, ristoranti, negozi e gallerie d’arte. Qui c’è anche il Pioneer Theatre (113 Budleigh St.) in stile Tudor, attivo tutto l’anno. Il waterfront ha una sua marina ma vanta anche il Roanoke Marshes Lighthouse (300 Queen Elizabeth Ave.), la replica di un faro che sorge in cima ad un piccolo cottage, il tutto alto complessivamente 11 metri. Il display di oggetti e immagini all’interno dell’edificio riguarda il faro e la storia dell’area. È aperto in primavera, estate e inizio autunno dal martedì al sabato dalle 9 alle 17.

Vicino al waterfront, nell’edificio galleggiante George Washington Creef Boathouse, ha sede il Maritime Museum con natanti che rappresentano la storia e la cultura marittima della regione, una vera e propria “chicca” per gli appassionati. Qui si svolgono anche mostre e si portano avanti progetti di restauro. È aperto dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17. Il Roanoke Island Festival Park (1 Festival Park) è una bella realtà che vanta un antico insediamento di indiani e coloni, un’imbarcazione del 16° secolo, un museo di storia dell’area e una galleria che espone opere di artisti delle Outer Banks e della North Carolina. Il parco è aperto tutti i giorni da marzo a dicembre dalle 9 alle 17. Il biglietto valido per due giorni consecutivi costa 10$ per gli adulti, 9$ per i senior e 7$ dai 3 ai 17 anni.

La natura fiorisce nel vero senso della parola agli Elizabethan Gardens(1411 National Park Dr.), un giardino con tante piante stagionali fra cui notiamo camelie, magnolie e rose inserite in un contesto che comprende anche statue e fontane. Si possono visitare praticamente tutto l’anno con orari stagionali. Il biglietto costa 9$ per gli adulti, 6$ dai 6 ai 17 anni e 2$ sotto i 5 anni.

Hatteras Island

Hatteras Island North CarolinaLa località di Buxton ospita un simbolo storico del 1870 che svetta a quasi 60 metri: Cape Hatteras Lighthouse (46368 Lighthouse Rd.), il più alto faro americano e il più alto del mondo in mattoni. Per raggiungere la cima si salgono la bellezza di 257 scalini. La struttura esterna è dipinta a spirale bianca e nera, molto particolare. Accanto al faro si trova l’Hatteras Island Visitor Center and Museum of the Sea che tratta della storia, natura e cultura marittima delle Outer Banks e, naturalmente, del faro. È aperto da metà marzo ad ottobre dalle 9 alle 17 mentre durante il resto dell’anno è attivo saltuariamente. Questa zona è una “mecca” per il windsurfing e il kitesurfing che richiama appassionati e campioni da tutto il mondo.  

Sempre lungo la route 12 raggiungiamo Frisco, un piccolo villaggio di 200 abitanti, che ospita il Frisco Native American Museum (Hwy 12) i cui reperti e manufatti riguardano la storia dei nativi del nord America e degli abitanti del gruppo delle isole Hatteras con reperti e manufatti. Il museo è aperto dal giovedì alla domenica dalle 10.30 alle 17 mentre d’inverno è attivo il sabato e la domenica. L’ingresso ha un costo di 5$ mentre per i senior è di 3$. La spiaggia di Frisco è ideale per chi ama muoversi in barca, praticare la pesca, il surf e kateboard.

A circa tre chilometri la cittadina di Hatteras è una località turistica frequentata principalmente per le sue spiagge incontaminate e la pesca. Da questo momento succede che la highway 12 momentaneamente s’interrompe e, volendo, si prosegue con traghetti e chiatte verso le altre Outer Banks, decisamente molto meno popolate ma a beneficio di una maggiore simbiosi con la natura.

Ocracoke Island

Ocracoke IslandA Ocracoke siamo al panoramico capolinea delle Outer Banks; da questo villaggio isolato ma comunque invitante, con ristoranti, locande e negozi. Se vi piacciono i fari, e tutti quelli incontrati tanti lungo il nostro percorso non vi sono bastati, non potete farvi mancare una visita all’Ocracoke Lighthouse. Se avete tempo concedetevi una passeggiata rilassante lungo la bellissima Ocracoke Lifeguarded Beach. Gli amante della storia non si lascino sfuggire una visita al piccolo British Cemetery of Ocracoke che ospita le tombe di quattro marinai inglesi che perirono durante la Seconda Guerra Mondiale mentre pattugliavano la costa americana per proteggerla dalle incursioni dei sottomarini tedeschi.

Da qui si può prendere un traghetto a pagamento che porta a nord a Swanquarter oppure a sud a Cedar Island, nella North Carolina continentale. Anche se non rientra nel nostro itinerario è bene sapere che da Cedar Island si può riprendere la route 12, poi la I-70 e approcciare le comunità della Crystal Coast tramite il bridge ad Atlantic Beach, località i cui punti forti si riassumono in quattro parole: pesca, surf, sabbia e sole. Il centro di Pine Knoll Shores è interessante anche per l’Aquarium (1 Roosvelt Blvd.) con tanti “ospiti” fra cui squali, tartarughe marine e la possibilità di toccare una razza come pure di assistere al momento in cui viene dato da mangiare ai pesci.

Dove fare shopping

Dopo ore di attività all’aperto, le Outer Banks sono anche una piacevole destinazione per lo shopping. A Corolla segnaliamo il centro commerciale TimBuck II Shopping Center (785 Sunset Blvd.) con 60 negozi e 18 punti di ristoro compresi ristoranti. Gli orari variano in base alla stagione.

A Duck, oltre agli acquisti che si possono fare lungo il boardwalk, il complesso di negozi Waterfront Duck (1240 Duck Rd.) affacciato sull’acqua, comprende 28 boutique, punti di ristoro e ristoranti. Per la sua posizione è una location piacevole in cui soffermarsi tenendo presente che ogni esercizio commerciale applica i propri orari. The Cottage Shop (1201 Duck Rd.) tratta oggettistica da regalo ispirata alla costa, arredo casa e abbigliamento. Da Life is Good (1216 Duck Rd.) si trovano vestiti e accessori più oggettistica da regalo.

A Nags Head segnaliamo due centri commerciali all’aperto, Tanger Outlets (7100 S. Croatan Hwy.) con i suoi 23 negozi (lun. a sab. 9-21, dom. 10-17) e Jockey’s Ridge Crossing (3933 S. Croatan Hwy.) con 8 negozi. Cloud Nine (3022 S. Croatan Hwy.) vende l’occorrente per creare gioielli, monili in argento rodiato, vasellame, dipinti, stampe, opere d’arte di artisti locali e regionali. Gli orari estivi sono dal lunedì alla domenica dalle 10.30 alle 20.30 e in inverno fino alle 18.

A Manteo presso il Christmas Shop & General Store (621 S. Hwy. 64) si acquistano decorazioni natalizie ma anche oggettistica per la casa, gioielli, dolci e snack. È aperto dal lunedì al sabato dalle 9 alle 18 e la domenica dalle 12 alle 17. Nella vicina località di Waves, un negozio dedicato allo sport è Real Watersports (25706 NC 12 Hwy.) che tratta attrezzature da surf, kiteboarding, tute impermeabili, articoli per attività all’aria aperta ma anche abbigliamento casual per uomini, donne e bambini. Si possono noleggiare articoli sportivi. All’interno, il Watermen’s Bar & Grill è un ristorante affacciato al waterfront che propone anche musica dal vivo. Il locale è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 21.

Gli eventi delle Outer Banks

Sparsi per le varie località delle Outer Banks durante l’anno si svolgono diverse manifestazioni ed eventi. Segnaliamo alcuni appuntamenti mese per mese. In marzo in diversi punti delle Outer Banks ha luogo il Taste of the Beach con assaggi di cibo e vino, dimostrazioni di culinarie e, volendo, la possibilità di gustare un menu a più portate dei migliori ristoranti di zona. Naturalmente il costo varia in base al tipo di degustazione. In maggio, durante il week-end del Columbus Day, a Duck si svolge il Duck Jazz Festival, un evento gratuito che vede protagonista quel genere di musica contornato da altre iniziative sparse per il paese.

Da fine maggio a metà settembre a Corolla si svolge tutti i venerdì dalle 15 alle 19 il Whalehead Wednesdays (Corolla Park-1100 Club Rd.) con musica dal vivo, attività per tutta la famiglia, assaggio di vino e birra al costo di 15$. Nei pressi del negozio Real Watersports (25706 NC 12 Hwy.) di Waves si svolge in giugno il Wind Voyager Triple-S Invitational, una manifestazione in cui si esibiscono i migliori kiteboarder del mondo. In agosto presso il waterfront (207 Queen Elizabeth Ave.) di Manteo si tiene il New World Festival, un evento con opere di artisti della East Coast: dipinti, fotografie, ceramiche, sculture, gioielli, lavori in legno e pelle.

A metà agosto a Kitty Hawk si svolge il Pirate Festival nell’area accanto al Jockey’s Ridge State Park, un evento che riproduce l’invasione della ciurma di Barbanera che un tempo frequentava assiduamente la zona, il tutto in un’ambientazione realistica del 18° secolo. I bucanieri fanno anche apparizioni in alcuni ristoranti. Lo stesso festival ha luogo contestualmente anche a Nags Head presso il centro commerciale Jockey’s Ridge Crossing (3933 S. Croatan Hwy.). Presso l’hotel Hilton Garden Inn (5353 N. Virginia Dare Trail) di Kitty Hawk in settembre si svolge l’Outer Banks Arts & Crafts Festival quando artisti locali espongono dipinti, fotografie, gioielli, vasellame, lavori col vetro e tessuti.

Sempre in settembre, nella spiaggia accanto al Jennette’s Pier (7223 S. Virginia Dare Trail) a Nags Head la manifestazione Eastern Surfing Championships vede i migliori surfisti in competizione in una delle gare top del paese per questo sport. L’Outer Banks Seafood Festival (6800 S. Croatan Hwy.) si svolge a Nags Head in ottobre per onorare la cultura marittima della costa e la sua comunità. Assaggi di cibo da parte di alcuni dei migliori ristoratori locali e opere d’arte ed artigianato sono apprezzati durante l’evento. L’ingresso ha un costo di 5$ dai 12 anni in su. A Manteo in dicembre si celebra il Christmas in Manteo, momenti suggestivi in cui tutta la cittadina è illuminata e decorata, l’albero di Natale è in bell’evidenza e si svolge anche una parata.

Dove mangiare

Dove mangiare Outer BanksSegnaliamo in alcune delle località più frequentate alcuni ristoranti dove gustare buon cibo. Partendo da nord, in ottima posizione sul waterfront, The Village Table & Tavern (1314 Duck Rd.-Duck) serve a pranzo e cena pappardelle con parmigiano, pomodoro e basilico, linguine con molluschi, tagliata di maiale con verdure e panini a prezzi medio-bassi in un’atmosfera casual. Gli appuntamenti con musica dal vivo sono consultabili on-line.

Consigliamo anche il Cafè Colington (1029 Colington Rd.-Kill Devil Hills) che propone a pranzo e cena ricette locali a prezzi medi. Per i più piccoli si può consultare il kid’s menu. Il ristorante è in una casa vittoriana circondata da un bel giardino con querce a poco più di un chilometro e mezzo dalla spiaggia. In un locale dotato di porticato e con vista sull’acqua, da Basnight’s Lone Cedar Cafè (7623 S. Virginia Dare Trail-Nags Head) il pesce è il piatto forte a prezzi medi, ma qui tutto è buono, fresco e impreziosito dalle erbe aromatiche che vengono coltivate nel giardino del ristorante. La domenica viene servito il brunch e c’è anche il menu per i più piccoli.

Presso The Inn at Pamlico Sound (49684 NC Hwy. 12-Buxton) suggeriamo il Cafè Pamlico che si affaccia al waterfront con colazione e cena in un ambiente casual-chic. La cena viene servita cinque sere alla settimana da novembre a metà marzo e sette sere negli altri mesi. La prenotazione è altamente consigliata a cena e raccomandata a colazione se non si alloggia all’albergo. Filet Mignon con verdure, zuppa di gamberetti e granchio, pasta con salsiccia, gamberetti, verdure e brodo di scampi sono alcune prelibatezze dal costo medio-alto che si possono degustare. Le date degli intrattenimenti organizzati dal locale si possono controllate on-line.

Dove dormire alle Outer Banks

Outer Banks North Carolina Dove dormire
White Doe Inn Bed & Breakfast

Vale decisamente la pena fermarsi in zona qualche giorno. Ecco alcuni suggerimenti sulle strutture ricettive. L’Hampton Inn & Suites Outer Banks (333 Audubon Dr.-Corolla) è un hotel di due piani affacciato alla spiaggia. Le camere e le suite dispongono di wi-fi gratuito, forno a microonde, frigorifero, ed alcune hanno la vista panoramica. L’albergo, la cui tariffa include la colazione, è dotato di parcheggio, piscina, business center, negozio di snack e minimarket.

Il First Colony Inn (6715 S. Croatan Hwy.-Nags Head) è vicino alla spiaggia che si raggiunge seguendo un camminamento. Le camere sono dotate di frigorifero, forno a microonde e machina per il caffè. Alcune stanze hanno il portico, salotto, angolo cottura e vasca idromassaggio. La struttura include la colazione, consumazione di bevande, formaggi e dolci dalle 15 alle 17, c’è una piscina esterna (attiva da metà maggio ad ottobre) e dalla veranda si può ammirare il tramonto.

A cinque minuti dal downtown, il White Doe Inn Bed & Breakfast (319 Sir Walter Raleigh St.-Manteo) è un bell’edificio del 1910, su tre piani e con veranda. Ognuna delle stanze in stile antico ha un proprio arredamento, caminetto, salotto e bagno privato. Il cottage può accogliere un massimo di sei persone ed è pet friendly. La struttura è dotata di wi-fi gratuito, gift shop, equipaggiamento per biciclette e spiaggia, cena su prenotazione dalle 18 alle 20 e dalle 15 alle 18 vengono offerte paste e bevande.

L’Inn on Pamlico Sound (49684 Hwy.12-Buxton) è un alloggio affacciato al waterfront con graziose camere ognuna arredata in modo diverso, dotate di wi-fi e bagno privato. La struttura include la colazione, uso di computer e stampante, dispone di piscina, ristorante, biciclette, e ha studiato per le coppie i “romance packages”. L’Anchorage Inn & Marina (205 Irvin Garrish Highway-Ocracoke) ha camere con patio, alcune con vista sull’acqua, frigorifero, macchina per il caffè,TV e connessione wi-fi. La struttura dispone di parcheggio in loco gratuito, una piscina aperta nella buona stagione, giardino, solarium e un’area predisposta per pic-nic e barbeque.

Segnaliamo anche un paio di campeggi nella località di Frisco: il Frisco Woods Campground (53124 hwy 12) e il Frisco Campground (53415 Billy Mitchell Rd.) con spazi per tende, cabine e piazzole per camper dotate di attacchi.

Cerca un albergo nelle Outer Banks

Tour disponibili

Suggeriamo di cliccare il link sottostante per scegliere fra le numerose attività all’aperto che si possono intraprendere in questa particolare zona degli Stati Uniti.

Tour delle Outer Banks

In questo gruppo di isole puntellate da piccoli paesi tranquilli abbiamo assaporato una vera vacanza in un’atmosfera rilassata dove la natura è sovrana; qui la gente sa davvero stare serena e si è creata un mondo a propria misura dove le case sono rivolte alla magnificenza dell’oceano, i ragazzi corrono sulla spiaggia o sulle dune con gli aquiloni e i “green” di golfisti, i visitatori si godono passeggiate, escursioni in barca e tramonti. In ogni stagione c’è sempre qualcosa da fare perché le spiaggia e la natura hanno un fascino diverso in ogni mese dell’anno, senza contare i musei, lo shopping e i ristoranti con vista.

Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?

Marianna Licia e Paolo Bendandi

Marianna Licia e Paolo Bendandi

Ciao, siamo una famiglia romagnola al completo: Marianna con la sua passione per la geografia e il folklore, Paolo esperto di modellismo e bricolage, Licia appassionata di lingua inglese e di cucina. Al di là dei nostri spiccati interessi individuali, due passioni ci accomunano profondamente: la fotografia e il viaggiare, in modo particolare negli Stati Uniti. Ogni aspetto di questa terra ci incuriosisce e i suoi grandi spazi ci emozionano.

Lascia un Commento

Disclaimer: I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

Clicca qui per scrivere un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Assicurazione Sanitaria

assicurazione sanitaria usa

Assicurazione Sanitaria America: come scegliere la polizza migliore

L'assicurazione sanitaria in America è imprescindibile, ma non è facile orientarsi fra le polizze disponibili. Quali sono i criteri con cui scegliere un'assicurazione USA? Ecco una guida dedicata all'argomento...

Noleggio Auto USA

noleggio auto stati uniti

Noleggio Auto USA: consigli per un affitto macchina Low Cost

Alcune dritte fondamentali per noleggiare una macchina negli Stati Uniti al riparo da spiacevoli imprevisti e con un occhio al portafoglio. Le compagnie migliori, la documentazione necessaria, le coeprture assicurative, costi, tipologie di auto disponibili e molto altro...

Restiamo in Contatto

American Dream Routes

Voli Low Cost USA

voli low cost stati uniti

Voli USA Low Cost: come risparmiare per il volo negli Stati Uniti

La ricerca di un volo low cost può incidere notevolmente sul prezzo totale di una vacanza negli Stati Uniti. Ecco i nostri consigli per spendere il meno possibile affidandosi alle agenzie di voli online

Prontuario Low Cost

Pacchetti Viaggio USA

tour stati uniti

Tour Stati Uniti Organizzati

Pacchetti viaggio preconfezionati e personalizzati per gli Stati Uniti dell'Est, dell'Ovest e Coast to Coast. Un elenco di viaggi organizzati pensati appositamente per scoprire gli States!

Camper USA

camper stati uniti

Come noleggiare un camper in USA?

Una guida dettagliata con tutte le informazioni necessarie per noleggiare un camper negli Stati Uniti e preparare un viaggio on the road indimenticabile!

Noleggio Moto USA

noleggio moto usa

Noleggia una moto in USA

Come noleggiare una moto per il tuo On The Road in USA?

Vai a New York?

Se stai organizzando un viaggio in USA dovrai occuparti di molti aspetti: prenotazione di voli, alberghi, assicurazione, noleggio auto, la documentazione necessaria, le modalità di pagamento, l'utilizzo del telefono, internet e molto altro... nella nostra sezione dedicata alle risorse di viaggio ti spieghiamo tutto quello che ti serve per preparare il tuo viaggio negli States

Aggiungi Viaggi-USA alla tua schermata Home

Aggiungi
×
Dove dormire a Monument Valley

Viaggi-USA Newsletter

I nostri consigli di viaggio e le migliori offerte USA per email...