Fort Alamo a San Antonio: la storia nascosta in mezzo ai grattacieli

Settembre 17, 2020 /
Alamo san antonio cosa vedere
Offerte Booking.com
Risparmia almeno il 15% su viaggi vicino a casa o soggiorni più lunghi fino al 30 settembre. Qui tutte le offerte!

Nel cuore di San Antonio, quasi nascosto in mezzo a grandi grattacieli e circondato da un verde giardino si trova uno degli edifici storici più importanti di tutti gli Stati Uniti, ovvero Alamo, una dei più noti luoghi di interesse del Texas. Molti saranno al corrente dei fatti connessi a questo luogo grazie ai numerosi film che vi si sono ispirati come La battaglia di Alamo in cui John Wayne interpreta Davy Crockett o il più recente Alamo – Gli ultimi eroi prodotto da Ron Howard

Abbiamo accennato alla storia di Alamo nel nostro articolo San Antonio cosa vedere, ma è bene approfondire: coloro che non conoscono la sua affascinante e allo stesso tempo terribile storia possono soffermarsi un attimo e scoprire insieme a noi perché questo luogo attira ogni anno più di due milioni e mezzo di visitatori.

La Storia di Alamo

Alamo cenotafioCominciamo col dire che Alamo non è propriamente un forte dato che fu originariamente fondato nel XVIII secolo come missione francescana per convertire al cristianesimo la popolazione locale. Deve quindi la sua fama alla battaglia che nel 1836 si combatté fra l’esercito messicano e i 189 soldati texani asserragliati al suo interno che, dopo aver opposto una strenua resistenza durata tredici giorni, perirono tutti durante l’assedio. Anche se gli eventi legati ad Alamo sono quindi connessi più alla storia dell’indipendenza del Texas dal Messico che a quelli degli Stati Uniti, l’episodio verificatosi in questo luogo e i personaggi che vi presero parte sono legati indissolubilmente all’immaginario collettivo americano.

La crudeltà con la quale il generale messicano Antonio López de Santa Anna condusse le operazioni di guerra e il coraggio dei difensori di Alamo che non vollero mai arrendersi nonostante la palese inferiorità numerica e la certezza della morte resero infatti questo luogo un simbolo di sacrificio per la causa della libertà che  viene ricordato ancora oggi.

Il sacrificio dei difensori di Alamo non fu comunque vano dato che poche settimane dopo questi eventi al grido di “Remember the Alamo” il comandante delle forze texane Sam Houston spronò i suoi soldati nella battaglia decisiva per le sorti dell’indipendenza e conquistò la vittoria dopo solo diciotto minuti di battaglia.

Informazioni per una visita ad Alamo

Forte AlamoEssendo originariamente, come detto, una missione francescana i due edifici principali sono rappresentati dalla chiesa e dal convento.
All’interno della chiesa sono conservati numerosi reperti militari dell’epoca e sulla facciata si possono osservare ancora oggi l’architettura e le decorazioni tipiche del periodo coloniale spagnolo.

Quello che un tempo fu il convento della missione e all’interno del quale nel 1836 si svolsero gli ultimi sanguinosi combattimenti corpo a corpo oggi ospita il museo vero e proprio dell’intero complesso e la mostra permanente The Alamo: A Story Bigger Than Texas.
I lati del complesso sono circondati da un giardino pensato per essere un luogo accogliente e silenzioso che possa aiutare a ricordare il sacrificio di coloro che perirono nella battaglia.

È possibile visitare la struttura tutti i giorni dalle 9 alle 15:30. Durante i mesi estivi dal 7 Giugno al 23 Agosto l’orario di apertura è prolungato fino alle 19. Gli unici giorni di chiusura sono la vigilia e il giorno di Natale. Eventuali cambiamenti negli orari di apertura sono consultabili sul sito ufficiale
L’accesso è gratuito.

Come Raggiungere Fort Alamo

La Missione di Alamo è situata nel cuore della città texana di San Antonio e si può facilmente raggiungere con la propria macchina, vista anche la presenza di numerosi parcheggi nelle vicinanze, oppure attraverso i mezzi pubblici.

The Alamo: gallery fotografica

Video

Ecco cosa vi aspetta se visiterete Alamo!


Un Consiglio Importante:
Ricordati l’assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?

Filippo Nardelli
Filippo Nardelli

Laureato in Storia dell’America del Nord e da sempre innamorato degli Stati Uniti.

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

2 commenti su “Fort Alamo a San Antonio: la storia nascosta in mezzo ai grattacieli”

  1. > Salve
    > Ad agosto andremo negli USA
    > Abbiamo fissato un viaggio fly&drive con questo itinerario:
    > Arrivo a Austin (2 notti) poi spostamento a San Antonio (3 notti),
    > fermata di passaggio a Houston con arrivo a Lake Charles (1 notte),
    > poi spostamento a Natchez (2 notti) poi Vacherie (1 notte) con visita
    > alla Oak Alley e Evergreen plantations, per finire poi a New Orleans
    > (3 notti).
    > Mi potete consigliare qualche bella strada panoramica da percorrere
    > sul nostro itinerario? So che la route66 non passa da qui ma una
    > strada di questo tipo la possiamo trovare?
    > Grazie in anticipo della vostra collaborazione
    > Federico
    >

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa. 

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa.