Viaggi-USA.itCittà USANew York Consigli di ViaggioCosa vedere a New YorkMonumenti e Strade FamoseCathedral of Saint John the Divine: simbolismo e maestosità nella cattedrale di New York
Città USA Cosa vedere a New York Monumenti e Strade Famose New York Consigli di Viaggio

Cathedral of Saint John the Divine: simbolismo e maestosità nella cattedrale di New York

St. John the Divine

Se la St. Patrick Cathedral ti ha stupito, la St. John the Divine ti lascerà senza parole. È ritenuta la chiesa protestante più grande degli Stati Uniti e, secondo molti, addirittura del mondo. Si trova in uno dei quartieri più pittoreschi di New York ed è certamente fra le principali cose da vedere a Harlem, insieme ad Apollo Theater e alle molte messe gospel a cui si può avere la fortuna di assistere nel quartiere.

La St. John the Divine Church è una cattedrale, sede del vescovo episcopale di New York, e con la sua splendida facciata neogotica e la sua grandezza è un punto di riferimento, non solo religioso, che negli anni si è affermato sempre più. Racchiude in se vari stili architettonici che la rendono unica e affascinante, sia ammirandola dall’esterno sia passeggiando al suo interno. La storia della sua costruzione inizia a fine Ottocento e si protrae fino ai giorni nostri con alcune parti ancora da terminare.

Come arrivare

La St. John the Divine si trova al 107 Amsterdam Avenue all’altezza della 122th Street, nel quartiere di Harlem a Manhattan. Per raggiungerla puoi prendere sia la metro che l’autobus:

  • in metro, le linee sono la A, B e C  della 110th Street/Cathedral Parkway station e la linea 1 alla Cathedral Parkway 110 Street Station.
  • in autobus, le linee sono la M4 e la M104 scendendo a Broadway 112th Street o la linea M11 scendendo a Amsterdam Avenue 112th Street.

Se sei in auto, ricorda che la chiesa non ha un parcheggio proprio per cui dovrai parcheggiare per strada o in uno dei parcheggi che si trovano nei pressi.

Orari, tour e prezzi

St. John the DivineLa chiesa è aperta dalle 7:30 alle 18:00 per i fedeli, mentre per i visitatori e i turisti dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 17:00 e la domenica dalle 12:30 alle 14:30. Il biglietto di ingresso è di 10 dollari a persona e 8 dollari per gli studenti e i pensionati. In caso di gruppi di 10 o più persone l’entrata costa 8 dollari a persona e 6 per studenti e pensionati.

Esistono vari tour organizzati per scoprire i segreti di questa enorme cattedrale:

  • Highlights Tours: il tour dei luoghi chiave della chiesa, dalle porte di bronzo alle sette cappelle. Non è necessario prenotare in anticipo. I tour ci sono il lunedì alle 11:00 e alle 14:00, dal martedì al sabato alle 11:00 e alle 13:00 e alcune domeniche alle 13:00. Il costo è di 14 dollari a persona e 12 dollari per studenti e pensionati;
  • Vertical Tour: il tour che permette l’esplorazione del tetto della cattedrale salendo una scala a chiocciola. Durante la visita potrai vedere meglio i rosoni e le finestre invetriate e, alla fine del tour, raggiungere il tetto e goderti una vista mozzafiato su Manhattan. I tour ci sono il lunedì alle 10:00, il mercoledì e il venerdì alle 12:00, il sabato alle 12:00 e alle 14:00. Il costo è di 20 dollari a persona, 18 dollari per studenti e pensionati. I bambini sotto i 12 anni non possono partecipare a questo tipo di tour che deve essere prenotato in anticipo attraverso il sito;
  • Spotlight Tour: il tour per scoprire alcuni particolari della cattedrale con le guide. Sul sito è presente il calendario con le attrazioni e la possibilità di prenotare in anticipo. Il costo è di 18 dollari a persona e 15 dollari per studenti e pensionati.

La chiesa è accessibile a persone con ridotta mobilità e alcune sedie a rotelle sono a disposizione di chi ne avesse bisogno al Visitor Centre.

Cosa vedere

St. John the DivineSecondo la tradizione medievale, la chiesa ha la forma di una croce romana ed è costruita più in alto rispetto al resto della città: l’area di Morningside Heights, infatti, è uno dei luoghi più elevati nella città di New York.

Sempre seguendo il simbolismo, la parte più sacra della chiesa fu costruita a est dove il sole sorge per rappresentare la resurrezione e la rinascita. Inoltre, il numero sette, numero strettamente legato a San Giovanni, si ripete nei componenti della chiesa: sette cappelle, quattordici finestre invetriate, sette lampade sull’Altare Maggiore e multipli di sette nelle dimensioni e nei valori geometrici della chiesa stessa.

Oltre alla splendida facciata con la Porta del Paradiso e i portali in bronzo laterali, da ammirare la navata centrale in stile neogotico, l’altare, le cappelle e il campanile aggiunto negli anni Ottanta ma mai terminato per mancanza di fondi. La mastodontica cattedrale newyorchese mai conclusa è il frutto di idee visionarie di architetti di epoche diverse e di vescovi che hanno unito simbolismo a valori fondamentali dell’uomo: incompiuta ma forse proprio per questo ancora più eclettica e unica.

Storia dell’edificio

St. John the DivineNel 1887 il vescovo di New York per conto della diocesi acquistò il terreno di 13 acri su cui aveva in progetto di costruire una imponente cattedrale che rappresentasse la moltitudine di cittadini newyorchesi e immigrati che provenivano da ogni parte del mondo.

Nel 1891, dopo una lunga selezione di ben 3 anni, l’eclettico progetto di George Heins e Christopher Grant LaFarge vinse la gara: la chiesa avrebbe unito in se lo stile romanico, bizantino e gotico. Nel 1892 venne messa la prima pietra nel giorno di San Giovanni, il 27 dicembre, dal vescovo del tempo, il Reverendo Potter. Nei primi decenni del Novecento le varie cappelle vennero consacrate, le otto maestose colonne di granito portate dal Maine per sostenere l’area est della chiesa, il rosone installato – è il terzo rosone più grande al mondo – e nel 1939 venne fatta la prima messa inaugurando la navata centrale.

Durante la guerra mondiale, la chiesa era punto di riferimento per molti fedeli e nel 1945 durante la messa del Giorno del Ringraziamento il numero di partecipanti che ringraziavano Dio per la fine della guerra era impressionante. Nel 1956 il Reverendo Martin Luther King Jr. fece un importante sermone e nel 1964 ben seimila persone parteciparono a una messa a supporto dei diritti civili e della fine della segregazione razziale. Nel 1969 la chiesa fu nuovamente luogo di ritrovo per manifestare il dissenso degli americani contro le scelte politiche, in questo caso contro la guerra in Vietnam.

St. John the DivineLa St. John the Divine Church si affermerà sempre più come luogo simbolo dove invocare la pace e promuovere l’armonia del creato. Nel 1979 il Dalai Lama fece la prima di molte visite ufficiali alla cattedrale e nel 1985 venne organizzata la prima Feast of St. Francis, l’evento in onore di San Francesco che ogni anno prevede la Processione e Benedizione degli Animali che vengono accolti all’interno della cattedrale stessa.

Fra gli ospiti illustri della cattedrale ci fu anche il Presidente Nelson Mandela nel 1997 durante il funerale di un importante attivista anti-apartheid, l’Arcivescovo Trevor Huddleston. L’11 settembre 2001 centinaia di persone si riunirono spontaneamente nella cattedrale, mentre nel dicembre dello stesso anno un incendio distrusse la parte nord della chiesa. Negli ultimi decenni ci sono stati importanti lavori di restauro, ricostruzione o completamento di alcune parti della cattedrale che oggi, pur rimanendo incompleta, è una meraviglia per gli occhi.

Dove dormire in zona

Dormire nel quartiere di Harlem, e più in generale nella zona immediatamente a nord di Central Park, può essere in alcuni casi vantaggioso sia per quanto riguarda i prezzi (più calmierati rispetto alle zone centrali di Manhattan) sia per gli affascinanti edifici storici in brownstone della zona, l’importante è cercare di non allontanarsi troppo dalle fermate della metropolitana per non sprecare troppo tempo negli spostamenti. Per avere alcuni suggerimenti mirati potete cliccare sul pulsante sottostante, dove trovate anche consigli sugli altri principali quartieri di New York dove cercare alloggio, nonché alcune strutture consigliate.

I nostri consigli su dove dormire a New York

Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?

Flora Lufrano

Flora Lufrano

Traduttrice, insegnante e copywriter, adoro viaggiare, conoscere persone e culture nuove e lasciarmi sorprendere dalla bellezza del nostro pianeta

Lascia un Commento

Disclaimer: I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

Clicca qui per scrivere un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Assicurazione Sanitaria USA

assicurazione sanitaria usa

Assicurazione Sanitaria America: come scegliere la polizza migliore

L'assicurazione sanitaria in America è imprescindibile, ma non è facile orientarsi fra le polizze disponibili. Quali sono i criteri con cui scegliere un'assicurazione USA? Ecco una guida dedicata all'argomento...

Voli Low Cost USA

voli low cost stati uniti

Voli USA Low Cost: come risparmiare per il volo negli Stati Uniti

La ricerca di un volo low cost può incidere notevolmente sul prezzo totale di una vacanza negli Stati Uniti. Ecco i nostri consigli per spendere il meno possibile affidandosi alle agenzie di voli online

American Dream Routes

NEW-YORK-EBOOK

Aggiungi Viaggi-USA alla tua schermata Home

Aggiungi
×

A NEW YORK COME UN VERO NEWYORKESE?

- Le attrazioni che solo i newyorkesi conoscono

- Dritte su come organizzare un itinerario

- Le migliori offerte per NY

Come organizzare gli spostamenti logistici

- Dritte per risparmiare

- Come esplorare i dintorni e molto altro...

Viaggi-USA Newsletter