Central Park New York Cosa Vedere 01

Central Park cosa vedere: come visitare il “parco del popolo” di New York

Gennaio 24, 2023 /

Siamo nel cuore di Manhattan. O forse dovremmo dire nei polmoni di Manhattan. Sì, perché Central Park, coi suoi 341 ettari verdi e la sua lunghezza di 2,6 miglia, è uno dei simboli di New York sin dalla seconda metà dell’Ottocento, quando fu progettato da Frederick Law Olmsted e Calvert Vaux: meta per chiunque voglia prendersi una pausa dai ritmi infernali della città, magari facendo una passeggiata o un po’ di jogging, o per chi desideri riposare lo sguardo su una distesa verde dopo aver visto per ore e ore solamente grattacieli e centri commerciali.

Lo sterminato parco di New York si estende, da sud a nord, dalla 59th St fino alla 110th St e, per i turisti, è praticamente impossibile da visitare in poco tempo, tanti sono gli spunti di interesse che offre. Se vi state chiedendo quanto tempo serva per visitare Central Park, la risposta potrebbe stupirvi, soprattutto se siete abituati all’idea di “parco cittadino” che abbiamo in Italia: crediamo di non esagerare se vi diciamo che, per visitarlo tutto con calma, ci vorrebbero almeno due giorni. Ovviamente, se non avete tutto questo tempo, potrà bastarvi anche una manciata di ore, ma sappiate che visiterete soltanto una piccolissima parte del parco.

Se preferite affidarvi a una visita guidata vi consiglio di dare un’occhiata alla nostra guida ai tour di Central Park. Se invece preferite una visita “fai da te” proseguite nella lettura e vediamo come organizzarsi per scegliere cosa vedere a Central Park.

Nota bene: Stai cercando un tour aereo che ti permetta di ammirare la piena estensione di Central Park dall’alto? Questo giro in elicottero a New York ti regalerà una veduta aerea splendida dell’immenso polmone verde di New York.

Un po’ di storia e qualche curiosità

La necessità di creare un grande parco cittadino, che potesse essere una sorta di oasi all’interno della frenetica città, si rese particolarmente pressante negli anni fra il 1821 e il 1855 quando la popolazione di Manhattan quadruplicò.

Al tempo infatti, se si esclude l’area di Battery Park, non si potevano trovare molti spazi aperti in cui passare il tempo. Nel 1853 quindi lo Stato di New York approvò la risoluzione chiamata Central Park Act che prevedeva l’acquisizione degli spazi in cui oggi sorge il parco.

L’area però non era disabitata ma, al contrario, questa zona era occupata soprattutto da immigrati e afroamericani che, dal 1825, avevano fondato il cosiddetto Villaggio di Seneca (Seneca Village) che contava più di 260 abitanti oltre che tre chiese, due scuole e due cimiteri. Nel 1855 però per far spazio alla costruzione del nuovo parco urbano la popolazione dovette trasferirsi altrove e tutti gli edifici vennero abbattuti.

Il costo della costruzione di Central Park ammontò più di 7,3 milioni di dollari del tempo, che corrisponderebbero a circa 215 milioni di dollari odierni. Per fare un raffronto pensate che tutto il territorio dell’Alaska sarà pagato dal governo americano nel 1867 circa 7,2 milioni di dollari.

I lavori iniziarono nel 1857 sotto la supervisione di un team di esperti capitanato dagli architetti Frederick Law Olmsted e Calvert Vaux che avevano vinto il concorso indetto per scegliere le idee migliori su come realizzare il parco. Furono impiegati più di 20.000 operai, per lo più immigrati, per spostare 3 milioni di metri cubi ti terra e piantare più di 270.000 alberi. 

Anche se parte del parco fu aperto ai visitatori nel 1858 i lavori di costruzione andarono avanti fino al 1876 e non si interruppero neanche durante gli anni della Guerra Civile Americana.

A partire dal 1934 quando il sindaco di Manhattan era Fiorello LaGuardia vennero portati avanti numerosi lavori di ammodernamento del parco che portarono alla costruzione di 20 nuovi parchi giochi, nuovi viali di accesso e campi di atletica.

Gli anni ’70 furono quelli dominati dai concerti rock che resero Central Park una delle capitali della controcultura americana.  

Quando è aperto e come arrivare a Central Park

Ci sono tanti modi per muoversi dentro a Central Park: potrete farlo in autobus, a piedi, in carrozza, in bicicletta o persino in barca, vi basterà procurarvi una buona mappa in uno dei numerosi centri informazioni disseminati per il parco.

Ma come fare a raggiungere il parco se vi trovate dall’altra parte di New York? Ecco le fermate della metropolitana più vicine agli ingressi.

  • Se volete entrare a Central Park da sud-ovest, dovrete raggiungere Columbus Circle: vanno bene le linee A, B, C, D e 1;
  • Sul lato occidentale, troverete le fermate della B e della C in corrispondenza di queste strade: 72nd St, 81st St, 86th St, 96th St, 103rd St e 110 St;
  • Sul lato orientale, dovrete fare ingresso all’angolo sud tra la 5 Ave e la 59th St: troverete le fermate delle linee N, R Q.

Si può accedere a Central Park tutti i giorni dalle 6:00 del mattino fino alle 1:00 di notte.

Central Park cosa vedere: una passeggiata da sud a nord

Central Park New YorkDunque esplorare a fondo il parco sembrerebbe un’impresa titanica, specialmente se ci si arriva senza saperne niente. Non c’è un solo modo di impostare una visita a Central Park, cosa vedere lo dovete decidere voi, ma da qualche parte dovrete pur iniziare!

In questo articolo vogliamo raccontarvi il nostro punto di vista su cosa fare in questa immensa distesa, quali siano alcune tra le attrazioni imperdibili, affinché la vostra visita possa essere indimenticabile e quello che i newyorkesi chiamano “parco del popolo” possa diventare, almeno per poco tempo, anche il vostro.

Ecco le principali attrazioni del parco da non perdere, seguite da una mappa con un itinerario interattivo completo.

Heckscher Ballfields / Chess & Checkers House

Cosa Vedere a Central Park 01Già all’inizio della nostra visita a Central Park, all’altezza della 63rd St, potremo intuire una delle principali vocazioni del luogo: lo sport! L’attività fisica regna da padrona in questo paradiso verde, e a Heckscher Ballfields potreste avvicinarvi ai campi da baseball e softball – discipline sportive a stelle e strisce, inutile negarlo – e godervi una partita di un campionato stracittadino, o prenotare il campo e fare una partita con qualche amico americano, se proprio volete farvi umiliare. 

Non lontano dai campi di baseball, potreste concedervi una partita di scacchi o dama a Chess & Checkers House, a dimostrazione che una “mens sana in corpore sano” ce l’avete anche voi.

Lo Zoo di Central Park

Central Park Zoo

È una delle attrazioni a pagamento più visitate all’intero di Central Park. Anche se non è molto grande (soprattutto se paragonato allo Zoo del Bronx) gran parte del suo successo è sicuramente dovuto al contesto in cui è inserito.

Può essere una sosta consigliata soprattutto a chi viaggia con bambini che si divertiranno a osservare le numerose specie animali provenienti da ogni parte del mondo. 

Lo zoo è aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 17:00 ( il sabato e la domenica l’apertura è prolungata fino alle 17:30 durante i mesi estivi). Il biglietto di ingresso ha un costo di circa 20$ per gli adulti, e di circa 15$ per i bambini dai 2 ai 12 anni.

Sheep Meadows / The Mall

Central Park cosa vedereGià all’altezza della 66th St, potreste decidere di fermarvi per un break: la distesa verde di Sheep Meadows, un tempo destinata al pascolo delle pecore e ora teatro di manifestazioni e concerti, vi accoglierà per un pit-stop. Non lontano, appena più a est, troverete la Literary Walk (dedicata a grandi scrittori non solo americani) e poi, l’area di The Mall, che offre una imperdibile particolarità botanica: celebre e fotografatissima è infatti la passeggiata lungo il curato viale di olmi americani.

Nell’area del The Mall potrete incontrare molte statue e memoriali dedicati a eventi storici, artisti e personaggi famosi; fra le più popolari segnaliamo il Beethoven Monument, la statua del cane Balto (l’eroico cane da slitta la cui storia è stata resa immortale dal celebre film d’animazione), il Women’s Rights Pioneers Monument, oltre che tutte le statue dedicate ai più importanti autori della letteratura mondiale come William Shakespeare e Sir Walter Scott.
 

Strawberry Fields / Dakota Building / Bethesda Terrace  

Central Park cosa vedereCi troviamo quasi arrivati nella centrale Bethesda Terrace, una delle zone più celebri del parco in assoluto, nonché forse la più frequentata e immortalata nei film di Hollywood. Ma prima, un momento di raccoglimento: siamo nei pressi della 72nd St.

Qui gli amanti dei Beatles sono pronti a versare le loro amare lacrime, perché Strawberry Fields è un giardino a forma di lacrima dedicato alla memoria di John Lennon. Fermatevi ad ammirare il mosaico di Imagine, e lasciate un fiore, ascoltando la voce di qualche appassionato nei dintorni che canta i successi dei Beatles.

Anche se non potrebbe essere considerata un’attrazione vera e propria di Central Park, appena fuori i confini del parco di fronte a Strawberry Fields si erge proprio il tristemente famoso Dakota Building. È di fronte al suo ingresso che fu infatti ucciso John Lennon nel 1980. Se volete scoprire qualcosa in più sulla storia e sulle peculiarità di questo luogo potete leggere il nostro articolo completamente dedicato al Dakota Building.

Cosa Vedere a Central ParkSpostandovi al centro del parco, raggiungete dunque Bethesda Terrace, che è considerata il cuore di Central Park a New York. Di qui potrete ammirare una splendida vista di The Lake, il secondo lago più grande del parco, o avventurarvi per i sentieri ombrosi nei pressi del Bow Bridge. Fate attenzione, più a est, nei pressi della 72nd, troverete Conservatory Water: occhio alle statue di Alice nel paese delle meraviglie!

The Ramble / Cedar Hill / Loeb Boathouse

Cosa Vedere a Central ParkIl bosco di The Ramble, area del parco amata dai cultori del birdwatching, è davvero un mondo naturale a sé.  Potrete imboccare i suoi sentieri saliscendi nei pressi della 75th St, e immergervi in un’oasi ombrosa, seguendo con lo sguardo il volo degli uccelli, perfettamente a loro agio tra gli alberi del bosco.

Cercate i punti panoramici più affascinanti, o rilassatevi nei pressi di Oak Bridge, su una panchina immersa nel verde. Potrete decidere se dirigervi verso Cedar Hill, in direzione est, per un pic-nic sul prato di una collina nei pressi di un boschetto, oppure dirigervi verso un’altra area molto nota di Central Park: Great Lawn.

Se invece volete soffermarvi ancora nei dintorni del grazioso laghetto una sosta consigliata è sicuramente quella presso la Loeb Boathouse. Si tratta dello storico e più famoso ristorante del parco, in cui potrete rilassarvi godendovi gli splendidi panorami di Central Park. Questo è anche il luogo in cui noleggiare una barca per passare qualche momento indimenticabile lungo il lago.

Great Lawn / Belvedere Castle / Swedish Cottage Marionette

Cosa Vedere a Central ParkLa zona di Great Lawn, che si estende per 55 ettari tra la 79th St  e l’85th St, è una delle più celebri di Central Park, anche per la proposta artistica, perlopiù musicale, che offre in alcuni periodi dell’anno: se andate in estate, potrete assistere a un concerto della  New York Philarmonic Orchestra, ma questo curatissimo e scenografico parco ha ospitato anche concerti di artisti del calibro di Simon e Garfunkel, Diana Ross, Paul Simon e Bon Jovi.

Central Park cosa vedereNei dintorni di questa area verde troverete lo Shakespeare Garden e il Delacorte Theater, che ospita un festival dedicato al grande scrittore inglese; lo stravagante Belvedere Castle, dalla cui torre il National Weather Service valutava le condizioni meteorologiche della città; l’antico Obelisk, denominato anche Cleopatra’s Needle, risalente al 1877 e arrivato in America come dono dell’Egitto. Non lontano, vedrete il Metropolitan Museum of Art, il cui ingresso è però dalla 5 Ave all’angolo con 81st St o dalla 5 Ave all’angolo con 82nd St.

Sempre in questa zona vale la pena segnalare anche lo storico Swedish Cottage Marionette. Si tratta dell’unico edificio di tutto Central Park a non essere stato originariamente creato per il parco, fu infatti costruito in Svezia e trasportato negli Stati Uniti nel 1876 in occasione della Philadelphia Centennial Exhibition in modo che potesse testimoniare un classico esempio di architettura svedese. 

Non ci sono fonti certe che testimonino il motivo per cui sia finito a Central Park ma, prima di diventare un popolare teatro di marionette, durante il corso della sua storia ha avuto diversi utilizzi: da capanno per gli attrezzi, a sede della Civil Defense di New York. Se state viaggiando con bambini al seguito potrebbe essere una buona idea quella di controllare il calendario degli spettacoli sul sito ufficiale.

Reservoir / North Meadow

Cosa Vedere a Central ParkLa nostra lunghissima passeggiata sta giungendo alla conclusione ma, arrivati all’altezza della 86th St, vi troverete davanti all’immensa distesa d’acqua del bacino artificiale Reservoir. Intorno a questo lago, un tempo capace di distribuire acqua potabile alla città, potrete fare una lunga passeggiata e osservare le frotte di newyorkesi che fanno jogging o corrono in bicicletta, oppure mettervi a sedere al tramonto e osservare i giochi cromatici della luce sull’acqua.

Dalla 97th St fino alla 110th St, si estende invece l’area di North Meadow, perlopiù dedicata agli sport di squadra, esattamente come Heckscher Ballfields: campi di baseball e softball che si fanno anche palcoscenico per partite di calcio.

Ma anche in questa zona, la natura compie il suo atto di resistenza alla città: potrete raggiungere le gentili cascatelle naturali di The Loch e the Ravine (tra la 103rd e la 106th), perdervi tra gli elegantissimi giardini in stile europeo di Conservatory Garden o isolarvi per un pic-nic a Great Hill, prima di tornare tra le strade di New York.

Mappa itinerario dettagliato a piedi

Per farvi un esempio di come visitare il parco, abbiamo deciso di fare una sorta di lunga passeggiata da sud a nord (perché è molto probabile che proveniate da sud), segnalando i punti più interessanti da vedere. Tenete presente che alcuni percorsi possono non essere quelli più rapidi, usate quindi questa mappa come traccia indicativa del percorso da seguire.

Eventi a Central Park

Central Park non è solo il polmone verde di New York in cui praticare sport o passeggiare ma è anche uno dei fulcri dell’intrattenimento cittadino. Qui infatti sono molti gli eventi che vengono organizzati in tutti i mesi dell’anno. Per questo elencarli tutti sarebbe impossibile per questo può essere sicuramente utile visitare la pagina dedicata del sito ufficiale del parco.

Attrazioni nelle vicinanze

Ecco alcune fra le attrazioni più famose che si trovano nelle immediate vicinanze dai confini di Central Park

Dove Mangiare a Central Park

Se volete trovare un luogo in cui comprare qualcosa da mangiare dentro Central Park ne troverete in grado di soddisfare qualsiasi gusto. Ecco una selezione dei principali punti ristoro:

  • Le Pain Quotidien
  • Tavern On The Green
  • Loeb Boathouse
  • Dancing Crane Café
  • Public Fare
  • Ballfields Café
  • Melba’s Restaurant at Wollman Rink
  • Maoz Vegetarian

Oltre ai locali citati sparpagliati in più punti del parco troverete numerose bancarelle per prendere uno spuntino o qualche cosa da bere al volo. 

Se però volete provare qualcosa di caratteristico fate un salto da Burger Joint per mangiare uno dei migliori hamburger di New York in un locale decisamente caratteristico. Si trova al 119 W 56th St a pochi passi dalle entrate sud di Central Park. 

Alberghi nei pressi di Central Park: dove dormire?

Alloggiare in un albergo con un affaccio direttamente su Central Park è un’esperienza affascinante. Non solo la bellezza, ma anche la vicinanza ad alcuni dei principali musei di New York e la comodità dei servizi, che collegano facilmente quest’area al resto della città. Per trovare un alloggio in zona vi consigliamo di dare un’occhiata all’approfondimento su dove dormire a New York – Central Parke di leggere i nostri consigli sugli appartamenti vacanze New York, dove sono segnalate alcune interessanti case per le vacanze vicino a Central Park.

In conclusione, se riuscirete a organizzare bene la vostra passeggiata fra le tante cose da vedere a Central Park, potrete raccontare di aver visitato una “metropoli naturale” all’interno di New York: un toccasana per i polmoni, ma anche e soprattutto per gli occhi e per lo spirito.


Un Consiglio Importante:
Ricordati l’assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?

AVVISO COVID: Gli Stati Uniti hanno riaperto al turismo. Per saperne di più sui requisiti di accesso visitate la nostra pagina su come viaggiare in America dopo la riapertura delle frontiere.


Potrebbe interessarti

bernardo pacini
Bernardo Pacini

Scrivo di viaggi in USA e Spagna, ma ho pubblicato anche alcuni libri di poesia e traduzioni di poeti americani. Tra le mie passioni, oltre ai viaggi, la letteratura, la musica prog, la Fiorentina e la buona cucina.

Leggi prima di lasciare un commento
I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma. Per pubblicare un commento scorri in basso.

AMERICAN DREAM ROUTES