Santa Fe New Mexico Cosa Vedere

Santa Fe: cosa vedere fra Old Town, chiese con scale miracolose e tradizioni locali

Maggio 31, 2021 /
Avviso COVID
Gli Stati Uniti hanno riaperto al turismo l’8 dicembre 2021. Per saperne di più visitate la nostra pagina su come viaggiare in America dopo la riapertura delle frontiere.

C’è un aggettivo che accomuna gran parte dei commenti sulla nostra meta: adorabile. E non c’è termine più appropriato per dipingere Santa Fe, una perla nel nord-est del New Mexico. La città ha un fascino tutto suo e, anche se è la capitale e la quarta città per dimensione del suo stato, ha ben poco a che fare con architetture moderne o grattacieli. La città è anche famosa perché da qui passa un tratto della storica Route 66.

Santa Fe non rappresenta certamente il classico stereotipo di città americana, è piuttosto una splendida realtà che conquista con il suo stile, il suo background culturale, i suoi edifici dal caldo colore rosato e il suo centro che si gusta passo dopo passo. Il nostro invito è di visitare quest’angolo di New Mexico e scoprire le bellezze della “city different”.

  

Il clima di Santa Fe

Fondata nel 1610 si trova nella Rio Grande Valley è attraversata dall’omonimo fiume e circondata dalle Sangre de Cristo Mountains (si pensa che il nome della catena sia riferito alle sfumature rosate che si creano all’alba e al tramonto, addirittura anche quando sono coperte dalla neve).

Santa Fe è in altura, a più di 2000 metri sul livello del mare, di conseguenza l’escursione termica è significativa e l’abbigliamento dovrebbe seguire la tecnica del cosiddetto “onion style”, lo stile stratificato “a cipolla” che consente di gestire al meglio le variazioni di temperatura. In estate il caldo non è soffocante, cosa molto positiva. La città è soprannominata “the city different” per la presenza di nativi, ispanici e anglosassoni, un valore aggiunto anche per l’architettura, il cibo e l’arte che da questo mix hanno tratto origine. Pronti per fare un giro?

Cosa vedere a Santa Fe

La Old Town

Santa Fe Cosa VedereIl downtown, ossia il cuore della città, coincide con l’antica Old Town, il centro storico in cui si svolgono eventi, si trovano ristoranti, caffetterie, negozi, uffici, hotel, edifici governativi e punti d’interesse. Questa è l’area più visitata. La particolarità di Santa Fe è l’armonia creata dai molteplici edifici in adobe, una mistura di sabbia, argilla e paglia particolarmente utilizzata nelle costruzioni del nord del New Mexico.

Il centro città trasmette subito un senso di abbraccio, di accoglienza e mentre si passeggia lungo le sue strade ci si sente bene, si avverte chiaramente il mix di culture. Entriamo a curiosare nei negozi che propongono abbigliamento, arte, gioielli e souvenir tipici del mondo western e dei nativi.

Mentre camminiamo non possiamo fare a meno di notare la presenza di peperoncini rossi appesi ai porticati e dovunque si possano far penzolare. Assaporiamo la serena e vivace atmosfera cittadina poi ci lasciamo tentare dal profumo del carretto che sforna fajitas in quantità industriali con la certezza che la lunga fila in attesa è garanzia di bontà.

Santa Fe Plaza

Attrazioni Santa FeSanta Fe Plaza è l’anima del downtown che sfoggia il suo stile coloniale spagnolo intorno al parco centrale, punto di ritrovo, di aggregazione e di momenti di spettacolo. A questo proposito in mezzo al verde c’è un palco in cui si alternano esibizioni e poi fra alberi, panchine e lampioni spicca anche l’American-Indian War Memorial, un obelisco eretto in ricordo dell’omonima guerra del 1862. Tutt’intorno ci sono negozi, ristoranti e venditori di cibo: ottimo street food con chili, tacos, tortillas e fajitas, proprio quelle che abbiamo sperimentato con soddisfazione! Durante le feste natalizie la plaza viene illuminata e decorata creando un’atmosfera suggestiva, molto sentita.

Su un lato della piazza si affaccia il Palace of the Governors (105 W. Palace Ave.) costruito nel 1610 per ordine del governatore Pedro De Peralta. Prima che venisse eretto lo State Capitol questo palazzo in adobe ospitava gli uffici governativi, ora invece è la sede del museo di storia dello stato. L’edificio si visita tutti i giorni dalle 10 alle 17 al costo di 12$ ed è chiuso il lunedì da novembre ad aprile. Una caratteristica costante del porticato del palazzo è la presenza di nativi americani che vendono il loro artigianato tipico, principalmente gioielli. Molti articoli sono realmente creati a mano, alcuni davanti ai nostri occhi, e se s’intende portare a casa qualcosa di locale questa è una bella opportunità.

Le chiese di Santa Fe

Santa Fe New MexicoLasciamo la piazza ma restiamo nella Old Town e in fondo a San Francisco Street la Cathedral Basilica of St. Francis of Assisi è un richiamo per tutti. La si vede già in lontananza con il suo stile romanico revival. È bello capitare nel momento in cui si sentono le campane, qualcosa di familiare come lo è anche la statua di San Francesco eretta nel piazzale d’ingresso insieme a quella della prima santa indiana e del primo vescovo.

L’architettura è molto gradevole e notiamo tanti elementi armoniosi: il rosone, l’organo, l’imponente fonte battesimale in granito, le stazioni laterali della crocefissione, i dipinti alle finestre e le colonne corinzie. Visitiamo anche le due cappelle e il santuario. Questa è la chiesa madre dell’arcidiocesi di Santa Fe e l’ulteriore il titolo di basilica le è stato conferito da Papa Benedetto XVI.

Visitare Santa Fe

Una menzione particolare va alla Loretto Chapel (207 Old Santa Fe Trail), una bella chiesetta in stile gotico nota per una particolarità significativa che si trova al suo interno e che viene considerata miracolosa: una scala a spirale costruita nel 1877 senza chiodi ne’ sostegni che collega la zona del coro situata a quasi sette metri da terra. Questa scalinata racchiude in sé tre misteri: l’identità del suo costruttore, il tipo di legno usato e il metodo di costruzione.

Santa Fe Loretto Chapel

Nel tempo la scala è stata corredata di qualche punto di sostegno e di ringhiera affinché le suore potessero utilizzarla in sicurezza, ma la foto di come la scala era in origine è ben esposta e sorprende i visitatori. Anche se la cappella ora è un museo si celebrano molti matrimoni. L’ingresso è a pagamento al costo di 3$.

Santa Fe Cosa Vedere

Continuiamo ad apprezzare la vena artistica di Santa Fe al Santuario de Guadalupe (100 S. Guadalupe St.) eretto nel 1781 in onore della Madonna. La statua di poco più di 3 metri e mezzo che la raffigura si trova davanti alla chiesa ed è molto venerata. Ora la cappella del santuario è un museo di arte e storia che contiene una collezione di incisioni raffiguranti i santi dell’arcidiocesi di Santa Fe più alcuni dipinti del rinascimento italiano e del barocco messicano. Nella parete che fa da sfondo all’altare troneggia la Madonna di Guadalupe, un grande e pregiato dipinto in olio.

State Capitol

Attrazioni Santa FeLo State Capitol (411 State Capitol) è l’unico campidoglio a forma circolare degli Stati Uniti (The Roundhouse) ed è stato costruito con un mix di stile New Mexican e neoclassico. Sopra ogni ingresso è apposta un’incisione in pietra raffigurante il sigillo di stato del New Mexico. La rotonda al centro dell’edificio ha un diametro di 15 metri e un’altezza di 18, con il secondo, il terzo e il quarto piano che si affacciano nell’atrio.

È un ambiente d’effetto, rifinito con travertino e intarsiato con mosaici color turchese e ottoni. Il lucernario del soffitto è particolarmente interessante: è stato progettato per assomigliare all’intreccio dei cesti indiani, con vetri colorati blu e rosa pallido che rappresentano rispettivamente il cielo e la terra. Le bandiere delle 33 contee del New Mexico sono esposte internamente sul balcone del quarto piano. Davvero un bell’edificio.

Canyon Road

Visitare Santa FeFuori dal centro città Canyon Road si sviluppa per circa ottocento metri, è una strada particolare che pullula di energia e creatività. È una mecca dell’arte che ospita una lunga serie di laboratori artistici. È da vedere anche se non si vuole destinare molto tempo a questo genere di cose se non altro perché alcune opere sono esposte all’esterno dei laboratori lasciando chiaramente trapelare gli stili degli artisti, e se ne vedono delle belle!

All’estremità ovest di Canyon Road s’incrocia il Paseo de Peralta e al civico 617 c’è uno spiazzo in altura da cui, con una camminata di pochissimi minuti, si raggiunge la Cross of the Martyrs. Questa grande croce bianca di circa 7 metri commemora i frati e i coloni spagnoli deceduti durante la pueblo revolt del 1680. Da qui si ammira un bel panorama della città e si scorge chiaramente la forma arrotondata dello State Capitol.

Il Museum of International Folk Art (706 Camino Lejo) è la ben riuscita esposizione della più grande collezione di arte folcloristica del mondo divisa per aree geografiche ed è anche una location per mostre. È aperto dalle 10 alle 17 al costo di 12$ ed è chiuso il lunedì da novembre ad aprile. Il Museum Hill Cafè è un buon punto di ristoro in cui fermarsi prima o dopo la visita.

Il quartiere di Analco

Santa Fe New MexicoIl quartiere storico di Analco, a sud del fiume Santa Fe, è prevalentemente residenziale con alcuni edifici storici. Qui segnaliamo la Saint Miguel Chapel (314 Delgado St.) una chiesa in adobe costruita nei primi anni del 1600 sotto la direzione dei frati francescani e considerata la chiesa più antica degli Stati Uniti continentali. La statua del santo è al centro della pala sopra l’altare e sopra di essa c’è un dipinto raffigurante il Cristo Nazareno.

Costruita sulle rovine di un insediamento indiano, nello stesso quartiere si può visitare la cosiddetta casa più vecchia degli Stati Uniti (215 E. De Vargas St.), ma quest’affermazione pone un quesito: se St. Augustine in Florida è la città più vecchia d’America con tanto di lapide sulla casa più antica (Gonzales-Alvarez house), dov’è la verità? La cosa buffa è che perfino alcune ricerche su Internet hanno dato risposte discordanti e pongono la nostra stessa domanda. Forse la classifica si rifà a cavilli del tipo “continuamente abitata” o “fondata dagli europei piuttosto che dai nativi”. Comunque per noi non è vitale saperlo e apprezziamo la storicità dell’edificio, con o senza primato.

Gli eventi di Santa Fe

Santa Fe è attiva e ricca di eventi. Dal 1949 in giugno si svolge il Rodeo presso il Santa Fe Rodeo Grounds (3237 Rodeo Rd.). Il biglietto dà diritto ad assistere alle varie gare: monta del toro, gimcana fra i barili e gara individuale o a squadra col lazo. Nel complesso c’è anche un negozio a tema che ci ha invogliato a fare acquisti. Siamo colpiti dai copricapo stetson e dai caratteristici bolo, una sorta di cravattine-gioiello da uomo (optiamo per il bolo, molto meno ingombrante) e non mancano le consuete bancarelle e vari stand.

E se il 4 luglio ovunque negli States è festa grande anche qui lo è e non si celebra solo la storia perché il Pancakes on the Plaza organizzato dal Rotary Club di Santa Fe è una celebrazione divertente e golosa! Al costo di 10$ si apprezza un’esposizione d’auto, si ascolta musica dal vivo, si passeggia fra mostre d’arte e di artigianato, il tutto “condito” da ottimi pancake.

L’International Folk Art Market (706 Camino Lejo) è un evento a pagamento che si svolge in luglio e raccoglie artisti da tutto il mondo che espongono le loro opere. Il nome non deve trarre in inganno perché non si tratta solo di un mercato ma un grande momento che riunisce diverse attività. Per approfondire la conoscenza dell’arte contemporanea dei nativi americani e la loro cultura l’Indian Market è l’occasione ideale. Si svolge in agosto intorno alla Santa Fe Plaza mentre in altre location della città si tengono altri eventi legati alla popolazione pellerossa.

Non sorprende che i nativi americani non celebrino il Columbus Day. In quel giorno, secondo lunedì di ottobre, festeggiano il Indigenous People’s Day Celebration, una festa molto sentita in tutta la contea di Santa Fe. Lo si percepisce dai rituali, balli, canti e musica a cui si può assistere nella piazza. Durante il nostro viaggio abbiamo avuto l’onore di assistere alla cerimonia di ufficializzazione di questa festa da parte delle autorità di governo locali e federali ed è stata un’emozione condividere la gioia dei nativi.

Christmas Eve Canyon Road è l’evento della vigilia di Natale che vede protagonista una suggestiva camminata in Canyon Road illuminata e agghindata a festa. Inizia al calar del sole e si conclude quando tutti i partecipanti arrivano al termine della lunga strada (quella con i laboratori artigianali) e talvolta capita che qualcuno durante il percorso si fermi ad osservare nei cortili quanto di più strano si possa creare.

Fare shopping a Santa Fe significa sicuramente visitare i caratteristici negozi della Old Town ma, volendo, anche classici centri commerciali come il Santa Fe Place Mall (4250 Cerrillos Rd.) e De Vargas Center (564 N. Guadalupe St.). Anche Cerrillos Road offre spunti per fare acquisti.

Consigli su dove mangiare

Dove mangiare a Santa FeNon si può lasciare Santa Fe senza assaggiare la sua cucina, sarebbe un grave errore. Segnaliamo alcuni ristoranti cominciando da La Plazuela (100 E. San Francisco St.), un grazioso locale casualchic dall’atmosfera spagnoleggiante presso il bellissimo e centrale hotel La Fonda. Vetri decorati, una fontana piastrellata e un tranquillo ambiente verdeggiante e colorato danno la percezione di essere in un cortile dal sapore latino. Il menu propone principalmente piatti tradizionali della cucina del New Mexico con un tocco in più. Questo è uno dei ristoranti storici più apprezzati in città e il bello è che i costi non sono proibitivi.

Il Rooftop pizzeria (60 E. San Francisco St.- piano superiore della Santa Fe Arcade) è noto per il patio che si affaccia sulla strada e sulla plaza. Ovviamente il piatto top è la pizza, ottima, ma nel menu si trovano anche antipasti, pasta, insalata e buoni vini. Dal 1974 piatti tipici del New Mexico come chili, burritos e tortillas “vanno via alla grande” e con prezzi contenuti da Tia Sophia’s (210 W. San Francisco St.) specializzata anche nel servizio di take out.

Ottima carne si apprezza al ristorante Rio Chama Steakhouse (414 Old Santa Fe Trail) che propone pietanze della cucina americana e del New Mexico in sala oppure nel patio e nel cortile. Una curiosità sui ristoranti. Da queste parti capita che venga chiesto red, green or Christmas? Questo si riferisce alla scelta del tipico peperoncino chili: rosso, verde o entrambi.

Se il tempo che avete a disposizione è poco e preferite affidarvi ad un food tour potete fare affidamento al Santa Fe ‘Sip and Savor’ Food Tour che vi permetterà di avere un’idea generale della cucina e dei sapori particolari di questo angolo del New Mexico.

Dove dormire a Santa Fe

Santa Fe dove dormire
La Fonda on the Plaza

Fra le varie proposte di pernottamento in città questi sono i nostri consigli. In posizione centrale, La Fonda on the Plaza (100 E. San Francisco St.) è uno storico albergo in adobe, elegante e dallo stile tipico del sud-ovest. Le camere e le suite, dotate di wi-fi, sono rifinite con dettagli artistici. L’hotel dispone di negozi, ristoranti e lounge con musica. L’hotel Las Palomas (460 W. San Francisco St.) è una struttura in stile New Mexico con camere dotate di wi-fi e caminetto, arredate ognuna con un proprio stile e opere di artisti locali.

L’Inn of the Turquoise Bear (342 E. Buona Vista St.) è un B&B situato in una proprietà storica di fine ‘800 non lontano dalla plaza. La struttura, immersa in un giardino lussureggiante, offre il wi-fi, servizio di concierge e tea pomeridiano. Le stanze e le suite si contraddistinguono per il loro arredamento. L’Inn on the Paseo (630 Paseo de Peralta) è un B&B situato in una proprietà risalente agli anni ’20 e non troppo distante dal centro. La struttura dispone di 18 camere e suite dotate di wi-fi, ben arredate e ognuna con un proprio stile.

Tutti gli alberghi di Santa Fe

Escursione in giornata

A circa 1 ora e 30 di distanza da Santa Fe segnaliamo due escursioni possibili nel complesso anche in giornata.

Taos Pueblo

Taos Pueblo Escursione Santa FeIniziamo dall’imperdibile Taos Pueblo, patrimonio mondiale dell’Unesco. In questo grande e straordinario sito abitativo interamente costruito in adobe i nativi americani aprono le porte ai visitatori che scoprono da vicino e toccano con mano una realtà fino a quel momento vista solo per immagini. È possibile acquistare il loro artigianato locale, pane appena sfornato e qualche dolce. Il biglietto ha un costo di 16$. Troviamo edifici in adobe anche nel paese di Taos a  circa dieci minuti d’auto, ma l’impatto non è lo stesso.

Il suo piccolo cuore cittadino è la rilassante Taos Plaza, un parco con alberi, panchine, un gazebo e la statua di un personaggio locale di rilievo, Padre Ramirez (sacerdote, educatore, politico, editore e agricoltore). Intorno alla piazza si trovano negozi e lo storico hotel La Fonda (omonimo di quello a Santa Fe ma neanche “parente”). Dal 1843 fino al 1868 il famoso esploratore, soldato e cacciatore del far west Kit Carson ha abitato qui. La strada dove ha vissuto fino alla morte porta ora il suo nome e al civico 113 il Kit Carson Home & Museum è un sito molto frequentato.

C’è tempo anche per transitare lungo il Rio Grande Gorge Bridge (chiamato anche Gorge Bridge) a circa 15 chilometri a nord-ovest di Taos. Questo ponte in acciaio si erge sopra una gola a 172 metri sopra il fiume Rio Grande. Si può godere della vista panoramica dai camminamenti laterali del ponte adibiti al passaggio dei pedoni.

Se per visitare il Pueblo e la particolare cittadina di Taos lasciando preferite lasciare la vostra macchina parcheggiata almeno per mezza giornata potete approfittare di un tour organizzato. In particolare potete fare riferimento al Taos Highlights Tour che, in circa tre ore, vi permetterà di godere al meglio delle bellezze della zona.

Potete inoltre scoprire tutti gli altri villaggi indiani dello stato leggendo il nostro articolo dedicato ai Pueblo del New Mexico.

Bandelier National Monument

Bandelier escursione Santa FeA circa 50 minuti di macchina da Santa Fe si trova il Bandelier National Monument dove potrete osservare i resti delle antiche abitazioni dei nativi Anasazi scavate lungo le pareti rocciose del Frijoles Canyon. Anche in questo caso potete scegliere un tour organizzato che vi permetterà di scoprire le bellezze naturali di questo parco con l’ausilio di una guida locale.

Per raggiungere Santa Fe si può fare riferimento al suo aeroporto municipale (121 Aviation Dr.) oppure, a 1 ora d’auto, a quello di Albuquerque (2200 Sunport Blvd.) ma entrambi non hanno voli diretti con l’Europa. A meno di 6 ore l’aeroporto internazionale di Denver in Colorado (8500 Peña Blvd.) effettua invece collegamenti con l’Europa.


Un Consiglio Importante:
Ricordati l’assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?

Marianna Licia e Paolo

Ciao, siamo una famiglia romagnola al completo: Marianna con la sua passione per la geografia e il folklore, Paolo esperto di modellismo e bricolage, Licia appassionata di lingua inglese e di cucina. Al di là dei nostri spiccati interessi individuali, due passioni ci accomunano profondamente: la fotografia e il viaggiare, in modo particolare negli Stati Uniti. Ogni aspetto di questa terra ci incuriosisce e i suoi grandi spazi ci emozionano.

Leggi prima di lasciare un commento
I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

AMERICAN DREAM ROUTES