Il parco di Star Wars in California: il nuovo pianeta di Disneyland!

Ottobre 9, 2020 /
copertina-disney-star-wars

Tutti i fan di Star Wars sanno che, dopo esser stati monopolio di 20th Century Fox per 35 anni, dal 2012 i diritti di una delle saghe più famose di sempre sono in mano alla Disney. A partire da quella data epocale per il mondo del cinema, hanno sbancato i botteghini due dei tre film previsti: Star Wars – Il risveglio della Forza (2015) e Star Wars – Gli ultimi Jedi (2017) e gli spin-off della Star Wars Anthology (Solo e Rogue One). Come noto, però, l’universo Disney non si limita a produrre dei film, ma crea un’enorme aspettativa tra gli appassionati su ogni versante commerciale; in particolar modo, i loro parchi a tema in USA (e non solo) vengono immediatamente messi sotto i riflettori in attesa che vengano svelate sempre più avveniristiche e spettacolari attrazioni. Oggi voglio raccontarvi come un nuovo pianeta della galassia di Guerre Stellari ha aperto i battenti in California!

Star Wars e Disneyland: ecco come nasce un pianeta!

Bisogna dire che Disneyland Los Angeles e Disney World Orlando si son fatti un po’ attendere: limitandoci per il momento al parco californiano, non potevamo certo dirci soddisfatti dalle due attrazioni Star Tours – The Adventures Continue e Star Wars Launch Bay, inaugurate nella sezione di Tomorrowland rispettivamente nel 2011 e nel 2015. Un po’ come Harry Potter per gli Universal Studios (di fatto era questo il vero, temuto concorrente con cui mettersi in competizione), il mondo di Star Wars meritava qualcosa di più che due giostre: ci si aspettava un’intera sezione del parco che ricreasse fedelmente quell’immaginario, in pieno stile Disney.

Finalmente nel 2015, anno dell’inaugurazione di Star Wars Launch Bay, fu annunciata anche la creazione di un’area a tema Star Wars di 14 acri: ci è voluto un po’ ma finalmente ci siamo! Da giugno 2019 a Disneyland Los Angeles è aperta Star Wars: Galaxy’s Edge, una nuova area del parco che ospita Batuu, una remota città di frontiera su un pianeta dell’orlo esterno della galassia: un luogo totalmente inedito nei film finora pubblicati e destinato a diventare una mecca per tutti gli amanti della saga!

La città di Batuu

disneyland-star-wars-los-angeles

Si entra nella cittadina di Batuu tramite la Resistance Forest, che è il luogo in cui sorgerà l’altra attrazione prevista: Star Wars: Rise of the Resistance. Attraversata la foresta, si arriva nel cuore della cittadina di Batuu: il mercato di Black Spire Outpost. Costruito e allestito nel classico stile marocchino-orientaleggiante, questo incredibile spazio permette di immergersi totalmente in un’esperienza realistica targata Star Wars, resa ancor più suggestiva dalla presenza dei personaggi in costume. Potrete entrare nei ristoranti e nei piccoli locali che animano il mercato godendovi gli incredibili dettagli e cercando di resistere alla tentazione di comprare tutti i gadget a tema dei negozi disponibili (che tra poco vi elencherò).

Le rides

millennium-falcon-los-angeles

Le ride di Galaxy’s Edge non sono l’unico motivo, ma sono sicuramente il principale, quello per cui decine di migliaia di persone hanno già preso d’assalto il pianeta di Batuu nei primi tempi di apertura. L’aspettativa era così tanta che a Disneyland hanno dovuto limitare le visite tramite un sistema di prenotazioni attivo dal 31 maggio al 23 giugno 2019 (poi l’ingresso è libero). Come anticipato, le attrazioni di quest’area sono due, ma al momento in cui scriviamo (giugno 2019) solo una è già aperta: Millennium Falcon: Smugglers Run.

Millennium Falcon: Smugglers Run

Se come me eravate impazienti di vedere cosa si sarebbero inventati in casa Disney, avrete sicuramente visto qualche foto in anteprima che ritraeva il Millennium Falcon a grandezza naturale, parcheggiato ai piedi di alcuni edifici aggrappati su alte rupi a picco di quello che poi abbiamo scoperto essere il pianeta Batuu. L’attrazione prevede che siate voi a pilotare l’indimenticabile nave spaziale di Han Solo, Chewbecca e Lando Calrissian durante una missione supersegreta nell’iperspazio, rispondendo all’appello di Hondo Ohnaka che è alla disperata ricerca di personale (anche senza esperienza) per un’avventura: portare della merce importante attraverso le aree più pericolose della galassia.

Se volete qualche dato tecnico, posso dirvi che si tratta di una dark ride interattiva che somiglia più a un grande videogioco che a una classica attrazione 3D: sarete voi e soltanto voi a guidare la navicella, interpretando al meglio uno dei ruoli che vi saranno assegnati durante la presentazione della ride: pilota, ingegnere e artigliere. Inutile dire che la durata e il tipo di missione cambieranno ogni volta, a effetto della vostra bravura a bordo. Ovviamente, in pieno stile Disney, tutta gli interni della navicella nelle aree di passaggio e di attesa sono allestiti con cura maniacale e offrono la possibilità di vedere notevolissimi dettagli del Millenium Falcon da più prospettive.

Star Wars: Rise of the Resistance

Questa sarà la seconda attrazione di Galaxy’s Edge. Non si sa ancora molto su cosa ci aspetta, però è noto che Star Wars: Rise of the Resistance permetterà ai visitatori di assistere a una battaglia della Resistenza contro il Primo Ordine. Si parla di un altissimo livello tecnologico, il cui perfezionamento richiede ancora un’attesa non quantificabile. Una cosa però è certa: a Disneyland hanno promesso che Rise of the Resistance sarà pronta entro l’anno.

Star Wars in California
A noi piace molto andare a ricercare gli scenari che hanno fatto da sfondo ai film di Star Wars: se il pianeta Batuu vi ha invogliato a vedere con i vostri occhi anche le location dove effettivamente sono stati girati gli altri film, date un’occhiata al nostro articolo dedicato a Star Wars in California.

Gli show e l’incontro coi personaggi

Star-wars-a-Los-Angeles

Girovagando all’interno di Galaxy’s Edge, troverete anche la ricostruzione dello shuttle TIE Echelon: questo è il palcoscenico per uno show che ha come attore principale uno dei protagonisti più discussi e importanti della saga nella sua fase disneyana, Kylo Ren. Ogni 60 minuti assisterete a un breve spettacolo in cui Ren annuncia di essere sbarcato su Batuu con lo shuttle per cercare Rey. Dopo la rappresentazione, gli stormtrooper, i generali e il capo supremo del Primo Ordine scendono tra di noi per foto e incontri ravvicinati.

Un altro show simpatico ha come protagonista Chewbacca: lo vedrete mentre tenta di rimettere in moto il caccia X-Wing. Anche in questo caso ci sarà la possibilità di avvicinarsi a lui e fare una foto, come nel caso di Rey che, per quanto un po’ difficile da trovare, effettivamente si trova a Batuu, come affermava Kylo Ren!

Lo shopping nei negozi e le botteghe fai-da-te

Star-wars-a-Los-Angeles
Droid Depot

Non mancano i negozi di souvenir e oggettistica “tradizionali”, allestiti però in stile Star Wars e curati in ogni singolo dettaglio:

  • Dok-Ondar’s Den of Antiquities è una misteriosa e oscura bottega che rivende antichità, vecchi oggetti più o meno preziosi provenienti da diversi pianeti e risalenti ad ere diverse.
  • Black Spire Outfitters: negozio di abbigliamento per chi vuole vestirsi alla moda di Batuu o semplicemente per chi desidera un capo casual in stile Star Wars da sfoggiare al ritorno a casa.
  • First Order Cargo: negozio di abbigliamento e souvenir, pensato per chi non riesce a nascondere la propria fascinazione per il lato oscuro.
  • Resistance Supply: per chi si sente pronto ad arruolarsi nella Resistenza e vuole vestiario e armamentario adatti. Troverete questo negozio vicino alla Resistance Forest.
  • Creature Stall: i grandi e piccini da sempre affascinati dalle bizzarre e mostruose creature che popolano la galassia vadano in questo negozio di giocattoli: troveranno pane per i loro denti.
  • Toydarian Toymaker: altro bazar che vende giocattoli, miniature e souvenir artigianali. Pensato per chi non vuole lasciare Bautu senza aver acquistato un piccolo peluche di Wookiee.

Oltre a spulciare gli scaffali di questi negozi, avrete la possibilità di fare un’esperienza davvero inedita. Avreste mai pensato di poter assemblare con le vostre mani un droide o una spada laser? Quelli di Disneyland hanno pensato bene di rendere realtà questo sogno:

  • Savi’s Workshop – Handbuilt Lightsabers: se avere una spada laser tutta per te non ti basta, forse è perché ne vorresti una personalizzata e soprattutto vorresti la benedizione di Yoda. Bene, entra nel segretissimo laboratorio di Savi, dove troverai alcuni “Gatherers” indaffarati che ti aiuteranno ad assemblare la tua spada laser, disponibile all’acquisto non prima del lasciapassare di Yoda. Attenzione: questa esperienza in bottega richiede una prenotazione. Le code sono lunghe!
  • Droid Depot: non sarebbe mica male avere un droide al proprio servizio! Se lo hai pensato almeno una volta, quando ti troverai a Bautu non ti resterà che seguire le tracce di un droide sul terreno: ti condurranno al Droid Depot, un’officina dove gli scaffali e i nastri trasportatori sono strapieni di pezzi di ricambio. Sono tutti a tua disposizione perché tu possa costruire il tuo droide personale e portartelo a casa!

Bar e ristoranti

galaxy-edge-star-wars

Non solo navicelle, basi spaziali, deserti e foreste aliene: gli amanti di Star Wars amano anche le ambientazioni più losche, come le bettole e le cantine dove sono soliti riunirsi per bere e gozzovigliare gangster, cacciatori di taglie e delinquenti. Gran parte dei locali dove mangiare a Star Wars Galaxy’s Edge sono proprio di questo tipo, e non si può lasciare Disneyland senza averne provato almeno uno:

  • Oga’s Cantina: non conviene sgarrare nella cantina di Oga, perché il pubblico non è proprio tra i più raccomandabili. Chi non aspettava altro che sedersi al lercio bancone di una cantina di Star Wars venga qui a bere qualcosa per rifocillarsi durante le scorribande nella galassia, lasciandosi trasportare dai brani selezionati dal DJ-droide R-3X.
  • Docking Bay 7 Food and Cargo: camminando tra le vie di Batuu è difficile non notare una navicella da carico (con sù scritte le date dei primi film della saga) sulla cima di un edificio: è la Docking Bay 7, che ospita il principale fast food dell’area.
  • Milk Stand: chi non è spaventato dalle bevande zuccherose in stile USA, può andare ad assaggiare il latte colorato del Milk Stand. Ci sono due tipologie di bevanda: il Green Milk e il Blue Milk, ambedue di consistenza abbastanza cremosa, differentemente da quella più liquida vista nei film “A New Hope” e “The Last Jedi”.
  • Ronto Roasters: anche a Batuu la carne è un piatto forte. Ronto è una creatura nativa di Tatooine che passa la giornata a grigliare salsicce e bistecche: assaggiatene una se volete fare il carico di energie dopo aver guidato il Falcon.
  • Kat Saka’s Kettle: in questo eclettico locale si compra cibo da passeggio, soprattutto pop-corn dolci dagli improbabili gusti fruttati. Le bottiglie di Coca e d’acqua sono autentici pezzi da collezione!

Dove si trova Galaxy’s Edge?

mappa-galaxy-edge

Star Wars: Galaxy Edge si trova all’interno di Disneyland Park, nell’area nord-ovest del parco, quindi non potrete vederla se avete scelto di visitare Disney California Adventure Park (l’altro dei 2 parchi Disney). Mappa alla mano, vi si può accedere venendo da Critter Country, da Frontierland o da Fantasyland. Vi consiglio di entrare nell’area di Star Wars venendo da Critter Country, per entrare gradualmente a Batuu passando prima da una foresta con antiche rovine.

Biglietti

Essendo parte integrante di Disneyland Park, non serve acquistare biglietti a parte per visitare Galaxy’s Edge. Inoltre, come già specificato, a partire da giugno 2019 non sarà più necessario prenotare, ma l’accesso sarà libero per tutti – eccezion fatta per le attrazioni che lo richiedono (come Savi’s Workshop).

Per sapere quali sono le varie tipologie di biglietti disponibili e per sapere quali sono i siti dove comprarli a sconto, leggi il mio approfondimento sui biglietti di Disneyland.

Dove acquistare i biglietti


Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?


Bernardo Pacini
Bernardo Pacini

Nella vita faccio il redattore editoriale e il copywriter, e ho alle spalle alcune pubblicazioni di poesia. Tra le mie passioni, oltre ai viaggi, la letteratura, la musica sperimentale, la Fiorentina e la buona cucina.

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

2 commenti su “Il parco di Star Wars in California: il nuovo pianeta di Disneyland!”

  1. Buongiorno Signor Pacini,
    Saremo a Orlando nelle vacanze di Natale. Potrebbe per cortesia verificare l’ubicazione di Star Wars Galaxy’s Edge? Perché da quanto mi sembra di capire dal sito ufficiale parrebbe essere negli Hollywood Studios e non nel Disneyland Park come nella cartina che avete allegato.
    La ringrazio
    Cordiali Saluti
    Cristina

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES