Disneyland Los Angeles

Disneyland Los Angeles: come visitare le attrazioni del parco Disney in California

Novembre 29, 2021 /
Avviso COVID
Gli Stati Uniti hanno riaperto al turismo l’8 dicembre 2021. Per saperne di più visitate la nostra pagina su come viaggiare in America dopo la riapertura delle frontiere.

È risaputo come Los Angeles sia una città ricca di luoghi da visitare, e fra questi non possono di certo mancare i parchi divertimento: ebbene nell’area meridionale della Greater Los Angeles esiste una fra le attrazioni più famose della città, che certamente potrà colmare la vostra fame di divertimento e fantasia. Si tratta del parco Disneyland, suddiviso a sua volta in 2 grandi aree tematiche (l’originale Disneyland Park e il Disney’s California Adventure), entrambe ubicate all’interno del complesso Disneyland Resort ad Anaheim, in California.

Sì, avete capito bene, i parchi Disney in California sono ben 2 (se vi sembrano troppi sappiate che a Disneyworld Orlando in Florida sono 6!). In questo articolo cercheremo quindi di capire come visitare Disneyland a Los Angeles in modo da valorizzarne appieno le attrazioni, come acquistare i biglietti, capire cosa vedere, come raggiungerlo in auto e dove dormire nei pressi.

PS: se la vostra voglia di divertimento non si è ancora placata sappiate che in città si trova un altro grande parco a tema, diretto concorrente del famoso parco Disney: gli Universal Studios di Hollywood che, insieme agli altri studi cinematografici presenti in città e a location iconiche come la Walk of Fame, fa di Los Angeles un vero e proprio paradiso per gli amanti del cinema e dei film.

La Disneyland di Walt Disney

40 km a sud di Los Angeles Downtown si trova Anaheim, cittadina nel cuore della contea di Orange: qui nel 1955 Ronald Reagan – al cospetto di una folla oceanica di persone curiose e in presenza di Walt Disney, il padre dei cartoni più amati da adulti e bambini – inaugurava un vero e proprio progetto-sogno.

Si tratta del primo parco a tema dedicato al mondo fantastico creato negli studi della Disney, a cui sono seguiti tutti gli altri: i protagonisti sono innumerevoli, da Topolino fino ad arrivare a Buzz Lightyear e Star Wars. A proposito… se vi interessa approfondire la biografia di Walt Disney, della sua famiglia e dei personaggi creati dalla sua fantasia, non perdetevi il Walt Disney Museum di San Francisco!

In questo articolo voglio però concertarmi su come  visitare Disneyland a Los Angeles, dandovi qualche informazione e le dritte giuste. Buona lettura!

Come orientarsi?

Mappa Disneyland Anaheim
Mappa di Disneyland, Los Angeles, California

Delle attrazioni migliori parlerò più avanti: prima conviene capire com’è strutturato questo grande parco. Le aree principali del Disneyland Resort sono 3:

Dove parcheggiare

Se userete la vostra macchina a noleggio per raggiungere Disneyland ecco alcune informazioni per capire come e dove parcheggiare.

Theme Park Parking

Per parcheggiare nei pressi del Disneyland Park e del Disney Adventure Park si può scegliere fra due distinte zone in modo da darvi una comoda soluzione qualunque sia la direzione dalla quale arrivate.

  • Toy Story Parking Area: situata nella zona sud-est del parco vi si può accedere da South Harbor Boulevard e West Katella Avenue.
  • Mickey & Friends e Pixar Pals Parking Structures: si trovano nella zona nord-ovest del parco si possono raggiungere percorrendo Disneyland Drive e West Ball Road.

È possibile accedere a questi due parcheggi fin da un’ora prima dell’orario di apertura del parco. Se state viaggiando con un camper, al momento in cui stiamo scrivendo l’articolo, l’unico parcheggio disponibile è il Toy Story Parking Area.

Prezzi

La tariffa standard per parcheggiare la vostra macchina per un’intera giornata è 30$. Potete pagare online sul sito ufficiale preventivamente, oppure una volta arrivati presso le casse automatiche.

Se preferite invece lasciare l’auto in una zona del parcheggio più vicino possibile agli ascensori e alle scale mobili (Preferred Parking) il prezzo salirà a 45$. Se volete fare l’upgrade ma avevate già acquistato l’ingresso standard dovrete pagare un supplemento di 15$.

È possibile pagare sia con i contanti che con la maggior parte delle carte di credito.

Parcheggio Downtown Disney District

Chi vuole visitare solo la mini cittadella in cui i negozi, i centri commerciali e i ristoranti la fanno da padrone, può usufruire del parcheggio dedicato con le seguenti tariffe:

  • la prima ora di parcheggio avrà per tutti un costo di 10$.
  • poi chi spende almeno 20$ nei negozi avrà ulteriori 3 ore di parcheggio gratuite, mentre per chi mangerà in uno di questi ristoranti le ore di parcheggio incluse saranno ben 5.
  • una volta superate le soglie appena descritte entrerà in vigore la tariffa di 14$ per ogni ora fino ad un massimo di 56$ giornalieri

Parcheggi degli Hotel

Un’altra opzione è quella di lasciare la macchina nei capienti parcheggi dei tre hotel di Disneyland. Queste sono le tariffe per chi ha scelto di soggiornare in questi alberghi.

  • Self-parking: $35 per veicolo
  • Valet parking (servizio con parcheggiatore): 50$ per veicolo

Chi invece non dorme negli alberghi di Disneyland non può utilizzare i parcheggi degli hotel per visitare il parco.

Aree drop-off e pickup

Se avete amici che vi vogliono accompagnare o riprendere, oppure volete utilizzare un servizio di Taxi o Uber per raggiungere o venire via da Disneyland, potrete usufruire di comode zone pensate esclusivamente per brevi soste di massimo 15 minuti.

  • Lato Downtown Disney District: l’area per il drop-off è segnalata all’interno del parcheggio del Downtown Disney District. Occhio a non superare i 15 minuti perché altrimenti verranno applicate le tariffe standard.
  • Lato Harbor Boulevard: la zona designata si trova fra Manchester Avenue e Disney Way.

Ovviamente non è possibile per il guidatore allontanarsi dalla macchina, o lasciarla parcheggiata oltre il breve tempo stabilito.

Disney’s California Adventure o Disneyland Park?

Disneyland CaliforniaDopo aver lasciato la macchina in uno dei numerosi parcheggi disponibili, potrete finalmente raggiungere il Downtown Disney District vero e proprio. Già prima di entrare, vi si spalancherà davanti agli occhi un bivio importante, il primo di una lunga serie, specie se poi dovrete scegliere tra gioco e gioco!. Vedrete che si snodano due code, in direzioni opposte e noterete che ci sono due ingressi differenti: uno per Disneyland Park e l’altro per Disney’s California Adventure.

Attenzione! Sono due parchi distinti e – a meno che non compriate un Park Hopper – il vostro biglietto giornaliero vi permetterà di entrare soltanto in uno dei due. Se non vi siete preparati in anticipo ed è la vostra prima volta in un parco Disney, non fatevi prendere dal panico. Chiedete a chiunque, avventori o addetti ai lavori: tutti vi consiglieranno senza indugio di entrare a Disneyland Park, rimandando la visita del Disney’s California Adventure a un secondo momento.

Vi chiederete perché, e quali siano le differenze tra i due parchi. Vedremo le attrazioni nei dettagli, ma posso già dire sinteticamente che, mentre Disneyland Park è il “classico” parco Disney per eccellenza, Disney’s California Adventure è un parco più moderno, vagamente dedicato alle bellezze naturali e alle città della California, con meno giostre rispetto all’altro e una maggiore attenzione alle produzioni Pixar. Inoltre è più adult-oriented: vi troverete infatti alcune giostre più adrenaliniche, come Incredicoaster e Radiator Spring Racers.

Cosa vedere a Disneyland Park

disneyland los angeles

Vi consiglio dunque di prediligere l’area di Disneyland Park, che è quella storica, progettata originariamente da Walt Disney e da lui battezzata. La riconoscerete subito dal castello della Bella Addormentata nel Bosco, che è il l’ingresso del parco, dal quale si diramano le 8 sezioni in cui è diviso a raggiera. Come anticipato, Disneyland Park è un parco adatto a persone di ogni età, ma ogni area ha le sue specifiche caratteristiche: mentre i più grandi staranno spulciando la mappa del parco alla ricerca delle attrazioni più suggestive ispirate ai capolavori Disney, i bambini si fionderanno subito verso Fantasyland e Mickey’s Toontown.

Lasciandovi come sorpresa il boulevard d’ingresso al parco (Main Street USA), andiamo a vedere nei dettagli cosa hanno da offrire le altre 7 sezioni di Disneyland Park:

Adventureland

Dopo aver fatto il vostro trionfale ingresso nel castello, alla vostra sinistra troverete Adventureland. In un contesto tipicamente tropicale, troverete la casa di Tarzan (Tarzan Treehouse) e la Jeep di Indiana Jones (Indiana Jones Adventure). Vale la pena anche imbarcarsi nel safari acquatico di Jungle Cruise, che tra le sue tappe a spasso nel mondo ha The Mekong River, The African Congo, The Nile River e The Amazon in South America.  Chi ama gli show Disney può prendere posto nel teatro della Enchanted Tiki Room per assistere a uno spettacolo di suoni, luci e colori ispirati alla Polinesia.

New Orleans Square

Andando verso sinistra troviamo New Orleans Square, l’area di Disneyland in cui è possibile vivere l’atmosfera gotica degli Stati del Sud. Qui ci sono due tra le slow ride di Disneyland che ho preferito: la prima si svolge in una misteriosa e inquietante casa in stile coloniale infestata dagli spettri (Haunted Mansion Holiday) ed è ispirata a Tim Burton’s The Nightmare Before Christmas. La seconda è invece un viaggio in barca alla volta del mondo tenebroso di Pirates of the Caribbean. Seguite la voce del Captain Jack Sparrow: lo vedrete apparire qua e là nella grotte marine o nei villaggi dove manigoldi ubriachi cantano vecchie canzoni piratesche.

Critter Country

Questa è una sezione abbastanza contenuta e un po’ isolata, completamente differente per ambientazione da quella che vi ho appena descritto: girando l’angolo siamo passati dalla Louisiana alle verdissime foreste del Pacific Northwest. Vale la pena raggiungere Critter Country anche solo per salire sui tronchi di Splash Mountain, la ride acquatica ispirata ai Racconti dello Zio Tom. Chi ama le attrazioni “dove ci si bagna” troverà pane per i suoi denti, specialmente nella parte finale. A Critter Country si trova anche The Many Adventures of Winnie the Pooh, che farà la gioia dei piccoli amici dell’orsetto ghiotto di miele.

Frontierland

Nel passaggio tra New Orleans Square/Critter Country a Frontierland, vedrete un grande fiume solcato da un battello a vapore bianco, come se ne vedono solo nel Mississippi: quella è la Mark Twain Riverboat. Se vi piace l’idea di navigare su una nave storica del profondo sud non esitate a imbarcarvi, ma sappiate che non è l’unica imbarcazione a navigare sul lago! Ci sono anche le canoe di Davy Crockett e il galeone Sailing Ship Columbia. A Frontierland c’è anche l’imperdibile Big Thunder Mountain Railroad, una ride veloce a bordo di un trenino che sfreccia tra le miniere d’oro delle montagne del west, incontrando canyon vertiginosi e ghost town abbandonate.

Fantasyland

Come anticipato, Fantasyland è il nucleo storico di Disneyland, il più antico, datato 1955: è molto adatto ai bambini, ma soprattutto agli adulti che proprio non ne vogliono sapere di crescere. In questa zona del parco, che è anche il punto centrale nella mappa di Disneyland Park, si può fare un vero e proprio viaggio nella nostra infanzia di piccoli sognatori, all’insegna dell’amarcord: ci sono romantiche giostre dedicate a classici Disney indimenticabili come Pinocchio, Biancaneve, Peter Pan, Alice nel Paese delle Meraviglie, Dumbo, il Vento tra i Salici e molti altri ancora. Se sentivate la mancanza delle colonne sonore dei film che vedevate da piccoli in videocassetta, qui potrete fare un bel ripasso e vedere se ve le ricordate ancora.

Toontown

A nord di Fantasyland c’è la città dei cartoni animati, Toontown: potrete avventurarsi tra le vie di Topolinia, facendo una capatina nelle bizzarre case di Pippo, Paperino, Topolino e Minnie. Quest’area del parco è interessante sopratutto per gli scenari che per le ride in sé per sé.

Tomorrowland

Questa sezione occupa praticamente tutta la porzione a sinistra della Main Street. Come si può capire dal nome, Tomorrowland è dedicata alla fantascienza,  ai cartoni animati e film più recenti di produzione Disney. Qui gli amanti di Toy Story (come il sottoscritto) sono felici: c’è il coinvolgente sparatutto galattico di Buzz Lightyear Astro Blasters, ci sono i viaggi sottomarini “Alla ricerca di Nemo”, e infine Star Tours – The Adventures Continue, dark ride a tema Star Wars, che però dal 2019 –  come leggerai subito dopo –  ha una sua area dedicata.

Star Wars: Galaxy’s Edge

disneyland star wars

Proprio come le precedenti, anche Star Wars: Galaxy’s Edge è una sezione di Disneyland Park, quindi no, non dovrete pagare un biglietto aggiuntivo per visitarla. Il fatto è che, secondo me, questa zona del parco è così importante da meritare un paragrafo a parte.

Ormai è passato un po’ di tempo da quando la Saga spaziale più famosa di sempre è diventata una produzione Disney, e da metà 2019 finalmente il parco della California ha la sua favolosa area a tema Star Wars, in poco tempo diventata una vera e propria mecca per i fan di tutto il mondo. Oltre ad avere la possibilità di camminare su un nuovo pianeta della galassia (Batuu), visitando questa parte del parco potrete vedere anche una ricostruzione del Millennium Falcon, incontrare personaggi della Saga e partecipare a due avventure spaziali: Millennium Falcon: Smugglers Run e Star Wars: Rise of the Resistance. Per saperne di più, leggete il mio articolo dedicato a Star Wars: Galaxy’s Edge.

Cosa vedere a Disney California Adventure Park

disney-california-adventure

Disney California Adventure Park, dedicato alle bellezze naturali e non della California, ha meno storia e attrazioni rispetto a Disneyland Park, ma ha i suoi assi nella manica per chiunque ami il lato elettrizzante e adrenalinico dei parchi a tema e per chi sia un fan della Pixar. Oltre a Buena Vista Street, il viale d’ingresso al parco, le aree tematiche sono 6: qui di seguito offro una panoramica su quello che potete aspettarvi da ciascuna di esse e sulle migliori attrazioni.

Hollywood Land

Sembra paradossale che all’interno di Disneyland Los Angeles ci sia una piccola ricostruzione del quartieri degli studi cinematografici di Hollywood, ma tant’è! Chi ha amato Monsters & co., la famosa produzione Pixar dedicata ai mostri che infestano i sogni dei bambini, non dovrà perdersi Monsters, Inc. Mike & Sulley to the Rescue, una slow ride ambientata a Monstropolis nella quale l’obbiettivo è portare a casa sana e salva la piccola Boo. Oltre a vari spettacoli per i più piccini (Frozen – Live at the Hyperion è molto apprezzata) non perdetevi Guardians of the Galaxy – Mission: BREAKOUT se vi piacciono le ride da brividi.

Car’s Land

Non siamo poi così lontani dalla Route 66, che inizia proprio a Santa Monica. Perché la cito? Perché Radiator Springs Racers, l’attrazione di Disney California Adventure Park ispirata a Cars, vi permetterà di sfidarvi in una gara di corsa a tutta velocità negli scenari desertici del cartone Pixar. L’area a tema comprende anche altre due attrazioni un po’ meno mozzafiato, dedicate ad altri personaggi del film: Mater’s Junkyard Jamboree (il nostro Carl Attrezzi) e Luigi’s Rollickin’ Roadsters (gli americani amano salire su una Fiat Cinquecento!).

Pacific Wharf

Ci sono giusto un paio di attrazioni in questa parte centrale del parco, ma molto probabilmente è l’area dove vi fermerete a mangiare, dato che ci sono ben 8 ristoranti (italiano, americano, asiatico, messicano ecc.). Pacific Wharf sembra in effetti ispirata al Fisherman’s Wharf di San Francisco, data anche la presenza di un negozio di cioccolata di Ghirardelli. A chi interessa entrare un po’ nell’officina di Walt Disney medesimo consiglio di non perdersi Walt Disney Imagineering Blue Sky Cellar.

Pixar Pier

Se non l’avevate capito, la Pixar va forte in questo parco. Il Pixar Pier è dominato interamente da Incredicoaster, uno spettacolare (o terrificante, dipende dal vostro grado di coraggio!) rollercoaster a tema Incredibili, la “normale famiglia di supereroi” più famosa di Disney. Nell’area dedicata alla visionaria casa di produzione americana non poteva certo mancare un tributo al primo film interamente prodotto in computer grafica della storia: Toy Story. L’attrazione in questione si chiama Toy Story Midway Mania! ed è una ride interattiva molto simile a Buzz Lightyear Astro Blasters, seppur con un’ambientazione differente.

Paradise Gardens Park

Quest’area del parco è particolarmente ricca di giostre piuttosto classiche e semplici, per grandi e piccini: ce ne sono ben 5. Jumpin’ Jellyfish è una ride adatta ai ragazzi più giovani che si sviluppa in verticale simulando il movimento delle meduse, mentre i seggiolini volanti di Silly Symphony Swings ci avvicinano ancora di più all’idea di luna park che abbiamo noi. Anche qui c’è un rollercoaster classico, ma stavolta il protagonista è lo stralunato Pippo (Goofy’s Sky School).

Grizzly Peak

Poteva forse mancare la ride acquatica? Nella zona di Grizzly Peak troviamo Grizzly River Run, un’avventura entusiasmante a bordo di un canotto che sfida le rapide di un fiume in piena in un bel contesto montano. Impossibile uscirne asciutti! Non lontano dal fiume, si trova forse l’attrazione più bella del parco e tra le più riuscite di tutto il Disneyland Resort: Soarin’ Around the World, un’esperienza che secondo me riflette in pieno lo spirito Disney, quello che ha sempre suscitato lo stupore di adulti e bambini. Grazie alla tecnologia IMAX, farete un emozionante volo intorno al mondo alla caccia delle sue bellezze, accompagnati dall’emozionante colonna sonora di Jerry Goldsmith.

Prezzo biglietti e dove acquistarli

disneyland-biglietti

Il biglietto giornaliero per uno solo dei due parchi costa dai 104 ai 149$ a seconda del periodo della visita (Value, Regular, Peak). Con un supplemento potrete acquistare il Park Hopper che vi permette di visitarli entrambi (anche se in un giorno solo potreste non goderveli a pieno).

Sull’affidabile sito Musement ci sono degli sconti sull’ingresso giornaliero a Disneyland, che costa meno rispetto al sito ufficiale. Vi invito a verificarlo cliccando sul link sottostante:

Acquista il biglietto giornaliero su Musement

In seconda battuta, provate a verificare anche la disponibilità su Klook, che talvolta offre degli sconti interessanti.

Esistono poi anche altre tipologie di biglietto (i prezzi possono variare nel tempo):

  • 2-day ticket: 225$; 280$ con Park Hopper
  • 3-day ticket: 300$; 355$ con Park Hopper
  • 4-day ticket: 356$; 380$ con Park Hopper
  • 5-day ticket: 340$; 395$ con Park Hopper

Il Disney Max Pass ha un costo variabile a seconda dei giorno di validità del biglietto (da 15 a 75$): permette di utilizzare il FastPass direttamente dall’app di Disneyland e di scaricare tutte le Disney PhotoPass che vengono fatte durante la giornata.

Se cercate i biglietti per 2 o più giorni vi consiglio di dare un’occhiata ai siti indicati sotto per 3 ragioni:

  • non applicano alcun ricarico sui prezzi, anzi spesso danno la possibilità di godere di offerte e sconti interessanti;
  • nella maggior parte dei casi permettono la cancellazione gratuita;
  • i biglietti da 3 a 5 giorni includono l’opzione Magic Morning: ingresso anticipato un’ora prima della regolare apertura al pubblico.

Biglietti su Expedia

Biglietti su Viator

Biglietti su Musement

Biglietti su Klook

Se vi trovate a Los Angeles e intendete visitare Disneyland senza usare la macchina, potete acquistare un servizio di trasferimento con prelievo e ritorno nel vostro albergo (o altrove), una soluzione particolarmente interessante per chi non vuole avventurarsi per l’intenso traffico cittadino.

Trasferimento a Disneyland da Los Angeles

Un modo per risparmiare tempo: il Fastpass

disneyland america

Mentre non è così impossibile fare quasi tutte le giostre di  Disney’s California Adventure in un giorno (ci sono “appena” 36 attrazioni), è pressoché impensabile riuscire a visitare tutte le quasi 60 attrazioni di Disneyland Park in un solo giorno: troverete code all’ingresso delle giostre, avrete chilometri da fare a piedi da una parte all’altra del parco… insomma dovrete stare attenti a non affaticarvi troppo, visto che il dispendio di energie è elevato, specie se le temperature di Los Angeles sono inclementi e fa molto caldo. Tuttavia, se avete meno tempo e avete paura di non farcela a vedere tutto, non sottovalutate uno strumento utilissimo e non troppo considerato: il Fastpass.

Di cosa si tratta? Guardate attentamente la mappa che vi viene fornita all’ingresso: le attrazioni principali sono contraddistinte da un piccolo logo, FP. Nei pressi di queste attrazioni, troverete delle macchinette dove, inserendo il vostro biglietto d’ingresso, potrete ritirare un tagliandino indicante una fascia oraria. Se vi presenterete all’ingresso dell’attrazione corrispondente in quella fascia oraria, salterete gran parte della fila!

Coloro che invece hanno acquistato il Disney MaxPass in sede di prenotazione del biglietto o sull’app, potranno prenotare i pass tramite la stessa app, senza quindi avere l’obbligo di raggiungere le macchinette. In ambedue i casi fate attenzione: non potete utilizzare due tagliandi nella stessa fascia oraria! Siate flessibili e organizzate al meglio la vostra visita.

Ecco la lista delle attrazioni di Disneyland Park che hanno il Fastpass:

  • Big Thunder Mountain Railroad
  • Buzz Lightyear Astro Blasters
  • Fantasmic!
  • Haunted Mansion
  • Haunted Mansion Holiday
  • Indiana Jones™ Adventure
  • “it’s a small world”
  • “it’s a small world” Holiday
  • Matterhorn Bobsleds
  • Roger Rabbit’s Car Toon Spin
  • Space Mountain
  • Splash Mountain
  • Star Tours – The Adventures Continue

Qua sotto invece le attrazioni di Disney California Adventure Park che hanno il Fastpass:

  • Goofy’s Sky School
  • Grizzly River Run
  • Guardians of the Galaxy – Mission: BREAKOUT!
  • Guardians of the Galaxy – Monsters After Dark
  • Incredicoaster
  • Radiator Springs Racers
  • Soarin’ Around the World
  • Toy Story Midway Mania!
  • World of Color

Dove mangiare a Disneyland

A spasso per Disneyland troverete una miriade di ristoranti dove mangiare un piatto veloce o dove sedersi per cenare con calma. Se siete a Disneyland Park, io vi consiglio di fermarvi al Blue Bayou Restaurant, che si trova all’interno dell’attrazione dedicata ai Pirati dei Caraibi: siederete nell’oscurità della baia dei pirati, alla luce delle lanterne, con lo sciabordio delle barche che partono per il tour con Jack Sparrow.

Se invece è lo spirito Disney che cercate prenotate un bel pasto con gli storici personaggi della Disney (Topolino, Minnie, Cip & Cop…). Ma come potrete immaginare le opzioni non si concludono qui, vi aspetteranno decine e decine fra ristoranti, punti ristoro, fast-food e food truck letteralmente sparsi in quasi ogni angolo del parco. Qualsiasi siano i vostri gusti culinari troverete sicuramente qualcosa che può fare al caso vostro.

Dove dormire a Disneyland – Los Angeles

Dove dormire a disneyland
Foto di Prayitno

Ecco quali sono gli alberghi che fanno parte dello stesso Disneyland Resort:

  • Se volete che il sogno di Disneyland continui anche tra i cuscini e le coperte, potrete accasarvi al favoloso Disneyland Hotel (1150 Magic Way).
  • Il Disney’s Paradise Pier Hotel (1717 S. Disneyland Drive) è una buona scelta se volete anche rilassarvi un po’ dopo una giornata di scorribande per il parco grazie alle piscine all’aperto anche per i più piccoli. Fra i tre è inoltre l’albergo più economico.
  • Un centro di bellezza, una sauna e le camere spaziose sono il punto di forza del Disney’s Grand Californian Hotel & Spa (1600 South Disneyland Drive) che è il più costoso fra i tre.

Qualora invece preferiate prendervi una pausa dal turbinio di fiabe e favole in cambio di un po’ di relax, andate al Best Western Plus (720, The City Drive South, Orange), a dieci minuti di distanza. Si tratta di un ottimo albergo, dotato di tutti i comfort (tra cui una corroborante vasca idromassaggio all’aperto) e ben collegato al parco, tramite un servizio navetta relativamente economico.

Se invece cercate una casa vacanze in affitto a tema Disney, un appartamento per la famiglia o per il vostro gruppo di amici, date un’occhiata ai miei consigli nell’articolo sugli appartamenti in affitto a Los Angeles; altrimenti potete fare riferimento al link sotto per trovare un buon albergo in zona.

Lista di Alberghi Vicini a Disneyland


Un Consiglio Importante:
Ricordati l’assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?

Bernardo Pacini

Nella vita faccio il redattore editoriale e il copywriter, e ho alle spalle alcune pubblicazioni di poesia. Tra le mie passioni, oltre ai viaggi, la letteratura, la musica sperimentale, la Fiorentina e la buona cucina.

Leggi prima di lasciare un commento
I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

AMERICAN DREAM ROUTES