Tribeca: il quartiere amato dai VIP a New York

Luglio 30, 2019 /
tribeca-new-york

TriBeCa è uno dei quartieri più belli e ricchi di personalità di New York. Non solo chic e glamour, ma anche votato alla moda, alla gastronomia di altissimo livello e dimora di numerosi VIP del cinema a stelle e strisce (da Robert De Niro a Julia Roberts, da Beyonce a Mariah Carey). Insolito e quasi “fuori contesto”, questo quartiere il cui acronimo significa Triangle Below Canal (Street) (Triangolo a sud di Canal Street) è composto più da palazzi storici che da grattacieli, mattoni più che enormi vetrate, negozietti pittoreschi più che grandi magazzini.

Ciò nonostante è parte integrante della Grande Mela e vi si respira la medesima aria di libertà, frenesia e opportunità che aleggia ovunque in questa città magica. Una curiosità? In origine questa zona, che si presentava come rurale e agricola, ospitava una sola fattoria. Col tempo, è diventata un’area commerciale e industriale e, oggi, è un elegante ed esclusivo quartiere residenziale.

Dove si trova e come arrivare


Situato a Lower Manhattan, di forma triangolare, Tribeca è compreso tra Soho, l’area del One World Trade Center e Canal Street. Le stazioni utili sono molte: quella più utile, posizionata al centro del quartiere e vicina a molte attrazioni è Franklin Street, servita dalle linee 1 e 2. Se preferite invece scendere nella zona nord del distretto potete optare per l’area di Canal Street, servita dalle linee 1, A,C,E e N,Q,R,W, mentre per la zona sud c’è Chambers Street Station (linee 1, 2, 3), a 10 minuti a piedi dal centro commerciale Brookfield Place.

Per orientarvi al meglio vi rimando alla nostra guida su come usare la metropolitana a New York

Cosa fare e vedere

Mmuseumm

MmuseummStrano e insolito, questo minuscolo museo si trova ospitato all’interno di un montacarichi e mette in mostra un insieme di artefatti, letteralmente, “sottovalutati, scartati o trascurati”. Dare un’occhiata a questa esposizione consente di rientrare in contatto con oggetti di uso quotidiano, ma anche cose strane, provenienti da tutto il mondo. Scarpe, bicchieri di carta, lattine, tazze da caffè, la mostra cambia annualmente e dà risalto a un po’ di tutto. Il museo, creato dai registi Kalman, Benny e Safdie, ha esposto nel corso degli anni anche oggetti come una scarpa che fu tirata al Presidente Bush per protesta, una serpentina per scaldare l’acqua proveniente dalla Lituania e un guanto di plastica recuperato dalla Paradise Valley in Montana.

  • Curiosità: il Museo può ospitare fino ad un massimo di 3 visitatori alla volta.
  • Orari di apertura: Mmuseumm è aperto venerdì, sabato e domenica, dalle ore 11 alle ore 18, in primavera, estate ed autunno. Ma si può comunque sbirciare le mostre guardano attraverso le vetrine.
  • Dove: Mmuseumm / What Studio?, 368 Broadway #512, NYC.

La caserma del film Ghostbusters

caserma-ghostbusters-hook-and-ladder-8-tribecaSe avete visto il film, sicuramente ricorderete il quartier generale dei Ghostbusters. Visitando Tribeca non può mancare una tappa sotto la famosa facciata dell’Hook and Ladder 8, sede di una caserma dei Vigili del Fuoco di New York, che ha prestato il “volto” ad alcune delle scene più epocali della pellicola. I mattoni rosso acceso, la porta fiammante contornata di nero e giallo, lo stemma come una corona, è tutto come nel film. Il luogo ovviamente non si può visitare, ma poco importa. Un selfie d’ordinanza di fronte al quartier generale non si nega a nessuno.

  • Curiosità: la caserma, una delle più famose di New York, è ancora operativa.
  • Dove: 14th North Moore Street, incrocio con Varick Street.

Pier 25, Hudson River Park

pier-25Il Pier 25 è il molo più lungo di tutti quelli dell’Hudson River Park. Qui le attività da fare sono davvero moltissime, sia per grandi che per bambini. A partire da mini-golf da 18 buche, passando per i campi da beach-volley, fino alle pareti per arrampicata verticale. Un luogo in cui divertirsi in modo attivo, ma anche nel quale sono esposte le grandi imbarcazioni del passato, come ad esempio la Lilac, risalente al 1933 e liberamente visitabile, o la Sherman Zwicker, la goletta ausiliaria dove potrete salire per degustare le ostriche del bar Grand Banks.

  • Curiosità: dalla marina del Pier 25 partono numerosi tour in barca lungo il fiume Hudson e vi vengono organizzati, soprattutto nella stagione estiva, corsi e lezioni di vela.
  • Dove: West Street all’incrocio con N Moore Street.

Dream House

dream houseNata dall’unione delle menti creative di un compositore moderno e di un’illustratrice, questa esperienza è senza dubbio una delle più strane che si possano vivere a New York. Onde sonore incessanti accompagnano opere esposte alla luce di neon di colore rosa. Il concept della Dream House è di vivere, intensamente, l’unione indissolubile tra suono e luce, che fanno da cornice onirica e sui generis di opere d’arte astratte e moderne. L’ingresso alle mostre costa 10 $ e la Dream House è aperta da mercoledì a domenica, dalle ore 14 a mezzanotte.

  • Curiosità: perfetta per i visionari, un po’ meno per i tradizionalisti, per accedervi è necessario entrare scalzi e lasciare qualsiasi cosa all’ingresso (borse, giacche, ecc.). Infine, è richiesto assoluto silenzio.
  • Dove: 275 Church Street, NYC.

Staple Street Skybridge

Staple Street SkybridgeNon è una strada qualunque né una di quelle che capiterà di vedere di frequente, soprattutto in una città come New York. Prima di tutto, perché Staple Street è forse la via più stretta di tutta la Grande Mela, lunga “appena” due blocchi. E, in secondo luogo, alzando gli occhi al cielo vi si trova un ponte in ferro sospeso, a collegamento tra un edificio e l’altro.

Peccato che i due edifici non abbiamo lo stesso numero civico né la medesima destinazione d’uso, perlomeno oggi. In passato, però, le due costruzioni appartenevano entrambe al New York Hospital e fungevano da pronto soccorso una e da lavanderia ospedaliera l’altra. Il ponte fungeva, quindi, proprio da collegamento tra le due unità. Di certo, questo è un punto di interesse che non può mancare nel carnet di viaggio di chi visita Tribeca.

  • Curiosità: attualmente, all’altezza del terzo piano di tutti e due gli edifici, collegati dal ponte, si trovano due appartamenti entrambi in vendita che, se acquistati insieme, potrebbero dare vita ad una delle abitazioni più particolari e uniche di tutta New York.
  • Dove: 9 Jay Street, New York City.

New York Mercantile Exchange Building

New York Mercantile Exchange BuildingUn tempo sede delle contrattazioni borsistiche commerciali, questo splendido edificio ospita oggi diversi uffici, appartamenti e persino dei ristoranti al piano terra. Sebbene non sia visitabile, merita comunque una sosta. Composto da cinque piani interamente ricoperti dai classici mattoni rosso acceso, al centro svetta una torre, mentre l’ingresso è impreziosito da colonne di granito grezzo adornate con capitelli corinzi.

  • Curiosità: i primi prodotti ad essere tratti nella sede della borsa di New York furono le uova, seguite da frutta secca, pollame e prodotti in scatola.
  • Dove: 6 Harrison Street, New York City.

Brookfield Place

Brookfield PlaceLa Mecca per chiunque sia, anche minimamente, appassionato di shopping. Un centro commerciale cui la definizione classica sta davvero stretta. Non solo per il suo aspetto (grande, imponente, adornato con marmo e complementi eleganti), ma anche per gli spazi impreziositi da piante, un giardino invernale al chiuso, ampie terrazze all’aperto da cui godere di una vista impeccabile sull’Hudson River.

E poi ci sono loro, ovviamente. Le boutique e i negozi di grandi e famose marche vendono un po’ di tutto e lo shopping è allietato sia da eventi di ogni genere, comprese installazioni artistiche e dimostrazioni di fitness, che da ristoranti e bar in cui fermarsi tra una sessione di acquisti e l’altra. Il Brookfield Place è aperto dal lunedì al sabato dalle ore 10 alle ore 20, la domenica dalle ore 12 alle ore 18.

  • Curiosità: all’interno del Mall c’è anche un’immensa pista di pattinaggio sul ghiaccio dove potersi divertire o addirittura seguire delle lezioni.
  • Dove: 230 Vesey Street, New York City.

Children’s Museum of the Arts

children museum of the artsUn museo fatto da e pensato per i bambini. E le loro famiglie. Uno spazio dove dare adito alla creatività, grazie a percorsi didattici in cui i bimbi vengono accompagnati da artisti esperti, passo dopo passo, a creare la loro propria opera d’arte. Tanti gli appuntamenti: dai corsi intensivi a quelli individuali, dai percorsi didattici per tutta la famiglia alle sessioni di scultura.

Senza dimenticare le mostre, permanenti o temporanee, che esibiscono disegni fatti dai bambini nel corso dei decenni, dagli anni ’30 del 1900 fino ai giorni nostri. Il Children’s Museum of the Arts è aperto tutti i giorni, dalle 12 alle 18. Il costo del biglietto d’ingresso è di 13 $ (1-65 anni), ingresso gratuito per i bambini che hanno meno di 1 anno, over 65 donazione libera.

  • Dove: 103 Charlton Street, tra Hudson & Greenwich Streets, NYC.

Washington Market Park

Washington Market ParkFondato nel 1978, questo parco non è solo un polmone verde, ma anche un luogo in cui fare tante scoperte interessanti. A partire dal Giardino delle Farfalle, creato appositamente per consentire loro di riprodursi in un ambiente appropriato e nel quale sono state piantate piante fiorite ad hoc, fino alla Biblioteca gratuita, nella quale si prendono libri in prestito e si lasciano volumi a disposizione di tutti. Senza dimenticare lo spazio Court Mural dove ammirare, a rotazione, opere di street art sempre diverse, e i numerosi concerti all’aperto, organizzati durante la stagione estiva.

  • Dove: Chambers Street, all’incrocio tra Greenwich Street e West Street.

Dove mangiare

American Cut

american-cutRistorante elegante e raffinato, l’American Cut rende omaggio alle migliori esperienze culinarie newyorkesi, mix di piatti e specialità provenienti da tutto il mondo, con un occhio di riguardo per il pescato (freschissimo) e la tradizione francese. Il piatto più famoso del locale è il Signature American Cut Tower, composto da prelibatezze come ostriche, granchio dell’Alaska, caviale e aragosta. Costo a persona, a cena, bevande escluse, da 80 $.

  • Dove: 363 Greenwich Street, NYC.

Bâtard

batard-new-yorkRistorante di ispirazione francese, moderno e accogliente, al Bâtard vengono serviti piatti della tradizione parigina preparati con l’utilizzo esclusivo di ingredienti freschissimi e rigorosamente di stagione. Il piatto imperdibile? Il blocco di fois gras servito con trombette, datteri e cereali salati.
Costo della cena di due portate, bevande escluse, 65 $ a persona.

  • Dove: 239 W Broadway

Bubby’s

bubby'sLocation easy-smart, questo ristorante propone piatti della tradizione americana, semplici e freschi, con tutte le sue influenze etniche e regionali. Il piatto forte? Provate i pancake con pollo fritto e lo sciroppo al bourbon. Sublime! Costo a pranzo, a persona bevande escluse, da 24 $.

  • Dove: 120 Hudson Street

Tribeca Grill

tribeca-grillAlta classe, sciccosissimo e affascinante, questo ristorante di proprietà di Robert De Niro è ricavato all’interno di un loft con pareti in mattoni a vista, candelabri pregiati e pareti ornate da opere d’arte. Aperto a pranzo, cena e per il brunch domenicale, qui vale la pena di ordinare il pesce spada dell’Atlantico servito grigliato con una superba purea di cipolle e finocchi stufati. Costo a persona, a cena, bevande escluse, da 50 $.

  • Dove: 375 Greenwich Street. angolo con Franklin Street, NYC.

Eventi e festival

Taste of Tribeca

taste-of-tribecaEvento annuale di richiamo internazionale (organizzato il terzo sabato di maggio), il Taste of Tribeca si tiene principalmente all’aperto, con l’inclusione però di alcune location indoor, come alcune scuole elementari della zona. In questo festival dedicato alla cucina e alla gastronomia, con happening e appuntamenti sparsi in Duane Street, intrattenimento per famiglie e aree pensate per i più piccini, vengono presentati piatti cucinati da oltre 60 tra i migliori ristoranti del quartiere. Non solo gastronomia, però, ma anche lezioni di musica, danza, corsi di scacchi, racconti e visite di personaggi importanti.

Tribeca Film Festival

eventi new york aprileAppuntamento annuale che richiama ospiti di livello mondiale, il Tribeca Film Festival è stato fondato a New York da De Niro, Jane Rosenthal e Craig Hatkoff a seguito della tragedia che colpì la città l’11 settembre del 2001. Tribeca, infatti, in quell’occasione uscì duramente colpita dall’attentato terroristico e si ritenne di dover fare qualcosa per rivitalizzare il quartiere. La manifestazione (che si tiene da metà aprile a metà maggio), col passare degli anni è diventata sempre più un punto di riferimento nel panorama culturale della Grande Mela, e accoglie oggi film indipendenti, documentari, cortometraggi, oltre a concerti e spettacoli. Senza dimenticare l’eccezionale drive-in allestito tutte le edizioni lungo le rive dell’Hudson River.

Dove dormire

Gli alloggi a TriBeCa non sono poi moltissimi e possono essere costosi (il The Greenwich Hotel è la soluzione perfetta per chi è in cerca di un 5 stelle nel cuore del quartiere senza badare a spese). Abbiamo già dato qualche consiglio in proposito (vedi sezione TriBeCa + Soho della nostra guida su dove dormire a New York) tuttavia se siete in cerca di soluzioni low cost è decisamente meglio cercare in altre zone. Per saperne di più potete leggere la nostra guida su come trovare un alloggio economico a New York cliccando sul pulsante sotto:

Dove dormire a New York spendendo poco


Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?


Annalisa Costantino
Annalisa Costantino

Annalisa, giornalista e blogger, è mamma di due gemelle, lettrice appassionata e fervente sostenitrice del forest bathing. Dopo aver visitato tutti i continenti, si dice pronta a ricominciare daccapo.

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES

A NEW YORK COME UN VERO NEWYORKESE?

- Le attrazioni che solo i newyorkesi conoscono

- Dritte su come organizzare un itinerario

- Le migliori offerte per NY

Come organizzare gli spostamenti logistici

- Dritte per risparmiare

- Come esplorare i dintorni e molto altro...

Viaggi-USA Newsletter

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa.