Cambridge Massachusetts

Cambridge Massachusetts: cosa vedere nella cittadina vicino a Boston

Maggio 22, 2024 /

Visitare Boston significa non solo godere a pieno di una splendida città ricca di attrazioni, ma anche avere a un passo uno dei centri culturali più stimolanti degli Stati Uniti, Cambridge (Massachusetts), una cittadina famosa per la presenza di Harvard e del M.I.T., e che offre moltissime attrazioni al visitatore curioso. Cerchiamo quindi di conoscere meglio Cambridge e come visitarla.

Cambridge, Massachusetts: informazioni e storia

John Kennedy Street Cambridge

A poco più di 5 km da Boston, la cittadina di Cambridge funge da polo culturale e museale della città, e al tempo stesso come punto di ritrovo per tutti gli studenti universitari che frequentano i corsi di Harvard e del M.I.T.; per questo visitare Cambridge non significa solo immergersi in atmosfere ricche di storia, cultura e tradizione, ma anche venire a contatto la vitalità tipica di un quartiere universitario.

La cittadina ha dimensioni piuttosto contenute, 18.40 km2, con una popolazione stimata in 118000 abitanti, tuttavia le attrazioni principali sono quasi tutte concentrate nei dintorni di Harvard Yard, il campus storico del’Università di Harvard.

Fondata nel 1630, Cambridge, iniziò la sua storia quando un gruppo di coloni inglesi vi si stabilì (il nome di origine era però New Towne). L’ispirazione per il nome venne dall’omonima città universitaria britannica, da cui i suoi primi abitanti provenivano. L’Università di Harvard, fondata nel 1636, sarebbe diventata una delle istituzioni universitarie più prestigiose al mondo, contribuendo a trasformare la città di Cambridge in un importante centro accademico.

Cambridge svolse un ruolo importante anche durante la Guerra d’Indipendenza Americana, fungendo da importante quartier generale delle operazioni militari (l’edificio da cui George Washington coordinava le operazioni è tutt’oggi visitabile).

La città venne incorporata ufficialmente nel 1871, dopo aver conosciuto un significativo sviluppo industriale, in particolare nel settore tessile e in quello scientifico. A quest’ultimo contribuì l’istituzione della sua altra grande Università, l’M.I.T., Massachusetts Institute of Technology, fondata da William Barton Rogers nel 1861, anche se iniziò effettivamente le sue attività solo nel 1865, una volta conclusa la Guerra Civile Americana.

L’apertura del M.I.T. contribuì all’affermazione della città di Cambridge come polo tecnologico di fama mondiale, attraendo menti brillanti e consolidandone la notorietà come centro di ricerca e innovazione. La città fu anche un vivace centro di fermento culturale e politico, diventando un punto di riferimento per il movimento per i diritti civili (ad esempio durante la fase hippie a cavallo degli anni ’60 e ’70).

Oggi, Cambridge si presenta come una città vibrante e cosmopolita, famosa in tutto il mondo per le sue istituzioni accademiche, nonché per la sua scena culturale, che include teatri, prestigiosi musei e librerie.

Dove si trova e come raggiungerla da Boston


Cambridge si trova a nord-ovest del centro di Boston, a circa 5 km di distanza, e confina a sud con il Charles River, che la divide da Boston, a nord-est con la cittadina di Somerville, a nord-ovest con East Arlington, e a ovest con Belmont e Watertown. Raggiungerla da Boston Downtown è piuttosto semplice: basta prendere la metropolitana, linea rossa, e scendere alle seguenti fermate:

  • Harvard: per visitare il famoso campus e le molte attrazioni che si trovano nei dintorni.
  • Kendall/MIT: per scendere a Kendall Square, dove si trovano moltissime startup e compagnie tecnologiche, oltre al MIT.

I tempi di percorrenza stimati dal Boston Common (fermata Park Street) a Harvard sono 16 minuti; a Kendall/MIT, 6 minuti.

Cosa vedere a Cambridge

Nella mappa di Cambridge qui sopra trovate geolocalizzate tutte le principali attrazioni della città. Vediamole adesso nel dettaglio:

Harvard Square

Harvard Square

Si tratta del punto di approdo della metropolitana (fermata Harvard) e la città non si potrebbe presentare meglio ai vostri occhi: una piazzetta triangolare che funge da centro nevralgico cittadino, con locali, negozi, ristoranti e bar. Un viavai studentesco che vi catapulterà immediatamente nell’atmosfera universitaria.

Con il termine Harvard Square si intende però anche il quartiere circostante, un distretto storico di cui però non sono rimaste molte testimonianze, se non alcuni vecchi esercizi commerciali che resistono alla gentrificazione: ad esempio il tabaccaio Leavitt & Peirce (1883), il barbiere Laflamme (1898) e la libreria Harvard Book Store (1932). Da questa piazza potrete muovervi a piedi per raggiungere facilmente tutte le principali attrazioni della zona.

Harvard Yard: il campus di Harvard

Harvard Yard

Il celebre campus di Harvard (conosciuto anche semplicemente come The Yard) è una tappa immancabile in un tour di Cambridge che si rispetti. Passando dal famoso cancello d’ingresso Johnston Gate, potrete raggiungere la statua di John Harvard e toccargli la scarpa (pare porti fortuna), e ammirare alcuni degli edifici storici al suo interno, quali la chiesa Memorial Church, l’elegante Sever Hall realizzato dall’architetto Henry Hobson Richardson, l’Harvard Hall, uno dei più antichi edifici del campus, e The Harry Elkins Widener Memorial Library, la grande biblioteca di Harvard.

Potete esplorare Harvard Yard in autonomia oppure avvalendovi di una visita guidata speciale, condotta da uno studente di Harvard che, oltre a farvi esplorare la celebre università arricchirà la vostra visita con aneddoti e resoconti da insider. Per maggiori informazioni potete leggere la nostra guida all’Università di Harvard.

Musei di Harvard

A Cambridge troverete anche musei di grande prestigio, gestiti sempre dalla stessa Università. Eccoli di seguito:

Harvard Museum of Natural History

Harvard Museum of Natural History

Il Museo di Storia Naturale di Harvard è uno dei principali musei di storia naturale di tutti gli Stati Uniti d’America ed è rinomato per la sua vasta collezione di oltre 12 milioni di reperti, che spaziano dalle Scienze della Terra alla Zoologia, dalla Paleontologia all’Antropologia. Le sue collezioni comprendono fossili, minerali, piante, animali, insetti e reperti culturali provenienti da tutto il mondo.

Fra le principali attrazioni del museo troverete la celebre “Glass Flowers“, una sorprendente collezione di fiori realizzati in vetro soffiato in modo incredibilmente realistico. A realizzare questo capolavoro dell’arte vetraria furono gli artisti Leopold e Rudolf Blaschka fra il 1886 e il 1936. 

Il museo è aperto dalle 9 alle 17 tutti i giorni. Ecco i prezzi dei biglietti:

  • Adulti: $15,00
  • Anziani (over 65): $13,00
  • Possessori di Harvard ID: Gratis + 1 ospite incluso
  • Studenti non di Harvard con documento di identità: $10,00
  • Dai 3 e i 18 anni: $10,00
  • Bambini sotto i 3 anni: Gratis

Harvard Art Museums

Fogg Art Museum

Si tratta in complesso museale che riunisce ben tre istituzioni: il Fogg Museum, il Busch-Reisinger Museum e l’Arthur M. Sackler Museum.

  • Il Fogg Museum è il museo principale e ospita una vasta collezione di opere d’arte che spaziano dal Medioevo all’Arte Contemporanea. Tra le sue opere più celebri vi sono dipinti di Botticelli, Rembrandt, Van Gogh e Picasso, oltre a un’importante raccolta di disegni, stampe e fotografie.
  • Il Busch-Reisinger Museum è specializzato nell’arte dell’Europa centrale, in particolare di area tedesca, austriaca e svizzera. La collezione comprende opere di importanti artisti come Kandinsky, Klee, Beckmann e Schiele. Il museo dà molto spazio anche alla corrente artistica dell’espressionismo tedesco, ospitando regolarmente esposizioni e programmi culturali legati a tale movimento.
  • L’Arthur M. Sackler Museum si concentra principalmente sull’arte dell’Asia, del Medio Oriente, dell’Egitto e dell’antica Grecia e Roma, con una ricca collezione di sculture, dipinti, ceramiche, bronzi, oggetti rituali e manufatti archeologici. 

I musei sono aperti dal martedì alla domenica, dalle 10:00 alle 17:00. Il costo dei biglietti è il seguente:

  • $20 Adulti
  • $18 Anziani (over 65)
  • Gratuito per gli under 18
  • Gratuito tutte le Domeniche
  • Gratuito per gli studenti con un valido documento di identità

Peabody Museum of Archaeology and Ethnology

Peabody Museum

È uno dei musei più antichi e prestigiosi degli Stati Uniti specializzato nello studio delle culture umane e delle civiltà. Il museo prende il nome da George Peabody, un filantropo e uomo d’affari che ha donato fondi significativi per l’istituzione del museo, che è stato fondato nel 1866.

La collezione del Peabody Museum of Archaeology and Ethnology comprende più di 1,5 milioni di oggetti, tra cui manufatti, artefatti, fotografie, documenti e reperti etnografici che coprono una vasta gamma di culture e periodi storici, tra cui l’antico Egitto, le civiltà mesoamericane, i nativi americani, le culture dell’Oceania, l’Africa, l’Asia e molto altro.

Tra le opere più importanti del museo ci sono indubbiamente le collezioni di artefatti Maya, Aztechi e Inca, importante testimonianza della storia e cultura delle civiltà precolombiane dell’America centrale e del Sud.

Il museo è aperto tutti i giorni dalle 9 alle 17. Ecco il prezzo dei biglietti:

  • Adulti: $15,00
  • Anziani (over 65): $13,00
  • Dai 3 ai 18 anni: $10,00
  • Bambini sotto i 3 anni: Gratuito

Harvard Museum of the Ancient Near East (HMANE)

Harvard Museum of the Ancient Near East

Precedentemente noto come Museo Semitico di Harvard, Il Museo di Harvard del Vicino Oriente Antico fu fondato nel 1889 e può vantare alcuni rinvenimenti davvero importanti per la storia dell’umanità fra cui gli scavi condotti a Samaria, in Terra Santa, o quelli di Nuzi in Mesopotamia e di Tell el-Khaleifeh nel Sinai.

Fra gli artefatti del museo troverete ceramiche, sigilli, sculture, tavolette, monete e sarcofagi di mummie egiziane. L’ingresso è gratuito e il museo è aperto dalla domenica al venerdì dalle 11 alle 16. Per farvi un’idea di cosa vi aspetta potete guardare il tour virtuale del museo sul sito ufficiale.

Museum of Comparative Zoology


Il Museum of Comparative Zoology, fondato nel 1859 da Louis Agassiz, è uno dei musei di zoologia più antichi e rinomati negli Stati Uniti. Ospita una vasta collezione di specie animali, con oltre 21 milioni di esemplari conservati, fra cui animali impagliati, scheletri, campioni di tessuti e di DNA provenienti da tutto il mondo. Le collezioni del museo sono uno strumento essenziale per lo studio e la comprensione della diversità animale, dell’evoluzione e della biologia.

Il Museum of Comparative Zoology svolge anche un ruolo importante nella ricerca scientifica. I ricercatori del museo conducono infatti studi approfonditi sulla biodiversità, l’evoluzione, l’ecologia e l’anatomia degli animali. Il museo è un centro di ricerca privato e quindi non è visitabile ma i suoi oggetti e collezioni sono visibili all’interno dell’Harvard Museum of Natural History.

The Collection of Historical Scientific Instruments at the Putnam Gallery

Putnam_Gallery_of_the_Collection_of_Historical_Scientific_Instruments_at_Harvard
Foto di Sage Ross

Questo museo è in realtà parte del Museo di Storia Naturale di Harvard e la sua collezione comprende strumenti scientifici e storici che riguardano una vasta gamma di discipline, fra cui l’astronomia, la fisica, la chimica e la matematica.

Inaugurata nel 1948, la collezione è cresciuta nel corso degli anni grazie a donazioni, acquisizioni e prestiti e oggi contiene oltre 20.000 oggetti che spaziano dal XVII al XX secolo. Gli strumenti esposti rappresentano importanti sviluppi nella scienza e nella tecnologia riflettendo l’evoluzione degli strumenti scientifici nel corso dei secoli.

Il museo offre al pubblico l’opportunità di interfacciarsi con questi strumenti attraverso esposizioni interattive. La collezione include quadranti solari, telescopi, microscopi, orologi astronomici, strumenti per misurare la temperatura e la pressione, calcolatrici meccaniche e strumenti di navigazione.

Il museo è aperto da domenica a venerdì dalle 11 alle 16. L’ingresso è gratuito.

Memorial Hall

Memorial Hall

Aldilà di Cambridge Street si trova uno degli edifici più belli di tutta Cambridge, il suggestivo Memorial Hall, costruito tra il 1870 e il 1877 per onorare i soldati di Harvard caduti durante la Guerra Civile Americana. L’edificio, con le sue torri e guglie in stile gotico, è stato progettato dall’architetto William Robert Ware, che si ispirò proprio alle grandi cattedrali europee.

La sala principale, chiamata Sanders Theatre, è una sala da concerto rinomata non solo per la sua bellezza architettonica, ma anche per le sue qualità acustiche. Il Memorial Transept è un corridoio elegantemente decorato con monumenti e targhe che ricordano gli studenti di Harvard caduti durante la guerra. La Annenberg Hall è un imponente sala da pranzo dal fascino particolare, costruita nello stile dei grandi castelli.

Oggi, il Memorial Hall è un punto di riferimento iconico per la comunità di Harvard e un luogo importante per gli eventi universitari e culturali. L’accesso al pubblico è gratuito tuttavia vi si tengono spesso eventi o programmi particolari, quindi è sempre meglio informarsi preventivamente sul sito ufficiale prima di visitarlo.

Cimiteri di Cambridge

A Cambridge è possibile anche visitare 2 importanti cimiteri storici. Vediamo quali sono:

Mount Auburn Cemetery

Mount Auburn Cemetery

Questo cimitero è stato fondato nel 1831 ed è considerato uno dei primi cimiteri paesaggistici in America. Il Mount Auburn Cemetery si estende su una superficie di più di 70 ettari e, oltre a monumenti e lapidi, vi si trovano anche monumenti, colline, laghi, alberi secolari e una grande varietà di piante e fiori.

Il cimitero, oltre che per la piacevolezza del paesaggio, è noto per la sua importanza storica e culturale: ospita infatti numerose tombe di personalità di spicco, tra cui scrittori, poeti, artisti, scienziati e leader politici. Alcuni dei personaggi famosi qui sepolti sono Henry Wadsworth Longfellow, Oliver Wendell Holmes Sr., Mary Baker Eddy e Henry Cabot Lodge.

Fra i vari monumenti realizzati per abbellire il parco, segnalo Washington Tower, torre di osservazione con vista panoramica, Bigelow Chapel, cappella neogotica progettata da uno dei fondatori del cimitero, e Mt Auburn Sphinx, un curioso monumento a forma di sfinge eretto nel 1872 per celebrare la fine della schiavitù in seguito alla conclusione della Guerra Civile.

Questo cimitero è un po’ decentrato rispetto alle altre principali attrazioni di Cambridge. Si trova infatti al confine con la cittadina di Watertown, a ovest del centro cittadino. Raggiungerlo a piedi da Harvard Square vi richiederà una mezz’oretta di camminata, prendendo l’autobus tuttavia potete raggiungerlo in circa 10 minuti (le linee da prendere sono il 71 o il 73). La metro non copre questa zona.

Old Burial Ground

Old Burial Ground

Se il Mount Auburn Cemetery vi sembra un po’ troppo fuori mano potete optare per l’Old Burial Ground, un altro cimitero di grande importanza storica, più piccolo ma a suo modo interessante. Fondato nel 1636, questo cimitero è il luogo di riposo di molti dei primi coloni di Cambridge, nonché di personalità storiche e di rilievo, ad esempio Thomas Dudley e Simon Bradstreet, che furono entrambi governatori della Massachusetts Bay Colony.

Camminando lungo i sentieri che si snodano tra le lapidi e gli alberi secolari di questo cimitero potrete notare alcune tombe decorate con simboli e iconografia del periodo coloniale. Il cimitero è facilmente raggiungibile visto che si trova a 2 passi da Harvard Square.

Longfellow House-Washington’s Headquarters National Historic Site

Longfellow House in Cambridge

Questa casa è stata la dimora del famoso poeta Henry Wadsworth Longfellow, ma non solo; ha svolto anche un ruolo significativo per la storia americana visto che venne usata come quartier generale da George Washington in persona durante la Guerra d’Indipendenza Americana.

La casa fu costruita nel 1759 e acquisita dalla famiglia Longfellow nel 1837. Henry, uno dei poeti americani più celebri, visse qui con la sua famiglia per diversi anni e qui compose molte opere letterarie, tra cui The Midnight Ride of Paul Revere e Evangeline.

La casa, che ha mantenuto gran parte del suo aspetto originale e riflette lo stile architettonico del XVIII secolo, fu utilizzata durante la guerra come quartier generale da George Washington dal luglio 1775 al marzo 1776. Qui Washington pianificò le prime strategie militari contro le forze britanniche, prendendo decisioni cruciali per la causa dell’indipendenza americana. Di fronte alla casa si trova il Longfellow Park, dove è eretto un busto del poeta.

Oggi, la Longfellow House-Washington’s Headquarters National Historic Site è un museo gratuito aperto al pubblico. I visitatori possono esplorare gli interni della casa, dove sono presenti gli arredi e l’oggettistica originale, e i giardini annessi. Per maggiori informazioni visitate il sito ufficiale gestito dall’NPS. Il sito è appena decentrato rispetto agli altri luoghi di interesse ma comunque facilmente raggiungibile: si arriva a piedi da Harvard Square in meno di 10 minuti.

Cambridge Common

cambridge common

Fondato nel 1631, il Cambridge Common è uno dei parchi più antichi degli Stati Uniti d’America (fu fondato 3 anni prima del ben più famoso Boston Common). Venne utilizzato come campo di addestramento militare durante la Guerra d’Indipendenza Americana e poi come luogo di raduno per discorsi politici e manifestazioni sociali.

Nel parco si trovano alberi secolari e sentieri piacevoli per passeggiare ma la sua caratteristica principale è la presenza di monumenti storici e memoriali. Menzioniamone alcuni:

  • Civil War Monument: eretto nel 1870 per commemorare i soldati di Cambridge che hanno combattuto e perso la vita durante la Guerra Civile.
  • Washington Elm: la leggenda vuole che presso questo albero George Washington abbia radunato le sue truppe durante la guerra (l’albero originale è morto ma è stato sostituito da un quello che si dice sia un suo discendente).
  • Prince Hall Memorial: monumento eretto nel 2010 in onore di Prince Hall, attivista e abolizionista, nonché fondatore della Massoneria afroamericana.

Il parco si trova a 2 passi dall’Old Burial Ground.

Adolphus Busch Hall

Adolphus Busch Hall

Parte integrante dell’Università di Harvard e ubicato all’incrocio fra Kirkland e Quincy Street, Adolphus Busch Hall è un bell’edificio ispirato al Rinascimento italiano costruito nel 1917 dall’architetto Richard Clipston Sturgis. All’interno, ospita una sala da concerto nota come John Knowles Paine Concert Hall, che viene utilizzata particolarmente per concerti di musica barocca, spesso con strumenti d’epoca.

Quando non ci sono concerti può essere una bella idea visitare l’edificio e il suo giardino. L’ingresso è gratuito, qui trovate le informazioni sugli orari di apertura. L’edificio si trova vicino al già citato Memorial Hall, quindi può essere una buona idea quella di visitarli in sequenza.

M.I.T. Massachusetts Institute of Technology

MIT Cambridge

Il Massachusetts Institute of Technology (M.I.T.) è un’istituzione accademica di fama mondiale. Fondata nel 1861, l’Università è riconosciuta come uno dei principali centri di eccellenza nella scienza, nella tecnologia e nell’innovazione. È possibile visitarla esplorando il campus a piedi, ammirandone l’architettura innovativa e le opere d’arte esposte. Ci sono anche alcuni musei aperti al pubblico, come ad esempio il MIT Museum, con mostre interattive sulla scienza e sulla tecnologia.

Inoltre, c’è la possibilità di fare visite guidate, che forniscono una panoramica del campus, delle attività accademiche e delle ricerche in corso. Ovviamente non tutte le aree saranno accessibili in caso di lezioni in corso o altre possibili esigenze. Cliccando sul pulsante qui sotto trovate tutte le informazioni.

Tour guidato del MIT con uno studente

Dove dormire

Dormire a Cambridge può essere un’ottima scelta per posizione (il centro di Boston non è lontano) e piacevolezza del quartiere, ma non è detto che si risparmi più di tanto rispetto ai quartieri più centrali di Boston. Se il vostro principale interesse è il risparmio ci sono altre zone dove guardare. Ho parlato di queste e altre zone nella mia guida su dove dormire a Boston, prendendo in esame i quartieri migliori e consigliando alcuni alloggi.


Un Consiglio Importante:
Ricordati l’assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?

Potrebbero interessarti

lorenzo puliti
lorenzo puliti

Affascinato dagli States fin da piccolo ho poi scoperto che c’era molto altro da scoprire… e da lì non ho più smesso

Leggi prima di lasciare un commento
I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma. Per pubblicare un commento scorri in basso.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES