Captiva Island: suggestivi tramonti, acque cristalline e relax nell’isola della Florida

Novembre 11, 2019 /
Captiva Island Cosa Vedere

Siamo in Florida, nell’area del Golfo del Messico, uno scrigno che una volta aperto rivela tutte le sue bellezze. Abbiamo già visitato Fort Myers e Fort Myers Beach ed ora stiamo lasciando Sanibel Island per raggiungere la nostra meta, la piccola Captiva Island ad essa collegata tramite la Sanibel-Captiva Road e il ponte Sanibel Causeway.

Tranquillità, relax, spazi ideali per attività sportive, buona cucina in locali divertenti, belle spiagge di sabbia bianca e tramonti incantevoli (terrific, come li chiamano qua); questa è Captiva Island, la nostra meta spesso considerata un’escursione da Sanibel Island, Fort Myers e Fort Myers Beach. Noi le abbiamo dedicato più tempo e siamo certi di aver fatto la scelta giusta perché se lo merita. Enjoy Captiva!

Un po’ di storia

Questo lembo di terra (lungo meno di nove chilometri e largo 800 metri nel punto massimo) è accessibile solo in auto. Le isole di Captiva e Sanibel un tempo erano un tutt’uno finché nel 1926 un terribile uragano le ha divise creando un canale nel golfo denominato Blind Pass. Una parte dell’isola, ricca di mangrovie e di palme sabal (specie autoctona della Florida e simbolo dello stato), è di proprietà privata.

La storia racconta che i pirati vagassero da queste parti, che i conquistadores spagnoli l’abbiano esplorata e che gli indiani Calusa l’abbiano abitata fino al ‘700. Vecchie leggende narrano che il nome dell’isola deriva dal fatto che il pirata Gasparilla portava qui, in una sorta di prigione, le donne che catturava. Un altro dei suoi abitanti, molto più tranquillo, è stato l’artista di pop art Roy Lichtenstein. Prima di lui, nell’800, un certo signor Binder proveniente dall’Austria stava raggiungendo New Orleans in barca e naufragò su quest’isola. Per dieci anni è stato il solo abitante ed ora è sepolto nel cimitero della Chapel by the Sea.

Captiva è una piccola isola con una storia di personaggi particolari. Poi la svolta tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900 quando il grande potenziale ittico, gli studi in loco del presidente Roosevelt e dello scienziato Coles sulla carne degli squali e delle mante, come pure l’arrivo dell’ufficio postale, hanno dato il via allo sviluppo dell’isola e alla sua crescita economica. Negli anni il volto di Captiva è cambiato, sono sorti hotel, sono stati avviati ristoranti e attività che non hanno comunque stravolto la bellezza naturale dell’isola.

Le spiagge di Captiva Island

Captiva Island SpiaggeL’isola è nota per le sue acque trasparenti, spiagge di sabbia bianca e soffice dove qualche ombrellone colorato crea un contrasto cromatico degno di uno scatto fotografico, conchiglie in tutte le sfumature color pastello, suggestivi tramonti, splendidi tour in barca, pratica della pesca e svaghi acquatici. Chi viene qui cerca pace, tranquillità, clima caldo, relax, spiagge ma anche tante attività sportive legate al mare.

Turner Beach

Appena scesi dal ponte che collega Capitva a Sanibel, Turner Beach (17200 Captiva Dr.) con il suo molo roccioso ci dà il benvenuto nell’isola. È un luogo molto popolare fra i collezionisti di conchiglie e non solo: per tutti coloro che amano osservare i tramonti (noi compresi) questo è uno dei luoghi ideali da cui osservarli. Un consiglio per chi intende nuotare: è importante stare lontani dall’area del ponte dove le acque diventano profonde velocemente e si può formare una forte risacca. Questo litorale è accessibile 7 giorni su 7 dall’alba al tramonto.

Captiva Beach

Captiva Island SpiaggeAl termine di Captiva Drive, al civico 14790, si accede a Captiva Beach, un’altra spiaggia “notevole”. Osservare i delfini che saltano, gli uccelli che spiccano il volo, il sole che cala e accende di rosso questo splendido angolo di natura crea un ricordo indelebile e per questo molti la definiscono romantica. Il litorale con acque calme è adatto alle famiglie che si possono fare piacevoli pic-nic nell’apposita area. Anche in questa spiaggia l’accesso è consentito dall’alba al tramonto.

Nei pressi troviamo The Chapel by the Sea (11580 Chapin Ln.), una graziosa chiesetta bianca che accoglie gente di tutte le religioni, aperta dalla seconda settimana di novembre fino ad aprile. La funzione religiosa si svolge la domenica alle 11 e la cosa che ci piace è che al termine del servizio i fedeli non lasciano subito la chiesa ma si fermano a scambiare due chiacchiere, trascorrono un momento conviviale sorseggiando una bevanda e gustando qualche dolcetto; in poche parole, si fa comunità.

Captiva Island Florida Cosa VedereNon sorprende che esista un’area denominata Millionaire’s Row (Captiva Rd.) in cui sono sorte residenze di lusso, ville rivolte verso il Golfo del Messico e anche sulla baia, ognuna con il proprio molo privato. Concordiamo con la scelta di chi ha deciso di prendere casa in questa location.

Per un po’ di avventura all’aria aperta ci rivolgiamo a Captiva Watersports (15951 Captiva Dr.) dove si possono noleggiare barche, moto d’acqua, canne ed esche per la pesca. L’azienda dispone di water taxi (su prenotazione) che effettuano servizi di andata e ritorno verso Cayo Costa, Boca Grand, Useppa Island e Cabbage Key.

A Captiva è possibile provare anche il paddle boarding,  l’ebrezza del jet ski, del kate surfing e del parasailing. Occorre tenere presente che a volte il mare è piatto mentre in altre occasioni è movimentato e allora, a seconda delle condizioni dell’acqua, si sceglie l’attività ideale.

In varie location dell’isola, in settembre si svolge l’Island Hopper Singer Songwriter Festival, un appuntamento che vede esibirsi cantautori famosi. Nel 2017 l’evento si è svolto anche nelle vicine Fort Myers e Fort Myers Beach.

Captiva Village

Captiva Island FloridaAbbiamo lasciato momentaneamente le spiagge ed ora siamo a Captiva Village, nel nucleo cittadino all’incrocio di Captiva Drive ed Andy Rosse Lane dove ci sono negozi e attività; questo è il cuore della vita locale. Oltre alle possibilità di shopping troviamo ristoranti, cafè, alberghi e una piccola biblioteca, il tutto in un’atmosfera colorata e friendly. Ci sentiamo bene qui, ci piace.

Dove mangiare

Segnaliamo alcuni ristoranti che servono piatti buoni e “generosi”. Gustiamo pietanze messicane e del sud-ovest americano da Cantina Captiva (14970 Captiva Dr.) in una location interna ed esterna. Il locale ha un’atmosfera casual con arredi colorati in stile tropicale e il soffitto è particolare per le banconote da un dollaro che lo tappezzano.

Bisogna poi lasciare spazio per un ottimo dessert da The Bubble Room (15001 Capiva Dr.), un’istituzione locale, facilmente individuabile per il suo edificio coloratissimo. Fra alcuni dei suoi dolci più gettonati noi abbiamo scelto Key Lime Pie, Red Velvet e Cheesecake. Le prelibatezze non sono le uniche attrazioni di questo locale molto famoso, con annesso gift shop, aperto nel 1979. Una sala è in tema natalizio tutto l’anno e nelle altre stanze la collezione di oggetti (giochi, decorazioni e stranezze varie) continua a crescere. Alcuni piatti del menu hanno nomi particolari del tipo: Napoleon Bonapart, An American in Paris and The Louis Armstrong. Non si dovrebbe lasciare Captiva senza aver visitato questo particolare locale.

I prossimi tre ristoranti si trovano all’interno di due hotel. All’Old Captiva House (15951 Captiva Dr. presso il Tween Waters Inn) si vive un’atmosfera casual mentre si ammira il Golfo del Messico. Il menu propone pesce fresco e sushi. Da Harbourside Bar & Grill (5400 S. Seas Plantation Rd. press oil South Seas Island Resort) l’atmosfera è casual e d’ispirazione nautica. Il locale, affacciato su una bella marina serve cucina di pesce ma si preparano anche piatti a base di carne e pasta. Dalla veranda si ha una bella visuale del tramonto ma si può mangiare anche all’interno.

Da Doc Ford’s Rum Bar & Grille (5400 S. Seas Plantation Rd. presso il South Seas Plantation Resort) si gustano prelibatezze che uniscono tanti i sapori a quelli della cucina caraibica. Il menù spazia da paella di pesce, insalata di quinoa, involtini di aragosta del Maine, tacos di pollo e buonissimi gamberetti con pasta che si gustano all’interno o all’esterno del locale. Oltre al cibo si apprezza musica dal vivo.

Segnaliamo un noto ristorante ancor più tappezzato di dollari rispetto al già citato Cantina Captiva; è il Cabbage Key Restaurant Dollar Bills dove, fra le varie opzioni, vengono serviti ottimi e grandi cheeseburger. Le banconote sono dappertutto, alle pareti e nel soffitto, dicono più di 70.000, molte sono autografate da personaggi noti. Il locale si raggiunge con un water taxi che porta ad est di Captiva nell’isoletta di Cabbage Key lungo l’Intercoastal Waterway (il canale interno); è una piccola escursione che merita l’investimento di tempo.

Dove dormire a Captiva Island

L’offerta di strutture ricettive è buona, comunque proporzionata alle dimensioni dell’isola e al suo voler essere un ambiente in cui prevale la natura, un luogo dove la sera le luci sono poche e il cielo dà spettacolo con il suo chiarore stellare. Qui non è avvenuta, come in altre occasioni, un’edificazione “selvaggia”.

Il Captiva Island Inn (11508 Andy Rosse Ln.), nel cuore di Captiva Village, è a pochi passi da Captiva Beach. La struttura è composta da 16 unità fra cui cottage, suite e camere che soddisfano tutte le esigenze. In una spiaggia incontaminata sorge il South Seas Island Resort (5400 Plantation Rd.) dove si respira l’atmosfera definita “genuina della vecchia Florida”. La struttura, composta da villette e stanze, dispone di spa, centro fitness, campi da golf, da tennis, una marina e un’area per lo shopping.

Il Jensen’s on the Gulf Beach Resort (15300 Captiva Dr.) è una struttura ricettiva dallo stile casual dotata di suite, direttamente su una bella spiaggia a breve distanza dal paese. Presso il Jensen’s Twin Palm Cottages & Marina Resort (15107 Captiva Dr.), che dispone di una sua marina, si pernotta in cottage casual e confortevoli in un’atmosfera nautica e al contempo storica. L’hotel è a pochi passi dal paese e a breve distanza da tutto.

Cerca gli albergi di Captiva Island

Come raggiungerla

Gli aeroporti che consigliamo sono Miami international (2100 NW 42nd Ave.) che ha voli diretti con l’Italia e hub europei, oppure Fort Myers (11000 Terminal Access Rd.) con scali domestici negli Stati Uniti. Il primo dista tre ore da Captiva Island e il secondo un’ora.


Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?


Marianna Licia e Paolo
Marianna Licia e Paolo

Ciao, siamo una famiglia romagnola al completo: Marianna con la sua passione per la geografia e il folklore, Paolo esperto di modellismo e bricolage, Licia appassionata di lingua inglese e di cucina. Al di là dei nostri spiccati interessi individuali, due passioni ci accomunano profondamente: la fotografia e il viaggiare, in modo particolare negli Stati Uniti. Ogni aspetto di questa terra ci incuriosisce e i suoi grandi spazi ci emozionano.

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES
Dove dormire a Monument Valley

Viaggi-USA Newsletter

I nostri consigli di viaggio e le migliori offerte USA per email...