Quando andare a Boston? Consigli sul periodo migliore per la visita

Aprile 5, 2019 /
boston quando andare

Essendo una delle principali città della East Coast, Boston rientrerà probabilmente in un vostro tour di quest’area degli Stati Uniti. Come per le altre destinazioni del New England, uno dei fattori a cui prestare maggiore attenzione per non farsi rovinare la vacanza è il clima. Rispetto ad altre città della costa atlantica situate leggermente più a sud, come New York o Washington DC, Boston risente in maniera maggiore della vicinanza al Canada e ai suoi venti gelidi in inverno, oltre che alle correnti fredde che dall’Artico scendono ad abbassare le temperature di questa parte di Oceano Atlantico.

Come per le altre grandi città americane, anche il clima più rigido non ferma la vita quotidiana né la possibilità di una visita: anche in questo caso, la vicinanza dei vari punti di interesse di Boston consente di aggirare in ogni stagione i problemi logistici legati al meteo.

Clima e temperature a Boston

Ho già accennato che il clima di Boston è caratterizzato dal freddo che può arrivare dal nord, ma questa non è l’unica peculiarità. Il motivo per cui è importante partire informati è che stiamo parlando di una delle città con il meteo più imprevedibile di tutti gli U.S.A. Il clima del Massachusetts è continentale: in inverno la neve la fa da padrona, mentre in estate la sostituiscono caldo afoso e temporali improvvisi.

La capitale, posta sulla costa, risente dello scontro fra le correnti d’aria che arrivano calde da sud e fredde da nord, scontrandosi proprio in quest’area geografica e dando origine a cambi di tempo del tutto imprevedibili. Il mare mitiga ben poco, perché qui si risente della corrente fredda che scorre in quest’area dell’Atlantico e mantiene le acque a basse temperature nonostante la latitudine sia la stessa del centro Italia.

Boston in inverno

boston inverno

I mesi invernali sono decisamente freddi, con temperature medie sotto lo zero, anche se non di molto, ma che frequentemente presentano picchi anche al di sotto dei -5°. È normale trovare la città coperta da un manto di neve: se l’aspetto è romantico, non è altrettanto piacevole ritrovarsi in una tempesta di neve, fatto abbastanza frequente.

A creare i maggiori disagi in una visita invernale a Boston è proprio il vento: le folate gelide, chiamate blizzard, fanno percepire il freddo in maniera più acuta e non aiutano certo a passare del tempo all’aperto. A differenza di New York, è più difficile che le correnti meridionali arrivino a portare giornate miti nei mesi fra dicembre e marzo.

Boston in primavera

boston-trasferimenti

Le temperature di aprile hanno una media fra i 5 e i 13 gradi, quelle di maggio fra i 10 e i 19. La primavera è un buon periodo per visitare la città, soprattutto se si cerca un clima fresco e non si ama il caldo estremo. Marzo in quest’area geografica è da considerarsi ancora inverno, ma sono da tenere in buona considerazione sia maggio che aprile: nella seconda metà del mese non è impossibile avere giornate con 20 gradi.

Ed è quello che sperano ogni anno gli sportivi che si iscrivono alla Maratona di Boston, in programma ogni terzo lunedì di aprile. L’unica pecca dei mesi primaverili, come del resto un po’ tutto l’anno, è l’instabilità: è molto probabile che il meteo cambi repentinamente e una giornata calda e piacevole può essere interrotta da un temporale improvviso.

Boston in estate

boston-common

Se anche l’estate è instabile sulla pioggia, le temperature si alzano notevolmente rispetto ai mesi precedenti. Le minime fra giugno e agosto vanno dai 13 ai 16 gradi, le massime dai 25 ai 28. Questa media può però vedere sbalzi anche notevoli, con ondate di calore oltre i 35 gradi. La brezza marina fortunatamente arriva spesso a rinfrescare le giornate calde, ma in questi mesi il vero disturbo ad una visita, più che il caldo, sono i temporali. Le rare perturbazioni intense sono compensate a frequenti temporali che arrivano, scaricano scrosci d’acqua e se ne vanno dopo poco.

Nonostante sia sul mare, Boston non è una località adatta a vacanze balneari: l’acqua dell’oceano ad agosto raggiunge al massimo i 18°, non certo una piscina termale. I mesi estivi, però, sono senz’altro fra i più papabili per un viaggio negli Stati Uniti, e se si sceglie di inserire Boston nel proprio itinerario, è bene partire preparati con ombrello o impermeabile: utili anche se il bollettino mette una settimana di sole.

Boston in autunno

boston in autunno

Come nelle altre grandi città della costa orientale, l’autunno è forse la stagione più consigliata per visitare Boston. Fra settembre e novembre il clima si stabilizza: è più raro imbattersi in caldo umido e temporali, ma allo stesso tempo non si subisce ancora il freddo dell’inverno. A novembre le temperature medie scendono sotto i 10 gradi e alcuni anni può persino nevicare, ma i mesi di settembre e ottobre sono caratterizzati da giornate miti, con minime sui 10 gradi e massime sui 20: clima decisamente buono per muoversi in città. I mesi autunnali sono quindi da privilegiare per viaggiare a Boston e in generale nel Massachusetts.

Quando andare a Boston? Il periodo migliore

Le stagioni intermedie sono le più consigliate. Se si sceglie di dirigersi qui in base al clima, i mesi migliori sono maggio-giugno e settembre-ottobre. In entrambi i casi eviterai sia il caldo umido dell’estate sia il freddo polare dell’inverno. Inoltre, nei mesi autunnali si può godere della magia del Foliage in Massachusetts e in tutta l’area del New England, per il quale Boston rappresenta un ottimo punto di partenza. Come per le altre grandi città, anche a Boston vale la regola che in ogni periodo dell’anno c’è qualcosa da fare, a prescindere dal clima. Quest’ultimo non può quindi essere l’unica discriminante per la partenza. È anche probabile che la decisione del periodo dipenda più da altri fattori, ma proprio per le peculiarità sopra citate è bene partire preparati per non farsi rovinare la visita da questo clima poco prevedibile.

Foliage Vermont


Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?


Andrea Cuminatto
Andrea Cuminatto

Giornalista e viaggiatore. Parlo spagnolo, inglese e sto imparando il russo. Più che vedere i luoghi, amo conoscere chi li abita.

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES