Great Falls Virginia: le grandi cascate a un passo da Washington

Ottobre 25, 2018 /
Great Falls Virginia
Great Falls Virginia
Great Falls Virginia: una bellezza naturale nascosta a pochi passi da Washington DC
Il parco delle Great Falls segue il corso del fiume Potomac, trovandosi quindi a metà tra due stati del Mid Atlantic: la Virginia e il Maryland. Se vi trovate a Washington D.C. e avete voglia di fuggire un po’ dalla cultura e dai monumenti della capitale, questo è sicuramente il posto adatto: sono infatti solo una trentina di miglia di distanza e ne vale sicuramente la pena.

L’itinerario da Washington a Great Falls

itinerario great fallsCome ogni itinerario si inizia dalla strada. Da D.C. si prende la George Washington Memorial Parkway nel tratto nord, si svolta sulla I-495 e si prosegue fino all’uscita “VA-193 (Georgetown Pike) west” e qui inizia il bello. Se le strade americane vi sembrano troppo grandi e forse un po’ noiose, questo percorso vi sorprenderà.

Percorrerete circa 12-13 miglia immersi in boschi bellissimi, che durante la stagione estiva, grazie alla grande umidità della zona, sono di un verde meraviglioso. Nel tragitto che vi porta a Great Falls potrete ammirare le classiche case coloniali americane, con le staccionate bianche e i cavalli: viene davvero voglia di fermarsi ed entrare in queste bellissime residenze che sembrano uscite direttamente da “Via col Vento”. Siccome sono residenze private, vige la regola di guardare e non toccare (purtroppo!).

east great fallsDurante questo tragitto in auto incontrerete un paio di agglomerati urbani molto piccoli, provvisti di un paio di scuole e qualche ristorante o piccolo centro commerciale. Vi accorgerete di essere nella direzione giusta quando svoltando al semaforo verso Old Domington Road calerà un piacevole silenzio e vedrete la luce del sole filtrate dalle foglie verdi degli alberi secolari che contornano il parco.

Great Falls

Alla fine di questa strada silenziosa e poco trafficata vi troverete davanti a delle sbarre sorvegliate dai rangers del parco, per accedervi infatti ogni veicolo deve pagare una piccola tassa di 5 $. Non ci sono orari fissi di apertura e chiusura del parco in quanto resta aperto da quando sorge il sole a quando tramonta. Dopo le sbarre parcheggerete l’auto in uno dei parcheggi del parco, che è accessibile solo a piedi.

All’interno del parco ci sono vari percorsi da seguire, nessuno di questi è particolarmente impegnativo dal punto di vista fisico, anche perché la pendenza è scarsa così come gli ostacoli da affrontare. Risalendo il fiume verso nord (parte opposta delle Great Falls) potrete vedere il Clay Pond (un laghettino di argilla rossa) e alcune isole del fiume Potomac, con la loro flora e fauna; il sito del parco menziona cervi, volpi e scoiattoli, noi abbiamo potuto vedere solo degli uccelli che ci sembravano simili agli aironi nostrani. Un caloroso consiglio, se andate in estate munitevi di spray anti-insetti perché essendo molto umido le zanzare (e simili) vi mangiano vivi!

Se invece dal Visitor Center (che si trova circa a metà del parco) andate verso sud percorrendo il River Trail, avrete accesso ai punti di osservazione delle cascate. E’ severamente vietato tuffarsi o fare qualche tipo di attività sportiva sul fiume, la corrente è fortissima e la violenza della portata dell’acqua può essere mortale per un eventuale bagnante.

Ci sono in tutto tre punti di osservazione: dei tre Overlook Points quello da cui si gode una vista completa e migliore delle cascate è sicuramente il terzo, il più lontano dal Visitor Center. Invece una vista meno complessiva, ma dettagliata, si gode dai primi due Overlook Points, che sono più vicini alle rocce.

Intorno alle cascate poi una serie di pannelli espositivi vi mostrerà la storia del Potomac e potrete toccare con mano i tentativi di rendere navigabile il fiume, in quanto camminerete proprio accanto al “Patawmac Canal” ideato su richiesta di G. Washington. Potrete inoltre vedere ciò che rimane di Matildaville, nata come quartier generale dei lavori per il canale e poi abbandonata dopo la chiusura dello stesso.

La parte del parco situata sul lato del Maryland (Chesapeake and Ohio Canal Park) si presenta più urbanizzata e meno selvaggia del lato del parco fluviale che è situato in Virginia. In entrambi i parchi, giustamente, vige la politica della tolleranza zero per i rifiuti, i rangers mettono a disposizione sacchetti di plastica per i turisti da utilizzare durante la loro visita per poi cestinarli all’esterno del parco.

Se vi rimane tempo…

Se vi trovate in zona e vi rimane un po’ di tempo, esiste un’altra escursione da Washington alla scoperta della Storia degli Stati Uniti: scopritela nel nostro articolo su Virginia Historic Triangle.


Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?


Avatar
Gaia Aragrande
Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

4 commenti su “Great Falls Virginia: le grandi cascate a un passo da Washington”

  1. Ciao a tutti. Andrò negli States quest'estate. L'idea è di stare almeno 6 giorni a New York e poi spostarmi per vedere Philadelfia e Washington. In tutto starò via 15 giorni. Sinceramente non avevo intenzione di prendere l'auto, ma di spostarmi col treno. Poi una volta arrivato a destinazione pensavo di visitare la città e magari prenotare qualche visita nei dintorni.
    Secondo voi è fattibile? Siete a conoscenza di qualche tour nei dintorni di Washington o Philadelfia, tipo alle Great Falls? Consigliate anche qualche altra città, tipo Baltimora o Atlantic city?

    Rispondi
    • Ciao Marco, se è tua intenzione visitare principalmente le tre città citate a mio parere non c'è motivo per prendere la macchina ma puoi tranquillamente usare il treno. Per eventuali escursioni nei dintorni, ti rimando alla nostra sezione sugli itinerari nel Mid-Atlantic, dove troverai alcuni consigli. In molti casi, certo, avresti bisogno di una macchina, ma troverai anche link a tour organizzati come quello in partenza da Philadelphia per Lancaster e la contea Amish. Non conosco, purtroppo un tour organizzato per le Great Falls, mentre invece posso segnalarti un articolo su Baltimora, dove puoi trovare alcuni consigli sulle attrazioni da visitare.


      itinerari viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

      Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES
Dove dormire a Monument Valley

Viaggi-USA Newsletter

I nostri consigli di viaggio e le migliori offerte USA per email...