Baltimora in Maryland: visita alla città dove è nato l’inno americano

Gennaio 27, 2020 /
Baltimora Cosa Vedere

Siamo nel centro-nord del Maryland a Baltimora, la più grande città dello stato con un grande passato storico, oltre 600.000 abitanti e un fiume dallo strano nome: Patapsco. Siamo vicino alla linea di confine fra la pianura costiera atlantica e l’altopiano Piedmont nei pressi dei monti Appalachi. Qui il clima è caldo-umido in estate, mite in autunno e primavera (leggermente più piovosa), mentre l’inverno può variare da fresco a rigido con sporadiche nevicate.

Considerate le distanze all’interno degli States possiamo affermare di essere “a due passi” da Washington DC ad appena un’ora d’auto e infatti si tratta di una meta che viene spesso visitata come escursione in giornata dalla capitale americana. Scopriamo dunque cos’ha da riservarci questa città: ecco le principali cose da vedere a Baltimora.

Cosa vedere a Baltimora

A Baltimora la tradizione marinara e il passato storico sono evidenti, preservati, mostrati sotto varie forme a noi visitatori che con piacere troviamo in questa città anche tanti altri punti di interesse, momenti di divertimento e apprezzamento culinario. Da tenere presente per maggiori informazioni sulla città ed eventuali prenotazioni, il Baltimore Visitor Center (401 Light St. – Inner Harbor) aperto dal lunedì alla domenica dalle 10 alle 17.

Inner Harbor

Baltimora Maryland Cosa VedereIniziamo con l’andare a scoprire l’Inner Harbor, il porto interno convertito da anni in attrazione turistica, un tempo area portuale che consentiva a Baltimora di essere un leader industriale. Ora brulica di negozi, angoli di ristoro e punti d’interesse. Qui si riversano le acque del Jones Falls, un torrente che nasce più a nord, crea un lago e poi si snoda verso sud per 29 chilometri attraverso una valle che ha avuto una grande importanza storica come via di trasporto e che ora è nota per il Jones Falls Trail, percorso di 16 chilometri da fare a piedi o in bicicletta parallelo al corso d’acqua, dal quartiere di Cylburn fino all’Inner Harbor.

Continuiamo l’esplorazione di questo porto all’Historic Ships in Baltimore (anche Maritime Museum, 301 E. Pratt St.), un museo galleggiante, a cielo aperto, dove i protagonisti sono un faro e quattro navi militari storiche (da metà del 19° secolo fino agli anni ’80) fra cui la fregata USS Constellation del periodo della guerra civile, la guardia-costiera Taney, il sottomarino Torsk e la nave-faro Chesapeake. Il Knoll Lighthouse è un faro rialzato alto poco più di due metri che spicca per la forma e il colore.

Baltimora Cosa Vedere

 

Li troviamo tutti e cinque a poca distanza l’uno dall’altro (ai pier 1/3/5); per apprezzarli doverosamente vengono organizzati tour, eventi speciali, perfino cannonate e altre iniziative. Si possono visitare due navi al costo di 15$ dai 21 ai 59 anni, 13$ dai 60 anni e dai 15 ai 20 mentre se si desidera vedere le quattro imbarcazioni più il faro il prezzo diventa 18$ o 16$ in base all’età. Gli orari della visita cambiano in base alla stagione e i biglietti si acquistano al pier 3. Per vivere l’emozione di un concerto nella suggestiva area di questo attivo porto interno segnaliamo il Mecu Pavilion (731 Eastern Avenue) che attualmente propone circa 25 spettacoli e concerti all’anno durante la bella stagione.

Con i suoi 123 metri, il World Trade Center (401 E. Pratt St.) è l’edificio di forma pentagonale regolare più alto del mondo ma la cosa interessante è l’osservatorio al 27° piano, denominato, “top of the world” da cui si ha una bella vista panoramica a 360°. Qui c’è anche un memoriale dedicato all’11 settembre e ci viene raccontato che poco dopo l’attacco alle torri gemelle anche questo edificio è stato evacuato per motivi di sicurezza. (adulti 6$, over 60 5$, dai 3 ai 12 anni 4$ con orari di visita stagionali).

Attrazioni Barltimora Meryland

I prossimi tre musei sono adatti anche per chi ha bambini a cominciare dal Port Discovery (35 Market Pl.) classificato da molti giornali tra i migliori musei degli Stati Uniti per i più piccoli. Qui si svolgono attività interattive e ci sono le sezioni “hands on” dove il fatto di toccare con mano sviluppa l’immaginazione e accresce la conoscenza. L’ingresso costa 15.95$ dai 2 anni in su, aperto tutto l’anno ad orari variabili in base alla stagione.

Le attività interattive ed “hands on” del Maryland Science Center (601 Light St.) fanno conoscere la paleontologia, in particolare i dinosauri, il corpo umano e l’astronomia all’interno di un planetario, un laboratorio di scienze e un teatro IMAX, caratteristico per il grande schermo avvolgente e per gli emozionanti filmati sulla Terra e lo Spazio. Si può entrare ed uscire quante volte si vuole nell’ambito della stessa giornata indossando il braccialetto di riconoscimento. Il costo comprensivo di teatro è 28.95$ per gli adulti, 22.95$ dai 62 anni in su e 22.95$ dai 3 ai 12 anni. Gli orari variano stagionalmente, chiuso nelle maggiori festività.

Attrazioni Baltimora

Fra gli ospiti del National Aquarium (501 E. Pratt St.) è possibile vedere tantissime creature marine come foche, delfini, pulcinelle di mare, pesci angelo, delfini dal naso a bottiglia, anguille, squali, razze, granchi, meduse, polipi e tartarughe. Sono disponibili diversi tour a prezzi differenti. L’accesso all’acquario ha un costo di 39.95$ per gli adulti, 34.95$ dai 65 anni in su e 22.95$ dai 3 ai 12 anni. È bene controllare on-line gli orari del mese che interessa ed eventuali sconti in certi momenti della giornata.

L’American Visionary Art Museum (800 Key Hwy) è un insieme di opere veramente particolari, realizzate da artisti che hanno utilizzato materiali di ogni genere dando vita a lavori che meritano di essere visti (dal mar. alla dom. 10-18, Adulti 10$, over 60 8$, studenti 6$). E sempre in tema di curiosità e bizzarria, il Ripley’s Belive It Or Not (301 Light St.) attrae visitatori da tutto il mondo per le stranezze esposte, alcune delle quali inquietanti e surreali. Qui è proprio il caso di affermare che l’anormale e normale. È visitabile dalla domenica al giovedì dalle 10 alle 20 mentre il venerdì e il sabato l’apertura viene estesa alle 22. Dai 12 anni in su il costo è 18$ mente dai 3 agli 11 è di 12$.

Attrazioni Baltimora

Di tutt’altro genere ma anch’esso molto apprezzato, è l’Orioles Park at Camden Yards (333 W. Camden St.) che ospita le partite degli Orioles. È considerato uno dei più bei campi da baseball (ballpark) in stile retro classic, una struttura i cui muri esterni si inseriscono architettonicamente nel quartiere. Una curiosità in tema: il famoso giocatore di baseball Babe Ruth (New York Yankees e Boston Red Sox) è nato qui a Baltimora.

Trova un biglietto per i Baltimore Orioles

Mount Vernon

Baltimora Cosa VedereL’area di Mount Vernon è considerata il centro culturale e artistico della città cominciando dalla splendida Walters Art Gallery (600 N.Charles St. affacciata alla Mount Vernon Sq.) che ospita esemplari di arte classica greca e romana, manufatti d’argento bizantini, oggettistica sudorientale e cinese, gioielli Fabergè, nonché opere di pittori impressionisti come Monet, Manet e Rubens (da merc. a dom. 10-17 eccetto giov. 10-21, Gratuito).

Nella piazza svetta il Washington Monument (Mount Vernon Pl. & Washington Pl.), un’imponente colonna dorica in marmo alta circa 54 metri completata nel 1829 in onore del primo presidente, George Washington. Dalla cima del monumento si ha un’ottima visuale della città. Dal 1971 il primo giovedì di dicembre, per dare il via al periodo natalizio, la colonna viene illuminata.

La Baltimore Basilica (409 Cathedral St.), la prima cattedrale degli Stati Uniti, datata 1821, è dedicata all’assunzione in cielo della Vergine Maria. L’edificio in stile neoclassico ha un portico greco con colonne ioniche, al suo interno si trovano molte opere d’arte, una cupola sovrasta l’altare e ci sono anche una cappella e una cripta. Tour guidati a pagamento sono disponibili per un minimo di 10 persone. Papa Giovanni Paolo II e Madre Teresa di Calcutta hanno visitato questa bella chiesa rispettivamente nel 1995 e 1996. Solitamente è aperta dalle 8.30 alle 16.

Baltimora Maryland Cosa Vedere

Ci spostiamo un po’ a nord e andiamo a visitare la Brown Memorial Park Avenue Presbyterian Church (1316 Park Ave.) è una chiesa in stile gotico revival del 1870 in cui notiamo le finestre con vetrate colorate, il soffitto blu a volta e l’organo a canne nel presbiterio. Il Baltimore Magazine l’ha definita “uno degli edifici più significativi in città, un tesoro d’arte ed architettura” e noi concordiamo con quest’affermazione.

Gli edifici e i quartieri etnici

Attrazioni Barltimora MarylandNella zona del waterfront raggiungiamo Patterson Park (delimitato da E. Baltimore St., S. Patterson Park Ave., S. Linwood Ave., Eastdrn Ave.), un parco creato nel 1827 accessibile dall’alba al tramonto. Quest’area verde è giustamente nota per la splendida Patterson Pagoda (E.Lombard St.), una struttura “osservatorio” risalente al 1890. Da metà aprile a metà ottobre dalle 12 alle 16 ogni domenica si può salire sulla torre per ammirare il centro città. Nel parco troviamo anche una fontana in marmo, un lago in cui pescare, ci sono anatre, aironi, tartarughe, campi dove praticare sport, ad esempio basket, ma anche una piscina operativa in estate e una pista di pattinaggio attiva in inverno.

Lungo la sponda est del porto cittadino, Fells Point è un’area con costruzioni storiche in vari stili, graziosi e colorati edifici principalmente in stile vittoriano, revival greco e revival italiano che ospitano negozi, ristoranti e caffetterie. Questo è anche un quartiere in cui risiedono immigrati in maggioranza tedeschi, polacchi, cecoslovacchi, ucraini, russi, irlandesi e latino-americani. Invece l’area di Higlandtown (Haven St., Baltimore St., Eastern Ave.) è tradizionalmente abitata da operai soprannominati “colletti blu”, persone provenienti dalla Germania, Polonia, Italia, Grecia, Irlanda, Ucraina, Repubblica Ceca e latino-americani. Qui si trovano case dalle facciate colorate costruite in tardo stile vittoriano e revival del 19° e 20° secolo.

Baltimora Cosa Vedere

 

Ci piace scoprire quartieri etnici e continuiamo a Greektown (Lombard St., O’ Donnell St., Eastern Ave.) dove si concentra la maggior parte della popolazione greca che qui ha aperto molti ristoranti ellenici, meritevoli di essere provati. Nel quartiere spicca la St. Nicholas Greek Orthodox Church (520 S. Ponca St.) dedicata all’omonimo santo al cui interno ammiriamo belle decorazioni e le tipiche iconografie dell’altare.

A Little Italy (delimitata da E.Pratt St., President St., Fleet St., S.Eden St.) gli immigrati abitano in case a schiera, lavorano nei ristoranti italiani e giocano nei campi di bocce di E.Pratt e Stiles street. Da segnalare la St. Leo The Great Roman Catholic Church (227 S. Exeter St.), risalente al 1881, una chiesa in stile romanico-italiano costruita in mattoni, con un portico e la facciata con rosone.

I luoghi dell’inno americano

Baltimora Maryland Cosa VedereAll’844 di E.Pratt Street facciamo un “salto” nel passato, nella casa di Mary Young Pickersgill denominata The Star-Spangled Banner Flag House dove Mary ha realizzato nel 1813 la bandiera americana per il forte cittadino McHenry. All’interno dell’edificio si conosce tutta la vicenda e ci si diverte con attività interattive legate alla bandiera (da mar. a sab. 10-16, adulti 9$, senior 8$, dai 6 anni 7$).

Il Fort McHenry vero e proprio (2400 E. Fort Ave.) oggi è museo in cui si possono ammirare esposizioni storiche e una ricca collezione di memorabilia legati agli eventi militari. Al suo esterno vengono svolti programmi interattivi, cerimonie di alza bandiera e dimostrazioni storiche. Qui non ci sono punti di ristoro e per questo motivo è possibile portare il proprio cibo.

Attrazioni Barltimora MarylandIl maggiore evento storico che vi si è combattuto è la battaglia del 1814 (fra americani e inglesi) durante la quale sventolava la bandiera creata da Mary Young Pichersgill che, unitamente alle vicende belliche, ispirò l’avvocato, autore e poeta amatoriale del Maryland, Francis Scott Key, a comporre alcuni versi che ebbero poi l’onore di essere scelti come inno americano (The star-spangled banner) il 31 marzo 1931.

Il forte si può visitare dalle 9 alle 17 e dal Memorial Day (fine maggio) al Labor Day (inizio settembre) l’apertura viene prolungata fino alle 18. Il biglietto d’ingresso costa 15$ dai 16 anni in su ed è valido per sette giorni mostrando la ricevuta.

La bandiera vera e propria però non si trova a Baltimora ma dovrete andare al National Museum of American History che si trova nel National Mall di Washington.

Gli altri musei

Baltimora Cosa Vedere

Il Baltimore & Ohio Railroad Museum (901 W. Pratt St. – Stazione di Mount Claire) è un sito in cui si vedono e si conoscono a fondo le più importanti collezioni ferroviarie in America con locomotive e vagoni ma anche attraverso documenti e piccoli oggetti che risalgono alla nascita della ferrovia negli Stati Uniti. Al suo interno si trovano un gift shop ed una caffetteria. È visitabile dal lunedì al sabato dalle 10 alle 16 e la domenica l’apertura è alle 11. Il biglietto costa 20$ per gli adulti, 17$ dai 60 anni in su e 12$ dai 2 ai 12 anni. Il museo effettua anche tour in treno nei dintorni.

All’Edgar Allan Poe House & Museum (203 N. Amity St.) a circa 10 minuti dall’Inner Harbor. Il celebre scrittore, nato in Virginia, ha vissuto ed è morto a Baltimora. Si può fare un tour della sua casa dal giovedì alla domenica dalle 11 alle 16. L’abitazione è piccola e con scale a serpentina perciò non è adatta per certi tipi di handicap e non sono ammessi animali. Il costo è di 8$ dai 12 anni in su, 6$ per gli studenti e 4$ a partire dai 62 anni. Poe è sepolto presso il Westminster Burying Ground (Fayette e Green Sts.) vicino alla sua casa.

Baltimora e la criminalità: è una città sicura?

Negli ultimi anni la città di Baltimora è stata protagonista in negativo di numerosi episodi di violenza e criminalità, tanto da farla salire ai primi posti della classifica delle città più pericolose degli Stati Uniti. Anche la popolare serie televisiva The Wire ha contribuito molto a rafforzare la rappresentazione di Baltimora come città violenta anche nell’immaginario collettivo non solo statunitense.

Quindi la domanda sorge spontanea: è sicuro visitare Baltimora? La risposta, nonostante le premesse, è comunque affermativa. Le zone turistiche della città come Inner Harbor, Fells Point, Federal Hill e Mount Vernon sono tenute sotto stretta sorveglianza dalla polizia locale e i livelli di criminalità sono in linea con quelli di tutte le grandi città. Gli episodi violenti infatti si verificano nelle zone periferiche e più degradate che un turista non ha nessun interesse a visitare.  Restate quindi nei quartieri turistici e prendete le classiche precauzioni.

Gli eventi di Baltimora

In città si svolgono diverse manifestazioni, alcune delle quali a carattere etnico. In aprile si svolge l’Irish Traditional Fest in diverse location in città. Questo evento musicale mette in campo laboratori di canto, ballo e musica ma anche esibizioni di diversi artisti provenienti dagli Stati Uniti e dall’Irlanda specializzati in melodie e danze irlandesi. I biglietti hanno costi variabili in base all’evento.

Al Canton Waterfront Park (3001 Boston St.) ogni primo giovedì sera da maggio a settembre (17.30-22.30) cantanti e band danno vita a concerti gratuiti che radunano parecchio pubblico in un’atmosfera di festa che vede la presenza anche di venditori ambulanti di cibo. In giugno presso Greek Town Square ha luogo il St. Nicholas Greek Folk Festival, un evento gratuito che celebra la cultura greca con cibo, musica, danze, venditori d’arte e gioielli in un’ambientazione ospitale e legata alla devozione per il santo; una buona opportunità per approfondire la conoscenza della cultura ellenica a cominciare dalla chiesa che dà il nome all’evento, St. Nicholas Greek Orthodox Church (520 S. Ponca St.-Greektown).

Al Canton Waterfront Park (3001 Boston St.) in settembre si svolge il Baltimore Seafood Fest che celebra l’orgoglio locale verso i prodotti ittici utilizzati per creare piatti prelibati. Per questo motivo alcuni dei migliori ristoratori in città servono i loro piatti di pesce più rinomati come tortino e zuppa di granchio, insalata di gamberetti e ostriche. Non manca il particolare granchio blu tipico del Maryland, Virginia, North Carolina e Louisiana dal sapore leggermente dolce e dalla carne tenera. Musica dal vivo, dimostrazioni culinarie e un’area dedicata alle famiglie completano l’evento. Il costo del biglietto parte dai 15$ dai 16 anni in su.

Presso la Holy Trinity Russian Orthodox Church (1723 E. Fairmount Ave.) si svolge in ottobre il Russian Festival con danze, musica e cori. L’occasione consente di gustare cibi preparati dai membri della parrocchia e acquistare souvenir in buona parte importati dalla Russia. Dal Thanksgiving Day (fine novembre) fino alla fine di dicembre l’Inner Harbor ospita il suggestivo Christmas Village Market con vendita di prodotti alimentari e ornamenti dedicati in modo particolare al tema natalizio.

Dove mangiare

Baltimora cosa vedere baltimora maryland attrazioni baltimoraNon si può lasciare la città senza aver provato la cucina locale. Il Lexington Market (400 W. Lexington St.-downtown), il più vecchio mercato degli Stati Uniti, è un grande ambiente dove, dal 1782, diversi venditori di prodotti alimentari propongono cibi locali e sapori dal mondo a costi molto contenuti ed è possibile gustarli sul posto. L’edificio è aperto dalle 6 alle 18 dal lunedì al sabato e le bancarelle sono attive dalle 8.30 ma, visto l’apprezzamento, è in corso il progetto di prolungare l’orario di chiusura.

Nell’area di Port Covington (S.Baltimore) il Nick’s Fish House (2600 Insulator Dr.) è specializzato in pesce. Qui si possono gustare a prezzi medi gamberetti e granchi al vapore con cipolla e salsa, panini con carne di granchio, formaggi, pomodori ed erbe aromatiche, alette di pollo al barbeque, panini con tacchino, bacon, formaggio gouda e peperoni rossi, nonché diversi piatti a base d’insalate. Il locale, in stile rustico con qualche tocco moderno e un lungo patio in legno rivolto al fiume, è aperto per pranzo e cena e propone musica dal vivo dal giovedì alla domenica.

Nella zona dell’Inner Harbor segnaliamo, a prezzi medio-alti, McCormick & Schmick’s (201 E. Pratt St.) che sforna in un’atmosfera tranquilla classica cucina americana come insalata con noci candite, formaggio & aceto balsamico, burger con formaggio cheddar, bacon croccante & funghi, linguine con pollo, cocktail di gamberetti, costolette al barbeque. Aperto a pranzo e cena, si può scegliere di mangiare all’interno, nel patio (con vista sulla nave da guerra situata nell’Inner Harbor) oppure al bar.

Presso il Renaissance Baltimore Harborplace Hotel (202 E. Pratt St.) il Watertable è un ristorante con cucina contemporanea americana che tiene a segnalare ai clienti l’utilizzo di ingredienti naturali, locali, freschi e stagionali. Fra le varie proposte del menu, troviamo zuppa di granchio, costolette con formaggio e cipolle brasate, burger con pregiata carne angus, pomodoro, lattuga con funghi e Mac’nCheese. Aperto a colazione, pranzo e cena propone piatti a prezzi medio-alti in un locale raffinato. Dal 5° piano si ha un eccezionale vista dell’Inner Harbor. Il parcheggio in loco costa 28$, meglio quindi considerarne uno con parchimetro intorno all’Inner Harbor. Power Plant Live (34 Market Pl.), ad un isolato dall’Inner Harbor, è un indirizzo da annotare, un gettonatissimo punto di riferimento per la ristorazione (cucina americana, italiana, messicana) e l’intrattenimento con bar e locali con musica.

Dove dormire a Baltimora

A chi decide di pernottare in città segnaliamo alcune strutture ricettive tenendo presente che molti alberghi nell’Inner Harbor e nel downtown hanno il parcheggio a pagamento. A due isolati dall’Inner Harbor e dal centro convegni lHampton Inn & Suites Inner Harbor (131 E. Redwood St.) si trova in un edificio storico del 1906. Le camere sono spaziose, dotate di wi-fi, forno a microonde e frigorifero. Le studio suite hanno uno spazio extra e un divano letto. L’hotel è dotato di piscina interna riscaldata, fitness center, business center, gift shop, snack shop, lavanderia e la colazione è compresa nella tariffa. Gli animali non sono ammessi e il parcheggio ha un costo di 35$.

A pochi minuti dall’Inner Harbor il Best Western Plus Hotel & Conference Center (5625 O’Donnell St.) propone camere con macchina per il tea/caffè, forno a microonde, frigorifero e wi-fi. A disposizione dei clienti wi-fi, lavanderia, ristorante, meeting room, business room, parcheggio gratuito, piscina interna riscaldata e colazione inclusa. Gli animali non sono ammessi.

A breve distanza a piedi dall’Inner Harbor il 1840s Carrollton Inn (50 Albemarle St.) è un boutique hotel composto da una serie di case a schiera risalenti al 19° secolo. Le camere e le suite dal piacevole sapore antico sono tutte arredate in modo diverso comunque con frigorifero, forno a microonde e wi-fi. Alcune hanno caminetto e jacuzzi. La struttura ha un parcheggio privato e un giardino con ampia area cortile. I prezzi sono per occupazione doppia con l’aggiunta di 25$ per un ulteriore occupante e la colazione è compresa.

Nei pressi dell’Edgar Allan Poe House & Museum l’HI – Baltimore Hostel (17 W. Mulberry St.) è un’ulteriore opzione. Si trova in una villetta a schiera, una struttura con patio e area parcheggio. La colazione è compresa nella tariffa, gli ospiti hanno a disposizione una cucine e un bel salotto in stile antico. Essendo un ostello, comunque ben curato, le camere vengono condivise con altri ospiti.

Trova un albergo a Baltimora

I dintorni di Baltimora

Se state programmando un itinerario della east coast noterete che Baltimora si trova in una posizione fortunata fra Philadelphia e Washington DC, cosa che la rende un’ottima sosta intermedia per visitare queste due città. Per raggiungere la capitale americana impiegherete infatti circa un’ora, mentre per visitare Philadelphia poco meno di due ore. Se vi state chiedendo in quanto tempo riuscirete a raggiungere New York mettete in conto almeno tre ore e mezzo.

Sulla costa fra Baltimora e Washington si trova anche la graziosa cittadina di Annapolis, capitale del Maryland, che con le sue caratteristiche case storiche in mattoni e il suo porticciolo affacciato sulla Chesapeake Bay è sicuramente una sosta consigliata se si vuole provare la sensazione di fare un passo indietro nel tempo.

A pochi minuti di macchina da Baltimora si trova anche la penisola dell’Eastern Shore con i suoi tipici villaggi di pescatori e paesaggi rurali che, con le loro fattorie e chiese in legno, ricordano i panorami che si possono ammirare negli stati del sud.

Sempre restando in tema di natura a circa un’ora di macchina si può raggiungere il parco delle Great Falls in Virginia dove potrete seguire le evoluzioni del fiume Potomac, che crea delle graziose cascate prima di raggiungere la città di Washington.


Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?


Marianna Licia e Paolo
Marianna Licia e Paolo

Ciao, siamo una famiglia romagnola al completo: Marianna con la sua passione per la geografia e il folklore, Paolo esperto di modellismo e bricolage, Licia appassionata di lingua inglese e di cucina. Al di là dei nostri spiccati interessi individuali, due passioni ci accomunano profondamente: la fotografia e il viaggiare, in modo particolare negli Stati Uniti. Ogni aspetto di questa terra ci incuriosisce e i suoi grandi spazi ci emozionano.

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES
Dove dormire a Monument Valley

Viaggi-USA Newsletter

I nostri consigli di viaggio e le migliori offerte USA per email...

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa.