High Line New York: percorso consigliato per una passeggiata indimenticabile

Dicembre 5, 2019 /
High Line New York

Avete presente quelle belle ferrovie sopraelevate che fanno tanto sobborgo di grande città, o scenario perfetto per interventi di supereroi? (Come quando in Spider Man 2 del 2004 Peter Parker ferma il convoglio in corsa con le ragnatele… o come quando in Batman Begins Batman affronta Liam Neeson sul treno sopraelevato di Gotham City).

Bene, immaginate uno di questi binari sopraelevati in mezzo ai grattacieli… che cade in disuso, e abbandonato: da che mondo e mondo, un binario abbandonato sembrerebbe un perfetto posto per ambientazioni spettrali o raduni di poco di buono. Ora, immaginate il nostro binario abbandonato tramutarsi in un affollatissimo parco, con piante e fiori di ogni genere: impossibile? No, è quello che è accaduto alla High Line di Manhattan!

La storia di questo particolarissimo angolo (in realtà rettangolo? Strada?) verde di New York è molto bella e appassionante: qui ve ne riporto solo qualche cenno, per poi passare a raccontarvi il modo migliore per visitare il parco e tutte le particolarità che lo rendono caratteristico.

High Line: che cos’è e come è nata 

High Line New York Cosa Vedere“High Line” era, originariamente, il nome di una ferrovia sopraelevata inaugurata a Manhattan nel 1934, utile per trasportare le merci dalla parte alta della città verso il fiume, senza imbottigliare ulteriormente il traffico, che già ai tempi era di dimensioni colossali! Anzi, l’esigenza di trovare un modo per svuotare un po’ le strade era in realtà sentita fortemente dai Newyorkesi già da qualche decennio, dato l’enorme quantitativo di escrementi di cavallo di cui si coprivano le strade ogni giorno.

Per questo era stata costruita, inizialmente, la ferrovia West Side, per poi essere smantellata; la 10° strada dove essa passava, insieme a carri e pedoni, era stata infatti soprannominata “Death Avenue”, a causa delle numerose morti qui accadute; venne così dunque costruita la suddetta High Line, investendo un enorme quantitativo di denaro (se volete saperne di più sulla Death Avenue, qui c’è un articolo in proposito, preso sul blog del sito ufficiale degli “Amici della High Line”).

La ferrovia, però, fece in tempo a prestare i suoi servigi solo per poco: dopo il 1945, infatti, il mondo dei trasporti era ormai del motore a scoppio, e la High Line cadde piano piano in disuso: nel 1960 ne venne demolita una parte, ma alcuni treni continuarono a circolarvi fino al 1980, quando il suo uso si interruppe del tutto.

High Line New York Cosa VedereLa riqualificazione di questa infrastruttura dimenticata si deve all’iniziativa di due ragazzi affezionati allo storico binario, che, ottenuto il permesso di visitarlo da vicino, si stupirono nel vederlo coperto di fiori di campo, e all’ondata di volontà di rinnovamento provocata dalla ristrutturazione dell’area dell’11 settembre.

I soldi per costruirvi l’area di verde attuale vennero forniti in gran parte dal comune di New York, un po’ dal governo federale, e un altro po’ dal comitato di aficionados costituito per l’occasione, i “Friends of the High Line”, che si accollò anche le spese della manutenzione successiva: per questo, il comitato tutt’ora raccoglie soldi e adesioni. La zona fu completata in varie fasi, a partire dal 2009: l’ultimo pezzo è stato aperto al pubblico solo nel 2015.

Insomma, questa area verde sopraelevata è veramente un miracolo di spirito di iniziativa e di amore per la città. Ora scopriremo come visitarla e ne esploreremo insieme le particolarità nonché i motivi per cui farci un giro, come vedrete sarà un’esperienza da non dimenticare:

High Line: orari e periodi di apertura

Il parco ha diversi orari di apertura a seconda del periodo dell’anno:

  • Dall’1 dicembre al 31 marzo: ore 7 – 19
  • Dall’1 aprile al 31 maggio: ore 7 – 22
  • Dall’1 giugno al 30 settembre: ore 7 – 23
  • Dall’1 ottobre al 30 novembre: ore 7 – 22.

High Line: come arrivare, mappa e ingressi 

Essendo un ex binario, la High Line non è come tutti i parchi… è piuttosto “lunga”: si snoda infatti in modo più o meno rettilineo su circa 2,5 km di cammino. Per percorrerla tutta dunque non ci vuole molto… ma il tempo di viaggio si allungherà molto se vi lascerete stupire dalla gente (tanta) e dalle cose che vedrete sul vostro cammino.

Gli accessi della High Line sono:

  • a sud, in Gansevoort Street (proprio vicino al Whitney Museum), nel Meatpacking District;
  • a nord, nella 34° Strada Ovest, tra la 10° e la 12° Avenue, proprio vicino al quartiere di Hell’s Kitchen.

Tuttavia, è possibile accedervi anche da altri ingressi dislocati lungo il percorso: per questo, sono moltissime le fermate “papabili” per arrivarvi, e in molte di esse ci sono facilitazioni per i disabili grazie alla presenza di ascensori, e anche per portare le bici.

High Line New York info

Ma procediamo con ordine, elencando tutti gli accessi partendo da Sud:

  • Accesso Gansevoort Street e Washington Street; Ascensore: sì. Fermata consigliata: 14th Street & 8th Avenue, linea L, A, C, E, oppure Fermata: 14th Street & 7th Avenue, Linea 1, 2, 3
  • Accesso 14th Street; Ascensore: sì. Fermata consigliata: 18th Street & 7th Avenue, Linea 1
  • Accesso 16th Street: Ascensore: sì. Fermata consigliata: 18th Street & 7th Avenue, Linea 1
  • Accesso 18th Street: Ascensore: no. Fermata consigliata: 18th Street & 7th Avenue, Linea 1
  • Accesso 20th Street: Ascensore: no. Fermata consigliata: 23rd Street & 7th Avenue, Linea 1
  • Accesso 23rd Street: Ascensore: sì. Fermata consigliata: 23rd Street & 7th Avenue, Linea 1
  • Accesso 26th Street: Ascensore: no. Fermata consigliata: 23rd Street & 7th Avenue, Linea 1
  • Accesso 28th Street: Ascensore: no. Fermata consigliata: 34 St Penn Station, Linee A, C, E, 1, 2, 3
  • Accesso 30th Street: Ascensore: sì. Fermata consigliata: 34 St Penn Station, Linee A, C, E, 1, 2, 3
  • Accesso angolo 30th Street e 11th Avenue: Ascensore: no. Fermata consigliata: 34th Street – Hudson Yards, linea 7
  • Accesso angolo 34th Street e 12th Avenue: Ascensore: no, ma c’è la Fermata consigliata: 34th Street – Hudson Yards, linea 7

Se la lista vi sembra un po’ troppo ”articolata”, potete vedere anche la cartina interattiva sul sito dei Friends of the High Line, consultare la mappa in pdf direttamente qui sotto:

mappa-high-line
Mappa della High Line di New York

Accessi con biciclette (che però non si possono usare sulla High Line):

  • Gansevoort e Washington Streets
  • Tra 16th Street e 10th Avenue
  • Tra 18th Street e 10th Avenue
  • Tra 20th Street e 10th Avenue
  • Tra 23rd Street e 10th Avenue
  • Tra 26th Street e 10th Avenue
  • Tra 28th Street e 10th Avenue
  • Tra 30th Street e 10th Avenue
  • Tra 30th Street e 11th Avenue.

La High Line è anche ben collegata con gli autobus, e lungo il suo percorso, all’altezza della strada, si trovano anche molte rastrelliere di Bike Sharing; se siete in macchina, ci sono anche alcuni parcheggi. Tuttavia il modo più comune di raggiungerla è la metropolitana; potete studiarvi come funziona nella nostra guida sulla metro a New York.

High Line: percorso suggerito e cosa vedere

Ci sono innanzitutto 3 aspetti da sottolineare:

L’aspetto botanico

High Line New York Cosa VedereNel progetto di ristrutturazione di questo binario, si è cercato di preservarne il valore aggiunto “naturale”, ovvero di cercare di mantenerne intatto (ovviamente in modo controllato e ordinato) l’originario spettacolo di “natura selvaggia” cresciuta in mezzo alle avversità.

Per questo, al momento, sulla High Line si possono trovare più di 200 tipi di piante, tra fiori, sempreverdi, erbe, vitigni, alberi, locali e non. Qui potete trovarne la lista completa, mentre qui potete trovare l’elenco di tutte le aree-giardino e la barra di ricerca grazie alla quale, in base al mese, potrete sapere quali fioriture saranno ad aspettare la vostra ammirazione.

L’aspetto “urbanistico”

High Line New York Cosa VedereNiente paura, la High Line non è “solo” orto botanico! All’attento osservatore, offre l’opportunità di osservare la Grande Mela da un punto di vista inedito. Qui di seguito un percorso con alcuni “Highlights”, sempre partendo da sud, di cui potete controllare la posizione sulla mappa sopra:

  • Tiffany & Co. Foundation Overlook: di “Overlook” non c’è solo l’hotel di Shining, ma anche questo inquietante troncone di ferrovia. A parte gli scherzi, questo “balcone”, l’estremità meridionale della High Line, segna il punto esatto di arrivo delle demolizioni anni ’60, e offre, a est, una bella vista sul quartiere di Meatpacking District, a ovest sul recente edificio, progettato da Renzo Piano, che ospita il Whitney Museum.
  • 14th Street Passage: questo passaggio è quasi al coperto. Questo lo rende adatto a funzionare come punto di ritrovo per performance artistiche, spettacoli e proiezioni di video.
  • Diller – von Furstenberg Sundeck & Water Feature: in questa sezione, che si trova all’altezza fra la 14° e la 15° strada ovest, il viottolo pedonale è contornato da poltroncine; inoltre ci sono delle piccole piscinette dove tornare bambini e far sguazzare i piedi quando il caldo si fa sentire.
  • Chelsea Market Passage: anche questo tratto, tra 15° e 16° strada ovest, è semi-coperto, perciò anch’esso è in genere sfruttato per iniziative aperte al pubblico. Vi si possono inoltre trovare baracchini di cibo e, durante i mesi più caldi, un caffè all’aria aperta.
  • Northern Spur Preserve: questa è una piccola deviazione del binario, situata all’altezza della 16° strada, che è stata coltivata in modo tale da dare l’idea di come doveva essere la High Line quando era abbandonata, ovvero… coperta di fiori di campo.
  • 10th Avenue Square and Overlook: questo è il punto in cui la High Line attraversa la 10° Avenue, ed è stato tramutato in una specie di anfiteatro a gradoni, da cui si può ammirare la vista sulla Avenue e sull’Hudson o, a sud, sulla Statua della Libertà.
  • Chelsea Thicket: questo tratto attraversa due “blocks”: i binari sono stati mantenuti e inglobati nella struttura, e ci guidano attraverso… una piccola e fitta selva.
  • 23rd Street Lawn: questo è l’unico punto dove potrete trovare un “tranquillo” prato, dove fare picnic, ma anche spesso sfruttato per iniziative e performance; è però “utilizzabile” solo stagionalmente, dal mercoledì alla domenica.
  • Philip A. and Lisa Maria Falcone Flyover: questo tratto è praticamente un cavalcavia che passa tra due magazzini all’altezza della 25° strada… in mezzo agli alberi, come magnolie e sassofrassi.
  • 26th Street Viewing Spur: all’altezza della 26° strada, è una specie di balconcino che offre una vista ad ampio raggio attraverso la città.
  • Pershing Square Beams: in quest’area, si è scelto di scoprire le travi in acciaio che facevano da fondamenta alla ferrovia (ovviamente rivestite di silicone per motivi di sicurezza), valorizzandone gli interstizi come su-e-giù dove i bambini possano giocare, nascondersi e arrampicarsi.
  • Interim Walkway: questo tratto in pratica consiste in una passerella aggregata a fianco del binario, lasciata “nature” nello stesso stato in cui era nel momento dell’abbandono, per far gustare anche ai nuovi visitatori una parte “nascosta” di una New York che non c’è più. A ovest, la vista spazia sul fiume, a est sulla città.
  • CSX Transportation Gate: questo è l’unico punto della High Line allo stesso livello della strada, la 34°, una delle maggiori arterie della città… dove la lasciamo a malincuore, per andare a prendere la vicina metropolitana.
  • Se terminate qui il vostro percorso il consiglio è quello di godervi l’avveniristica architettura del The Vessel a Hudson Yards.

L’aspetto artistico

High Line New York Cosa VedereNella multiformità di aspetti rappresentati da questa ferrovia nata a nuova vita, c’è anche quello artistico. Qui sotto trovate una nostra selezione delle sculture più interessanti, ricordandovi che per la lista completa potete consultare sempre il sito ufficiale.

In quale direzione seguire il percorso?

Detto ciò, vi state chiedendo in che direzione percorrere tutta questa bellezza? Ovviamente dipende dal vostro programma della giornata: ma, se oltre che di parchi, siete appassionati di arte, potreste pensare a una passeggiata nord-sud e poi sbucare direttamente al Whitney Museum. Dopo averlo visitato, per cena, potrete sbizzarrirvi a scegliere un locale nel quartiere di Chelsea o nello stesso Meatpacking District.

Se poi volete gustarvi la High line ancora più approfonditamente, sono molte le iniziative stagionali e i tour guidati organizzati: a questo link potete trovarne molti e di varia tipologia.

Informazioni utili (bagni, accessibilità) e regolamento

High Line New York Cosa VedereNei dintorni della High Line potete trovare due bagni: uno all’estremità sud in Gansevoort Street (Gansevoort Street at the Diller – von Furstenberg Building) e uno all’altezza della 16esima strada. Quest’ultimo bagno è accessibile anche ai disabili.

Sono accessibili ai disabili anche i tavoli da picnic e altri arredamenti accessori all’interno della camminata. Nella High Line non è permesso:

  • Camminare nelle aiuole
  • Raccogliere fiori o piante
  • Tirare oggetti
  • Sedersi sulle ringhiere o arrampicarsi
  • Andare in bicicletta
  • Usare skateboard, pattini o monopattini
  • Emettere musica e suoni amplificati, eccetto quando permesso
  • Adescamento
  • Attività commerciali non permesse o autorizzate
  • Lasciare in giro i rifiuti
  • Ostruire i sentieri o le entrate
  • Bere alcool, tranne che nelle aree predisposte
  • Filmare o fotografare con attrezzature apposite (a parte quando è stata richiesta e data autorizzazione)
  • Organizzare eventi di raccolta di più di 20 persone senza permesso
  • Fumare
  • Portare cani

Dove mangiare, merchandising e shop nei dintorni della High Line

Sul percorso della High Line, per la maggior parte a livello della strada, sono dislocati vari locali, ristoranti e gelaterie “partner” del parco, sia a livello di “forma mentis” (ovvero il rispetto della natura, la qualità del cibo, ecc), sia a livello di percentuali devolute alla manutenzione dell’infrastruttura che, come abbiamo detto, è gestita da un’associazione di privati. Potete consultarne la lista completa qui.

La High Line è ormai diventata anche un’”icona pop” e una delle maggiori attrazioni di New York: esiste perciò anche un fornito catalogo di merchandising, che potete acquistare online sul sito ufficiale. Ovviamente, potete comprare i vostri ricordi anche in loco: qui potete trovare la mappa gli shop, aperti però solo da aprile a ottobre.

Dove dormire nei pressi

Come abbiamo visto la Highline è accessibile tramite svariati punti d’accesso lungo tutto il percorso, ma se volete dormire vicino a uno dei 2 ingressi principali potete cercare alloggio a questi 2 link:

Vi ricordo anche che nella nostra guida su dove dormire a New York trovate i nostri consigli su quartieri e alloggi consigliati in città. Buona passeggiata sulla High Line!


Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?


Chiara Musco
Chiara Musco

Solido background classico, testa "in cloud", una grande curiosità è mia croce e delizia

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES

A NEW YORK COME UN VERO NEWYORKESE?

- Le attrazioni che solo i newyorkesi conoscono

- Dritte su come organizzare un itinerario

- Le migliori offerte per NY

Come organizzare gli spostamenti logistici

- Dritte per risparmiare

- Come esplorare i dintorni e molto altro...

Viaggi-USA Newsletter

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa.