Mojave National Preserve: cosa vedere fra Kelso Dunes e foreste di Joshua Tree

Settembre 18, 2020 /
Kelso Dunes

Dune che cantano, la più grande foresta di Joshua Tree del mondo, antichi vulcani e distese di lava pietrificata. Troverete tutto questo, e molto altro, visitando il Mojave National Preserve. La sua particolare posizione in un luogo abbastanza remoto tra le caotiche metropoli di Los Angeles e Las Vegas, lo rende una meta poco frequentata dalla massa di turisti che di solito affollano tutti gli altri parchi della California.

Se i paesaggi desertici sono la vostra passione e adorate poter visitare un posto quasi in solitaria, direi che il Mojave National Preserve è il luogo che fa per voi. Scopriamo quali sono le principali attrazioni della zona e tutte le informazioni utili per progettare il vostro itinerario.

Dove si trova e come arrivare

Come accennato il parco trova a circa 300 chilometri da Los Angeles e 90 da Las Vegas, è un’aerea naturale molto estesa delimitata a nord dalla I-15 e a sud dalla I-40. La città di una certa importanza più vicina è Barstow (poco meno di un’ora di macchina) conosciuta anche perché da qui passa un tratto della Route 66 in California.

Se avete preso un’auto a noleggio è possibile fare un’escursione in giornata da Las Vegas (un’ora circa di macchina) ma da Los Angeles (2 ore e mezza) è molto più scomodo e personalmente lo sconsiglio. La già citata cittadina di Barstow può essere usata eventualmente come appoggio o come meta intermedia a seconda del vostro itinerario.

L’ingresso al parco è gratuito e vi si può accedere tutti i giorni dell’anno.

Visitor Center

Mojave National PreserveIl Visitor Center Kelso Depot si trova all’interno del parco. Sorge sui caratteristici resti di quella che fu una stazione ferroviaria risalente al 1924. La particolare architettura in stile Mission Revival ricorda quella delle missioni spagnole (molto numerose lungo la costa californiana) che si possono apprezzare percorrendo il Camino Real. Oltre ai classici servizi di informazioni che fornisce ogni centro visitatori, troverete anche spazi espositivi contenenti opere di artisti locali e mostre dedicate alla storia e alla natura presente nel deserto del Mojave.

Mojave National PreserveL’orario di apertura del Visitor Center è da giovedì a lunedì dalle 10 alle 17. Mentre è chiuso il martedì, il mercoledì e il giorno di Natale.

Esiste anche un piccolo visitor center vicino all’attrazione Hole-in-the-Wall aperto da giovedì a lunedì dalle 9:00 alle 15:00. Nella città di Barstow si trova un altro centro informazioni aperto da lunedì a venerdì dalle 8:00 alle 16:00.

Cosa vedere al Mojave National Preserve

Prima di addentrarci nel dettaglio delle principali attrazioni del Mojave National Preserve segnalo due curiosità:

  • Il Mojave Road Historical Marker: segna il percorso originale della storica Mojave Road ovvero una delle prime strade percorse dai pionieri e dalle carovane che viaggiavano verso la California.
  • Nel piccolo agglomerato di case di Baker non lasciatevi sfuggire una foto all’autoproclamato termometro più alto del mondo.

Kelso Dunes

Kelso Dunes

Le Kelso Dunes sono probabilmente l’attrazione più famosa del parco. Soprannominate anche the singing sands ovvero le dune che cantano. Ma solo i visitatori abbastanza avventurosi da recarsi fino alla cima di queste dune potranno scoprire il segreto del loro soprannome. Chi non ha voglia di intraprendere una tale passeggiata sotto il sole può continuare a leggere; per tutti gli altri: Spoiler Alert!

Una volta saliti sulle dune, camminando sulla cresta, se iniziate a far cadere della sabbia in quantità dai lati, si genererà un suono curioso e affascinante. Sostanzialmente il rumore che sentirete è prodotto dalle vibrazioni che la sabbia produce ogni volta che si muove lungo i crinali.

Si possono raggiungere solo a piedi percorrendo un trail di circa 5 chilometri dall’area di parcheggio lungo la Kelso-Dunes Road. Arrivare sulla cima di queste dune (alcune alte anche più di 200 metri) vi ricompenserà non soltanto con il particolare fenomeno sonoro sopra descritto, ma vi garantirà anche una bella vista a 360° su tutta l’area circostante. Per percorrere il sentiero, arrivare sulla cima delle dune, riposarvi e tornare indietro considerate di impiegare almeno tre ore.

Cinder Cone Field e Lava Flows

Percorrendo le strade del Mojave National Preserve poterete osservare alcuni coni di scorie vulcaniche molto ben conservati stagliarsi all’orizzonte. Li noterete spesso lungo il percorso.

Mojave Cross

Mojave National PreserveUn’alta croce bianca che si erge sopra una piccola altura è il memoriale per coloro che hanno perso la vita durante la Prima Guerra Mondiale. Eretta nel 1934 è stata nel corso degli anni oggetto di numerose controversie finite persino davanti alla Corte Suprema (la croce si trovava sul territorio dello stato federale e quindi secondo alcuni violava la separazione esistente fra stato e chiesa). Nel 2010 il contenzioso ha avuto fine dato che il terreno su cui si trova la croce è stato donato dal Congresso ad un’associazione di veterani.

Teutonia Peak

Pensavate che la più grande foresta di Joshua Tree si trovasse al Joshua Tree National Park? Beh pensavate male perché si trova invece all’interno del Mojave National Preserve, più precisamente lungo i crinali del Teutonia Peak.

Se volete osservarli da vicino potete intraprendere il Teutonia Peak Trail il cui inizio si trova nei pressi della Mojave Cross. Il percorso è moderatamente impegnativo, dato che si tratta di oltre 5 chilometri andata e ritorno con un dislivello di oltre duecento metri. Considerate quindi almeno due ore per portarlo a termine.

Hole-in-the-wall

Mojave National Preserve

Come potrete intuire dal nome la principale attrazione di questo luogo sono le migliaia di fori nella roccia causati dalla lava incandescente scaturita dalle violente eruzioni vulcaniche avvenute nelle vicinanze. In questa zona, se siete abbastanza avventurosi, potrete intraprendere il Rings Loop Trail uno dei percorsi più famosi della zona. Vi porterà ad esplorare il Banshee Canyon, in cui potrete utilizzare degli anelli di metallo (da qui il nome del trail) per scalare le parti più impegnative del percorso. Non si tratta di un percorso adatto a tutti, se siete indecisi potete chiedere al vicino Visitor Center.

Se avete poco tempo


Se nel vostro on the road della west coast vi state spostando da Los Angeles a Las Vegas (o viceversa), e avete un paio d’ore da dedicare a un’escursione, potete cercare di vedere almeno un assaggio di questo parco. Se provenite da Los Angeles vi consiglio di percorrere la I-15 e di uscire a Baker prendendo la Kelbaker Road che vi porterà fino al visitor center Kelso Depot. Da qui dovrete fare una scelta:

  • Se volete vedere più da vicino possibile le Kelso Dunes, continuate verso sud lungo la Kelbaker Road. Potete quindi decidere di recarvi alla piccola area di parcheggio, da cui parte il sentiero per le dune, oppure proseguire verso sud dove, sempre dalla strada, potrete vedere il Granite Peak una delle vette più alte delle Granite Mountain, per poi immettervi nella I-40 e continuare il vostro percorso verso Los Angeles o Las Vegas. Questa soluzione non la consiglierei (visto che comunque non potrete intraprendere l’escursione verso le Kelso Dunes per motivi di tempo) e vi suggerirei di scegliere la successiva, grazie alla quale potrete avere un’idea un po’ più completa di quello che offre la Mojave National Preserve.
  • Dal Kelso Depot proseguite lungo la Kelso-Cima Road che vi permetterà di ammirare le Providence Mountains e, man mano che vi avvicinerete alla località di Cima, vedrete sempre più Joshua Tree intorno a voi. Proseguite poi lungo Morning Star Mine Road per ammirare il panorama della Ivanpah Valley. Arrivati alla congiunzione con Ivanpah Rd proseguite verso nord e, arrivati sulla Nipton Road, girate a sinistra per ricongiungervi alla I-15 e riprendere il vostro itinerario.

Se invece provenite da Las Vegas il consiglio è quello di percorrere la I-15 e di prendere l’uscita 286 verso Nipton Road e fare a ritroso il percorso che abbiamo segnalato qui sopra nella seconda opzione.

Ovviamente il discrimine per la scelta di queste due soluzioni, oltre al tempo che potete dedicare a questa escursione, è la direzione del vostro itinerario e cosa avete programmato come tappa successiva. Studiatevi bene quindi la mappa del parco e le sue uscite/entrate e in base a quello riuscirete ad organizzare al meglio le vostre tempistiche.

Dove dormire in zona

Come accennato la città più vicina è Barstow, che offre una discreta scelta di alberghi (molti dei quali motel economici), alcuni in pieno stile Route 66 come il Route 66 Motel. Potete comunque controllate tutte le soluzioni cliccando sul pulsante sottostante.

Cerca tutti gli alberghi di Barstow

Se preferite campeggiare dentro il parco sono disponibili due aree principali di sosta. Una alla Hole-in-the-wall e una a Mid Hills, la strada che conduce a quest’ultima è sterrata ed è quindi sconsigliato percorrerla con i camper.

Alcune raccomandazioni

Mojave National Preserve

Anche se l’area è gestita dal National Park Service non troverete tutte le strutture turistiche tipiche dei parchi nazionali americani. Questo rende necessaria una pianificazione maggiore sia dell’itinerario sia delle tempistiche.

All’interno del Mojave National Preserve non sono presenti distributori di benzina quindi accertatevi di avere carburante a sufficienza perché questo è l’ultimo posto al mondo in cui vorrete rimanere a secco. Non sono soltanto i distributori ad essere assenti ma anche i negozi in cui comprare da bere e da mangiare (se si esclude un distributore di acqua e bibite al visitor center), per questo premunitevi di tutto l’occorrente soprattutto se avete intenzione di fare qualche percorso a piedi.

Trattandosi di un ambiente desertico prestate particolare attenzione a tutti gli animali pericolosi che si possono trovare in questa zona primi fra tutti i serpenti.

L’ultima raccomandazione è quasi scontata dato il luogo che visiterete e sono di prestare particolare attenzione alle temperature che, soprattutto nei mesi estivi, in questa parte di California raggiungono e superano agevolmente i 40°.


Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?


Filippo Nardelli
Filippo Nardelli

Laureato in Storia dell'America del Nord e da sempre innamorato degli Stati Uniti.

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

5 commenti su “Mojave National Preserve: cosa vedere fra Kelso Dunes e foreste di Joshua Tree”

  1. Ciao,
    Complimenti per il tuo sito, preciso e dettagliato in ogni sua parte.

    Ti chiedo un consiglio, ad Agosto faremo un giro per i parchi. Abbiamo, tra le varie tappe, prevista una tra Grand Canyon e Laughlin e pensavamo nel tragitto di fermarci al Mojave e penavamo di fare HOLE IN THE WALL essendo una tappa bella lunga. Consiglio, ne vale la pena o meglio fare altro? C'è qualcosa di interessante sulla strada che faremo che merita di essere vista? Perché ci tentano anche le Kelso Dunes ma alla fine sarebbero almeno un paio di ore di auto in più.

    Grazie

    Rispondi
    • Ciao Andrea, la Mojave National Preserve non si trova sulla strada tra GC e Laughlin bensì (molto) più a ovest, quindi non mi sembra una grande idea, specialmente se poi devi dormire tornare indietro per dormire a Laughlin. In base alla tua tappa successiva (vai verso Los Angeles o verso Las Vegas?) puoi decidere se vale la pena vedere le Kelso Dunes o Hole in the Wall il giorno successivo quando sei on the road! In ogni caso ci sono molte cose interessanti da vedere tra GC e Laughlin, come leggi qui.


      itinerari viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

      Rispondi
      • Noi ci spostiamo verso San Diego

        Forse come suggerisci te a questo punto è meglio cacciar dentro Bedrocks, Seligman e Kingman prima di arrivare a Laughlin e saltare il Mojave.

        Anche perchè il giorno dopo abbiamo la tappa da Laughilin a San Diego dove pensavamo di fare lo Joshua Tree e l'Indian Canyons.

        Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES
Dove dormire a Monument Valley

Viaggi-USA Newsletter

I nostri consigli di viaggio e le migliori offerte USA per email...