Villa Vizcaya a Miami: una residenza rinascimentale… in Florida!

Gennaio 28, 2020 /
villa-vizcaya

In un modo o in un altro, gli Stati Uniti sanno sempre come sorprenderci, e la grande ed eclettica città di Miami non fa certo eccezione. Solitamente il nostro stupore si accende quando in territorio americano si spalancano davanti ai nostri occhi cose mai viste. Gli sterminati paesaggi naturali che in Europa ci sogniamo, i maestosi e inaspettati monumenti, le testimonianze di antiche civiltà, i quartieri storici dalla personalità unica, la ricca mappa di attrazioni insolite e bizzarre: ciascuno di questi “elementi del paesaggio” ha una sua caratteristica di novità o imprevedibilità che ci rapisce e ci permette di capire molti aspetti del popolo americano. Beh, Villa Vizcaya (considerata l’ Hearst Castle della Florida) si inserisce con difficoltà in queste categorie, eppure sortisce lo stesso effetto.

In effetti, per noi italiani questa incredibile residenza storica di Miami non è propriamente una cosa mai vista, non rappresenta niente di nuovo: abbiamo la fortuna di vivere in un paese ricco di arte e storia, con un’identità culturale radicata e unica al mondo, che peraltro gli stessi americani ammirano smisuratamente. Come potrebbe dunque stupirci una villa in stile italiano rinascimentale? Può farlo solo se ce la immaginiamo immersa in una ricca vegetazione tropicale, tra paludi di mangrovie, acquitrini e hammock inestricabili popolati da iguane e alligatori. E poi di fronte al terrazzo dove si danno le feste più esclusive, l’immensa distesa dell’oceano atlantico. Di ville rinascimentali ne abbiamo viste tante in Italia, ma mai come Villa Vizcaya a Miami!

La storia

villa vizcaya -1Villa Vizcaya è appartenuta all’eccentrico uomo d’affari di Chicago James Deering, che ereditò dal padre la gestione di un’importante fabbrica di mezzi agricoli, la Deering Harvester Company. Deering, come il fratello, era un appassionato collezionista d’arte, e aveva un sogno: non voleva una “semplice” residenza di lusso per passare l’inverno a Miami come molti benestanti del suo rango, bensì desiderava creare un edificio che desse l’impressione di esser stato abitato da secoli, ma a che allo stesso tempo non “tradisse” la specificità del contesto naturale in cui si trovava, anche grazie all’utilizzo di materiali costruttivi tipici del luogo, come la pietra corallina. Questo “cortocircuito” spazio-temporale avrebbe consegnato alla tropicale Miami (che allora contava poche migliaia di abitanti) una reggia in stile rinascimentale, progettata da importanti architetti americani formatisi ad Harvard e in altre prestigiose scuole europee.

I creatori di Viczaya furono Paul Chalfin (supervisore del progetto), F. Burrall Hoffman (collaboratore di Chalfin nella costruzione degli interni) e Diego Suarez, (disegnatore dei giardini, famoso in Italia per aver restaurato i giardini di Villa La Pietra a Firenze). Il progetto fu sviluppato secondo i criteri dell’American Renaissance, uno stile revival che voleva emulare le caratteristiche dello stile rinascimentale italiano integrandolo con elementi barocchi. Gli interni della villa furono costruiti in 2 anni, dal 1914 al 1916, mentre il giardino fu pronto soltanto nel 1922. Deering fece il suo ingresso nella sua fastosa residenza nel 1916 via mare tramite il suo yacht personale, l’USS Nepenthe. Nel 1926 un uragano danneggiò Villa Vizcaya che, con i finanziamenti della Miami-Dade County, fu pazientemente ricostruita in vista della sua trasformazione in museo, che avvenne definitivamente nel 1953. Negli anni la villa è stata utilizzata per molti eventi, anche di natura istituzionale: fu qui che il presidente Reagan accolse Papa Giovanni Paolo II in visita a Miami nel 1987.

Dove si trova e come raggiungerla

L’indirizzo di Villa Vizcaya è 3251 S Miami Ave, nel quartiere di Northeast Coconut Grove, a breve distanza da Brickell. Questo è l’ingresso principale della villa per chi arriva da Brickell o direttamente da Central Coconut Grove, ma se state venendo da sud lungo l’arteria principale US-1 S potrete fare il vostro trionfale accesso alla Villa Vizcaya girando a destra sulla SW 32nd Rd. Non potete sbagliare, perché il suggestivo viale alberato che conduce alla villa è indicato con cartelli marroni e con una grande scritta “Vizcaya Museum and Gardens” su un muro a lato della strada. La strada incrocia S Miami Ave, dopodiché occorre andare a destra e immediatamente svoltare a sinistra. Lì, tra due pilastri sormontati da un vaso ornamentale, si trova l’accesso vero e proprio alla villa. Il parcheggio si trova negli immediati ingressi della villa ed è gratuito.

Se non avete l’auto, potete usare una delle due linee della Metrorail, scendendo alla stazione Vizcaya. Il cavalcavia sulla US-1 S conduce poi a un camminamento sopraelevato e infine al viale alberato della 32esima (vedi sopra). C’è da camminare per poco più di 1 km. Un’alternativa è il trolley gratuito: Villa Vizcaya è servita dalla green route “Brickell” (fermata S Miami Av & SW 32 Rd).

Cosa vedere? Guida alla visita

Il biglietto d’ingresso permette di visitare sia gli interni della villa/museo che il grande giardino all’italiana e tutti gli ambienti esterni aperti al pubblico.

Gli interni della villa

villa vizcaya 3Dopo aver lasciato la macchina, tramite un brevissimo sentiero nella foresta arriverete al botteghino. Non appena avete superato i controlli, vedrete la facciata della villa, in fondo a un bel vialetto in discesa arricchito da fontanelle e giochi d’acqua. Da questa distanza si può apprezzare la somiglianza della facciata con quella di Villa Rezzonico a Bassano del Grappa, che è stata riconosciuta come la fonte d’ispirazione principale di Paul Chalfin e Francis Burrall Hoffman, i responsabili del progetto.

Non appena entrati, verrete accolti dal personale nella Entrance Loggia, che vi consegneranno una mappa e vi spiegheranno rapidamente come funziona il tour autoguidato e la struttura dell’edificio e dandovi qualche informazione storica. Seguite l’itinerario proposto, andate sulla sinistra, cominciando la visita con l’ala nord del primo piano, dove troverete gli ambienti neo-rinascimentali del Salone, la Libreria, locali di passaggio e altre stanze dedicate all’accoglienza degli ospiti. L‘ala sud racchiude invece la Sala della Musica con finezze barocche e strumenti d’epoca, la Sala da pranzo con arazzi e camino e la bellissima Loggia coperta, oltre alla cucina storica e gli altri locali adibiti ai servizi.

Al centro della pianta dell’edificio, accessibile da tutti lati del piano terra e impreziosito da una curata vegetazione tropicale, troverete un cortile che ricorda le ville medicee, con vasi, statue, fontane, opere d’arte e manufatti provenienti dall’Italia. Sul lato orientale del cortile, sarà la grande vetrata con affaccio sull’oceano a colpire la vostra attenzione.

Dopo aver visitato il piano terra, potrete salire al secondo piano, dove si trovavano le stanze private della famiglia Deering, affacciate sul cortile. A mio parere, si trova a questo livello della casa la stanza più sorprendente, la Breakfast Room, con pareti affrescate e delicati ornamenti orientali. Degni di nota anche i salottini Galeon e Caravel, e le camere in stile veneziano di Cathay ed Espagnolette. Dal secondo piano, infine, si accede a due torri: la North Tower e la South Tower, con altre stanze da visitare. Da ricordare che gran parte delle antichità e dei ricchi ornamenti che ingentiliscono le sale della casa sono stati acquistati in Italia da Chalfin o fatti costruire appositamente per Villa Vizcaya.

Il giardino e gli esterni

villa-vizcaya-giardiniSe vi siete affacciati dalla vetrata della East Loggia, guardando il mare avrete notato un grande elemento decorativo a forma di vascello a pochi metri dalla terrazza esterna. Se vi ha incuriosito, uscite dalla villa e recatevi subito sul lato affacciato verso l’oceano: di fronte alla facciata posteriore di Villa Vizcaya, tra le onde del mare, vedrete The Barge, il capolavoro di Alexander Stirling Calder, un grande frangiflutti di roccia scolpito a forma di nave e impreziosito da sculture della mitologia caraibica. Per vederlo da più vicino potrete raggiungere le due rotonde ai vertici della terrazza: Boat Landing e Tea House. Quest’ultima sorge proprio in prossimità della foresta di mangrovie che copre il lato orientale del giardino.

Il giardino in stile italiano, accessibile tramite il suggestivo Secret Garden, si estende sul lato sud della residenza ed è davvero notevole: aggiratevi lungo i suoi vialetti curati ammirando la forma elegante delle aiuole, i giardini di piante tropicali (alcune di queste rarissime), i graziosi labirinti, i camminamenti tra le statue classiche, le vasche della piscina centrale, le misteriose grotte di ispirazione rinascimentale, le romantiche rotonde invase dall’edera e le vasche semicircolari circondate da pilastri sormontati da elementi decorativi. Da vedere la fontana di Filippo Barigioni (1672-1753), originariamente posta nella piazza di Sutri (Viterbo) e poi acquistata all’asta dagli emissari di Deering per essere posta sul lato orientale del parco.

Lasciandovi alle spalle la Center Island, salite tramite le scalinate sul lato superiore del giardino (Garden Mound) per riposarvi all’ombra dei baniani e vedere da un punto di vista privilegiato la foresta tropicale che si estende tutt’intorno. Sul lato nord della villa c’è meno da vedere, ma vale la pena raggiungerlo per dare un’occhiata alla piscina progettata da Robert Winthrop Chanler e al David A. Klein Orchidarium. Da questa parte si trova anche il Café & Shop, per una breve pausa durante o dopo la visita.

Orari e biglietti

villa vizcaya orariLa Villa Vizcaya è aperta da tutti i giorni (eccetto il martedì) dalle 9.30 alle 16.30. Il complesso è chiuso il giorno di Natale e il giorno del Ringraziamento. Il prezzo dei biglietti (aggiornato al maggio 2019) è il seguente:

  • Adulti (18+): $22
  • Ragazzi (13-17): $15
  • Bambini (6-12): $10
  • Bambini (0-5): Gratis
  • Persone over 65: $16
  • Persone disabili in carrozzina: $10
Consiglio per risparmiare
Per risparmiare sul prezzo del biglietto si può valutare l’acquisto del Miami Pass che, unitamente all’ingresso per altre attrazioni della città, dà la possibilità di entrare nella Villa a una tariffa vantaggiosa.

Tour guidati e audioguide

villa vizcaya cosa vedereEcco i tour disponibili alla Villa Vizcaya:

  • Al costo di 5$ a persona è possibile unirsi a un tour guidato di 45 minuti nelle sale del primo piano e ai giardini. Gli orari sono 10:30, 11:30, 12:30, 13:30 alle 14:30. Il tour è acquistabile solo in loco.
  • Se vi interessano solo i giardini, è disponibile un tour dedicato solo agli esterni (45 minuti, 5$ a persona), in partenza solo da novembre a maggio il mercoledì e il venerdì alle 14 e sabato e domenica alle 10.30.
  • Sempre allo stesso prezzo (5$) e sempre in loco, è possibile ottenere un’audioguida, ma non è disponibile la lingua italiana.

Se invece non avete la macchina e volete approfittare di un servizio di trasporto dal vostro hotel di Miami che includa anche l’ingresso alla villa, date un’occhiata al link sottostante:

Biglietti per Vizcaya con prelievo dall’hotel

Dove dormire?

miami cosa vedereI quartieri più vicini a Villa Vizcaya sono Brickell e Coconut Grove, due aree di Miami completamente diverse una dall’altra. Se vi piacerebbe rimanere in un tranquillo e prestigioso contesto residenziale immerso nella natura, vi consiglio di scegliere Coconut Grove. Se invece vi piace l’idea di dormire nella zona più moderna e scintillante di Downtown Miami, scegliete Brickell. Per saperne qualcosa in più su questi e altri quartieri di Miami, date un’occhiata al nostro articolo dedicato cliccando sul pulsante sotto.

Consigli per il pernottamento a Miami


Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?


Bernardo Pacini
Bernardo Pacini

Nella vita faccio il redattore editoriale e il copywriter, e ho alle spalle alcune pubblicazioni di poesia. Tra le mie passioni, oltre ai viaggi, la letteratura, la musica sperimentale, la Fiorentina e la buona cucina.

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES
Dove dormire a Monument Valley

Viaggi-USA Newsletter

I nostri consigli di viaggio e le migliori offerte USA per email...

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa.