Cosa vedere ad Austin: attrazioni e luoghi simbolo della capitale del Texas

Febbraio 11, 2021 /
Austin cosa vedere
Offerte Booking.com
Risparmia almeno il 15% su viaggi vicino a casa o soggiorni più lunghi fino al 30 settembre. Qui tutte le offerte!

Austin è la capitale del Texas, il grande stato celebre per i cowboys e i loro rodei, per i pozzi petroliferi e per le esplorazioni spaziali, che come ci insegna il cinema hollywoodiano partono da Houston. Ma sebbene ne sia la capitale, possiamo affermare che Austin sia un po’ fuori schema rispetto al suo stato, che è meglio rappresentato nella sua essenza dai piccoli insediamenti tra le lande sconfinate e, fra le grandi città, probabilmente dall’accoppiata DallasForth Worth.

Austin è stata fin dalle sue origini una città alternativa, a lungo definita hippie, dominata dalla musica dal vivo, dalle arti di strada. Se deciderete di fare tappa nella capitale sappiate quindi che vi aspettano socialità, allegria e divertimento.

Dove si trova e come raggiungerla

Austin si trova lungo il corso del fiume Colorado (no, non è quello del Grand Canyon , anche se porta lo stesso nome) a circa 120 chilometri di distanza da San Antonio e 260 da Houston. La città di Dallas dista invece più di 310 kilometri.

L’aeroporto della città è l’Austin–Bergstrom International Airport che è il terzo dello stato per traffico aereo dopo quello di Dallas e Houston.

Quando andare ad Austin?

Austin quando andare

Il Texas è enorme. Se escludiamo l’Alaska, è lo stato più ampio degli USA. Questo ci farebbe pensare ad una grande varietà di clima al suo interno, come riscontriamo in altri stati anche più piccoli. Ma la sua conformazione geografica e l’affaccio sul Golfo del Messico, fortunatamente rendono le cose un po’ più semplici. Il nord-ovest (la zona tra Oklahoma, Nuovo Messico e la regione messicana di Chihuahua) presenta un clima continentale, mentre in tutto il resto dello stato il clima è subtropicale. Ed è in quest’area che sorgono le principali città, compresa Austin.

Le due caratteristiche principali del clima subtropicale sono il caldo e l’umidità. Quindi se prevedete di visitare Austin, come le altre grandi città texane, in piena estate, preparatevi a sudare un po’. È facile superare i 40° nei giorni caldi e in agosto la media giornaliera è di quasi 30°. Di contro, gli inverni sono miti, con una media a gennaio, il mese di più freddo, di quasi 11°. Questo non esclude giornate molto fredde, ma difficilmente troverete il gelo polare di altre località statunitensi.

La pioggia è abbastanza regolare durante il corso dell’anno e non ci sono periodi in cui sia del tutto assente. I mesi più piovosi sono quelli primaverili ed autunnali, con una media di 8-9 giorni al mese. Nonostante la maggiore probabilità di pioggia, che comunque non è eccessiva, sono proprio le mezze stagioni quelle migliori per visitare Austin e tutto il Texas sudorientale. Marzo, aprile, ottobre e novembre sono i mesi con le temperature più confortevoli per visitare la città senza il caldo eccessivo dell’estate e senza il rischio di imbattersi in una settimana fredda.

Detto questo, è probabile che il vostro viaggio in America comprenda più stati e che il periodo sia obbligato da altri fattori. In tal caso, non fatevi scoraggiare: alla fin dei conti, rispetto ad altri luoghi, il Texas si visita con tranquillità in tutto l’anno.

Cosa vedere ad Austin

Austin è prima di tutto una città da vivere. Una capitale frizzante ed eclettica, dov’è difficile annoiarsi. Tuttavia, se la vostra tabella di marcia non vi permette di soffermarvi per qualche giorno, aspettate a cancellare Austin dall’itinerario, perché ci sono anche tante cose da vedere adatte ad una toccata e fuga e alla tappa di un viaggio on the road.

Un giro nella Downtown

Austin Texas Cosa VedereLa Downtown è la zona a nord del fiume Colorado ed è la parte più antica ma anche più moderna della città. Ci troviamo nel centro amministrativo dello stato, ma anche in uno dei suoi principali centri economici, dove possiamo alzare gli occhi verso la cima dei grattacieli.  Oggi lo skyline è dominato da edifici alti oltre 200 metri, ma è qui che prese il via la storia della città, insieme a quella della Repubblica del Texas.

Erano gli anni ’30 dell’Ottocento quando venne affidato a un team di topografi lo studio di un primo piano urbano in questo punto, sopra ad una scogliera sul fiume. Ancora oggi il centro storico della città segue lo stesso schema, che si è poi allargato tutto attorno nel corso dei due secoli successivi.

Austin ha una caratteristica che non è facile trovare nelle città statunitensi: è stata pensata con delle piazze. Chi ha già visitato un po’ d’America, soprattutto lontano dalla East Coast, sa bene che il centro storico della “città tipo” è costituito dalla Main Street, perché la conquista dei territori, la scoperta di nuove aree inesplorate e la corsa all’oro portavano a fondare aree di sosta che nel tempo si trasformavano in agglomerati più o meno grandi.

Il fatto che Austin sia stata proprio ideata per essere edificata in un determinato luogo in un ben preciso momento storico, ha dato modo ai suoi architetti di inserire nel piano urbano anche alcuni luoghi d’incontro e socialità che possiamo associare abbastanza al concetto europeo di piazza.

Erano quattro le piazze pubbliche originali, di cui ne restano tre: Wooldridge Park, Republic Square e Brush Square. Le prime due sono particolarmente interessanti:

  • Wooldridge Park o Wooldridge Square è un isolato senza edifici, ricco di verde, dove una scalinata costituisce una sorta di teatro all’aria aperta. Al centro, un gazebo in stile classico revival costituisce uno dei luoghi principali per gli eventi pubblici di Austin.
  • Republic Square oggi è più un parco urbano che una piazza. Qui il verde della natura contrasta con l’acciaio e il vetro dei grattacieli circostanti. Sull’erba di Republic Square si svolgono concerti, festival ed eventi d’ogni tipo.

I quartieri della buona cucina e della vita notturna

Austin 6th Street
Austin, 6th Street

Abbiamo già accennato che Austin è famosa per la musica dal vivo. Tutta la città pullula di bar e ristoranti nei quali ogni sera si esibiscono le band. La 6th Avenue e le sue vie traverse costituiscono una delle principali zone in cui uscire a cena, per mangiare bene e ascoltare buona musica, nel centro città.

Austin Live Music

Un’altra zona, ancora più rinomata per la musica dal vivo che accompagna i pasti, è South Congress, conosciuta anche più semplicemente come SoCo. Questo quartiere è ideale per uscire la sera: avrete l’imbarazzo della scelta sia per trovare qualcosa di buono da mettere sotto i denti, sia per intrattenervi nella vostra serata. Ma se ci capitate di giorno, va bene lo stesso: questa è anche la zona della moda e delle boutique, dove potete passeggiare fra le vetrine.

Gli edifici storici e simbolici di Austin

Texas State Capitol Austin

Trattandosi della capitale dello stato, non possiamo che partire dal Texas State Capitol, ovvero il Campidoglio. L’edificio governativo non ha solo un valore istituzionale, ma anche architettonico. La sua cupola non solo ci ricorda il suo più famoso cugino di Washington, ma lo supera in grandezza. Con i suoi 92 metri, infatti, è una delle cupole dei palazzi governativi (sì, ce ne sono altre più imponenti) che superano quella della capitale americana, alta 88 metri. A prescindere dai record, il palazzo merita una tappa durante il vostro giro in città ed è possibile partecipare a visite guidate gratuite. Tutti gli orari aggiornati sul sito ufficiale.

Cosa vedere a Austin TexasUn altro edificio da non perdere è la Lyndon Baines Johnsons Library and Museum, ovvero la biblioteca presidenziale amministrativa (una delle 13 sparse negli USA). Per i patiti di storia americana, un giro all’interno è sicuramente consigliato, perché fra i milioni di pagine di documenti storici, troveranno sicuramente qualcosa di interessante. Ma di per sé l’edificio è curioso. Come un grosso cubo con una lastra appoggiata sopra, ha un aspetto stravagante e che rimanda il pensiero a qualche film di fantascienza.

Tutt’altro stile architettonico quello della Littlefield House. Situata all’incrocio tra la 24th e Whitis street, questa casa di fine Ottocento è classificata tra gli edifici storici e merita certamente una foto.  Un altro edificio storico è la St Mary’s Cathedral, chiesa in stile vittoriano progettata dall’architetto irlandese Nicholas J. Clayton. Gli irlandesi, infatti, hanno storicamente costituito ad Austin un’importante comunità cattolica. Lo stile del gotico veneziano troviamo invece sulla facciata del Walter Tips Building in Congress Avenue, mentre riprende lo stile romanico la facciata del The Driskill Hotel in Brazos Street.

Asutin Texas St Mary CathedralSempre nell’Ottocento venne costruito uno dei principali teatri della città: la Millet Opera House. Negli anni l’edificio ha cambiato la sua destinazione, divenendo una scuola, una stamperia ed un social club. Oggi, almeno dall’esterno, continua a distinguersi tra i più anonimi palazzoni che lo circondano. Lo stile

Se siete amanti dei graffiti, fate un salto al Baylor Street Art Wall. Più che un edificio, ne troverete una parte: questo infatti doveva essere un condominio, che però non è mai stato terminato. Nel corso degli anni il cemento si è colorato grazie all’opera di decine di artisti armati di bombolette. Come dice il nome, si trova in Baylor Street e vi consigliamo di andarci anche perché dalla sommità si gode di un’ottima vista su Austin.

Austin Texas attrazioniL’architettura più moderna e contemporanea è invece rappresentata egregiamente da tre imponenti grattacieli: The Indepentent, The Austonian e 360 Condominiums. Il primo, alto 210 metri, è l’edificio più alto della città ed uno degli edifici residenziali più alti degli Stati Uniti. A renderlo curioso è il fatto che sia composto da blocchi sfalsati, come mattoncini Lego messi uno sull’altro in maniera disordinata. Il secondo, alto 208 metri, è un colosso di vetro e acciaio, mentre il 360 Condominiums, con i suoi 177 metri, ha uno stile più sobrio, se così si può dire per un grattacielo.

I musei

Musei Austin
Bullock Texas History Museum

Ad Austin non manca la possibilità di visitare qualche museo interessante. Vediamo quali sono i migliori in cui entrare durante una visita alla capitale texana.

  • Bullock Texas History Museum. Questo museo dedicato alla storia del Texas è il posto ideale per capire perché il Texas è come lo conosciamo oggi, con tante peculiarità che lo rendono diverso da molti altri stati americani. In una maniera interattiva, con schermi touch screen e persino spettacoli a tema, si ha la possibilità di scoprire come questo territorio e la sua gente siano passati dall’essere parte del Messico al diventare uno degli stati più rilevanti degli USA. Tutte le info su orari e biglietti sono reperibili sul sito ufficiale.
  • Blanton Museum of Art. Siete fra quelli che in ogni città cercano il principale museo d’arte? Allora mettete in programma una visita al Blanton. Qui troverete una delle maggiori collezioni artistiche degli Stati Uniti, oltre a mostre temporanee che si alternano durante tutto il corso dell’anno. Per info su orari e biglietti potete consultare il sito ufficiale.
  • Mexic-Arte Museum. Il territorio del Texas un tempo fu parte del Messico e ancora oggi la cultura messicana è strettamente legata a quella statunitense negli stati di confine. Qui potrete scoprire un patrimonio artistico dedicato proprio a questa cultura di confine. Sul sito ufficiale potete trovare info dettagliate su orari e biglietti.

I parchi e le aree verdi

Austin dove dormire
Zilker Metropolitan Park

Austin è una città molto ricca di aree verdi e parchi pubblici, nei quali può essere piacevole fare una passeggiata, magari per rinfrescarsi un po’ all’ombra degli alberi nelle afose giornate estive. Alcuni di questi giardini sono vere chicche che meritano un occhiata in più.

  • Zilker Metropolitan Park. Questo è probabilmente il parco più amato dai cittadini di Austin, che lo frequentano in tutte le stagioni. Vasto e variegato, è un luogo in cui le famiglie portano i bambini e dove gli sportivi vanno ad allenarsi, ma allo stesso tempo è sede di eventi e manifestazioni di vario genere.
  • Lady Bird Johnson Wildflower Center. Questo splendido giardino botanico è nato con l’obiettivo di preservare la flora autoctona e nel tempo si è trasformato anche nell’habitat ideale per diverse specie animali. Si trova fuori dal centro, ma vale la pena farci un salto per immergersi in un luogo dove la natura è padrona.
  • Umlauf Sculpture Garden. Le sculture di bronzo dell’artista Charles Umlauf rendono questo giardino verdeggiante un museo a cielo aperto. Potrete passeggiare fra ruscelli e cascatelle, rilassandovi mentre scoprite le statue sparse nel parco.
  • Mayfield Park. Un grande parco a nord del centro, ricco di sentieri dove camminare e contenente un giardino ben curato, nel quale troverete stagni coperti di ninfee, pavoni e un grazioso cottage.

I pipistrelli del Congress Bridge

Congress Bridge AustinIl Congress Bridge di Austin non è certo un ponte da cartolina come il Golden Gate di San Francisco o il Ponte di Brooklyn a New York, ma costituisce comunque una grandissima attrattiva. Per essere precisi, ad attrarre centinaia di persone nei pressi del ponte, sono i pipistrelli che abitano sotto di esso.

Quella del Congress Bridge sembra essere la più grande colonia urbana di pipistrelli che si trovi a giro per il mondo. Stiamo parlando di quasi un milione e mezzo di piccoli mammiferi volanti che tra marzo e novembre, all’imbrunire, volano a caccia d’insetti. Non vivono tutti sotto al Congress Bridge, ma anche in altri luoghi della città. L’umidità del fiume però attrae zanzare e altri insetti, e di conseguenza anche i pipistrelli che se ne nutrono. Vederli volare tutti insieme è decisamente affascinante e soprattutto si tratta di uno spettacolo naturale difficile da vedere altrove.

Se capitate qui al calar del sole e gli occhi vi cadono su un grande stormo scuro, non scambiateli per uccelli: sono lo strumento che usano i cittadini di Austin per combattere il problema delle zanzare!

Gli eventi da non perdere

Austin City LimitsAd Austin gli eventi più diffusi sono quelli musicali. Basta fare una ricerca online per il periodo in cui state programmando il viaggio e probabilmente avrete qualche piccolo o grande evento a cui assistere. Ci sono però alcuni capisaldi annuali da sottolineare. Il primo è il South by Southwest: si tratta di uno degli eventi più rilevanti dell’industria musicale statunitense. Si svolge a marzo e dura due settimane: oltre alla musica, include anche cinema ed altre tipologie di eventi. Nel mese di ottobre invece, per due finesettimana consecutivi, i prati dello Zilker Park ospitano l’Austin City Limits, un festival musicale che vede alternarsi sul parco gruppi di ogni genere musicale. Dal rock al country, dalla musica indie a quella elettronica, dal folk all’hip hop, è difficile capitarvi senza apprezzare almeno uno dei concerti proposti.

Gli appassionati di auto da corsa sanno bene che ad Austin si trova il Circuito del Gran Premio delle Americhe. Se amate la Formula 1, visitare Austin quando le monoposto sfrecciano nel suo circuito vi permetterà di provare una bella emozione. Sempre di motori si parla ogni giugno per il ROT Rally: la grandiosa parata motociclistica che vede centinaia di centauri recarsi nella capitale texana sulle due ruote.

Se invece prediligente arte e cultura, potrebbe piacervi il Texas Book Festival – dedicato ai libri, nel mese di ottobre – oppure il Pecan Street Festival, uno grande e antico festival su arti e mestieri, che in primavera e in autunno riempie di bancherelle la 6th Street (che infatti un tempo si chiamava Pecan Street).

Dove mangiare ad Austin

austin texas dove mangiare

Nel centro di Austin troverete luoghi dove mangiare adatti a tutti i gusti e tutte le tasche. Ma vi diamo qualche suggerimento che potrebbe tornarvi utile.

  • Terry Black’s Barbecue (1003 Barton Springs Rd). Cercate carne alla brace di buona qualità? Ecco uno dei migliori barbecue della città. I prezzi non sono altissimi e il cibo è buono.
  • Gus’s World Famous Fried Chicken (117 San Jacinto Blvd). Volete mangiare il pollo fritto, spendendo poco ma evitando le catene di fast food? Da Gus troverete ciò che cercate e ne uscirete con la pancia piena e senza svuotare il portafogli.
  • Cedar Door Patio Bar & Grill (201 Brazos St Bldg A). Qui potete mangiare cibi americani e messicani, I prezzi non sono molto elevate e la qualità del cibo è buona. Un buon posto sia per il pranzo che per la cena.

Dove dormire ad Austin

Come ogni grande città, Austin offre numerose possibilità di alloggio. Pertanto, il consiglio è quello di cliccare sul bottone che trovate di seguito per vedere tutti gli alloggi disponibili e scegliere la tipologia di struttura più adatta alle vostre esigenze. Cerchiamo però di evidenziare qualche albergo di buona qualità ed adatto ad una sosta notturna nella capitale texana.

  • Canopy By Hilton Austin Downtown. Se cercate un hotel di alta qualità, questo quattro stelle in piena Downtown fa al caso vostro. Dal bar alla piscina, tutti i servizi offerti sono di alto livello e la posizione è ottimale per visitare la città.
  • Brava House B&B. Questo Bed & Breakfast è vicino al centro, ma allo stesso tempo immerso nel verde. Vi sembrerà di pernottare in una vecchia casa più che in un albergo, e se vi piace respirare un’area familiare durante i vostri viaggi, non rimarrete delusi da una o più notti trascorse qui.
  • Homewood Suites Austin/South. Questa sistemazione, in un tre stelle di ottimo livello, è ideale per chi sta facendo un viaggio on the road ed ha le ore contate. La sua posizione, accanto allo snodofra due delle principali arterie cittadine, ma allo stesso tempo vicino al centro, vi permetterà di non perdere tempo prezioso, specialmente se il vostro arrivo o la vostra ripartenza sono previsti in orari di punta.

Tutti gli alloggi ad Austin


Un Consiglio Importante:
Ricordati l’assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?

Andrea Cuminatto
Andrea Cuminatto

Giornalista e viaggiatore. Parlo spagnolo, inglese e sto imparando il russo. Più che vedere i luoghi, amo conoscere chi li abita.

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa. 

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa.