Foliage in Vermont: itinerario autunnale nello Stato delle Green Mountains

Novembre 8, 2019 /
Vermont Foliage Luoghi migliori dove vederlo

Eccoci nuovamente nel nord-est degli States, nell’amato New England che durante il periodo autunnale trasmette emozioni a non finire. Siamo nello splendido Vermont, abbracciato da Massachusetts, New Hampshire, stato di New York e regione canadese del Quebec. Il suo nome pare derivare dal francese verts monts (monti verdi) e a noi quest’ipotesi sembra giusta; non a caso il soprannome è “Green Mountain State”. Ovunque si vada in Vermont c’è qualcosa di divertente da fare, di bello da vedere, di spettacolare da fotografare, di gustoso da assaporare. A noi piace visitarlo in autunno quando il fenomeno del foliage è un’attrazione irresistibile ma in qualunque stagione le attività all’aria aperta a contatto con la natura non si contano. Colori accesi in autunno, montagne innevate in inverno, risveglio in primavera e attività ricreative in estate: benvenuti in Vermont, una continua sorpresa!

Alcune curiosità sul Vermont

Vermont foliageIl Vermont, 45° stato per estensione, è poco popolato, con prevalenza di paesi, piccoli agglomerati urbani, grandi aree rurali e tanta natura con la quale si vive orgogliosamente in armonia. Fattorie, granai, laghi, ponti coperti in legno sono all’ordine del giorno e per chi ama queste visioni non c’è niente di meglio.

Questo stato è il principale produttore del maple syrup, lo squisito sciroppo d’acero che si può apprezzare sia in forma liquida, ad esempio sopra i pancake, sia sotto forma di farciture per biscotti, praline o semplicemente come ingrediente per torte.

Nell’unica grande città, Burlington, si è tenuto conto dell’armonia architettonica e gli edifici non possono superare i 38 metri d’altezza, la stessa regola vale in tutto lo stato.

I luoghi del Fall Foliage in Vermont

In autunno molti turisti come noi decidono di visitare il Vermont, magari assieme ad altri stati che compongono il New England. Questo avviene principalmente dall’ultima decade di settembre fino ad oltre la metà di ottobre durante il periodo del Fall Foliage quando le foglie degli aceri, faggi, querce, pioppi e betulle danno vita a un’esplosione di colore rosso, giallo, arancione. È il momento in cui un grande spettacolo va in scena. Un manto carico di caldi colori dona luce ed energia a colline, paesi, cascate e ponti coperti.

Northern Region

Nella Northern region al confine con il Canada abbondano paesaggi rurali con laghi, cascate e località sciistiche. Qui svetta anche il Mount Mansfield, la cima più alta del Vermont. Il nostro itinerario parte dal villaggio di Charleston dove facciamo tappa all’Echo Lake, un lago ideale per la pesca il cui nome non è stato assegnato a caso; quando un suono viene prodotto intorno ad esso o nelle sue vicinanze, una serie di echi si avverte in varie direzioni e in questo periodo catturano l’attenzione di coloro che sono già impegnati a godersi i colori del foliage.

Lake Willoughby Vermont Foliage
Lake Willoughby

Altre bellezze lacustri ci attendono nel piccolo paese di Westmore dove il Lake Willoughby è circondato dall’omonima foresta statale che in autunno si accende di colore. Il lago è noto per le sue acque chiare e le spiagge pubbliche. Nel piccolo paese di Elmore l’omonimo State Park racchiude il Lake Elmore e il Mount Elmore all’interno dei suoi 300 ettari. Qualcuno si gode la spiaggia nei pressi del lago, qualcuno scala i 795 metri del monte e raggiunge la torre d’osservazione, noi invece facciamo un pic-nic circondati da quanto di meglio la natura possa offrire in questo momento dell’anno.

È difficile lasciare questo luogo ma continuiamo spinti dalla certezza che non finisce qui e nei pressi di Cambridge raggiungiamo l’Alden Bryan Brewster River Trail (off Route 108) punto di partenza di un percorso lungo il Brewster river puntellato da rocce di varie dimensioni e con una piccola cascata. Il sentiero si immerge nella foresta e le acque sono attraversate da un ponte coperto. Immagini come queste sono quanto ci si aspetta in Vermont e nel New England in generale, e fortunatamente abbondano.

Mount Mansfield Vermont Foliage
Mount Mansfield

Dal paese si parte verso Underhill per godere di una bella vista panoramica al Mount Mansfield, la già citata montagna più alta del Vermont (1.340 metri) con la vegetazione di tundra alpina e tanti sentieri che invogliano esperti hikers ma anche normali camminatori come noi. Questo è sicuramente uno dei luoghi ideali da visitare in questo periodo dell’anno e la nostra macchina fotografica non conosce riposo. La strada denominata The Auto Road attraversa il monte e permette di avere una buona visuale del Lake Champlain fino alle Adirondack Mountains nel nord-est dello stato di New York.

Proseguendo verso sud lungo la route 108 ci addentriamo nello Smuggler’s Notch State Park e valichiamo l’omonimo passo di montagna. Nel parco ci sono formazioni rocciose e grotte ed è possibile passeggiare fra i sentieri e fare hiking. Come si sa, Madre Natura segue regole tutte sue e quando l’intensità del foliage è nella norma, queste zone sono cariche di fascino.

E non possiamo che essere felici quando, a bordo strada, un piccolo ponte pedonale coperto preannuncia l’arrivo a Stowe, un delizioso paese da cartolina con vari punti d’interesse. La prima cosa che facciamo è una passeggiata lungo la Main Street, la strada principale, con graziosi edifici e un ufficio turistico aggiornatissimo che fornisce fra le altre cose informazioni sulle aree con la maggior concentrazione di foliage. Spiccano il colore bianco e il campanile a punta della Stowe Community Church, una candida chiesetta con la caratteristica di non avere un particolare credo; qui tutte le fedi religiose sono benvenute.

Stowe Vermont Foliage dovev ederlo
Stowe

Uno dei must visit dell’area è la famosa struttura alberghiera appena fuori dal centro, il Trapp Family Lodge (700 Trapp Hill Rd.) di proprietà dell’omonima famiglia protagonista di una toccante storia ai tempi del nazismo. La vicenda dei Von Trapp ha ispirato il film Tutti insieme appassionatamente. L’albergo è stato fondato dai membri del nucleo familiare che è fuggito dall’Austria, ha raggiunto i monti della Svizzera per poi decidere di stabilirsi definitivamente in Vermont. Visitare il grande complesso e il piccolo cimitero annesso risvegliano l’emozione della storia.

La struttura, immersa in uno splendido scenario naturale, unisce lo stile di montagna all’architettura austriaca e al gift shop si vendono anche memorabilia legate al film. Poi non bisogna tralasciare, sempre nella proprietà, l’Austrian Tea & Tap Room con tante dolci prelibatezze.

Il Gold Brook covered bridge (Covered Bridge Rd.) è un ponte coperto a sud del paese. È detto anche Emily’s bridge e si trova in una location molto appropriata in questo periodo. Poco distanti da Stowe e velocemente raggiungibili segnaliamo le Moss Glen Falls, cascate immerse nella foresta che frenano la loro caduta in uno specchio d’acqua che crea una splendida “cornice”.

Consigliamo anche la particolare area naturale di Bolton Potholes, nell’omonimo paese, in cui ci si lascia baciare dal sole su grandi rocce piatte, si fanno pic-nic; non mancano neppure una serie di belle cascate e pozze dal colore verde smeraldo ideali per nuotare.

Burlington Vermont Foliage
Burlington

La nostra riscoperta del nord del Vermont si conclude con la visita a Burlington, la più grande città dello stato, con circa 43.000 abitanti. Anche se ovunque l’attrazione principale è l’aspetto scenografico, vale la pena dedicare un po’ di tempo al centro città e alla sua strada principale, Church Street. Mentre si cammina non si può mancare di notare, in una stretta via laterale, un grande e appariscente murale che riporta una serie di immagini del Vermont. È molto lungo ed è difficile fotografarlo tutto intero se si vogliono immortalare i dettagli.

Burlington è sorta sulla sponda est del Lake Champlain che sconfina anche nello stato di New York e nella regione canadese del Quebec. Il lago è una meta molto frequentata sia da turisti che dai locali. Al suo interno si trovano numerose isole. È una buona location per pescare, andare in barca e passeggiare lungo il waterfront. In autunno il valore aggiunto del foliage lo trasforma in una meta da non perdere.

Central Region

La Central region racchiude paesi e fattorie immersi in una natura generosa dove si svolgono attività lavorative come l’agricoltura ma anche ricreative fino al semplice piacere di fare camminate o sbizzarrirsi su due ruote. A Duxbury, il Camel’s Hump State Park è il luogo ideale per ammirare e immortalare i colori del momento, ancor di più cimentandosi con i 1.244 metri dell’omonima montagna raffigurata anche sulle monete da collezione (quarters).

Montpelier Vermont FoliageMontpelier, la più piccola capitale degli States, conta circa 8.000 abitanti, è circondata dalle colline e attraversata dal fiume Winooski. Il downtown è un quartiere storico nel quale è bello camminare fra antichi edifici commerciali e statali. Qui si nota la silhouette in stile greco revival e neoclassico della State House (115 State St.) che ospita gli uffici governativi del Vermont; in questo periodo la sua immagine ufficiale viene addolcita dai caldi colori autunnali che le fanno da sfondo creando un effetto cartolina su cui risalta la splendente cupola dorata.

Dietro al palazzo del governo, Hubbard Park (400 Parking St.) è un’area verde in cui passeggiare, rilassarsi, fare pic-nic ed ammirare, ora più che mai, il panorama dalla torre che si trova nel punto più alto del parco.

Non c’è dubbio che il Vermont trasmetta emozioni; i toni caldi dello scenario ridipinto dal foliage avvolgono tutto quello che è intorno rendendolo suggestivo e per esprimerci come fanno qui dovremmo usare gli aggettivi: gorgeous, amazing, tremendous (che significa grande apprezzamento). La sensazione predominate è di pace unita ad ammirazione e percorrendo la scenic route 100 facciamo sosta alle Warren Falls (3919  Route 100) nell’omonimo paese e poi nel villaggio di Hancock alle cascate Texas Falls che raggiungiamo facilmente tramite un sentiero nella foresta.

Woodstock Vermont Foliage
Woodstock

Quando arriviamo nel paese di Woodstock ci concediamo una passeggiata nel gradevole downtown in stile coloniale ma poi siamo attratti dal Farmer’s market in pieno svolgimento nel parco cittadino. Ci viene offerto sidro di mela che non potrebbe essere più gradevole di così, ottenuto artigianalmente con un’antica apparecchiatura manuale. Lasciamo il centro e raggiungiamo la Sugarbush Farm (591 Sugarbush Farm Rd.), una fattoria immersa in un tipico paesaggio rurale autunnale dove vale la pena acquistare formaggi e sciroppo d’acero prodotti proprio nella tenuta.

Ci rimettiamo in marcia verso il Quechee Gorge State Park (Route 4) dove, nel villaggio di Quechee, l’attrazione principale è la gola più profonda del Vermont con i suoi 50 metri, ben visibile dal ponte sulla strada. Ma in quest’area centrale c’è ancora qualcosa da non perdere; a pochi chilometri dal confine con il New Hampshire una chiesetta con un fienile e lo sfondo degli alberi con le foglie dorate racchiude al tramonto la quint’essenza di questi luoghi magici; l’inquadratura non è facile da trovare anche se il paese di Waits River è minuscolo, ma basta dire perché si è arrivati fino a lì e cosa si vorrebbe fotografare e prontamente si viene aiutati ad individuare l’angolo giusto.

Southern Region

Continuiamo a scoprire aree di foliage fra ponti coperti, empori e una storica dimora. Siamo nella Southern region dove, lungo le colline della route 7, spuntano le cittadine di Bennington, Rutland e Manchester. Anche qui si godono gli outdoors, come vengono definiti gli spazi aperti. A Rockingham viviamo un pizzico di romanticismo sul Kissing Bridge (1292 Rockingham Rd.) il cui nome particolare risale ai tempi delle carrozze trainate dai cavalli. All’epoca i ponti coperti erano un luogo popolare fra le giovani ragazze che scendevano dai mezzi di trasporto per incontrare i loro amati e scambiarsi un bacio o un abbraccio.

Il ponte è adiacente al Vermont Country Store, un emporio che vende un po’ di tutto, dalle caramelle allo sciroppo d’acero, dal formaggio all’oggettistica da cucina e dai giocattoli agli articoli da regalo. L’assaggio dei biscotti e del cacio locale in vendita sono un gustoso valore aggiunto in un’ambientazione che sembra dire: “questo è il posto gusto nel momento giusto”.

West Dummerston Covered Bridge
West Dummerston Covered Bridge

Siamo ora a Dummerston e attraversiamo il West Dummerston Covered Bridge (2891 W. River Dr.), il ponte coperto più lungo del Vermont, ma in realtà la nostra meta ora è storica: è la Rudyard Kipling Home (481 Kipling Rd.) conosciuta anche col nome di Naulakha. Qui l’autore ha vissuto dal 1893 al 1896 e ha scritto “Il libro della giungla” e “Capitani coraggiosi”. La sua casa su tre livelli, sapientemente restaurata e con una sezione museale al terzo piano, viene regolarmente affittata. Ci sembrava giusto ritagliare un po’ di tempo per questa visita.

Poi il nostro percorso ci porta a East Dorset, precisamente all’Emerald Lake State Park (65 Emerald Lake Ln.) con acque color smeraldo perfette per nuotare, pescare e con una piccola spiaggia in cui rilassarsi. Ma per noi questa è l’ora giusta per un pic-nic panoramico nel padiglione preposto a questo servizio e per una passeggiata nei sentieri che si diramano dal lago.

Nel piccolo paese di Jamaica le Hamilton Falls sono cascate di 38 metri, fra le più alte del Vermont. Le acque del torrente attraversano una gola prima di lasciarsi cadere in uno specchio d’acqua dove non è consentito nuotare per la pericolosità delle correnti. Anche l’area di queste cascate è considerata una buona location in cui fare un pic-nic scenografico.

A chi ama lunghe camminate segnaliamo a Manchester il Mount Equinox. I sentieri non sono molto difficili da percorrere e conducono alla cima di 1.172 metri dove comunque l’impegno viene ripagato dalla vista panoramica. Il nostro itinerario termina fra il foliage della White Rocks National Recreational Area (Sugar Hill Rd.) nel paese di Wallingford dove si trova anche il Chaos Canyon, una fessura creatasi in una roccia gigante di quarzite. È quasi scontato raccontare la bellezza di un luogo come questo da dove partono sentieri che portano a vedute degli Adirondack (parte nord-est dello stato di New York) e delle Taconic mountains (stati di New York, Vermont, Connecticut e Massachusetts).

Le scenic byways del Vermont

L’alternativa ad un percorso suddiviso per zone è seguire alcune fra le più caratteristiche strade panoramiche degli Stati Uniti (scenic byways) che qui abbondano e consentono di addentrarsi in quella “cartolina” creata dal fenomeno del foliage. Ecco i nostri suggerimenti (potete avere un’idea della lunghezza e della posizione di queste scenic byways cliccando qui).

Green Mountain Byway

Mt. Mansfield Vermont
Mount Mansfield

La Route 100 Green Mountain Byway (Newport, Stowe, Waterbury, Weston, Wilmington) taglia trionfalmente a metà lo stato da nord a sud con scenari montani. Tracciando un ipotetico percorso che parte vicino al confine canadese e da lì va a scendere, oltre a fermarsi ogni volta che l’impatto scenografico lo richiede, non si dovrebbero perdere il lago Memphremagog a Newport, la fabbrica di gelati di Ben & Jerry’s a Waterbury, la produzione del sidro di mela al Cold Hollow Cider Mill di Waterbury Center, i due country store e il negozio di Natale a Weston, fino ad arrivare al confine con il Massachusetts. Lungo questa strada s’incontrano il monte Mansfield con i suoi panorami incantevoli e tanti altri angoli suggestivi, e non mancano stazioni sciistiche per chi ha programmi per il tardo autunno e l’inverno.

Lake Champlain Byway

Le Route 2 e Route 7 – Lake Champlain Byway (Champlain Islands, Burlington, Middlebury, Vergennes). Il percorso costeggia la sponda est del lago Champlain con lo sfondo delle Green Mountains, due delle più spettacolari aree naturali del Vermont. Le strade sceniche attraversano anche valli, caratteristici paesi e fattorie.

Northern Foliage Loop

Lake Elmore Vermont
Lake Elmore

Il Northern Foliage Loop (Waitsfield, Waterbury, Stowe, Morrisville, Montpelier) è un itinerario nel nord che consente, dichiarandolo già col suo nome, di apprezzare le bellezze del foliage, e noi lo facciamo immortalando i riflessi di colore sul Lake Elmore e nel Winooski River. Anche lungo questo percorso si passa da Waterbury dove vale la pena fermarsi ad assaggiare i gelati Ben & Jerry’s con annesso stabilimento produttivo e disponibilità di tour. Questa strada conduce anche alla capitale Montpelier.

Route 14

Newport Foliage Vermont
Newport

In parte parallela alla Route 100, ma un po’ più ad est, la Route 14 (Newport, Barre, East Montpelier, White River Junction) attraversa piacevoli scenari fra colline, il lago Memphremagog a Newport e la cittadina di Barre, sede della Real Good Toys, fabbrica di bellissime dollhouse (case delle bambole) caratteristiche degli Stati Uniti. Questa route, che dal confine con il Canada raggiunge la zona centrale del Vermont, devia poi ad est e termina vicino allo stato del New Hampshire.

Mad River Scenic Byway

Route 2, Route 100B, Route 100, Route 17 – Denominato Mad River Scenic Byway (Middlesex Village, Moreton, Waitsfield, Warren, Granville, Fayston), questo percorso attraversa aree con foreste, fattorie, ponti coperti, il fiume Mad e le Warren Falls. Anche questo è uno dei tratti più scenici del Vermont.

Route 73

Nel centro-est la Route 73 (Brandon, Orwell, Goshen) attraversa aree rurali panoramiche con fattorie ma anche aree montuose. Una sosta alla Maple View Farm di Brandon consente di avere un incontro ravvicinato con graziosi alpaca, di visitare la tenuta e conoscere i proprietari.

The Shire of Vermont Byway

La Route 7A – The Shire of Vermont Byway (Rutland, Bennington, Manchester, Arlington, East Dorset) attraversa la zona sud-ovest, fra le Taconic e le Green Mountains, anch’essa con paesaggi di montagna ed aree agricole che in questo periodo sono in fermento per l’imminente celebrazione di Halloween; zucche di tutte le dimensioni sono già in bella mostra per la vendita. Oltre a piccoli paesi si trovano cittadine più grandi come Rutland, Bennington e Manchester.

Le altre autostrade

Le due autostrade principali, anch’esse “vestite” con i colori dell’autunno, sono l’I-91 (Newport, St.Johnsbury, White River Junction, Brattleboro) e l’I-89 (St. Albans, South Burlington, Waterbury, Montpelier).

E se mentre siete in giro trovate le indicazioni anche per Montgomery, Jeffersonville, Peacham, Dorset, Grafton, Arlington e Newfane, seguitele e tenete pronta la macchina fotografica; potrebbero riservare gradite sorprese.

I principali eventi dello stato

L’autunno è un periodo denso di eventi in Vermont. L’occasione è ghiotta per i venditori di artigianato e prodotti locali; non c’è niente di meglio che organizzare fiere con “contorno” di musica, cibo ed altre forme di intrattenimento in un momento che scenograficamente invoglia a uscire, a stare all’aperto. In settembre segnaliamo a East Burke il Burke Fall Foliage Festival (Burke Mountain Clubhouse, 368 VT-114), a Saint Johnsbury il Colors of the Kingdom (1302 Main Street & downtown) e a Bristol l’omonimo Harvest Fesival (Green-West St.).

A cavallo fra settembre e ottobre apre i battenti il Fall Art & Craft Festival, l’evento a pagamento di Manchester (Hunter Park-410 Hunter Park Rd.), poi in ottobre è il momento del Foliage Arts Festival (Topnotch Field-420 Mountain Rd.) a Stowe e dell’Essex Fall Craft & Fine Art Show (Champlain Valley Exposition-105 Pearl St.) ad Essex Junction, vicino a Burlington.

In ottobre, tempo di Halloween, le zucche sono protagoniste. Durante il week-end del Columbus day il Vermont Pumpkin Giant Regatta sul Lake Champlain a Burlington è una particolare gara che si effettua su enormi zucche intagliate e utilizzate come imbarcazioni. Qualcosa di più normale ma ugualmente di richiamo sono gli appuntamenti, sempre in ottobre, per il pumpkin carving (intaglio delle zucche) a Montpelier  con l’Halloween Pumpkin Carving Contest & Pie Sale (City Hall Plaza-39 Main St.) e con il Pumpkin Carving Festival (Equinox Valley Nursery-1158 Main St.) a Manchester.

Come raggiungere il Vermont

Gli aeroporti del Vermont non hanno voli diretti dall’Europa. A South Burlington lo scalo locale si trova al 1200 di Airport Drive mentre a North Clarendon è nei pressi di Rutland al 1002 di Airport Road. Per i nostri viaggi in New England continuiamo a fare riferimento all’aeroporto internazionale di Boston in Massachusetts che, indipendentemente da dove si deve andare, non è mai ad una distanza proibitiva (non oltre 3 ore e mezzo, ad esempio, per raggiungere il nord dello stato).

Foliage negli altri Stati

La bellezza dei colori del foliage è un fenomeno che riguarda tutti gli Stati del New England, ecco i nostri consigli per godere della stagione autunnale negli altri Stati:


Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?


Marianna Licia e Paolo
Marianna Licia e Paolo

Ciao, siamo una famiglia romagnola al completo: Marianna con la sua passione per la geografia e il folklore, Paolo esperto di modellismo e bricolage, Licia appassionata di lingua inglese e di cucina. Al di là dei nostri spiccati interessi individuali, due passioni ci accomunano profondamente: la fotografia e il viaggiare, in modo particolare negli Stati Uniti. Ogni aspetto di questa terra ci incuriosisce e i suoi grandi spazi ci emozionano.

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES