Staten Island: itinerario per scoprire l’isola alle porte di Manhattan

Gennaio 28, 2020 /

Se avete in programma un itinerario di New York in più giorni, e volete ritagliarvi uno spazio per visitare una zona un po’ più tranquilla rispetto alla frenetica Manhattan, potete considerare di organizzare una visita a Staten Island.

Si può raggiungere facilmente grazie al comodo traghetto gratuito Staten Island Ferry, e può essere una tappa da prendere in considerazione per chi vuole scoprire qualche curiosità legata non solo alla storia degli Stati Uniti ma anche alla nostra madrepatria; d’altronde il primo europeo a mettere piede a Staten Island fu l’esploratore Giovanni da Verrazzano nel 1520.

Andiamo quindi a vedere cosa ci riserva questa grande isola alle porte di Manhattan.

Come raggiungere Staten Island da New York

Come accennato il modo migliore per raggiungere Staten Island da New York è quello di usare il popolare Staten Island Ferry che collega il Whitehall Terminal di Lower Manhattan con il St. George Ferry Terminal. C’è una partenza ogni 30 minuti e non c’è bisogno di pagare nessun biglietto, per questo è anche una delle migliori cose da fare gratis a New York. La traversata dura circa 25 minuti.

Visto che lungo il tragitto il traghetto transita vicino alla Statua della Libertà ed Ellis Island, oltre a essere un mezzo di trasporto efficiente, può quindi essere considerato anche un modo economico per fare una crociera. Abbiate solo l’accortezza di sedervi sul lato destro della nave quando partite da Manhattan e sul lato sinistro quando partite da Staten Island.

L’altro modo per raggiungere Staten Island da New York è quello di utilizzare la macchina. Può essere una soluzione efficiente se il vostro itinerario della East Coast prevede una sosta in zona prima o dopo aver visitato la Grande Mela. In questo caso con molta probabilità attraverserete il Ponte di Verrazzano conosciuto anche come (Verrazzano-Narrows Bridge) che collega l’isola con il quartiere di Brooklyn.

Come muoversi a Staten Island

Il modo più comodo per spostarsi una volta arrivati è quello di utilizzare la Staten Island Railway (SIR) che collega il St. George Ferry Terminal con Tottenville, all’estremità sud dell’isola. Le attrazioni più importanti sono raggiungibili con pochi minuti a piedi dalle fermate lungo il percorso. Il servizio è attivo 24 ore su 24 e durante le ore di punta c’è una partenza ogni 15 minuti, mentre durante il resto della giornata una ogni 30 minuti. Ovviamente è presente anche una capillare rete di collegamenti effettuati tramite bus, a questa pagina potete trovare una cartina con tutte le linee e le zone che sono servite.

Sui trasporti di Staten Island sono in vigore le stesse tipologie di tariffe che si applicano per gli autobus e la metropolitana di New York e potrete quindi utilizzare la tessera MetroCard.

Cosa vedere a Staten Island

Ecco alcune delle principali attrazioni che vi aspettano raggruppate in base alla zona o all’area tematica in modo che possiate  riuscire ad organizzare al meglio il vostro itinerario sull’isola.

Downtown Staten Island

Con molte probabilità avrete raggiunto Staten Island tramite la nave, quindi il vostro primo luogo da esplorare sarà la zona di St. George che è la più turistica di tutta l’isola e, insieme ai quartieri di Tompkinsville e Stapleton, formano quello che comunemente viene definito il Downtown dell’isola. Tutte le attrazioni segnalate in questa zona sono quindi facilmente raggiungibili a piedi dopo essere scesi dallo Staten Island Ferry.

The Staten Island September 11th Memorial

staten island new yorkSi tratta di un commovente memoriale per le 275 vittime locali decedute duranti gli attentati terroristici dell’11 settembre. È formato da due sculture che vogliono rappresentare allo stesso tempo delle ali e delle lettere, al cui interno si trovano scolpiti in una targa commemorativa in granito i profili di tutte le vittime con i nomi, le date di nascita e i lavori che svolgevano al momento dell’attacco.

Oltre che ad essere un luogo altamente simbolico è anche uno dei posti migliori da cui osservare in lontananza lo skyline di New York.

Richmond County Bank Ballpark

Fra lo Staten Island Ferry Terminal e il Memoriale si trova lo stadio di baseball in cui giocano gli Staten Island Yankees, la squadra locale affiliata ai ben più famosi Yankees di New York, che disputano una serie minore. Se siete amanti di questo sport, e volete vedere una partita spendendo qualcosa meno rispetto alla controparte della Grande Mela, potete considerare di andare a fare il tifo per i Baby Bombers.

Cerca un biglietto per gli Staten Island Yankees

The National Lighthouse Museum

Si tratta di un museo molto recente che ha aperto i suoi battenti nel 2015. La sua missione è quella di salvaguardare e preservare la storia dei fari americani che, a causa dell’utilizzo di sempre più moderne tecnologie, stanno diventando ogni giorno più obsoleti. Dentro il museo si trovano esposti nella Wall of Lights i modellini di più di 180 di queste costruzioni sparse lungo tutta la costa statunitense, oltre a pannelli informativi che riportano la storia dei loro guardiani più importanti.

Il biglietto di ingresso ha un costo di 7$ e il museo è aperto dal martedì alla domenica dalle 11:00 alle 17:00 (da novembre a marzo la chiusura è anticipata alle 16:00).

St. George Theatre

Uno degli storici teatri non solo di Staten Island ma della stessa New York. Risale al 1929 e da allora ha visto avvicendarsi sul suo palco una pletora di artisti nazionali ed internazionali. Gli interni sono realizzati con un misto fra lo stile barocco italiano e spagnolo, e possono essere definiti un’opera d’arte a sé stante. Particolarmente impressionanti sono gli enormi lampadari realizzati in verto colorato, e le dettagliate decorazioni dei mezzanini. Nulla a che vedere con la facciata piuttosto anonima che vedrete passando lungo Hyatt Street.

Oltre a poter prendere parte ad un tour della struttura, se avete tempo, potete anche considerare di assistere direttamente ad uno spettacolo o ad un film. Potete scoprire cosa c’è in programma cliccando sul link sottostante.

Cerca un evento al St. George Theatre

Una curiosità: all’interno di questo teatro si tenne l’epica Battle of the Bands immortalata nelle scene finali del film School of Rock.

Hypno-Tronic Comics

Se siete un amante dei fumetti, e di tutto il mondo che ruota intorno ad essi, non potete farvi mancare una visita in questo negozio che è una vera e propria mecca per gli appassionati di cultura nerd. Si tratta di un piccolo, ma fornitissimo, negozio dietro lo Staten Island Borough Hall, in cui troverete sicuramente un regalo per voi o per qualche vostro amico appassionato che è rimasto a casa.

Snug Harbor Cultural Center & Botanical Garden

Questo è il luogo più indicato se volete per un attimo staccare dalla frenesia di New York. Quella che prima ospitava le dimore dedicate ai marinai in pensione (alla fine del 19° secolo si stima che più di 1000 vivessero in questa zona), adesso è un’area verde molto estesa che comprende numerosi giardini e più di 20 edifici storici realizzati in diversi stili architettonici che variano dal neogreco, al beaux-arts, al vittoriano, che ospitano al loro interno attrazioni legate alla natura e alla storia di Staten Island.

Andiamo a vedere quali sono le principali che potrete visitare:

  • New York Chinese Scholar’s Garden: sicuramente si tratta di uno dei luoghi più curiosi e rilassanti in cui poter passeggiare in zona. Si tratta di un giardino con costruzioni realizzate secondo lo stile architettonico cinese. Potrete camminare in una foresta di bambù e osservare piccole cascatelle e un laghetto per carpe koi. Per accedere a questo giardino è richiesto il pagamento di un biglietto di ingresso di 5$.
  • Newhouse Center for Contemporary Art: chi ama l’arte contemporanea non si faccia sfuggire l’occasione di visitare questo edificio che rappresenta uno dei più notevoli esempi di architettura Neogreca del luogo, e ospita un’importante collezione di lavori di arte sperimentale di tutto il mondo. Anche in questo caso c’è bisogno di munirsi di un biglietto dal costo di 5$.
  • The Noble Maritime Collection: è un museo interamente dedicato alle opere dell’artista John A. Noble, noto al grande pubblico per aver impostato tutti i suoi lavori intorno al tema del mare. La parte più curiosa da visitare è quella rappresentata dallo barca-studio in cui Noble lavorava che, dopo essere stata completamente restaurata, è stata inserita all’interno del museo. Per l’ingresso è suggerita una donazione.
  • Staten Island Museum: viene presentato come l’unico museo non specializzato di New York. Questo vuol dire che al suo interno troverete sale e mostre dedicate alle scienze naturali, alle belle arti e alla storia sia locale che nazionale. L’ingresso ha un costo di 8$.
  • The Connie Gretz Secret Garden: se state viaggiando con bambini qui potrete trovare un divertente passatempo. Si tratta infatti di un giardino-labirinto circondato da mura e da tre alte torri. Per accedere i ragazzi dai 3 ai 12 anni devono pagare un biglietto di 3$ che include l’ingresso anche di un adulto.

Il modo più rapido per raggiungere questa zona è quello di utilizzare l’autobus S40 dal terminal dei traghetti.

Historic Richmond Town

Si tratta di un borgo storico risalente a più di 300 anni fa in cui si ancora oggi si trovano più di 45 edifici storici, i più importanti dei quali si possono anche visitare al loro interno. Sorge nell’omonimo quartiere collocato quasi nel centro geografico di Staten Island. Visitarlo vuol dire fare un salto indietro nel tempo e rivivere le tradizioni e lo stile di vita del diciannovesimo secolo.

L’edificio più importante e appariscente è sicuramente il Third County Courthouse, che oggi funge anche da centro visitatori, che fu per molti anni il vero e proprio cuore amministrativo di Staten Island.

Gli orari in cui si può accedere all’Historic Richmond Town cambiano a seconda del periodo dell’anno. Per consultare quelli aggiornati vi invito a visitare il sito ufficiale. Il prezzo per potervi accedere è di 8$ per gli adulti. Per visitare in modo ancora più coinvolgente questa zona si può partecipare ai tour guidati che vengono svolti da guide-attori in costumi tipici del tempo. Questi tour in genere si svolgono da lunedì al venerdì alle ore 14:00 e il sabato e la domenica alle 13:30 e alle 15:00.

Info su biglietti e prenotazione

Per raggiungere Historic Richmond Town con i mezzi pubblici il modo più comodo è quello di utilizzare l’autobus S74 in partenza anche dallo Staten Island Ferry Terminal.

Fort Wadsworth

A Staten Island si trova una delle installazioni militari più antiche di tutti gli Stati Uniti che, insieme al suo corrispettivo Fort Hamilton di Brooklyn, aveva il compito di proteggere il porto di New York. Visitare questa zona non è solo interessante da un punto di vista storico, ma anche perché da qui si può ammirare uno dei panorami migliori sul Ponte di Verrazzano, oltre che scorgere in lontananza lo skyline di Manhattan.

Fort Wadsworth fa parte della Gateway National Recreation Area, che include aree protette anche di Jamaica Bay e di Sandy Hook in New Jersey. In generale è possibile accedervi tutti i giorni della settimana dall’alba fino al tramonto, ma per gli orari completi per tutti i periodi dell’anno vi rimando alla pagina ufficiale. L’ingresso è gratuito.

Il modo più comodo per raggiungere il forte è quello di utilizzare l’autobus S51 che parte anche dallo Staten Island Ferry Terminal.

Case Storiche

Staten Island è un luogo in cui si possono trovare molti edifici storici legati all’arte, alla cultura e alla storia sia americana che… italiana.

Conference House

Si trova in uno dei punti più meridionali di Staten Island, ed uno degli edifici storici più antichi del luogo dato che fu costruito nel 1680, cosa che lo rende l’unica casa prerivoluzionaria ancora esistente a New York. Fra gli eventi storici che si svolsero al suo interno il più importante è senza dubbio la Staten Island Peace Conference (da cui deriva il nome della casa), che si svolse nel settembre del 1776 ed ebbe come obbiettivo (fallito) quello di trovare un accordo per porre fine alla Guerra d’Indipendenza Americana.

Oggi la casa immersa nel verde è aperta ai visitatori durante i mesi estivi (4$ il biglietto di ingresso) e ospita mostre sulla storia del luogo e degli Stati Uniti. Per arrivare si può optare per il servizio della Staten Island Railway scendendo all’ultima fermata e facendo una camminata di 10-15 minuti a piedi.

Seguine Mansion

Costruita alla fine degli anni trenta dell’ottocento in stile neogreco con le sei grandi colonne che fanno bella mostra di se nella facciata dell’edificio. Oltre ad essere inserita in piacevole giardino, in cui non è raro incontrare pavoni, i suoi interni, che contano 18 stanze, sono utili per avere un’idea di quella che era la vita a Staten Island nel 19° secolo grazie alla cura con cui sono stati conservati gli arredi.

La casa è aperta per tour solo durante eventi particolari in determinati periodi dell’anno. Potete controllare sul sito ufficiale se è in programma qualche apertura straordinaria durante la vostra visita.

Alice Austen House

In questa casa abitò una delle più importanti fotografe americane e, secondo alcuni, la prima donna di Staten Island a possedere una macchina. Oggi ospita un museo in cui sono esposte le sue opere più rilevanti oltre ad una serie di mostre sulla vita dell’artista. La casa stessa è una dimora storica risalente ai primi anni del ‘700 e si affaccia sul mare offrendo notevoli possibilità per fare delle belle foto ricordo nel giardino che la circonda.

Per poter visitare la casa-museo è necessario pagare un biglietto di 5$. Per raggiungere l’Alice Austen House si può utilizzare il sevizio della Staten Island Railway e scendere alla fermata Clifton Station, che si trova a 10 minuti a piedi di distanza, oppure optare per il bus S51.

Garibaldi-Meucci Museum

A Staten Island abitano una notevole quantità di italoamericani e, a testimonianza di questo, si trova la casa di Antonio Meucci, in cui abitò per qualche tempo come rifugiato anche Giuseppe Garibaldi prima di tornare in Italia per intraprendere la campagna di unificazione. Oggi è un museo gestito dall’Order Sons of Italy in America che vuole omaggiare la vita, le conquiste e l’eredità culturale che i due grandi personaggi hanno lasciato nell’opinione pubblica sia americana che mondiale. Al suo interno si possono trovare anche alcuni oggetti e cimeli appartenuti ai due eroi italiani.

Per accedere al museo è necessario pagare un biglietto di 10$. Il modo migliore per raggiungerla è, come nel caso dell’Alice Austen Home, quello di scendere alla fermata Clifton Station e fare una passeggiata di circa 10 minuti. Se siete interessati può essere quindi una buona idea quella di unire la visita a queste due case della zona. Altrimenti potete optare per gli autobus S78 o S52 che fermano nelle immediate vicinanze del museo.

South Beach

Visto che stiamo visitando un’isola dobbiamo necessariamente considerare anche le spiagge come una delle attrazioni da non perdere. E quando parliamo di spiagge non possiamo non citare South Beach quella più famosa e frequentata fra le tante, sia dai locali che dai turisti, che qui troveranno anche uno dei luoghi migliori per fotografare il Ponte di Verrazzano. Qui potrete passeggiare lungo il Franklin D. Roosevelt Boardwalk di oltre 4 chilometri che collega Fort Wadsworth con il parco di Miller Field.

Il modo migliore per arrivare in questa zona è affidarsi all’autobus S51 che, come accennato anche in precedenza, è utile per raggiungere anche l’Alice Austen House e Fort Wadsworth. Può essere quindi un’ottima soluzione unire queste attrazioni in un itinerario in questa parte di Staten Island.

Se state cercando altri litorali che vale la pena visitare nelle vicinanze della Grande Mela, potete dare un’occhiata al nostro articolo dedicato alle spiagge di New York.

Dove Mangiare

Se volete passare un’intera giornata ad esplorare Staten Island ecco alcuni consigli per rifocillarvi:

  • The Flagship Brewing Company (40 Minthorne St): questa è una delle poche birrerie presenti a Staten Island, offre tour di degustazione e anche attività culturali e musica dal vivo. Più che per il cibo è quindi consigliata per chi vuole godersi una buona birra per rilassarsi dopo il tour della zona.
  • Enoteca Maria (27 Hyatt St): consigliare un ristorante italiano in America può essere sempre rischioso, ma in questo caso si può fare un’eccezione. A detta di molti si tratta infatti di uno dei migliori ristoranti italiani a New York. La cucina è casalinga e il menù cambia ogni settimana, così come le cuoche “nonne” che si avvicendano ai fornelli mantenendosi il più possibile fedeli ai sapori del belpaese. Non mancano anche serate dedicate alle cucine di altre parti del mondo, tenete d’occhio il sito ufficiale per sapere cosa vi può aspettare.
  • The Phunky Elephant (1271 Bay St): volete mangiare un buon hamburger? Allora per non sbagliate dovete optare per questo locale, le porzioni sono abbondanti e l’atmosfera è piacevole.

Dove dormire a Staten Island

Staten Island è una zona di New York prevalentemente residenziale. Le strutture alberghiere non sono molte e, il più delle volte la loro posizione non è delle migliori. Se avete comunque necessità di dormire qui ecco due bed and breakfast che possono essere un’originale alternativa ai classici alberghi.

  • Fort Pl Bed and Breakfast: questa struttura si trova molto vicino al terminal dei traghetti e si tratta di una tipica abitazione americana ben curata.
  • Harbor House Bed and Breakfast: come potrete intuire dal nome questo b&b sorge a due passi dal mare che si può anche osservare, insieme al Ponte da Verrazzano, da alcune camere della struttura.

Nel caso non abbiate modo di fermarvi a State Island vi consiglio di leggere il nostro articolo dedicato a dove dormire a New York per avere una panoramica completa sui quartieri migliori in cui soggiornare.


Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?


Filippo Nardelli
Filippo Nardelli

Laureato in Storia dell'America del Nord e da sempre innamorato degli Stati Uniti.

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES

A NEW YORK COME UN VERO NEWYORKESE?

- Le attrazioni che solo i newyorkesi conoscono

- Dritte su come organizzare un itinerario

- Le migliori offerte per NY

Come organizzare gli spostamenti logistici

- Dritte per risparmiare

- Come esplorare i dintorni e molto altro...

Viaggi-USA Newsletter

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa.