Cosa mangiare a New York? Esistono i piatti tipici?

Dicembre 30, 2019 /
cosa mangiare a new york
Offerte Booking.com: Risparmia almeno il 15% su viaggi vicino a casa o soggiorni più lunghi fino al 30 settembre. Qui tutte le offerte!

Potrà sembrare un azzardo, ma è pura realtà: a New York si può mangiare bene, anzi benissimo. Certo scegliere non è semplice e districarsi nell’immensa giungla di ristoranti, street food, hotel e pizzerie è un’impresa a dir poco estenuante. Tutto ciò è ancora più vero se si desidera dedicare la propria pausa golosa ad assaggiare alcuni dei piatti e delle meraviglie gastronomiche che, nel tempo, sono diventati dei “must-eat” assoluti.

Se state cercando piatti tipici della Grande Mela, rassegnatevi. Non ce ne sono. Se, invece, volete fare esperienza di leccornie di derivazione straniera che a seguito di rivisitazioni in chiavi moderna e internazionale sono diventati estremamente popolari in città, allora questa è la guida giusta. Da stampare e portare con sé in occasione della prossima incursione a NYC.

La pizza (in stile) newyorkese

Per noi italiani suona quasi come una bestemmia. La VERA pizza è solo quella rigorosamente Made in Italy. Forse però è bene tener presente che uno dei nostri piatti nazionali si è fatto onore (e spazio) a New York già dal 1905, anno in cui Gennaro Lombardi aprì a Little Italy la prima pizzeria della metropoli. E da quel momento in poi fu un’escalation di aperture di locali dedicati alla pizza. Quella in stile newyorkese è evidentemente diversa dalla nostra tipica pizza napoletana, considerato che si è adattata ai gusti e alle esigenze degli americani.

Preparata con maggiori quantità di ingredienti, la New-York Pizza usa un impasto a base di zucchero, olio d’oliva, farina di grano duro senza glutine, lievito e acqua (rigorosamente di rubinetto), che viene lavorato a mano. Sopra, poi, ci viene cosparso di tutto un po’: salsa di pomodoro, aglio, peperoncino rosso, mozzarella grattugiata, origano, basilico, molto spesso anche peperoni e salsiccia. Di consistenza densa e croccante (soprattutto il bordo), la pizza di New York risulta però anche morbida verso il centro.

  • Dove mangiare la migliore New York City Pizza: da Joe’s Pizza, of course. Vera e propria istituzione del Greenwich Village (dal 1975), il format si è poi esteso anche in altre zone della Big Apple. Disponibile sia a fette che intera, con diversi tipi di aggiunte, da asporto o con consegna. Indirizzo: 7 Carmine St., Greenwich Village, NYC. Per altri locali consigliati leggete pure la nostra guida sulla pizza a New York.

Il Coney Island Hot Dog

Il Coney Dog non è un hot dog qualunque, ma una vera e propria specialità di New York. Sebbene ci siano innumerevoli stand di strada nei quali è possibile acquistare un hot dog “to go”, quello vero viene preparato utilizzando un panino di forma tonda, lievemente bislunga, al suo interno viene inserito un würstel condito con salsa saporita a base di carne o salsa ai sottaceti e arricchito con cipolla ad anelli.

Inserito tra i piatti preferiti dai newyorkesi (e non solo), l’hot dog venne importato in America dagli immigrati greci e macedoni nei primi anni del ‘900. E da allora, è diventato un vero e proprio fondamento della gastronomia a stelle e strisce.

  • Dove mangiare il miglior Coney Dog: al Nathan’s Famous. In attività dal 1916, anno in cui l’immigrato polacco Nathan Handwerker inaugurò il suo stand a Coney Island, oggi il locale si trova ancora lì, dove Nathan cominciò il suo business, all’angolo tra Surf e Stillwell. Un’attività ristorativa che non si ferma a New York (con 2 location), ma che propone ristoranti in tutto il mondo. Il Coney Dog segue sì la tradizione, ma con l’aggiunta di un ingrediente in più: la salsa che viene sparsa sopra i würstel è paradisiaca e la ricetta è segretissima. Indirizzo: 1310 Surf Ave, Brooklyn, NYC.

La New York cheesecake

Alzi la mano chi non l’ha assaggiata almeno una volta nella sua vita. Uno dei dolci tipici della tradizione a stelle e strisce, la New York cheesecake è però ancora diversa rispetto alle cheesecake tradizionali. E molto più gustosa. La base, fatta di croccanti biscotti, abbraccia una crema soffice, ma dalla consistenza avvolgente ed è preparato a base di formaggio, che deve essere cremoso. Sulla sommità della torta, poi, tradizione vuole che vi si trovi una profusione di frutti di bosco, panna acida e topping a base di salsa, anch’essa di frutti di bosco. Nonostante sia uno dei dolci più tipici, c’è però un locale a New York dove è possibile assaporare questa delizia, ma in chiave “moderna”.

  • Dove mangiare la miglior New York cheesecake: da Eileen’s Special Cheesecake. Un intero menù con 18 diverse proposte di cheesecake, rivisitate nei gusti più disparati: da quella al limone alla cheesecake al mango, dal gusto ciliegia alla Cheenoli (cheesecake + cannoli siciliani). Indirizzo: 17 Cleveland Place, NYC.
Dove fare colazione a New York?
Se vi piacerebbe qualche consiglio a riguardo, leggete il nostro articolo su dove fare colazione a New York.

Le Eggs Benedict

A New York non puoi dire di aver fatto un brunch come si deve se non hai ordinato almeno un paio di eggs benedict. Uova in camicia, arricchite con bacon canadese o prosciutto cotto tagliato spesso e salsa olandese. Il tutto inserito tra due fette di meraviglioso muffin inglese. Sì, è così che si fanno nella Grande Mela e vi assicuro che una volta provate, non potrete (quasi) più farne a meno.

Tra l’altro, la storia vuole che questo piatto sia stato creato proprio in quel di Manhattan, dal famoso Delmonico’s nel 1860. Quando e chi le abbia inventate, poco importa. Resta la certezza unica e indiscutibile che vadano assaporate, prima o poi.

  • Dove mangiare le migliori eggs benedict di New York: al Russ & Daughters Cafe. Aperto nel 1907 questo locale storico del Lower East Side propone sia la versione classica, che quella rivisitata delle Eggs Benny, arricchita con salmone affumicato e spinaci saltati in padella su pane challah (pane tradizionale ebraico). Indirizzo: 127 Orchard St., NYC.

Sua Maestà l’hamburger

L’hamburger è una cosa seria in America. E a New York ancora di più, anche di più della bistecca. Non si tratta solo di carne, insalata, cipolla e patatine fritte di contorno. Un hamburger d’eccellenza deve poter essere scelto, in tutte le sue componenti. Dimenticatevi quindi delle grandi catene di ristoranti sparse in tutto il mondo. Quelle servono, in realtà, pallidi tentativi di imitare il panino più famoso e amato dagli americani.

Cottura media, ben cotta, al sangue, spessore della carne, salse in abbinamento. E poi ancora lattuga croccante al punto giusto, pomodori freschi ma fragranti, pane con semi di sesamo o liscio. C’è tutta una preparazione dietro un semplice sandwich che, se seguita attentamente, fa diventare un assaggio una vera e propria esperienza sensoriale.

  • Dove mangiare il “best burger in town”: da Jackson Hole. Con quattro diversi indirizzi sparsi per New York, vi consigliamo di scegliere quello di Astoria (anche perché guardandolo bene potreste riconoscere alcune delle scene del film Quei bravi ragazzi, di Martin Scorsese…). Qui la tradizione ha incontrato la modernità e l’innovazione nella variante East Sider Burger, arricchito con prosciutto, formaggio, bacon, funghi, pomodori, cipolle fritte e un altro formaggio a scelta (io vi consiglio il Monterey Jack). Da abbinare a patatine fritte dolci. Indirizzo: 69-35 Astoria Boulevard, Jackson Heights, NYC.

Avrete comunque l’imbarazzo della scelta, e per altri locali consigliati vi rimando alla nostra guida su dove mangiare l’hamburger a New York.

Pastrami alla newyorkese

Originario della Romania, inserito tra le ricette turche prima e israeliane poi, questa leccornia gastronomica fatta a base di manzo, ma presentata anche nelle varianti di maiale o di montone, è entrata da decenni nelle specialità culinarie della Grande Mela. Simile al carpaccio, ma più speziato, il Pastrami viene servito con salse e verdure, soprattutto cavolo e crauti. A New York lo si può acquistare quasi ovunque, soprattutto come street food e viene servito tra due fette di pane (soprattutto di segale), ma anche in accompagnamento ad hamburger.

  • Dove mangiare il miglior pastrami a New York: all’Eisenberg’s Sandwich Shop. Frequentatissimo da celebrity di ogni età, l’Eisenberg è il locale che “alza il colesterolo di New York dal 1929. Ed è tutto detto. Paradiso dei panini in tutte le forme e varianti, il Sandwich Famous Reuben lo propone in una variante rivisitata: Pastrami, carne di manzo salata o tacchino, formaggio molle, crauti grigliati e pane di segale. Indirizzo: 174, 5th Avenue, NYC. Un altro locale rinomato per questo piatto è Katz’s Delicatessen, al 205 E Houston Street, dove è stata girata la famosa scena al bar di Harry ti presento Sally.
Come funzionano le mance?
Non sapete come funziona la questione della mancia ai camerieri? Date un’occhiata al nostro articolo sulle Mance in USA!

Mappa dei locali


Un Consiglio Importante:
Ricordati l’assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?

Potrebbe interessarti

Annalisa Costantino

Annalisa, giornalista e blogger, è mamma di due gemelle, lettrice appassionata e fervente sostenitrice del forest bathing. Dopo aver visitato tutti i continenti, si dice pronta a ricominciare daccapo.

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

AMERICAN DREAM ROUTES

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa. 

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa.