Il Museo della Città di New York: uno sguardo al passato per comprendere il presente

Maggio 6, 2020 /
museum-of-the-city-of-new-york-cosa-vedere
Offerte Booking.com: Risparmia almeno il 15% su viaggi vicino a casa o soggiorni più lunghi fino al 30 settembre. Qui tutte le offerte!

Non sono molte le persone che possono affermare con certezza di conoscere realmente New York. Non basta girarla tutta, non basterebbe un mese per poter dire di aver compreso l’anima di una città unica al mondo quale è New York. Inoltre, sappiamo bene che il passato è la chiave per comprendere il mutevole presente della Città che non dorme mai: ecco perché, se sei nella Grande Mela per diversi giorni e vorresti conoscerne il più possibile l’evoluzione, la storia, fino agli aneddoti meno conosciuti, ti consiglio di non perderti una visita al Museum of the City of New York.

Non è famoso o forse neanche interessante come il MoMA, il Met e gli altri musei rinomati di Manhattan, ma raccoglie oltre 750.000 oggetti legati alla città dalla sua nascita ad oggi e varie esposizioni che ne narrano la fondazione, lo sviluppo, i momenti bui e quelli memorabili, in un unicum fra arte e storia, a cavallo tra passato e presente. Andiamo dunque a conoscere nel dettaglio il Museo della Città di New York.

Cenni storici sul MCNY

museo-della-città-di-new-york

Il Museum of the City of New York fu fondato nel 1923. Originariamente si trovava nella Gracie Mansion in Upper East Side, residenza ufficiale del sindaco di New York, nel cuore del Carl Schurz Park, fra East End Avenue e la 88th Street. Nel 1926 l’esposizione “Old New York” fu presentata nel Fine Arts Building e il successo di questa mostra fu tale che portò alla raccolta fondi per costruire un museo dedicato alla città su Fifth Avenue, proprio lungo il Museum Mile. L’edificio in stile neo-Georgiano dell’architetto Joseph H. Freelander, che ospita ancora oggi il museo, fu inaugurato l’11 gennaio 1932.

All’inizio del 2000 fu proposto un cambio sede dall’amministrazione del sindaco Giuliani, ma con la vittoria di Bloomberg come nuovo sindaco il trasferimento del museo fu bloccato. Con la nuova direttrice, Susan Henshaw Jones, iniziarono invece i lavori di ristrutturazione e ingrandimento dell’edificio su Fifth Avenue con importanti migliorie per le gallerie esistenti e l’inaugurazione nel 2008 di un nuovo padiglione di quasi 300 metri quadri su due piani. Negli ultimi anni un importante progetto di digitalizzazione permette agli utenti di vedere oltre 190.000 oggetti presenti nel museo online.

Le esposizioni e collezioni del museo

museo-della-città-di-new-york-orari

Cosa vedere all’interno del Museo della Città di New York? Innanzitutto cominciamo col dire che il museo è rinomato per la sua ampia collezione di fotografie, stampe, disegni, abiti, mobilia, manoscritti e libri rari, diorami e molto altro: fra i pezzi di maggior valore e interesse storico e culturale c’è una sedia appartenuta a Sarah Rapelje, colei che fu la prima bambina nata nella città di New York.

Il museo, tra l’altro, è stato anche il primo negli Stati Uniti a creare e curare una sezione dedicata unicamente ai giocattoli antichi. Tra questi c’è una famosa casa delle bambole che ti consiglio di non perderti: è la Dollhouse di Carrie Walter Stettheimer, dotata di ben 12 stanze arredate con oggetti e mobili fatti interamente a mano e disegnati da importanti artisti degli anni Venti nonché dall’autrice stessa, vissuta tra il 1869 e il 1944 e impegnata nella costruzione di questa casa per un periodo di quasi 20 anni (1916-1935).

Inoltre, c’è qualcosa di meglio che una una collezione di fotografie d’epoca per descrive al meglio l’evoluzione di una città come New York? L’ampia selezione di fotografie presente nel museo include lavori di artisti importanti come Percy Byron, Jacob Riis, Berenice Abbott e anche Stanley Kubrick. Da vedere infine anche la ricostruzione di quella che doveva essere New Amsterdam, creata da John Wolcott Adams nel 1916 seguendo la prima vera mappa di Lower Manhattan, conosciuta anche come Castello Plan. Quest’ultima fu disegnata nel 1660 da un olandese e venduta insieme ad altri disegni a Cosimo III de’ Medici. Nel 1990 questo importante documento storico che riproduce l’insediamento originario da cui poi si sviluppò New York fu trovato nella Villa Medicea di Castello vicino Firenze ed è per questo che è conosciuta a livello internazionale con il nome Castello Plan.

Fra le mostre permanenti ricordiamo:

  • New York at its Core, che ripercorre la storia della città dalle origini di New Amsterdam a oggi, con uno sguardo al futuro in rapido cambiamento;
  • Activist New York, che rende omaggio agli attivisti che in città hanno lottato per il cambiamento sociale fra il XVII secolo e oggi;
  • Timescapes, un filmato di 28 minuti sulla storia e la metamorfosi della città negli anni. Il filmato, da non perdere, viene riprodotto ogni 40 minuti dalle 10:20 alle 17:00 tutti i giorni.

Dove si trova il MCNY e come arrivare


Il Museo della Città di New York si trova a Manhattan, al 1220 di Fifth Avenue, tra la 103rd Street e la 104th Street. Come anticipato, fa parte dell’area settentrionale del Museum Mile, non distante dal Museo del Barrio, dal Guggenheim Museum e dal Jewish Museum. Davanti al bel palazzo di mattoni rossi con colonne in marmo che lo ospita si estende l’area nord di Central Park, che merita ovviamente una visita: al link indicato i consigli per goderselo.

Raggiungere il museo con i mezzi pubblici è semplice:

  • in autobus puoi prendere M1, M2, M3, M4 e M106 e scendere alla 104th Street;
  • in metro puoi prendere le linee 4 o 6 e scendere alla 103rd Street Station oppure le linee 2 o 3 e scendere alla 110th Street Station-Central Park North.

Informazioni utili: orari, prezzi, sconti

Il Museo della Città di New York è aperto tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00. Gli unici giorni di chiusura sono il Giorno del Ringraziamento, Natale e il 1 dell’anno.
Il biglietto del museo (in modalità suggested ammission) ha un costo di 18 dollari per gli adulti, 12 dollari per gli over 65 e gli studenti e accesso gratuito per i ragazzi sotto i 19 anni.

Acquista il biglietto d’ingresso

Per quanto riguarda l‘offerta dei pass di New York, il Museo è incluso nel New York Pass, nel NYC Explorer Pass, nel New York Sightseeing Pass (sia Flex che Unlimited) e nel Free Style Pass. Inoltre, l’ingresso è incluso per chi prenota i tour in autobus del Topview Tour Bus.

Dove dormire?

Se ti piacerebbe pernottare nei pressi del Museum Mile e della Fifth Avenue, allora ti consiglio di cercare alloggio nell’esclusiva zona di Central Park. Per dritt sul pernottamento in zona leggi il link sottostante, in alternativa per tutte le altre zone di Manhattan e non solo leggi l’articolo dove dormire a New York.

Dove dormire in zona


Un Consiglio Importante:
Ricordati l’assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?

Potrebbe interessarti

Flora Lufrano

Traduttrice, insegnante e copywriter, adoro viaggiare, conoscere persone e culture nuove e lasciarmi sorprendere dalla bellezza del nostro pianeta

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

4 commenti su “Il Museo della Città di New York: uno sguardo al passato per comprendere il presente”

      • Grazie Filippo, visto che sei pratico del posto,mi potresti indicare indipendentemente dai gusti personali ,i famosi "da non perdere",per andare a colpo sicuro e impiegare bene il tempo suggerito?
        Grazie infinite
        Nicola dell'Aquila

        Rispondi
        • Ciao Nicola. Considerato comunque che questo è un museo un po' secondario rispetto a tutti gli altri di New York e quindi indirizzato a chi ha un interesse molto specifico sugli argomenti che vengono trattati, sicuramente il filmato di mezz'ora è una delle cose più interessanti a cui puoi aggiungere qualche esposizione a tua scelta fra quelle che trovi descritte nell'articolo.


          itinerari viaggi-usa

          Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

          Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa. 

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa.