Bryce Canyon cosa vedere: come visitarlo in 1 o più giorni

Settembre 18, 2020 /
bryce-canyon-cosa-vedere

Bryce Canyon è uno dei parchi nazionali preferiti da chi intraprende un on the road sulla West Coast degli Stati Uniti d’America. Anche gli amanti delle mete balneari, irresistibilmente attratti dalle bellezze della costa californiana, fanno volentieri un’eccezione per visitare Bryce Canyon o almeno uno fra i cinque affascinanti parchi dello Utah.

Nonostante la sostanziale uniformità di paesaggio che li accomuna, ognuno di questi parchi ha qualcosa di unico da offrire e merita senza dubbio un’esplorazione (e se vi interessa potete dare un’occhiata ai nostri approfondimenti su Arches, Canyonlands, Capitol Reef e Zion); in questo articolo ci concentreremo su cosa vedere al Bryce Canyon e su come impostare una visita “on the road” al parco.

Informazioni generali sul Bryce Canyon

Bryce Canyon Cosa VedereIl Bryce Canyon National Park, istituito nel 1928 e così denominato in onore del mormone Ebenezer Bryce, può vantarsi di possedere alcune delle rocce più colorate della Terra, i famosi “hoodoos“, pinnacoli del tutto singolari scolpiti da fenomeni naturali d’erosione. L’acqua ha contribuito a scolpire il paesaggio aspro di questo parco per milioni di anni (ed è ancora al lavoro!).

Il Bryce, nonostante il nome, in realtà non è un vero e proprio canyon, piuttosto somiglia di più a una serie di anfiteatri a forma di cavallo, il più grande dei quali è appunto il Bryce Amphitheater, sito nel cuore dell’area. Il parco è aperto tutto l’anno ed escursioni, visite turistiche e attività fotografiche sono le tre attività principali.

Orari e prezzi

Bryce Canyon info e prezziIl parco è aperto per tutto l’anno 24 ore al giorno. Le uniche eccezioni a quanto detto si possono verificare d’inverno quando, a seguito di condizioni meteorologiche particolarmente avverse, alcuni tratti della strada panoramica, o l’intero parco, possono essere chiusi per precauzione.

Il Bryce Canyon Visitor Center è aperto tutti i giorni (tranne che per il Giorno del Ringraziamento, Natale e il primo gennaio) con un orario che varia a seconda delle stagioni:

  • da maggio a settembre: dalle 8:00 alle 20:00
  • ottobre: dalle 8:00 alle 18:00
  • da novembre a marzo: dalle 8:00 alle 16:30
  • aprile: dalle 8:00 alle 18:00

Se volete avere delle indicazioni esatte da mettere nel vostro navigatore il dati del GPS per il centro visitatori sono: Latitudine: N 37 ° 38 ’24 “/ Longitudine: W 112 ° 10′ 12”

Il prezzo per accedere al Bryce Canyon è di 35$ per macchina e include la possibilità di accedere al parco per sette giorni consecutivi e di utilizzare il servizio navetta illimitatamente. Altrimenti potrete utilizzare la comoda tessera parchi America the Beautiful. I prezzi indicati possono comunque variare nel corso del tempo per questo vi invito a controllare sempre anche i canali ufficiali.

Come raggiungere il Bryce Canyon

Il parco si trova circa 26 miglia a sud est di Panguitch e si raggiunge tramite la US 89 e la SR 12 e 63. Tra i grandi aeroporti in zona (più o meno) troviamo quelli di Salt Lake City e di Las Vegas, entrambi a circa 270 miglia dal parco. Gli aeroporti più vicini sono invece a Cedar City (80 miglia) e St. George (125 miglia). Per quanto riguarda lo spostamento dalla famosa città del Nevada, abbiamo dedicato un articolo su come coprire la distanza tra Las Vegas e Bryce Canyon: troverai consigli sull’itinerario e bellezze da non perdere.

Da Nord

Prendete la I-15 sud fino a UT-20 (uscita 95). Viaggiate verso est sulla UT-20 fino alla US-89. Seguite la US-89 sud fino a UT-12. Proseguite a est sulla bellissima scenic drive UT-12 fino a UT-63 e prendete la UT-63 sud per Bryce Canyon National Park.

Da Sud

È la strada che passa attraverso il Parco Nazionale dello Zion: prendete la I-15 a nord di UT-9 (uscita 16), seguite la UT-9 a est attraverso lo Zion National Park fino a US-89. Dirigetevi verso nord sulla US-89 fino a UT-12 e proseguite a est sulla UT-12 fino a UT-63. Imboccate la UT-63 sud per arrivare a Bryce Canyon National Park. Si tratta di una bellissima strada panoramica che, se avrete modo, vi consigliamo di percorrere: di un punto particolare abbiamo parlato nel nostro approfondimento sul Red Canyon.

Clima del Bryce Canyon e periodo dell’anno migliore per visitarlo

Bryce Canyon clima e temperatureIl Bryce Canyon si trova ad un’elevazione non indifferente (più di 2700 metri nel punto più alto del parco) per questo le temperature estive solo in casi particolarmente eccezionali superano i 30° mentre durante l’inverno non è raro sfiorare i -10° soprattutto durante i mesi di dicembre e gennaio. Alcune nevicate possono ancora verificarsi durante i mesi di marzo e aprile. Sempre restando in tema di basse temperature tenete presente che al calare del sole praticamente da ottobre a maggio le temperature molto probabilmente scenderanno sotto zero.

Luglio e agosto come accennato sono i mesi più caldi ma allo stesso tempo anche quelli più piovosi. Di solito i temporali tendono ad essere brevi ma piuttosto intensi e si verificano con più probabilità durante il pomeriggio. A questo proposito fate molta attenzione ai fulmini che in questa zona sono molto pericolosi.

Tirando le somme il Bryce Canyon, pur essendo un parco sostanzialmente visitabile durante tutto l’anno, si riesce ad apprezzarlo maggiormente durante la primavera inoltrata ed estate quando le giornate non sono mai torride e anche in serata si hanno temperature fresche ma non fastidiose.

Bryce Canyon Cosa vedere e cosa fare

Bryce Canyon Cosa VedereIn molti casi la visita di un giorno può essere sufficiente, ma se avete più tempo, potete prendere in considerazione l’idea di fare una sosta più lunga, approfittandone per fare qualche escursione. Di seguito trovate un itinerario che vi permette di coprire in 1 giorno i principali punti d’interesse e viste panoramiche dell’area.

Visitare Bryce Canyon in un giorno: itinerario

Se avete un solo giorno a disposizione il consiglio è quello di percorrere con la vostra macchina la strada panoramica che vi porterà ad accedere a tutti i punti di osservazione del parco. Tenete presente che nei mesi che vanno da aprile a ottobre è disponibile il servizio navetta per evitare che si formi un traffico tale da rendere complicata la possibilità di visitare le principali zone del parco in tranquillità.

Nel caso ci fosse un numero notevole di macchine, infatti trovare posto lungo i più frequentati punti panoramici potrebbe risultare abbastanza complicato e dispersivo in termini di attese, facendovi perdere tempo prezioso soprattutto se avete un solo giorno a disposizione per visitare il Bryce Canyon. Potrete decidere di utilizzare la navetta anche per prendervi una sosta dal vostro on the road e riposarvi un po’ prima della vostra prossima tappa.

Il servizio navetta è effettuato lungo tutto il corso della strada che costeggia il Bryce Amphitheater. Le fermate di questo servizio all’interno del parco sono le seguenti.

  • Bryce Canyon Visitor Center
  • Sunset Campground
  • Bryce Point
  • Inspiration Point
  • Sunset Campground
  • Sunset Point
  • Bryce Canyon Lodge
  • Sunrise Point
  • Bryce Canyon Visitor Center

La frequenza delle corse è molto alta, si parla infatti di un autobus praticamente ogni 15 minuti. Gli orari in cui questo tipo di servizio è attivo però non sono sempre uguali e variano a seconda del periodo dell’anno. Al momento in cui stiamo scrivendo l’articolo gli orari sono i seguenti:

  • dal 13 aprile al 17 maggio: dalle 8:00 alle 18:00
  • dal 18 maggio al 30 settembre: dalle 8:00 alle 20:00
  • dal 1 ottobre al 21 ottobre: dalle 8:00 alle 18:00

Vi invito comunque a verificare il sito ufficiale per controllare eventuali cambiamenti di orari.

Questo servizio non si limita solo all’interno del parco ma prosegue la sua corsa verso i principali alberghi di Bryce Canyon City. Dopo essere arrivato al Visitor Center infatti la navetta effettua le seguenti fermate:

  • Ruby’s Campground
  • Shuttle Station
  • Old Bryce Town
  • Best Western Plus Grand Hotel
  • Best Western Plus Ruby’s Inn

Nel caso vogliate pernottiate in uno di questi alberghi, oppure vogliate lasciare la vostra macchina nel comodo parcheggio nei pressi della Shuttle Station per poter utilizzare il servizio navetta dovete essere già in possesso del biglietto di entrata al parco che potrà essere acquistato presso la Shuttle Station, il Ruby’s Inn, e  il Ruby’s Inn Campground, oppure avere con voi la tessera parchi America the Beautiful.

Come detto questo servizio navetta serve solo i punti panoramici lungo il Bryce Amphitheater. È comunque possibile percorrere la restante Scenic Drive e raggiungere il Rainbow Point attraverso un altro servizio che ha la struttura di un vero e proprio tour guidato con il vantaggio di essere allo stesso tempo completamente gratuito. Dalla metà di aprile per due volte al giorno (alle 9:00 e alle 13:30) parte il cosiddetto Rainbow Point Shuttle Tour che in tre ore e mezzo vi porterà alla scoperta dei principali punti panoramici del parco. La capienza del pullman è di soli 40 posti ed è consigliato prenotare personalmente presso i canali indicati dal sito ufficiale.

Una volta deciso se utilizzare il servizio navetta o la macchina ecco i punti panoramici ed escursioni che potrete intraprendere nel corso della vostra giornata.

1) Bryce Point

Bryce Canyon Bryce PointUn’attrazione assolutamente da non perdere è l’alba a Bryce Point, l’orario effettivamente non è il massimo, soprattutto se state facendo un on the road e arrivate un po’ stanchi, ma la vista saprà ripagarvi. Si tratta di uno dei punti più alti che si affaccia lungo il bordo dell’anfiteatro e che consente di ammirare moltissimi hoodoos dalle forme più stravaganti. All’alba, non appena la luce del sole cattura i pilastri, questi brillano con delle splendide tonalità di arancio.

2) Inspiration Point

Bryce Canyon Inspiration PointA questo punto, se ce la fate a non tornare subito a dormire, passate all’Inspiration Point. Dal parcheggio del centro visitatori dovrete salite un breve ma ripido sentiero fino al punto d’arrivo. Questa zona d’osservazione offre splendide viste su tutte le rotonde dell’anfiteatro.

3) Sunset Point

Bryce Canyon Sunset PointDirigetevi verso il Sunset Point. Seguite il sentiero Navajo Loop e assicuratevi di avere la macchina fotografica con voi, in quanto si aprono bellissimi punti di vista lungo il sentiero che scende in una stretta gola ripida fra delle pareti di roccia chiamate Wall Street. Senza dubbio è un sentiero meraviglioso, circondato da formazioni rocciose così ravvicinate da farvi sentire parte del paesaggio. In fondo troverete anche alcuni alti abeti che crescono tra le ripide rupi.

4) Queen’s Garden Trail

Queen's Garden Trail Bryce CanyonProseguite lungo il sentiero e seguite poi il Queen’s Garden Trail, che si snoda lungo la parte inferiore dell’anfiteatro e passa attraverso molte affascinanti formazioni rocciose e alberi. Il sentiero termina a Sunset Point, da dove sarà possibile riprendere la marcia in macchina.

5) Natural Bridge

Natural Bridge Bryce CanyonContinuate in direzione sud verso Rainbow Point. Fermatevi presso il Natural Bridge, dove potrete godere della vista ravvicinata di un arco naturale (Natural Bridge) di 85 metri di lunghezza per 125 metri di altezza.

6) Agua Canyon

Agua Canyon Bryce CanyonIl prossimo capolinea è Agua Canyon, con una delle migliori viste nel parco. In primo piano si vedono gli hoodoos, dietro di loro le Pink Cliffs e sul lontano orizzonte la Navajo Mountain.

7) Rainbow Point

rainbow-pointL’ultima tappa di questo itinerario del Bryce è Rainbow Point, che offre interessanti visuali sullo Utah del sud.

 

Più giorni al Bryce Canyon: le cose da fare

Il primo giorno, ovviamente, completate la visita di cui sopra. Nei giorni successivi potrete completare il sentiero Under The Rim, un percorso di 37 chilometri che richiede almeno due giorni di trekking. Il tratto vi porterà dentro il cuore dell’anfiteatro del Bryce, esplorando gli hoodoos e le altre particolari formazioni rocciose. Ovviamente vi sono molti altri sentieri più abbordabili; li trovate tutti in dettaglio nel capitolo successivo.

Se invece siete interessati ad altre attività, tipo quelle organizzate dai ranger ecco alcuni suggerimenti.

Attività guidate con i Ranger

Bryce Canyon Cosa VedereControllate la scheda del programma ranger nel centro visitatori per le ultime informazioni. Ci sono diversi programmi che variano a seconda della stagione. Ecco quali sono i più interessanti e particolari che potete tenere in considerazione.

  • Full Moon Hikes (camminate al chiar di luna): visitare gli splendidi panorami del Bryce Canyon è già di per se un’esperienza affascinante, se in più ci unite la possibilità di osservarli illuminati dalla luce della luna piena accompagnati da un ranger esperto capirete come la vostra esperienza possa diventare indimenticabile. Legando la disponibilità di questi tour esclusivamente alle notti di luna piena (quindi soltanto due sere consecutive ogni mese) ed essendo allo stesso tempo molto richiesti, per potervi accedere è necessario vincere una vera e propria lotteria che si tiene il giorno stesso dell’escursione. Se siete due o più persone verrete iscritti come gruppo intero in modo che, in caso di vincita, possiate partecipare tutti. Oltre alla vincita della lotteria ci sono alcune regole per iscriversi prima fra tutte la disponibilità di indossare delle scarpe da trekking professionali. Al momento dell’iscrizione dovrete fornire la prova di averle con voi. Potrete comunque chiedere maggiori informazioni al Visitor Center. I minori di 6 anni non possono partecipare a questa attività. Potete controllare le date delle camminate dell’anno in corso visitando la pagina ufficiale dell’evento.
  • Astronomy & Night Sky: altro evento che si tiene in notturna in questo caso però non dovrete camminare ma osservare il meraviglioso cielo stellato che si aprirà sopra di voi. Il Bryce Canyon è infatti un luogo perfetto in cui osservare le stelle dato la completa mancanza di inquinamento luminoso che si verifica ogni giorno al calare del sole. Non c’è bisogno di prenotarsi basterà recarsi al Visitor Center e dare un’occhiata al calendario degli eventi. Se siete fortunati vi basterà presentarvi all’orario stabilito (magari un po’ prima per garantirvi i posti migliori) e prepararvi a rimanere a bocca aperta. Una volta iniziato ci sarà circa un’ora di spiegazione e di introduzione multimediale a seguire potrete utilizzare uno dei tanti telescopi che saranno messi a vostra disposizione per osservare il cielo stellato.

Questi due sono soltanto un esempio di programmi pensati appositamente per far vivere ai visitatori del Bryce Canyon un’esperienza più bella possibile. Trovate tutti gli altri eventi sia al Visitor Center che nella pagina ufficiale.

Visitare il Bryce Canyon d’inverno

Bryce Canyon Cosa VedereIn questo periodo dell’anno può aumentare la probabilità di trovare il parco parzialmente o totalmente chiuso a seconda dell’intensità dei fenomeni meteorologici per questo prima di intraprendere la visita vi invito a controllare i canali ufficiali per conoscere lo stato attuale delle strade e del meteo.

Sicuramente la presenza della neve riesce, se possibile, a rendere il panorama ancora più spettacolare. Se visitate il parco in macchina sarà possibile accedere senza particolari problemi ai principali punti panoramici collocati lungo il corso del Bryce Amphitheater. La strada che conduce al Bryce Point, Inspiration Point, Sunset Point e Sunrise Point infatti viene spalata frequentemente soprattutto dopo nevicate importanti.

Se volete scendere dalla vostra macchina ed esplorare il parco dovrete innanzitutto disporre di un vestiario adatto e mettere in conto che i sentieri che potrete intraprendere non saranno così tanti. Ad esempio la neve viene spalata soltanto nel tratto asfaltato del Rim Trail che collega il Sunset al Sunrise Point. La restante parte che conduce dal Bryce Point all’Inspiration Point è invece inaccessibile. Dato che la neve aumenta la probabilità di caduta delle rocce la sezione Wall Street del Navajo Loop non è percorribile. Anche il Peekaboo Loop Connector Trail dal Bryce Point molto probabilmente non sarà percorribile.

I restanti sentieri, date le condizioni  pericolose che si possono creare, in linea di massima sono utilizzabili ma soltanto se indossate delle scarpe da trekking appositamente studiate per muoversi sulla neve. Prima di intraprendere un sentiero controllate comunque i canali ufficiali o chiedete ai ranger in loco se ci sono particolari pericoli o zone da evitare.

Ti piace questo tipo di panorama?
Se non sei immune al fascino di queste cittadelle rosse, potresti anche raggiungere il vicino Cedar Breaks, una perla nascosta che può arricchire la tua visita dello Utah.

Consiglio: hai bisogno di un itinerario collaudato e pronto all'uso? Dai una occhiata ai nostri ebook American Dream Routes, consultabili su computer, tablet e smartphone, e completi di percorso day by day, cartine interattive, suggerimenti su dove alloggiare e molto altro!

I sentieri del Bryce Canyon

Bryce Canyon Cosa VedereEcco alcuni fra i sentieri più popolari del parco divisi in base alla loro facilità. Pur sapendo che quest’ultimo fattore è sostanzialmente un giudizio personale, mi sono comunque basato sulla mia esperienza e sui consigli dei ranger stessi che, nel caso abbiate qualche dubbio sul percorso, potete interpellare personalmente una volta sul posto.

Sentieri facili e moderati

  • Rim Trail: è un percorso molto lungo (17 chilometri andata e ritorno) ma praticamente pianeggiante nella sua quasi totalità. Unisce Fairyland Point al Bryce Point e vi permetterà di osservare il Bryce Amphitheater dall’alto. Se lo volete percorrere nella sua interezza dovrete mettere in conto almeno tre ore a tratta. Volendo potete lasciare la vostra macchina su uno dei punti panoramici toccati dal percorso e in seguito, invece di tornare indietro a piedi, utilizzare il comodo servizio navetta del parco.
    • Sunset to Sunrise: questa è una suddivisione più corta del Rim Trail che, come potrete intuire dal nome, si limita a collegare il Sunset al Sunrise point. È molto più breve rispetto al precedente (circa un chilometro e mezzo andata e ritorno), ed ha l’ulteriore vantaggio di essere asfaltato e quindi percorribile molto facilmente da tutti. Se deciderete di fare solo questo tratto non credo che dobbiate mettere in conto più di 40 minuti di cammino a cui vanno aggiunte, ovviamente, le dovute soste per ammirare il panorama e fare qualche foto.
  • Navajo Loop: un sentiero non eccessivamente lungo (circa 2 chilometri) ma che presenta dei saliscendi un po’ impegnativi. È sicuramente il percorso consigliato e più famoso del parco perché vi permetterà di vedere da vicino i famosi hoodoos senza impiegare un tempo eccessivo (considerate almeno un’ora e mezza, ma la durata può variare notevolmente a seconda della vostra andatura nei punti in salita). Il punto di inizio è presso il Sunrise Point da cui inizierete la discesa verso il Bryce Amphitheater. Dopo poco incontrerete una parte del percorso chiamata Wall Street per via delle alte mura di pietra rossa che saranno presenti lungo i due lati del sentiero. Percorrendo questo trail riuscirete a vedere chiaramente alcune delle formazioni rocciose più famose del parco fra cui il Thor’s Hammer e i Twin Bridges. Attenzione: questo sentiero è un loop sono durante il periodo estivo. Nei mesi invernali infatti la salita e il sentiero lungo il lato Wall Street a causa del ghiaccio e della neve diventa impraticabile.
    • Queen’s Garden Trail: se avete più tempo a disposizione, una volta arrivati arrivati a valle del Navajo Loop, invece di risalire potete continuare lungo questo percorso che vi porterà fino al Sunrise Point. In questo caso i chilometri da percorrere saranno poco più di 4 e dovrete mettete in conto almeno due ore per percorrerlo senza eccessiva fretta.
  • Mossy Cave: questo percorso si trova in una zona un po’ esterna del parco. Per raggiungerlo dovrete infatti superare la cittadina di Bryce e raggiungere il bivio con la UT-12. Svoltate quindi a destra e dopo circa 6 chilometri raggiungerete un’area parcheggio abbastanza ampia da cui ha inizio il sentiero vero e proprio. Questo semplice trail di poco meno di un chilometro e mezzo, vi permetterà di godere di un panorama più vario. Oltre ai classici hoodoos attraverserete il corso di un fiume, potrete ammirare delle scenografiche cascate e raggiungere la piccola grotta che da il nome al sentiero formata grazie all’erosione di una sorgente sotterranea.

Sentieri difficili

  • Peekaboo Loop Trail: sentiero di più di 8 chilometri che ha inizio e fine presso il Bryce Point. Non vi fate però ingannare dalla lunghezza, che potrebbe sembrare non troppo impegnativa. A rendere questo sentiero molto faticoso sono infatti i numerosi e ripidi cambi di altitudine che si verificano lungo tutto il trail. Mettete in conto almeno 4 ore di cammino per poterlo completare. Questo sentiero è molto popolare anche fra chi pratica equitazione, non sarà raro infatti imbattervi in tour a cavallo lungo il percorso, prestate quindi particolare attenzione.
  • Fairyland Loop Trail: questo è un percorso di quasi 13 chilometri che inizia e ritorna al Fairyland Point e, prima di scendere all’interno dell’anfiteatro, include una parte del Rim Trail. È considerato impegnativo sia per la sua lunghezza non indifferente, sia per i frequenti saliscendi che si verificano lungo gran parte della sua estensione. Per portarlo a termine considerate dalle 4 alle 5 ore di camminata più le soste per riposarvi e osservare il panorama. Durante i mesi estivi abbiate l’accortezza di portare con voi gli indumenti e tutto il necessario per proteggervi dal sole. Il consiglio è quello di intraprendere questo loop in senso antiorario percorrendo come prima cosa la parte in comune con il Rim Trail, per poi discendere ed avere le viste più spettacolare nella parte centrale e finale della passeggiata.

Sentieri in più giorni

Bryce Canyon escursioniSicuramente il percorso più famoso da fare in più giorni è l’Under the Rim Trail. Si tratta di un sentiero di quasi 37 chilometri (solo andata) che copre l’area del parco nazionale quasi nella sua interezza. Il trail collega infatti il Bryce Point al Rainbow Point. Per questo dovete tenere anche conto di come organizzare gli spostamenti, visto che dubito che vogliate farvi tutto il percorso a ritroso per tornare indietro. A questo proposito potete combinare il servizio navetta gratuito, che copre l’area fino al Bryce Point, con il Rainbow Point Tour che ho descritto precedentemente.

Se volete intraprendere questo percorso tenete presente alcune raccomandazioni:

  • Abbiate l’accortezza di portare con voi almeno 4 litri di acqua a persona per ogni giorno che intendete trascorrere all’aperto, le fonti d’acqua che troverete lungo il percorso non sono infatti affidabili. Potete anche informarvi presso il Visitor Center su quali e quanti siano le postazioni per approvvigionarvi lungo il percorso.
  • Attenzione agli animali: il Bryce Canyon, come la maggior parte dei parchi americani, è la casa di molti animali selvatici, anche pericolosi. Per questo dovrete porre particolare attenzione alla modalità con coi volete conservare gli alimenti. Per evitare spiacevoli incontri con orsi affamati, dovrete infatti conservare i viveri in appositi contenitori che impediscano il diffondersi di odori. Volendo possono essere noleggiati gratuitamente presso il Visitor Center.
  • Abbiate l’accortezza di portare con voi un abbigliamento adatto a tutte le esigenze e gli accessori necessari (gps, mappe, bussole ecc…). Comunque parlate con un ranger prima di intraprendere la vostra avventura, sia per segnalare le vostre intenzioni, che per raccogliere utili consigli e accertarvi della effettiva percorribilità dei sentieri.
  • Potete passare la notte solo negli appositi zone adibite a campeggio che sono ben otto lungo tutto il percorso dell’Under the Rim Trail.
  • Per poter intraprendere un percorso di più giorni all’interno del parco dovrete essere in possesso di un apposito permesso (5$ a persona) che può essere richiesto presso il Visitor Center.

Quanti giorni ci vuole per completare tutto il percorso? Rispondere a questa domanda dipende soprattutto da come volete impostare la vostra passeggiata. In linea di massima direi che si devono considerare almeno due giorni e una notte.

Tour organizzati per visitare il parco

Se non volete utilizzare la vostra macchina prendendovi una sosta dal vostro on the road date un’occhiata a questi tour la maggior parte dei quali comprende la visita non solo al Bryce Canyon ma anche ai parchi nazionali più belli nelle vicinanze suddivisi in diversi giorni.

Scopri i Tour per il Bryce Canyon

Tour in partenza da Las Vegas

  • Tour di un giorno sul Bryce Canyon da Las Vegas: grazie a questo tour organizzato avrete la possibilità di esplorare il Bryce Canyon per tre ore includendo quindi tutti i più importanti punti panoramici della zona fra cui Inspiration Point, Sunset Point e Sunrise Point. È disponibile il prelievo e il ritorno ai principali alberghi di Las Vegas. Il pranzo a sacco è incluso nel prezzo. Considerate che il percorso da fare con il mini van sarà di circa quattro ore e mezzo a tratta.
  • Tour combinato di Zion e di Bryce Canyon da Las Vegas: se volete visitare sia il Bryce che l’altrettanto spettacolare Zion National Park in un solo giorno questo tour potrebbe fare al caso vostro. Ovviamente considerato il tempo degli spostamenti il tempo che potrete passare all’interno dei due parchi non è molto ma vi permetterà comunque di vedere il meglio che questi hanno da offrire. Anche in questo caso è previsto il pranzo a sacco e il prelievo e il ritorno nei principali alberghi della città. Questo tour non è disponibile per tutto l’anno ma solo nel periodo estivo (dal 15 maggio al 15 ottobre)

Dove dormire al Bryce Canyon

albergo Bryce CanyonNelle immediate vicinanze del parco c’è un complesso (forse un po’ kitsch ma simpatico) in cui è ricostruita un’intera cittadina del vecchio e selvaggio west, con tanto di rodeo, botteghe, sala da ballo in stile country (ho assistito personalmente a una bella festa con musica western dal vivo e classica bistecca e fagioli) e, ovviamente, un albergo.

Si tratta del Ruby’s Inn, motel in stile country/montanaro gestito dalla famosa catena Best Western (in cui personalmente mi sono trovato sempre bene). Mi sento di consigliare particolarmente questa soluzione sia per la vicinanza con il Bryce (saranno 5 minuti di macchina), l’ottimo servizio (ci sono camere con vasche idromassaggio incluse, direttamente accanto al letto!) e il clima particolare che si respira (soprattutto per chi ama le rivisitazioni in stile cowboy). Per verificare la disponibilità dell’hotel e i prezzi consiglio di dare un’occhiata a questa pagina.

In alternativa, vi segnalo il nostro approfondimento con tutte le dritte necessarie su dove dormire al Bryce Canyon (al link sotto invece, trovate una nutrita lista di alberghi adatti per visitare il parco).

Lista alberghi in zona


Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?


lorenzo puliti
lorenzo puliti

Affascinato dagli States fin da piccolo ho poi scoperto che c'era molto altro da scoprire... e da lì non ho più smesso

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

118 commenti su “Bryce Canyon cosa vedere: come visitarlo in 1 o più giorni”

  1. Vi ringrazio per il vostro magnifico lavoro.
    Sarei interessata alla navetta del Bryce. Sono andata nel sito ufficiale ma non ho capito se nelle varie fermate ci si ferma per un tot di tempo e poi si sale sullo stesso mezzo oppure si scende e poi si prende un mezzo che passa successivamente ( tipo hop and off)
    Un saluto
    Olivia

    Rispondi
  2. Salve! tra una settimana partiamoooo!!!
    scrivo più o meno la nostra idea...se avete suggerimenti ve ne saremmo molto grati

    29/7 - h23 - arrivo a las vegas - dritti a letto..zzz
    30/7 - giornata intera e notte a las vegas
    31/7 - partenza all alba; obiettivo Bryce canyon e nel tardo pome si va verso lo Zion e si dorme li in zona (dove? boh...)
    1/8: Zion e nel tardo pome si va verso Page (dite che nella stessa giornata riusciremo a fare Zion e Horseshoe band o Lake powell) - dormiamo in zona (dove? boh...)
    2/8: Antelope e quello che non siamo riusciti a vedere in zona il gg prima (teoricamente dormiamo nello stesso albergo della sera prima...che al momento non abbiamo ancora prenotato)
    3/8: Monument Valley (anche qua non abbiamo deciso dove dormire perchè se non siamo troppo cotti ci vorremmo avvicinare alla meta del gg successivo...Gran canyon
    4/8: Gran canyon
    5/8: si torna a Las vegas (notte già prenotata li)
    6/8-10/8: volo al matt per san francisco e si resta li 4 notti

    che dite? fattibile? qualche modifica? ci sarebbe piaciuto vedere anche il Sequoia ma il tempo è troppo poco...

    grazie mille
    sa

    Rispondi
    • Ciao Sara, penso tu abbia scambiato il Bryce con Zion, prima viene il secondo e poi il primo venendo da Las Vegas. Ti consiglio di leggere questo itinerario per capire bene le distanze e l'opportunità di valutare di farli entrambi in 1 giorno o meno (noi in generale lo sconsigliamo).
      Per quanto riguarda il giorno 3 puoi fare Bryce e Horseshoe Bend nello stesso giorno. Per avvicinarti a Grand Canyon da Monument Valley potresti dormire a Tuba City, a circa 2 ore da Monument Valley, la cittadina non è un granché ma potresti approfittarne per vedere da vicino Coal Mine Canyon. Per altre soluzioni per dormire fra Grand Canyon e Monument Valley vedi qui. Per Sequoia la vedo dura...


      itinerari viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

      Rispondi
      • In realtà pensavamo di fare prima il Brice (partenza alle 8.30, arrivo tra le 13/14), starci fino alle 18/18.30 poi andare a dormire vicino allo Zion così la mattina dopo siamo già lì e siamo anche più vicini a lake Powell/page
        No? ?

        Rispondi
        • Ciao Sara, è vero che Zion è più vicino a Page rispetto a Bryce (non molto però, circa 20 minuti!), però è anche vero che lo Zion è più vicino a Las Vegas rispetto al Bryce, quindi perché andare prima al Bryce che è più lontano di circa 2 ore? Ecco come fare.


          itinerari viaggi-usa

          Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

          Rispondi
  3. Buongiorno, è la mia prima volta che vado negli U.S.A., e non so nulla, ma visto che visito due tre canyon tra cui il BRYCE E SOFFRO DI VERTIGINI posso andare lo stesso o mi debbo fermare al centro visitatori.

    Rispondi
    • Ciao Emanuele, i parchi di altura della West Coast possono creare qualche problema a chi soffre di vertigini, specialmente in prossimità dei punti panoramici più esposti. Il Bryce ne ha e, per quanto la profondità del canyon non sia tra le maggiori, l'altitudine è comunque degna di nota. Non potendo sapere il livello del tuo disturbo, non me la sento di espormi più di tanto con dei consigli.


      itinerari viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

      Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa. 

50% di Sconto

su tutti i nostri Ebook!

Viaggi-USA Newsletter