Perché e come visitare il Sequoia National Park?

Ottobre 20, 2020 /
Sequoia-National-Park

Il naturalista ed esploratore John Muir nel 1891 scrisse: “Nel vasto deserto della Sierra molto più a sud della famosa Yosemite Valley, vi è una valle ancora più grandiosa dello stesso tipo.” Stava scrivendo della zona ora conosciuta come Sequoia National Park, uno dei più importanti parchi nazionali di tutta la catena montuosa della Sierra Nevada in California.

Come non è difficile intuire, i protagonisti assoluti di questo parco d’alta quota sono i boschi di sequoie, alberi giganteschi che, come vedremo, nel caso del parco nazionale in questione la fanno da padrona anche nel libro dei Guinness dei Primati. Ma sentirsi piccoli di fronte a questi giganti non è l’unica emozione forte che si può provare: in uno più giorni si possono raggiungere fantastici punti panoramici, percorrere sentieri che circondano o tagliano vasti prati incorniciati da picchi granitici, fiumi, cascate, incantevoli laghi montani e profonde caverne.

Per tutti questi motivi, il parco (fiore all’occhiello di qualsiasi tour della California) costituisce uno dei tesori più spettacolari eppure meno visitati del Golden State. Parlando delle attrazioni naturali più importanti, non possiamo dimenticare il General Sherman Tree, l’albero più grande del pianeta, il Monte Whitney, il punto più alto degli Stati Uniti (esclusa l’Alaska) e, nelle vicinanze, il canyon più profondo del paese.

Vale la tessera parchi?

Sì, essendo un parco nazionale, l’ingresso è chiaramente incluso nella tessera parchi. Tuttavia, se non prevedi di farla, sappi che con un unico biglietto (prezzo al 21 febbraio 2019: 35$) si possono visitare sia Sequoia National Park che l’attiguo Kings Canyon (il profondissimo canyon appena citato) un parco nazionale che, data la vicinanza, spesso viene considerato come facente parte di un’unica area territoriale. Oltre al Kings Canyon, con lo stesso biglietto si possono visitare anche l’Hume Lake District/Sequoia National Forest e il Giant Sequoia National Monument.

Ma quanti Sequoia ci sono?

Che confusione! Cosa significa tutto ciò? Quanti “Sequoia Park” ci sono? In realtà il Sequoia National Park vero e proprio (quello che tutti o quasi visitano) è quello di cui parlerò nell’articolo che stai leggendo.

  • sequoia national forestLa Sequoia National Forest è una riserva naturale molto più ampia e selvaggia che confina a nord e a sud con Sequoia/Kings Canyon: è gestita dal governo federale e il progetto di conservazione ha obiettivi diversi rispetto alla gestione dei National Park. L’area è ricca di sequoie e, stanti certi limiti, è comunque visitabile ed è possibile fare campeggio: i servizi sono chiaramente inferiori e il percorso dei vari sentieri nel bosco potrebbe essere più complicato, sicuramente sconsigliato a chi va da quelle parti per la prima volta. A loro consiglio senza indugio di “accontentarsi” del più turistico (ma più agile e profittevole) National Park. Per maggiori informazioni, visita il sito ufficiale.
  • Il Giant Sequoia National Monument è un’area protetta all’interno della stessa National Forest, divisa a sua volta in 2 distretti: Hume Lake District (a nord del “nostro” National Park, nei pressi di Dunlap) e Western Divide Ranger District (a sud, nei pressi di Springville). L’area è gestita dall’U.S. Department of Agriculture, che si occupa di tutelare il patrimonio naturale di oltre 33 boschi di sequoie. Anche in questo caso, tuttavia, valgono i consigli dati sopra: se si ha poco tempo o non si hanno particolare esigenze, è sempre il caso di scegliere il National Park. Ecco il sito ufficiale.

Come arrivare al Sequoia National Park

Sequoia National Park Come ArrivarePer entrare nel parco ci sono due accessi, l’uno alla distanza di circa 80 km dall’altro: sono l’Ash Mountain Entrance e la Big Stump Entrance. Fate molta attenzione alle differenze, perché entrare da uno o dall’altro non è affatto la stessa cosa.

Da Los Angeles: Ash Mountain Entrance

Ash Mountain Entrance è la via d’accesso al parco è la più comune per chi viene da sud (Los Angeles, San Diego) o sud-est (Las Vegas o Death Valley) e soprattutto per chi non intende passare dall’attiguo Kings Canyon (che però offre una fantastica strada panoramica, come puoi leggere dopo). Per raggiungere Ash Mountain venendo da nord o da sud occorre deviare dalla CA-99 verso Visalia, superare Three Rivers e proseguire sulla CA-198, una bella strada di montagna che porta al Sequoia in circa 50 minuti (da Visalia).

Da San Francisco: Big Stump Entrance

Segnalo che è appunto possibile entrare al parco anche passando dal Kings Canyon: questa soluzione viene scelta solitamente da chi viene da nord (Yosemite, San Francisco) e, avendo un po’ più tempo a disposizione, vuole anche visitare il Kings Canyon (decisamente meno affollato). Per raggiungere la Big Stump Entrance occorre arrivare a Fresno e imboccare la CA-180 E.

Da lì, dopo l’eventuale visita del Kings, ci si deve avventurare sulla Highway 198, chiamata Generals Highway, che porta direttamente al Sequoia (prendi come punto di riferimento il Lodgepole Visitor Center): è una strada panoramica suggestiva che si snoda nel bosco di sequoie, alcune delle quali sono proprio a bordo strada. Generalmente è agibile, ma in caso di forti nevicate potrebbe essere chiusa, togliendo di fatto la possibilità di raggiungere i due parchi dall’interno.

Nei periodi di bassa stagione occorre dunque monitorare il sito ufficiale (è sempre aggiornato sulla home-page alla voce “Alerts”) per capire se la Generals è aperta: in caso contrario sareste obbligati ad accontentarvi del Kings Canyon o avventurarvi in un lungo giro per raggiungere il Sequoia da sud, entrando dalla Ash Mountain Entrance. O, peggio ancora, a rinunciare.

Quando andare al Sequoia National Park

Sequoia National Park Quando AndareIl Sequoia National Park è aperto tutto l’anno, ed è tendenzialmente meno affollato del “concorrente” Yosemite che, oltre alle sue molte altre bellezze naturali, da parte sua mette in campo le sequoie di Mariposa Grove of Giant Sequoias. In primavera e in estate è possibile osservare vistosi fiori selvatici e le ricche cascate (non in estate inoltrata); in inverno, invece, si possono osservare le sequoie giganti vestite di neve. Bisogna però tener conto che è un parco in zona d’altura, con tutto ciò che ne consegue, dall’abbigliamento adeguato fino all’obbligo di catene da neve a bordo.

Catene da neve: come fare?
Ricorda che le compagnie di noleggio non forniscono le catene da neve e che non è sufficiente avere le gomme termiche! Dovrai noleggiarle a parte o (meglio ancora) acquistarle da un rivenditore specializzato, per non doverle riportare indietro. Se preferisci questa soluzione, ecco una lista di noleggiatori fornita dai ranger:

  • A-1 Totem Market & Gifts – 1 miglio a ovest del parco
  • Chevron Gas Station – 6 miglia a ovest del parco
  • Gateway Restaurant & Lodge – 0.5 miglia a ovest del parco
  • Kaweah General Store – 9 miglia a ovest del parco
  • Princemart Gas Station – 12 miglia a ovest del parco

Leggi il nostro articolo sui parchi in inverno per saperne di più su come organizzare la visita nei mesi più difficoltosi dal punto di vista climatico.

Visitare Sequoia National ParkNel periodo invernale e primaverile può avvenire un’intensificazione del numero di visite, perché fino a primavera inoltrata la Tioga Road, la strada panoramica di Yosemite, è chiusa: questo impedisce di valicare la Sierra Nevada da Yosemite verso est in direzione Death ValleyLas Vegas, obbligando coloro che fanno l’on the road verso i parchi a passare da sud (tramite CA-99 S e I-15 N, allungando considerevolmente il tragitto) e spesso, ahimè, a rinunciare alla visita di Yosemite.

Dal momento che il Sequoia si trova praticamente sulla strada, rappresenta un’ottima tappa per spezzare il lungo viaggio e per “rifarsi” dell’occasione perduta di Yosemite. Tuttavia, come già anticipato è sempre bene fare attenzione: in inverno sia nel parco Sequoia che nel Kings Canyon si possono infatti trovare strade chiuse a causa del maltempo: le tratte di Cedar Grove e Mineral King sono impraticabili nella stagione invernale; solo la Generals Highway è aperta per l’intero anno, ma, in caso di tempeste improvvise o emergenze, può comunque essere chiusa per ragioni di sicurezza.

Approfondimento
Se vuoi saperne di più, o semplicemente vuoi avere qualche argomento ulteriore per fare la tua scelta tra Yosemite e Sequoia in bassa stagione e non solo, leggi il nostro articolo Yosemite o Sequoia.

Come visitare il Sequoia in un giorno

Sequoia National Park CaliforniaLa media di permanenza all’interno del parco di Sequoia dei turisti impegnati in un on the road tra California e parchi è solitamente di un giorno, talvolta mezza giornata o poche ore. Fortunatamente, anche a causa delle dimensioni abbastanza ridotte del parco, le cose da vedere non sono innumerevoli; oltretutto risultano ben concentrate e facilmente raggiungibili, anche se ovviamente ci sarebbero opportunità di escursione ben più impegnative in termini di tempo, energie e… panorami da vedere. Ma lo vedremo. Il consiglio che vorrei dare è quello di concentrarsi nella zona intorno al Lodgepole Visitor Center, accessibile dalla Ash Mountain Entrance: non lontano da qui si trova la cosiddetta Giant Forest, il famoso bosco di sequoie nel quale si nasconde il Generale.

Sentieri consigliati

Poniamo tu abbia a disposizione solo un giorno (4-5 ore circa): sapendo che gli alberi di sequoia giganti sono la caratteristica più singolare della zona, vorrai senza dubbio vedere il General Sherman Tree. Per questo motivo il mio consiglio è quello di concentrare la visita proprio sul bosco di sequoie, dedicando alle altre zone del parco il tempo rimanente, prima di continuare verso la tappa successiva o di raggiungere il Kings Canyon tramite la Generals Highway.

Sequoia National Park General Sherman

1) Prendi dunque la macchina e parti alla volta della regina di tutte le sequoie: il General Sherman Tree. Appena 2.5 miglia dopo il Giant Forest Museum troverai la deviazione per Wolverton Road, una breve strada che conduce poi all’area parcheggio (seguite le facile indicazioni, dovrete girare a destra al primo stop). Da qui comincia il facile sentiero asfaltato che porta a questo gigante di circa 2700 anni, capace di superare in altezza la Statua della Libertà di New York.

Se può esserti utile, ti segnalo anche che la Orange Route, uno degli shuttle gratuiti del Sequoia (frequenza ogni 15 minuti dalle 9 alle 18), porta dal parcheggio del General Sherman fino alla fermata più vicina al General Sherman, dall’altra parte del bosco rispetto ai posti auto. Il servizio shuttle può essere utile anche per chi, concluso il sentiero (che non è un loop), vuole tornare rapidamente alla macchina senza rifare la stessa strada.

I numeri del generale
Per volume, il General Sherman Tree è l’albero più grande del mondo. Raggiunge gli 83.8 metri in altezza e ha un diametro di 11.1 metri alla base. La circonferenza al terreno è di 31.1 metri, mentre il diametro del suo ramo più largo è di 2.1 metri!

Sequoia National Park Congress Trail

Ma non finisce qui: dal sentiero principale del General Sherman Tree si dirama il Congress Trail, una sorta di museo a cielo aperto dove è possibile aggirarsi tra gli altri maestosi alberi della Giant Forest: è un semplice loop trail della durata di circa 2 miglia, e occorre circa 1 ora per farlo tutto.

Curiosità
Camminando lungo i viottoli del bosco, noterai che molte persone si adoperano nello “sport” di abbraccio della sequoia: forse non lo sapevi, ma ci vorrebbe l’intera rosa di una squadra di calcio per circondare tutto il generale!

2) Un’area del parco che merita una visita dopo la Giant Forest è sicuramente la Moro Rock/Crescent Meadows Road, una strada secondaria che si dirama dalla Generals Highway all’altezza del suddetto museo. I luoghi di interesse di questa sezione del parco non richiedono molto tempo per essere visitati, ma consiglio di fare una scelta e di evitare di avventurarsi in sentieri troppo lunghi (soprattutto a Crescent Meadows) se la priorità sono le sequoie.

Ecco cosa puoi vedere lungo la Moro Rock/Crescent Meadows Road:

Crescent Meadow Sequoia National Park
Crescent Meadows
  • Moro Rock: un impressionante, panoramico monolite di granito la cui cima è raggiungibile tramite una scalinata di roccia, sulla quale occorre arrampicarsi per 90 mt. Salendo, a ovest si può godere di splendide viste della San Joaquin Valley; se ti preoccupa il tipo di sentiero, ci tengo a dire che ci sono le protezioni, ma direi di fare attenzione a chi soffre di vertigini e ai bambini. Il panorama che si gode dalla cima del Moro Rock è di indescrivibile bellezza! La salita comincia proprio in corrispondenza del parcheggio, dove si trova anche la fermata dello shuttle, a 2.7 km dal museo.
  • Tunnel Log: uno degli spot fotografici più celebri del parco. Questa antica sequoia è caduta e i rangers hanno pensato bene di farla diventare un tunnel sotto al quale si può passare con la macchina. Si trova sulla strada a 2.5 km dal museo. Se ti piace l’idea di passare sotto a una sequoia con la tua macchina, allora non devi farti scappare questa occasione: al momento attuale è l’unica nel raggio di miglia che permetta di farlo, in quanto non è più possibile attraversare in auto il ben più famoso Wawona Tree di Mariposa Grove of Giant Sequoias di Yosemite. Se hai noleggiato una macchina alta, non preoccuparti: il tunnel è alto 5.2 metri e largo 2.4
  • Crescent Meadows: è una verde radura che John Muir ha definito “Gem of the Sierras”. Si possono fare due passi rimanendo rigorosamente lungo le passerelle ricavate dai tronchi delle sequoie, ammirando l’incredibile foresta di giganti che circonda questo tipico prato della sierra, dove spesso e volentieri si possono vedere anche gli orsi (stai a debita distanza, mi raccomando) e altri esemplari della fauna locale. Dall’area del parcheggio (con fermata dello shuttle) partono i vari sentieri, tra cui quello che porta a Tharp’s Log, una casetta ricavata dal tronco di una sequoia (2.5 km).

Cosa vedere al Sequoia in più giorni

Capita spesso che si decida di dedicare al parco 2 o più giorni, magari facendo base a Three Rivers o in uno degli alberghi all’interno del parco. In tal caso, le cose da vedere non mancano.

Giant Forest Museum: per saperne di più

Giant Forest MuseumDopo aver incontrato il senato degli alberi giganti e il generale Sherman di persona e aver constatato la sua notevolissima statura, potresti decidere di visitare il Giant Forest Museum: una visita a questo piccolo museo può essere utile per avere un’infarinatura generale sulla storia del parco e delle sequoie. Non è difficile trovarlo: si trova sulla strada principale, a 15 miglia dal Foothills Visitor Center, in corrispondenza del parcheggio dedicato.

Da qui, oltre a una bella serie di sentieri, partono anche gli shuttle gratuiti “gray route” e “green route: il primo conduce al loop di Moro Rock e Crescent Meadows, mentre il secondo porta al Lodgepole Campground. Gli shuttle sono attivi da maggio a settembre: in questo periodo la Moro Rock/Crescent Meadows Road chiude al traffico dei veicoli privati nei weekend e nei festivi.

Big Trees Trail: altre sequoie!

Big Trees Trail Sequoia National ParkDi solito, potendo fare una passeggiata all’ombra delle sequoie del Congress Trail, si decide di saltare a piè pari il Big Trees Trail, un breve sentiero abbastanza popolare nei dintorni del museo (sul lato nord) che si presenta più che altro come un antipasto o un dessert dopo il percorso sul più famoso e frequentato sentiero del Generale Sherman. Il Big Trees Trail è un agile loop asfaltato che – circondando un bel prato della Sierra denominato Round Meadow – permette di camminare a naso all’insù nel bosco di sequoie per circa 1.5 km. Contando qualche piccola sosta di fronte ai pannelli che riportano informazioni sull’ecologia delle sequoie, si può calcolare circa un’ora per questa escursione.

Crystal Cave, una grotta da esplorare

Crystal Cave Sequoia National ParkQualcosa di completamente diverso: una grotta dalle rare formazioni minerarie nel bel mezzo della Sierra Nevada. Per raggiungere la Crystal Cave occorre guidare dal Foothill Visitor Center per 22 km, poi deviare verso la Cave Road e percorrerla per ulteriori 45 minuti (non una passeggiata, insomma). Attenzione, però! L’accesso non è libero: ci sono vari tour disponibili (anche per le famiglie oltreché per i più esperti escursionisti), ma devono essere prenotati esclusivamente sul sito ufficiale del parco. La durata dei tour va dai 50 minuti alle 6 ore, il costo oscilla tra i 16 $ e i 135$.

Tokopah Falls: le cascate del Sequoia

Tokopah Falls Sequoia National ParkInfine, un ultimo consiglio. Se hai sentito parlare delle cascate della Sierra Nevada e ti sei perso le Yosemite Falls (ben più famose) e le altre cascate del parco “concorrente”, non disperare. Dopo aver visto le sequoie, potrai raggiungere le Tokopah Falls, tra le migliori e più alte cascate del parco.

Sempre nell’ottica di uno spostamento verso nord nella direzione del centro del parco, dopo aver visitato il bosco di sequoie del Congress Trail, dovrai riprendere la macchina e dirigerti verso il Lodgepole Visitor Center. Alle spalle del visitor center esiste un campeggio (Lodgepole Campground), raggiungibile grazie a un ponticello sul Kaweah River (Marble Fork), che si trova immediatamente dopo il parcheggio dove anche tu dovrai lasciare l’auto. L’imbocco del Tokopah Falls Trail si trova sulla destra non appena superato il ponticello: ti aspetta un sentiero agile che segue il corso del fiume tra impressionanti picchi di granito, con un dislivello minimo che non dovrebbe mettere in difficoltà nemmeno i meno allenati. La durata è di circa 1.30/2 ore, per una lunghezza totale di 5.9 km.

Le cascate sono alte 365 mt e, in termini di portata, danno il loro meglio in primavera nel primo periodo estivo. Tuttavia, man mano che si procede nella stagione, la portata diminuisce. Negli stessi mesi estivi, è possibile anche utilizzare due linee dello shuttle gratuito (Green Route dal museo e Purple Route dal Dorst Campground, verso Kings Canyon).

Grant Grove e le altre sequoie di Kings Canyon

General Grant Sequoia National ParkSe il Generale Sherman è l’albero più famoso del parco, è anche vero che non è l’unico protagonista: il General Grant si trova nell’attiguo Kings Canyon, a un’ora di distanza dal collega Sherman, all’interno di un brevissimo sentiero ricco di sequoie. Nel parco ci sono anche altre cose da vedere, ma per saperne di più ti rimando al nostro approfondimento sul Kings Canyon.

Consigli per visitare il Sequoia National Park

Come Visitare Sequoia National Park

  • Se arrivi in bassa stagione, non farti ingannare dall’idea che l’ingresso al Parco sia gratuito solo perché non hai trovato un ranger al chiosco d’ingresso. In inverno la cassa si sposta al Grant Village.
  • Non troverai pompe di benzina dentro il Sequoia National Park, ma è possibile fare il pieno a Hume Lake, a Stony Creek e al Kings Canyon Lodge.
  • Il Sequoia National Park ha qualche problema con gli orsi. Per evitare danni ai veicoli (o peggio, alla tua stessa vita!), segui con molta attenzione le regole del parco. Può sembrare bizzarro, ma per far comprendere le distanze da tenere con gli animali, i ranger utilizzano l’unità di misura… degli scuolabus. Ad esempio: per quanto riguarda il Sequoia National Park, occorre stare a una distanza di 46 metri (4 scuolabus) dagli orsi e dagli animali più pericolosi in genere. Per il resto della fauna basta contare la metà degli scuolabus (23 metri).
  • Nei parchi nazionali gli animali domestici sono ammessi solo nei campeggi, nelle aree pic-nic e in altre aree apposite.

Consiglio: hai bisogno di un itinerario collaudato e pronto all'uso? Dai una occhiata ai nostri ebook American Dream Routes, consultabili su computer, tablet e smartphone, e completi di percorso day by day, cartine interattive, suggerimenti su dove alloggiare e molto altro!

Dove dormire per visitare il parco Sequoia

Talvolta dormire all’interno nei parchi nazionali americani può risultare abbastanza costoso, tuttavia nel parco di Sequoia potrai trovare soluzioni anche a prezzo abbordabile. Inoltre ci sono anche molti alloggi nelle vicinanze che ti permetteranno di visitare agilmente il parco: da Three Rivers a Visalia e Porterville, passando per Fresno e Bakersfield, località strategiche in vista di tappe successive (Yosemite e Death Valley). Ne abbiamo parlato al link sotto, dove trovi i nostri consigli su come cercare un hotel a Sequoia sia dentro che fuori dal parco.

Dove dormire a Sequoia National Park


Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?


lorenzo puliti
lorenzo puliti

Affascinato dagli States fin da piccolo ho poi scoperto che c'era molto altro da scoprire... e da lì non ho più smesso

Leggi prima di lasciare un commento

I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma.

229 commenti su “Perché e come visitare il Sequoia National Park?”

  1. Ciao! Ad agosto sarò in visita a Sequoia e Kings Canyon per una giornata intera, partendo da Fresno. L’idea sarebbe quella di arrivare il mattino verso le 8.30, entrare dalla Big Stump e visitare la zona del Grant Grove con General Grant Tree, Fallen Monarch e Panoramic Point (magari anche Redwood Canyon) per la prima parte della giornata, per poi spostarci il pomeriggio verso la Giant Forest, vedere il General Sherman ed eventualmente salire la Moro Rock.
    È facilmente individuabile il tempo di percorrenza tra un punto e l’altro in auto, ma non ci è ben chiara la distanza tra i luoghi di interesse che si trovano nella stessa zona e sono raggiungibili solo a piedi. Per esempio, quanto ci si impiega a fare il percorso del General Grant Tree Trail? E a raggiungere la Moro Rock dal parcheggio più vicino?
    Ma soprattutto, è fattibile pensare di fare il percorso da me proposto?
    Attendo consigli! Grazie.

    Rispondi
    • Ciao Chiara, ti rispondo per punti:

      1) in questo mio articolo trovi, tra le altre cose, anche la lunghezza del General Grant Tree Trail e i consigli su come visitare il parco in metà giornata.
      2) nell'articolo che stiamo commentando è invece indicata la distanza dal parcheggio alla cima del Moro Rock.


      itinerari viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

      Rispondi
  2. Ciao e complimenti per il sito ben dettagliato
    Il 15 agosto sarò al Sequoia arrivando da Fresno. Dopo la visita proseguiamo in direzione valle della morte e per non macinare troppi km pensavo di fermarmi a Lake Isabella..........o posso spingermi oltre, grazie x le info

    Rispondi
  3. Ciao,
    noi siamo in 4 (due giovani e due ...diversamente giovani! di 60 anni) e avremmo deciso di visitare Yosemite (dopo San Francisco) stando a Mariposa e poi nel pomeriggio andare a Visalia per poi vedere Sequoia Park al mattino (5 agosto 2020). Rinunciamo alla death valley per evitare le difficoltà eccessive dovute al caldo, al doversi alzare presto ecc..
    Dopo aver visitato Sequoia Park sulla strada per Las Vegas, pensavo di fermarci a Barstow per poi vedere Calico Ghost Town e proseguire verso Las Vegas. Ma Barstow non sembra essere un posto molto invitante, sebbene ci sia un piccolo museo sulla Route 66....Hai qualche altro suggerimento invece di Barstow?
    Oppure anche consiglieresti di saltare Visalia e Sequoia Park a favore di qualche altra cosa?
    Io mio dubbio e' che dopo Yosemite non ci va di guidare troppo, ne' di guidare attraversando la Tioga road di pomeriggio sera per andare a Mammoth lakes come dice la guida e quindi rinuncerei a quella parte del tour.....Grazie comunque, la vostra guida e' ottima e sto imparando un sacco di cose ogni giorno, leggendola!

    Rispondi
    • Ciao Stefania. Barstow è vero che non è niente di più che una semplice cittadina come tante altre, ma deve essere considerata come una semplice sosta per dormire, visto che arriverete qui dopo aver visitato nella mattina il Sequoia. Ha anche il vantaggio, come hai fatto notare, di avere alcune attrazioni legate alla storia della Route 66 (puoi leggere qualcosa in più sulla città in questo articolo). Tenendo conto questi due fattori direi che può andare bene come sosta anche perché spostandosi verso est non ci sono molte altre città che offrono la stessa scelta di alberghi di Barstow (anche perché comunque per arrivare fino a qui avrete già fatto 4 ore di macchina).
      L'unica alternativa è quella di fermarsi a dormire prima di Barstow ad esempio a Bakersfield ma così facendo allungherete il tragitto in macchina per il giorno successivo. In questo caso dovrete valutare voi qual è la soluzione che vi sembra migliore.


      itinerari viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

      Rispondi
  4. Ciao, io e la mia morosa arriviamo il 5 settembre a San Francisco dove staremo li 3 giorni, l'8 volevamo andare al Sequoia per poi pomeriggio tardi andare a dormire vicino allo Yosemite passando per la General Higway vedendo di passaggio il Kings Canyon, il 9 febbraio visitare tutto il giorno lo Yosemite per poi dormire in qualche albergo a Mammoth Lake e il giorno dopo visitare la Death Valley e arrivare per il pomeriggio a Las Vegas. Può andare bene come programma? Tra il Sequoia e lo Yosemite pensavo di dormire a Fresno per contenere un pò le spese, Se avete qualche consiglio utile per dove entrare ai parchi per visitarli al meglio mi fareste un gran favore.
    GRAZIE MILLE

    Rispondi
    • Ciao Alessandro. Se ho ben capito il tuo itinerario in un solo giorno vorresti partire da San Francisco, visitare il Sequoia, percorrere la General Highway e poi arrivare a Fresno per dormire. Se è così non credo che sia fattibile perché dovresti passare a guidare almeno 7 ore e mezza più la visita al parco. Secondo me (dopo aver letto questo articolo) puoi considerare se non sia il caso di lasciare da parte la visita al Sequoia, considerando la presenza della zona di Mariposa Grove a Yosemite. Se non vuoi comunque mettere da parte la visita al Sequoia l'unica altra alternativa è sacrificare mezza giornata di visita a San Francisco e avvicinarti il più possibile al parco, magari raggiungendo proprio Fresno.
      Anche il giorno in cui vuoi arrivare a Las Vegas dopo aver visitato la Death Valley può essere un po' faticoso (considerato anche il fatto che questo parco è un po' più complesso da visitare rispetto agli altri) potresti quindi provare o a spingerti più a sud di Mammoth Lake il giorno precedente, o trovare un alloggio in zona Death Valley prima di raggiungere Las Vegas. Questo articolo ti può essere utile per scoprire delle belle attrazioni da vedere proprio su questa parte dell'itinerario.


      itinerari viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

      Rispondi
  5. Ciao io e il mio ragazzo partiamo il 16 giugno e arriviamo a San Francisco dove passiamo li tre giorni, dopo di che il 19 noleggiamo la macchina e partiamo per visitare il Sequoia, dove la sera pernotteremo a Visalia, cosa ci consigli di visitare in quel giorno al parco? Visto che poi il 20 viaggeremo in rotta Las Vegas, passando per la Death Valley soggiornando a Barstow

    Rispondi
    • Ciao Martina. La tappa San Francisco - Visialia più visita al Sequoia può essere un po' proibitiva. Ti aspetteranno infatti almeno 6 ore e mezza di macchina senza contare la visita del parco stesso. Se ve la sentite di fare questo itinerario e non avete alternative l'unico tragitto che mi può venire in mente è quello di percorrere verso sud la strada panoramica Generals Hwy che passa anche all'interno del Kings Canyon National Park, che ti porterà anche nei pressi del celebre General Sherman per poi proseguire verso Visalia. Ribadisco comunque che le ore di macchina saranno comunque tante.


      itinerari viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

      Rispondi
  6. Ciao! prendendo la Wolverton road e arrivando al parcheggio auto il percorso da fare a piedi per arrivare al General Sherman di quant'è? guardando la mappa della zona intorno al General non mi è chiaro se si può visitarlo anche con l'accesso direttamente dalla Generals Hwy ma non mi pare di vedere nessuna area di parcheggio per auto private, quindi non mi è chiaro quale accesso è ammesso potendo parcheggiare l'auto e raggiungere la sequoia ovviamente a piedi. Grazie!

    Rispondi
  7. Ciao, finalmente un bel sito, semplice e chiaro!
    Ti scrivo perchè io e la mia famiglia (marito + 2 ragazzi di 9 e 12 anni) partiamo il 29 luglio per una viaggio sulla west coast. Dato che dopo LA (arriviamo lì dall'Italia) ho prenotato una notte al lake isabella per visitare il sequoia park, mi chiedevo se possiamo visitarlo anche entrando dalla parte sud. Ha senso? Oppure meglio farsi le 3 ore di macchina per entrare dalla Ash Mountain Entrance? Noi arriveremo da LA il 1 agosto (temo verso ora di pranzo), pernottiamo al lake isabella per ripartire il 2 agosto per Las Vegas attraversando la death... tempi troppo stretti?
    Grazie in anticipo per il consiglio. Francesca

    Rispondi
    • Cara Francesca. Se ho capito bene il tuo programma purtroppo è molto difficile che riusciate a visitare il Sequoia National Park vero e proprio, ma anche limitarsi alla parte sud del Sequoia National Forest potrebbe essere problematico. Questo perché da Lake Isabella a Las Vegas, passando per la Death Valley sono quasi 6 ore di macchina solo per gli spostamenti, senza neanche contare il tempo necessario per la visita della Death Valley. Come puoi leggere dall'articolo il modo migliore per visitare il parco sarebbe quello di dormire a Three Rivers, o al limite Visalia (puoi comunque prendere anche questo articolo come riferimento) prendersi un'intera giornata per esplorare il parco e il giorno dopo riprendere il vostro itinerario considerando però almeno una sosta intermedia prima di arrivare a Las Vegas magari aiutandoti con questo articolo.


      itinerari viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

      Rispondi
  8. Ciao! Innanzitutto complimenti per il sito e per il vostro lavoro.
    Io ho comprato il vostro itinerario eBook "West Coast città e parchi in 15 giorni". Io e la mia ragazza partiamo domani mattina e arriviamo a San Francisco il 29 maggio. Dopo i tre giorni a San Francisco avevamo già prenotato un albergo a Mammoth Lakes prevedendo come consigliato di passare dal Tioga Road ma molto probabilmente, vista la presenza ancora di molta neve, la strada sarà chiusa. Cosa ci consigli di fare?
    - passare a nord dello Yosemite, prendendo la strada che passa per Sacramento, per l'Eldorado National Forest, per Gardnerville, sosta a Bodie come consigliato nella guida e poi pernottamento a Mammoth Lakes. (su Google Maps però c'è scritto che questo percorso ha strade a traffico limitato o private, è vero? Si può passare?)
    - passare a sud dello Yosemite visitando il Sequoia National Park e pernottando alla Deayh Valley, perdendo la notte a Mammoth Lakes e dormendo quindi due notti consecutive nello stesso albergo della Death Valley.
    - altre possibilità/consigli
    Grazie per l'aiuto!

    Rispondi
    • Ciao Federico, se parti stamattina se già in volo e forse mi leggerai in USA. La Tioga road non è aperta e non aprirà a breve (si teme a fine giugno per il quantitativo di neve), quindi dovrai trovare un'alternativa. Secondo me, per mantenere l'hotel a Mammoth Lakes, dovresti fare il primo itinerario, che però è molto lungo se parti da San Francisco (oltre 6 ore). Una soluzione sarebbe lasciare San Francisco il terzo giorno nel tardo pomeriggio e fare già in quel momento un pezzo di strada per dormire magari a Sacramento per così ridurre il chilometraggio da fare il giorno successivo. La seconda opzione (quella senza Mammoth Lakes) è sconsigliabile perché il tragitto San Francisco - Sequoia - Death Valley non può essere fatto agilmente con un solo pernottamento nei pressi della Death Valley: dovresti prevederne due per non schiantare. Leggi qui per saperne di più.


      itinerari viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

      Rispondi
  9. Ciao! Atterreremo il 23 luglio a sfo e inizieremo il giro dei parchi! Il 23 dormiremo a modesto per spezzare la strada fino al sequoia. Arriveremo perciò al sequoia il 24 verso mezzogiorno, per la notte saremo a Bakersfield. Da dove consigliate di entrare? C'è rischio di non trovare parcheggio? Grazie mille

    Rispondi
    • Arrivare a mezzogiorno sicuramente non è l'orario migliore per evitare code o trovare posto facilmente. Anche se il NPS sta lentamente provvedendo a risolvere il problema del traffico in alcuni parchi (stanno creando pass digitali per velocizzare l'ingresso), un po' di coda probabilmente dovrai farla, sia per entrare che per parcheggiare. Puoi anche pensare di usare gli shuttle ma dovrai guardare bene i percorsi delle varie linee. In ogni caso, venendo da nord tanto vale entrare nel parco dal Kings Canyon visto che poi pernotterai a Bakersfield e dovrai uscire quindi da Ash Mountain.


      itinerari viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

      Rispondi
  10. Ciao, alla mattina da Carmel by the Sea ci sposteremo all'interno per visitare il Sequoia per poi fare la notte a Visalia. Quale strada consigli per entrare nel parco? da come ho capito dall'articolo (utilissimo!!) ci sono due soluzioni:
    a) superato Fresno prendere la strada 180 e poi addentrarsi nel parco tramite la 198
    b) scendere giù a Visalia (poi ci torniamo la notte per dormire) e percorrere la 198.
    visto il tempo che avremo a disposizione togliendo le ipotetiche 4 ore di viaggio, quale sarebbe il giro migliore? anche per permetterci di vedere i punti principali.
    Grazie

    Rispondi
    • Ciao Elena, ti consiglio di entrare nel parco da Kings Canyon, in quanto, nei due casi che hai detto, la distanza da percorrere per arrivare nella parte centrale di Sequoia è praticamente la stessa. In questo modo, poi, visto che alloggi a Visalia, puoi evitare di fare due volte la stessa strada. Questa scelta ti permetterà, se vorrai, di fare una rapida visita del bosco di sequoie del Kings Canyon (North Grove Loop) prima di fare la Generals Highway e arrivare al Sequoia, a cui potrai dedicare tutto il resto della giornata. Se tu avessi alloggiato a Fresno avresti potuto suddividere equamente la visita tra King Canyon (mattina) e Sequoia (pomeriggio), ma venendo da Carmel, dovrai interpretare questa strada principalmente come percorso panoramico. Il che non è male 🙂


      itinerari viaggi-usa

      Vuoi fare un viaggio in America ma non hai tempo di organizzarlo? Scopri i nostri itinerari ebook pronti all'uso

      Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

AMERICAN DREAM ROUTES
Dove dormire a Monument Valley

Viaggi-USA Newsletter

I nostri consigli di viaggio e le migliori offerte USA per email...

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa.