HomeParchi NazionaliYellowstone National ParkQuanti giorni dedicare a Yellowstone? Itinerario day by day per non perdersi il meglio
Parchi Nazionali Yellowstone National Park

Quanti giorni dedicare a Yellowstone? Itinerario day by day per non perdersi il meglio

itinerario-yellowstone
Yellowstone: l'itinerario per non perdersi nulla!

Cominciamo con una premessa: Yellowstone non è come tutti gli altri parchi americani. Mentre una visita di 1 giorno o talvolta di qualche ora può bastare per avere un’idea accettabile di molti parchi naturali della West Coast, per Yellowstone non ve la caverete così facilmente. In 1 giorno si vede ben poco di quello che l’intera area ha da offrire, in 2 si inizia a ragionare, in 3 giorni si può dire di aver esplorato in maniera soddisfacente il parco (senza averlo esaurito ovviamente) e in 4 giorni ve lo godrete davvero! Perché? Principalmente per 2 motivi:

  • Le cose da vedere a Yellowstone sono tantissime, è come visitare 2 o 3 parchi in un colpo solo
  • Gli spostamenti sono più lenti del previsto, troverete parcheggi pieni e lunghe code generate da turisti e da… bisonti che attraversano le strade!

Il problema è dunque quello di confezionare un itinerario efficiente ed equilibrato, in modo da non perdere tempo e valorizzare al massimo le ore a disposizione. A tale scopo ho pensato di scrivere un itinerario day by day in 3 o 4 giorni con un percorso che potete facilmente replicare, in modo da non disperdere troppe energie nello sforzo organizzativo ed essere certi di non perdervi niente di ciò che vale veramente la pena vedere.

Vi ricordo che se cercate un itinerario completo della West Coast che contempli anche Yellowstone potrebbe esservi utile il nostro ebook Yellowstone e Utah Mighty Five: 16 giorni nel West americano.

Premessa: spostamenti e pernottamento

yellowstone-quanti-giorni
Bisonti nella Hayden Valley

Prima di tutto una premessa. Ho già accennato al problema del traffico e della lentezza degli spostamenti, per questo motivo sono cruciali 2 aspetti:

  • scegliere bene la zona dove dormire
  • alzarsi presto al mattino per esplorare il parco quando il flusso di turisti non è ancora diventato snervante

Fuori dal parco di Yellowstone, in corrispondenza delle sue 5 entrate, ci sono piccole cittadine con un buon numero di alloggi, e alcuni alberghi si trovano anche all’interno del parco; per una panoramica completa di tutta l’offerta alberghiera date un’occhiata alla nostra guida su dove dormire a Yellowstone.

magliette usa e new york

Viaggi-USA SHOP: Magliette, felpe e gadget per gli amanti degli States!

Cerchi magliette, felpe e altri gadget a tema Stati Uniti, New York o viaggi on the road? Abbiamo creato Viaggi-USA Shop, il negozio per gli amanti delle bellezze degli States!

Il mio consiglio comunque, se state percorrendo il classico itinerario da Salt Lake City a Yellowstone, è quello di optare per West Yellowstone, per i seguenti motivi:

  • dal punto di vista strategico è la zona migliore, tutte le attrazioni sono a una distanza raggiungibile
  • i pernottamenti in questa zona sono cari e dormire fuori dal parco vi permetterà di risparmiare non poco rispetto a una soluzione interna
  • è meno cara di Jackson
  • la cittadina infine non è poi così male e offre anche alcune attrazioni interessanti, a cominciare dal Grizzly & Wolf Discovery Center

Per trovare un alloggio in questa cittadina vi rimando alla nostra guida su dove dormire a West Yellowstone

itinerario da west yellostone

Questa cittadina è perfetta per dedicare al parco 2 o 3 notti, ma se avete 1 giorno in più allora ecco che altre 2 cittadine tornano particolarmente comode:

Fatta questa dovuta premessa bando alle ciance: ecco un itinerario che contempla entrambe le possibilità, la visita in 3 giorni e quella in 4 giorni.

Nota bene 1: Questi 2 itinerari differiscono da quello che trovate nel nostro ebook dedicato, concepito per visitare il parco in 2 giorni e mezzo, con visita pomeridiana al Grand Teton.

Nota bene 2: Le mappe interattive riportate tengono conto della chiusura delle strade durante la stagione invernale, quindi, se le consultate in quel periodo seguiranno dei percorsi molto più lunghi e non aderenti alla descrizione di questo articolo. Le strade cominciano a essere riaperte a primavera e di conseguenza anche le mappe segnaleranno i tragitti corretti a partire dal quel periodo.

Itinerario per Yellowstone giorno per giorno

Yellowstone in 3 giorni

3 giorni, se ben organizzati, sono sufficienti per vedere tutte le attrazioni principali, esplorando in particolare l’area orientale del parco.

Giorno 1: Mammoth Hot Springs e Norris Geyser Basin

Tappe:

  1. Mammoth Hot Springs
  2. Norris Geyser Basin
  3. Artists Paintpots
  4. Monument Geyser Basin
  5. Beryl Spring
  6. Gibbon Falls

Mappa:

Le 2 attrazioni che valgono la giornata sono indubbiamente Norris Geyser Basin e Mammoth Hot Springs; da West Yellowstone, incontrerete prima il Norris (45 minuti circa), tuttavia consiglio di non fermarsi subito qui ma di proseguire girando a sinistra per Mammoth Hot Springs (altri 45 minuti circa), meglio togliersi prima la parte di tragitto più lunga e visitare il Norris al ritorno, dovrete passarci comunque per tornare a West Yellowstone.

Visitato il bacino di Norris, sulla strada del ritorno incontrerete alcune attrazioni minori lungo la strada che valgono sicuramente una sosta rapida:

  • Artists Paintpots: un bacino geotermale multicolore che ricorda la tavolozza di un pittore; accessibile con una camminata di 1 miglio andata e ritorno. Il parcheggio da cui parte il sentiero è ben indicato.
  • Monument Geyser Basin: area poco visitata ma interessante, sia per i suoi geyser dalla forma particolare, sia per il bel panorama che offre sulle praterie di Gibbon Meadow. Il sentiero è molto breve (poco più di 400 metri); troverete l’attacco del sentiero sulla vostra destra poco prima della sorgente termale fumante di Beryl Spring, non è proprio su un parcheggio ma su una piccola piazzola. Se non trovate posto potete cercare qualche altro spiazzo nei dintorni (ad esempio in corrispondenza della suddetta sorgente).
  • Beryl Spring: noterete questa fumarola già all’andata dall’auto, perché è proprio a ridosso della strada e il fumo che avvisterete sarà il primo accenno di geyser del parco di Yellowstone.
  • Gibbon Falls: queste belle cascate non potranno rivaleggiare con quelle del Grand Canyon of the Yellowstone, ma valgono sicuramente una sosta; si visitano velocemente e sono ben indicate lungo la strada, anche se trovate il parcheggio pieno non desistete perché si liberano posti abbastanza rapidamente.

Giorno 2: Old Faithful, West Thumb Geyser e Grand Prismatic Spring

Tappe:

  1. Upper Geyser Basin / Old Faithful
  2. West Thumb Geyser Basin (opzionale)
  3. Black Sand Basin (opzionale)
  4. Biscuit Basin (opzionale)
  5. Midway Geyser Basin / Grand Prismatic Spring

Mappa:

Questo è il giorno in cui visiterete le attrazioni più famose e quindi il più delicato, in quest’area più delle altre si trova traffico e parcheggi pieni. Il mio consiglio è quello di organizzarsi per arrivare al Visitor Center dell’Upper Geyser Basin per le 8 del mattino (50 minuti di viaggio circa), l’orario in cui apre il Visitor Center.

Attraverserete il parco in un’atmosfera di quiete quasi surreale, una volta arrivati, potrete aspettare l’eruzione del geyser più famoso e puntuale del parco con tutta calma (l’Old Faithful, che erutta ogni 80 minuti circa). Nel frattempo studiatevi le interessanti mostre del centro visitatori.

Un consiglio...

Purtroppo non tutti i geyser sono “fedeli” come l’Old Faithful, molti non hanno eruzioni prevedibili, altri eruttano una volta al giorno o anche più raramente, prendete nota al centro visitatori del programma delle eruzioni e tenete di conto che più avanti in giornata ripasserete proprio da qui.

La tappa successiva è il West Thumb Geyser Basin (a mezz’ora di distanza), un’area geotermale la cui particolarità è quella di trovarsi a ridosso dello Yellowstone Lake. È più breve e agile da visitare della tappa precedente. Ritornate indietro, attraversate l’Upper Geyser Basin (approfittandone per fare un’ulteriore sosta se c’è un’eruzione prevista a breve) e puntate dritti verso la seconda grande attrazione della giornata, il Midway Geyser Basin, il bacino che ospita il meraviglioso Grand Prismatic Spring.

Ci sono 2 modi per visitarlo: uno da vicino, l’altro con una vista panoramica dall’alto; nel primo caso vi basterà raggiungere in auto il Midway Geyser Basin, parcheggiare e fare una piacevole passeggiata sulle passerelle di legno predisposte, nel secondo dovrete fermarvi un po’ prima, nel parcheggio delle Fairy Falls e fare un sentiero di circa 1,2 km. Trovate tutte le informazioni necessarie per entrambe le modalità nel nostro articolo dedicato:

Nel tratto compreso fra il Midway Geyser Basin e l’Upper Geyser Basin troverete altre 2 attrazioni minori dove, se vi avanza tempo, potrete decidere di fare un salto:

  • Black Sand Basin: un’altra area geotermale molto piccola e veloce da visitare (sono circa 400 metri di passerelle), può essere una piacevole sorpresa
  • Biscuit Basin: un altro piccolo bacino con alcune sorgenti termali (a mio avviso meno interessante), la cui principale attrazione è Sapphire Pool

Giorno 3: Grand Canyon, Hayden Valley e Yellowstone Lake

Tappe:

  1. Grand Canyon of the Yellowstone / Artist Point
  2. Hayden Valley
  3. Sulphur Caldron (opzionale)
  4. Mud Volcano (opzionale)
  5. Lake Yellowstone

Mappa:

Dopo 2 giorni del genere è difficile pensare che il terzo possa essere dello stesso livello e invece è proprio così: preparatevi a sgranare gli occhi per la terza giornata consecutiva. Dirigetevi in direzione est, verso Grand Canyon of the Yellowstone (attraverserete ancora il Norris Geyser Basin), se partite presto ce la farete a godervi entrambi i margini (Nord e Sud) senza lo stress del traffico e del parcheggio, se dovete privilegiare un punto scegliete Artist Point (1 ora e 10 circa da West Yellowstone), la vista vi toglierà il fiato. Vi consiglio la lettura del nostro articolo linkato qui sotto:

Proseguite poi a sud e preparatevi ad attraversare una valle meravigliosa, Hayden Valley, famosa per 2 motivi: le sue belle praterie e l’incredibile numero di bisonti che congestionano il traffico, l’andatura sarà lenta ma è un vero spettacolo! Nel tratto finale incontrerete 2 attrazioni minori, Sulphur CaldronMud Volcano, fate la consueta passeggiata sulle passerelle, scattate le dovute foto e ripartite. Proseguendo in direzione sud approderete in 10-15 minuti (traffico permettendo) sulle sponde dello Yellowstone Lake, un grande e limpido lago alpino, il posto ideale per fare uno spuntino e comprare qualche ricordino al villaggio (sono un po’ cari però).

La giornata può concludersi tornando a West Yellowstone per il pernottamento, oppure a Jackson, soluzione preferibile per tornare più velocemente a sud, in direzione Salt Lake City, attraversando fra l’altro il parco del Grand Teton, la seconda grande meraviglia naturale da vedere in un tour del Wyoming.

Yellowstone in 4 giorni

In 4 giorni potrete avere una panoramica più completa del parco esplorando anche la zona Nord-Ovest:

Giorni 1 e Giorno 2: stesso percorso dell’itinerario in 3 giorni

Replicate lo stesso itinerario descritto sopra.

Giorno 3: Grand Canyon e Lamar Valley

Tappe:

  1. Grand Canyon of the Yellowstone / Artist Point
  2. Tower Fall (opzionale)
  3. Lamar Valley
  4. Dead Indian Summit Overlook

Mappa:

Dopo aver visitato il Grand Canyon of the Yellowstone, invece di spingervi a sud verso Hayden Valley, andate a nord verso l’altra grande valle da vedere a Yellowstone, Lamar Valley (1 ora circa), zona privilegiata per ammirare bisonti, ma anche altri esemplari di fauna del parco (lupi, orsi, pecore delle montagne rocciose ecc…).

Prima di arrivare in questa splendida valle potete valutare una veloce sosta sul belvedere di Tower Falls, facilmente raggiungibile dal parcheggio. Lungo la strada per Cody invece incontrerete un altro bel punto punto panoramico, si chiama Dead Indian Summit Overlook, a circa 40 minuti dalla cittadina di Buffalo Bill.

Giorno 4: Lake Yellowstone e Hayden Valley

Tappe:

  1. Buffalo Bill Cody Scenic Byway
  2. Buffalo Bill Dam (opzionale)
  3. Lake Yellowstone
  4. Hayden Valley

Mappa:

Ripartendo da Cody al mattino ritornate verso Yellowstone, la splendida strada per raggiungere la East Entrance è caratterizzata da imponenti torrioni rocciosi color rosso scuro; si chiama Buffalo Bill Cody Scenic Byway e vi permetterà fra l’altro di attraversare l’omonima riserva naturale (Buffalo Bill Reservoir) e la diga, dove potete fermarvi per una visita rapida e gratuita (dal parcheggio potete anche avvalervi gratis del servizio navetta).

Dentro al parco potrete attraversare la Hayden Valley e il lago di Yellowstone che, a differenza del precedente itinerario, potrete costeggiare per tutto il tratto settentrionale, inutile dire che il panorama è stupendo. Proseguirete poi verso sud attraversando il Grand Teton e raggiungendo così la cittadina di Jackson.

Un Consiglio Importante: Ricordati l'assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?

Tags
lorenzo puliti

lorenzo puliti

Affascinato dagli States fin da piccolo ho poi scoperto che c'era molto altro da scoprire... e da lì non ho più smesso

Assicurazione Sanitaria

assicurazione sanitaria usa

Assicurazione Sanitaria America: come scegliere la polizza migliore

L'assicurazione sanitaria in America è imprescindibile, ma non è facile orientarsi fra le polizze disponibili. Quali sono i criteri con cui scegliere un'assicurazione USA? Ecco una guida dedicata all'argomento...

Noleggio Auto USA

noleggio auto stati uniti

Noleggio Auto USA: consigli per un affitto macchina Low Cost

Alcune dritte fondamentali per noleggiare una macchina negli Stati Uniti al riparo da spiacevoli imprevisti e con un occhio al portafoglio. Le compagnie migliori, la documentazione necessaria, le coeprture assicurative, costi, tipologie di auto disponibili e molto altro...

Restiamo in Contatto

American Dream Routes

Voli Low Cost USA

voli low cost stati uniti

Voli USA Low Cost: come risparmiare per il volo negli Stati Uniti

La ricerca di un volo low cost può incidere notevolmente sul prezzo totale di una vacanza negli Stati Uniti. Ecco i nostri consigli per spendere il meno possibile affidandosi alle agenzie di voli online

Prontuario Low Cost

Pacchetti Viaggio USA

tour stati uniti

Tour Stati Uniti Organizzati

Pacchetti viaggio preconfezionati e personalizzati per gli Stati Uniti dell'Est, dell'Ovest e Coast to Coast. Un elenco di viaggi organizzati pensati appositamente per scoprire gli States!

Camper USA

camper stati uniti

Come noleggiare un camper in USA?

Una guida dettagliata con tutte le informazioni necessarie per noleggiare un camper negli Stati Uniti e preparare un viaggio on the road indimenticabile!

Noleggio Moto USA

noleggio moto usa

Noleggia una moto in USA

Come noleggiare una moto per il tuo On The Road in USA?

Vai a New York?

Se stai organizzando un viaggio in USA dovrai occuparti di molti aspetti: prenotazione di voli, alberghi, assicurazione, noleggio auto, la documentazione necessaria, le modalità di pagamento, l'utilizzo del telefono, internet e molto altro... nella nostra sezione dedicata alle risorse di viaggio ti spieghiamo tutto quello che ti serve per preparare il tuo viaggio negli States

Proseguendo su questo sito accetti i cookie necessari al funzionamento e alle finalità illustrate nell'informativa. 

50% di Sconto

su tutti i nostri Ebook!

Viaggi-USA Newsletter