cosa vedere in america

Cosa vedere negli Stati Uniti d’America: le destinazioni iconiche

Maggio 21, 2024 /

Alla domanda “cosa vedere in America” si potrebbe rispondere con un’enciclopedia. Attrazioni, luoghi di interesse e posti da visitare sono così tanti che non basterebbe una vita per vederli tutti (dopotutto stiamo parlando di un continente sconfinato), cionondimeno, per coloro che si apprestano a organizzare il loro primo viaggio in America è piuttosto normale che venga in mente la domanda su quali sono le sue principali destinazioni, o meglio, le sue attrazioni iconiche, quelle bellezze che rendono questa terra immediatamente riconoscibile e che la rappresentano in qualche modo nell’immaginario simbolico comune.

Ho allora cercato di stilare una sorta di Top 20 dei posti da visitare in America (intesi come Stati Uniti ovviamente) usando come criterio non il mio gusto, ma proprio la popolarità e valenza simbolica di una destinazione turistica. Ho inserito in questa lista bellezze naturali e città, ricordando che potete anche consultare le nostre pagine dedicate alle più belle città americane e ai parchi naturali più belli degli Stati Uniti.

New York

cosa vedere in america new york

Nell’immaginario di molti, New York, città simbolo della East Coast, è sinonimo di America, anche se si tratta di una città così particolare da rappresentare un unicum ben distinto dal resto degli States. I simboli riconoscibili a New York sono molti ma su tutti ce ne sono almeno 4 che spiccano sugli altri e che non possono mancare durante una visita alla città:

  • Statua della Libertà: è la statua più famosa d’America, eretta nel 1886 sull’isola di Liberty Island, proprio di fronte alla celeberrima skyline di New York, di cui proprio dalla statua si gode di una vista panoramica impagabile.
  • Ponte di Brooklyn: uno dei ponti più scenografici al mondo, che connette l’isola di Manhattan al sobborgo di Brooklyn. Il ponte può essere attraversato in auto, a piedi e anche in bicicletta, e regala viste splendide sulla città e sull’East River.
  • Times Square: l’incredibile concentrazione di luci al neon, insegne commerciali e personaggi sopra le righe rende il bivio fra la Broadway e la Settima Avenue qualcosa di unico al mondo. Fra l’altro è qui che si trova la principale concentrazione di teatri dove vedere i famosi musical di Broadway.
  • Empire State Building: lo storico grattacielo di King Kong è indubbiamente uno dei simboli più riconoscibili di New York. Il panorama che si ammira dalla cima del grattacielo è decisamente suggestivo, permettendo di ammirare dall’alto tutti i principali grattacieli di New York.

Ovviamente c’è molto altro da visitare in città, le cose da vedere sono così tante che potreste stare una settimana a New York senza annoiarvi. Per organizzare una vacanza in città date un’occhiata alla nostra guida di viaggio dedicata, dove trovate consigli su attrazioni, spostamenti, pernottamento e molto altro… qui sotto vi linko invece il mio articolo che riporta una panoramica completa su tutto ciò che di interessante c’è da fare in città.

Cosa fare a New York

Grand Canyon

grand canyon guida

L’attrazione naturale più famosa d’America è un’immensa gola nell’area nord ovest dell’Arizona scavata lungo i secoli dal fiume Colorado, che può arrivare fino ai 16 km di diametro e oltre un miglio di profondità. Vi sono sostanzialmente 3 zone visitabili del Grand Canyon, il margine meridionale (South Rim), il margine settentrionale (North Rim), e quello occidentale (West Rim), ognuna permette di godere di splendide viste sull’immensità del canyon ma ognuna ha anche i suoi vantaggi e svantaggi.

Il South Rim è l’area più turistica, maggiormente attrezzata ma anche meno adatta a chi ama contemplare le bellezze della natura in completa solitudine, in alternativa quindi è possibile ripiegare sul North Rim, meno battuto dal turismo di massa ma anche un po’ più scomodo da raggiungere e con una finestra di apertura durante l’anno essenzialmente ridotta. Il West Rim invece, gestito direttamente dagli indiani, può vantare un’attrazione molto famosa in America, lo Skywalk, una passerella trasparente che permette di camminare sopra il canyon.

Un altro modo particolarmente suggestivo di visitare il Grand Canyon è quello di fare un tour in elicottero da Las Vegas, con possibilità di essere prelevati dal vostro albergo e atterrare sul fondo del canyon, un’esperienza unica nella vita. Qualunque sia la modalità di visita che preferite vi consiglio di dare un’occhiata alla nostra guida di viaggio dedicata al parco.

Grand Canyon: la nostra guida di viaggio

Monument Valley

Monument Valley da vedere

Il paesaggio della Monument Valley è il più classico dei panorami che simboleggiano il Far West americano e si trova nel nord dell’Arizona, sconfinando anche nello stato dello Utah. I tre monoliti di roccia rossa che si stagliano solitari sul fondo desertico sono stati usati come sfondo per innumerevoli film. Il parco si trova in una riserva indiana Navajo, e i nativi che gestiscono il parco non esitano a definirlo l’ottava meraviglia del mondo.

Esplorando i meandri della Monument Valley, con la vostra auto o con una guida Navajo, potrete ammirare anche altri suggestivi punti panoramici, come Totem Pole, Artist’s Point o il famoso John Ford’s Point. Ma non è finita, appena fuori dall’ingresso del parco si trova uno dei punti panoramici più famosi e iconici dei viaggi on the road: Forrest Gump Point, così chiamato perché utilizzato dal celebre film di Robert Zemeckis.

Chi poi è in cerca di un’esperienza di pernottamento memorabile non potrà farsi sfuggire l’opportunità di dormire al The View, l’albergo da cui potrete godervi l’alba e il tramonto sulla Monument Valley direttamente dalla vostra camera d’albergo. Per saperne di più vi segnalo il mio articolo di approfondimento:

Cosa vedere alla Monument Valley

Cascate del Niagara

cascate niagara

Sempre parlando di meraviglie naturali non possono certo mancare le Niagara Falls, le cascate più famose d’America. Non si tratta di cascate particolarmente alte (52 metri circa) ma ciò che colpisce è la loro portata, che concorre a creare uno scenario spettacolare che attrae un’enorme quantità di turisti. Dove si trovano? Al confine fra gli Stati Uniti e il Canada, in particolare fra lo Stato di New York e la provincia di Ontario.

Le Cascate del Niagara sono in tutto 3: Horseshoe Falls (sul lato canadese), American Falls e Bridal Veil Falls (sul lato americano). Oltre a osservarle dalle rispettive sponde potrete compiere alcune attività per ammirare la potenza delle cascate da vicino, ad esempio fare il tour in battello (Maid of the Mist o Hornblower), l’escursione Cave of the Winds o addirittura un tour in elicottero.

Solitamente, il modo più usuale per visitarle è quello di fare un tour da New York (organizzato oppure fai da te). Per saperne di più potete leggere il nostro approfondimento su come visitare le cascate del Niagara da New York, oppure la nostra pagina dedicata alle cascate, dove trovate tutte le informazioni necessarie per organizzare una visita.

Cascate del Niagara: la nostra guida

San Francisco

San Francisco

Poche città al mondo possono vantare la personalità di San Francisco, affascinante città sulla costa della California, culla di movimenti culturali e di protesta di ogni tipo, dalla Beat Generation agli Hippy. Ma oltre al fermento culturale e alla vocazione eccentrica, la City by the Bay è anche una splendida città ricca di attrazioni e punti panoramici.

L’icona più rappresentativa di San Francisco è inevitabilmente il Golden Gate, il celebre ponte rosso che attraversa la baia, sempre contornato da una suggestiva nebbia. Potrete attraversarlo sia in auto che in bicicletta, magari arrivando dritti al borgo costiero di Sausalito, per poi tornare in città direttamente in traghetto.

A largo della baia si trova poi un altro luogo importante per chi visita San Francisco, l’isola di Alcatraz, il famoso carcere di massima sicurezza da cui si diceva fosse impossibile evadere e che ospitò anche detenuti illustri, come ad esempio Al Capone.

Altre icone tipiche di San Francisco sono le case vittoriane (da non perdere le famose Painted Ladies), gli storici tram Cable Cars e, per finire, Lombard Street, una delle strade più particolari al mondo. Ma in città c’è ovviamente molto di più, leggete questo articolo per una ricognizione completa:

Cosa vedere a San Francisco

Route 66

route 66

Raramente una strada, per quanto lunga e ricca di storia, acquisisce un’aura leggendaria come quella della Route 66, un’antica rotta ormai dismessa (perlomeno ufficialmente) che attraversa il ventre d’America da Chicago a Santa Monica. Viaggiare lungo questa strada è un po’ come intraprendere un viaggio nel tempo, alla ricerca di un America che fu e che ancora non si rassegna a non essere. Lungo questa strada incontrerete botteghe e negozi a conduzione familiare, tante insegne al neon, attrazioni eccentriche di ogni tipo e tanto kitsch. Per molti questa è la vera America!

Percorrere questa strada richiede, oltre che diversi giorni, anche un po’ di preparazione, per questo gli abbiamo dedicato un’intera sezione di questo sito e in particolare vi segnalo una guida dettagliata utile per trovare il percorso e scegliere tutte le tappe e i pernottamenti lungo l’itinerario.

Come organizzare un viaggio sulla Route 66

Antelope Canyon e Horseshoe Bend

antelope-canyon

Gli slot canyon sono una delle meraviglie che valgono da sole il viaggio nel Southwest americano. Si tratta di gole naturali molto strette in cui l’azione di erosione dei fiumi ha modellato le conformazioni rocciose, conferendole forme sinuose e suggestive, e proprio qui si insinuano, in determinati orari del giorno, i raggi del sole, creando incredibili effetti di luce.

Il più famoso degli slot canyon americani è Antelope Canyon, che si trova nella città di Page, nel nord dell’Arizona. Per visitarlo dovrete avvalervi di una guida indiana, che vi accompagnerà lungo i meandri del canyon con visite di gruppo. Per prenotare la visita e sapere tutto ciò che serve per visitare il canyon vi rimando alla nostra guida dettagliata su come fare un tour ad Antelope Canyon.

horseshoe bend

Come avrete capito l’Arizona è un’autentica fucina di panorami mozzafiato e proprio a 2 passi da Antelope Canyon trovate l’ormai celeberrimo Horseshoe Bend, un’ansa del fiume Colorado la cui forma è simile a quella di un ferro di cavallo e che, proprio in corrispondenza di questo punto, genera un panorama spettacolare. Se volete sapere come raggiungerla e in quale orario è meglio fotografarla leggete il nostro articolo su Horseshoe Bend.

Per visitare entrambi in autonomia o con tour organizzato vi rimando al nostro approfondimento dedicato:

Antelope Canyon e Horseshoe Bend: come visitarli entrambi?

I Geyser di Yellowstone

Grand Prismatic Spring

Dal caldo desertico dell’Arizona ci spostiamo verso l’imponente bellezza montana del Wyoming, in particolare nella regione occidentale, al confine con Montana e Idaho. Qui, sopra una grande caldera vulcanica, sorge il Parco Nazionale di Yellowstone, una delle meraviglie naturali più stupefacenti d’America, che vanta la maggior concentrazione di geyser al mondo.

Il parco è così grande e ricco di luoghi da visitare da richiedere 3 giorni per una visita che gli renda giustizia. Oltre ai geyser, di cui il più famoso è l’Old Faithful, qui troverete sorgenti termali dai mille colori (Grand Prismatic Spring), suggestive terrazze pietrificate (Mammoth Hot Springs), spettacolari cascate (Grand Canyon of the Yellowstone) e valli lussureggianti ricche di fauna locale (Hayden Valley e Lamar Valley).

Viaggio a Yellowstone: come organizzarlo?

Hollywood a Los Angeles

Hollywood Los Angeles

Hollywood è un quartiere della città di Los Angeles e la sua fama è dovuta essenzialmente al fatto di essere diventato il simbolo del cinema americano. Qui infatti sono state prodotte le pellicole più famose, grazie alla presenza dei più conosciuti Studios cinematografici. Chi vuole rivivere in qualche modo il mito del cinema di Hollywood si troverà una serie di attrazioni a tema a cui sarà difficile resistere.

Dalla celeberrima scritta Hollywood Sign, visibile da varie parti della città, alla Hollywood Walk of Fame, i cui marciapiedi sono lastricati di stelle con i nomi delle star di Hollywood, passando per il TCL Chinese Theatre, uno dei cinema più conosciuti al mondo, con le impronte di molti attori e registi famosi nel piazzale antistante, e finendo per la visita a uno degli Studios cinematografici presenti in zona (i più famosi sono gli Universal Studios, ma ve ne sono anche altri). Per una panoramica completa di tutte le cose da fare a Hollywood leggete la nostra guida:

Cosa vedere a Hollywood

Città Western e Ghost Town

bodie-ghost-town

Niente rappresenta la storia dell’America come il Far West, quell’epoca in cui cowboy, fuorilegge e cercatori d’oro imperversavano fra le strade polverose delle cittadine western. Cosa è rimasto di queste leggendarie città? Esistono ancora? Ebbene sì, negli Stati Uniti sono presenti per fortuna molte città western, alcune sono ben conservate, altre ricostruite, alcune sono diventate città fantasma (ghost town), abbandonate dopo l’esaurimento del giacimento aurifero che le aveva fatte sorgere, altre sono ancora abitate.

Nella nostra sezione dedicata alle Città Western e Ghost Town trovate molte cittadine di questo tipo da visitare. Fra le più interessanti, quelle più facilmente inseribili in un itinerario classico dei parchi americani sono Bodie, Oatman, Calico e Pioneertown.

Monte Rushmore

Mount Rushmore South Dakota

Fra i luoghi simbolici più rappresentativi degli Stati Uniti d’America non può mancare il Monte Rushmore, la celebre montagna su cui sono stati scolpiti i volti di 4 importanti presidenti della storia USA: George Washington, Thomas Jefferson, Theodore Roosevelt e Abraham Lincoln.

La scultura si trova in South Dakota, nella regione delle Black Hills, a 37 km da Rapid City e a 5 km da Keystone, e fu ideata da Doane Robinson, a cui venne chiesto di partorire un’idea per potenziare l’appeal turistico della regione.

Dopo 14 anni di lavori supervisionati dall’architetto Gutzon Borglum, nel 1941 fu inaugurato il monumento, che divenne popolare in tutto il mondo. Visitando il Mount Rushmore potrete approfittarne anche per esplorare gli altri posti da visitare nelle Black Hills, ad esempio Crazy Horse Memorial, Badlands National Park, Custer State Park, Wind Cave National Park, ecc…

Come visitare Monte Rushmore

I luoghi del potere a Washington DC

Washington DC

Washington DC è la città che simboleggia il potere USA. I monumenti, musei e memoriali che popolano il National Mall sono un continuo richiamo alla storia e all’ideale americano. Basti pensare che qui si trovano la Casa Bianca, dimora del presidente USA, il Campidoglio, sede del Congresso, la Corte Suprema, l’organo giuridico più importante della nazione, il Lincoln Memorial, il monumento da cui Martin Luther King tenne il famoso discorso I have a dream, il National Archive, dove è conservata la dichiarazione d’indipendenza, e una serie di splendidi musei d’arte, storia e tecnologia da visitare tutti gratuitamente.

Insomma passeggiare a due passi dagli edifici più importanti del potere politico americano, Washington è quello che fa per voi. Ovviamente in città c’è molto di più da vedere, quindi per una ricognizione completa vi rimando alla nostra guida dedicata:

Cosa vedere a Washington DC

Strada Panoramica Highway 1

Highway 1

Gli Stati Uniti sono la nazione per eccellenza dei viaggi on the road e di conseguenza annoverano un incredibile quantità di strade panoramiche; indubbiamente una delle più celebri è la Highway 1 (o Pacific Coast Highway), la strada scenografica che corre lungo la frastagliata costa della California, permettendo di ammirare panorami spettacolari.

Solitamente tale strada viene percorsa per coprire il tratto da San Francisco a Los Angeles, anche se la Highway 1 prosegue anche oltre le 2 città. Passando dall’interno, l’itinerario fra Los Angeles e San Francisco sarebbe indubbiamente più breve, ma la bellezza di questo tratto costiero spinge i viaggiatori ad allungare il tragitto, facendo una sosta intermedia in una delle cittadine della costa.

Il punto più bello di questo itinerario panoramico è quello che corrisponde al Big Sur, dove si trovano il Bixby Creek Bridge, il famoso ponte scenografico sul Pacifico, e Pfeiffer Beach, una splendida spiaggia che offre tramonti indimenticabili. Ma c’è anche molto altro che vi aspetta lungo la costa, per conoscere tutte le tappe potete leggere il mio articolo dedicato:

Tutte le soste lungo la Highway 1

L’architettura di Chicago

Chicago

La skyline di Chicago rivaleggia con quella di New York per bellezza architettonica. In questa città firme prestigiose dell’architettura moderna come Ludwig Mies van der Rohe e Bruce Graham hanno dato un contributo inestimabile di cui, esempio fulgido, è la Willis Tower (conosciuta precedentemente come Sears Tower), il grattacielo con pavimento in vetro che offre una vista stupenda della città.

Un altro grande elemento di vanto di Chicago è il Millennium Park, un vero e proprio museo a cielo aperto costellato di opere d’arte e istallazioni architettoniche, fra cui la più conosciuta è indubbiamente il Cloud Gate, la famosa scultura a forma di fagiolo.

Molto suggestiva poi è la gita in barca al tramonto sotto i ponti del fiume Chicago, ma una visita a questa città non sarebbe completa senza gustare a pieno la sua vivace scena musicale: ad aspettarvi sul retro di bar e caffè troverete infatti uno sterminato numero di locali jazz e blues.

Per una panoramica completa sulle attrazioni della città date un’occhiata alla nostra guida dedicata.

Cosa vedere a Chicago

Fari sulla Costa del New England

fari new england

Se la costa del Pacifico è giustamente ritenuta uno dei must see dei viaggi on the road in America anche quella del New England non scherza. Lungo la costa frastagliata del Massachussets e del Maine si trovano una serie di fari scenografici che contribuiscono alla creazione di un panorama davvero suggestivo, a maggior ragione se il viaggio viene intrapreso nella stagione autunnale, quando il foliage del New England dà il meglio di sé.

Oltre al tour dei fari, la costa del New England è particolarmente indicata anche per l’osservazione delle balene e la degustazione di astici (qui potrete spuntare un buon prezzo e salire sui pescherecci per farne incetta insieme ai pescatori locali). Per organizzare un itinerario vi rimando alla nostra risorsa dedicata:

Tour dei fari del New England: come organizzarlo?

Il Quartiere Francese di New Orleans

New Orleans

Famosa in tutto il mondo per il suo effervescente carnevale, New Orleans è la città più singolare del sud degli Stati Uniti e ciò che più la contraddistingue dalle altre città è il suo famoso quartiere francese, con i suoi edifici dai balconi in ghisa e colori sgargianti. L’arteria principale del quartiere è Bourbon Street, che pullula di jazz club, cocktail bar e ristoranti cajun, mentre nei dintorni del French Market e di Jackson Square si affollano artisti di strada, bancarelle gastronomiche e di artigianato locale.

Sebbene il French Quarter sia l’autentico cuore pulsante della città, a New Orleans, come potete immaginare, c’è molto altro da fare. Per maggiori informazioni vi rimando alla nostra guida dedicata:

Cosa vedere a New Orleans

Le Florida Keys

Florida Keys

In Florida, a sud di Miami e del parco delle Everglades di distende la strada panoramica Overseas Highway, un tratto di oltre 170 km che corre lungo il mare attraversando un arcipelago di isole conosciute come Florida Keys, che rappresentano un vero e proprio paradiso per chi va in cerca di immersioni e clima tropicale.

Le isole lungo questo tratto sono moltissime ma la più famosa è indubbiamente Key West, splendida cittadina con un’esuberante personalità, rinomata per i suoi spettacolari tramonti (celebrati con la Sunset Celebration) e per i personaggi che qui hanno lasciato una traccia importante, Ernest Hemingway su tutti.

Per destreggiarvi al meglio fra le varie Keys e scegliere dove fermarvi vi rimando come sempre al mio articolo dedicato:

Isole Keys: come organizzare un viaggio

La Strip di Las Vegas

Las Vegas Strip

Las Vegas è la città dell’eccesso, camminare lungo la sua Strip (Las Vegas Boulevard South) è un’esperienza sorprendente e al tempo stesso straniante. Alberghi-casinò realizzati seguendo i temi architettonici più disparati (dalle piramidi egizie alle ricostruzioni di città moderne) si affacciano su questa strada dominata da insegne, luci al neon e tanto kitsch.

Non sottovalutate la lunghezza e la notevole quantità di attrazioni di questa strada: il percorso è lungo e le cose da fare, gratuite e non, sono davvero molte, a partire dagli spettacoli pirotecnici che molti hotel di Las Vegas offrono ai loro visitatori. Per saperne di più vi linko la mia guida dedicata.

Cosa vedere a Las Vegas

Le Sequoie Giganti

Sequoia National Park

Una delle bellezze naturali tipiche californiane che attirano turisti da tutto il mondo sono indubbiamente i grandi alberi di Sequoia, giganteschi esemplari che crescono soprattutto sui parchi montani della Sierra Nevada, mentre i “cugini” Redwood proliferano sulla costa del Pacifico, dove si trova non caso il parco nazionale di Redwood.

Sebbene vi siano diverse riserve naturali in cui crescono questi alberi, il luogo privilegiato per ammirarli in tutta la loro maestosità è il Sequoia National Park, parco montano dell’entroterra californiano a 327 km di distanza da Los Angeles. Qui, fra i molti impressionanti esemplari di Sequoia gigante, potrete ammirare il General Sherman Tree, il più grande albero del mondo in termini di volume.

Se la vostra curiosità in termini di alberi mastodontici non è ancora soddisfatta, potete anche andare in cerca di sequoie giganti nel parco confinante (Kings Canyon) e, a oltre 200 km di distanza, a Mariposa Grove, entro i confini dello splendido Yosemite National Park.

Parco Sequoia: come visitarlo?

L’Art Déco di Miami

Art Deco a Miami Beach

Miami è famosa per le sue spiagge e la vita mondana ma il suo elemento più caratteristico e riconoscibile è l’architettura Art Déco, che abbellisce non poco South Beach, in particolare lungo le strade di Ocean Drive, Collins Avenue e Washington Avenue.

In questa zona, fra la fine degli anni Venti e gli anni Quaranta, sono stati costruiti hotel, locali notturni e cinema seguendo gli stilemi di una corrente architettonica ornamentale di matrice europea, seppur rivisitata in stile tropicale.

Quest’area è così significativa da essere denominata Art Deco Historic District (o Miami Beach Architectural District). Per un itinerario dettagliato che contempli i migliori esempi Art déco di quest’area vi rimando alla nostra guida:

Art Deco Historic District: itinerario consigliato


Un Consiglio Importante:
Ricordati l’assicurazione sanitaria, non farla potrebbe rovinarti la vacanza in USA! Se non sai come orientarti nella scelta puoi leggere la nostra guida: Assicurazione USA: come scegliere la polizza migliore?

Potrebbero interessarti

lorenzo puliti
lorenzo puliti

Affascinato dagli States fin da piccolo ho poi scoperto che c’era molto altro da scoprire… e da lì non ho più smesso

Leggi prima di lasciare un commento
I commenti inviati vengono posti in fase di moderazione, quindi non preoccuparti se il tuo commento non viene pubblicato subito. Cerchiamo di rispondere a tutti entro il giorno lavorativo successivo a quello in cui viene inviato il commento (non il sabato e la domenica), compatibilmente con il tempo a disposizione e il numero di commenti, spesso molto elevato. Prima di scrivere un commento ti consigliamo di leggere queste brevi linee guida, per capire qual è il tipo di aiuto che possiamo darti e in quale forma. Per pubblicare un commento scorri in basso.

AMERICAN DREAM ROUTES